La Cina e la città verde del futuro


Condividi questo articolo con i tuoi amici:

In un contesto di guerra commerciale con gli Stati Uniti e mentre La crescita cinese rallenta , il governo cinese ha avviato il suo progetto "Greater Bay Area". Con questa megalopoli, Xi Jinping e altri sperano di soppiantare la Silicon Valley e reinventare la città verde di domani. Chi ha detto che l'economia non ha fatto rima con l'ecologia?

La Greater Bay Area, una megalopoli verde in via di realizzazione

È in 2018 che Xi Jinping ha evocato il suo progetto della Greater Bay Area, allusione non mascherata alla "Bay Area" di San Francisco, culla di molti giganti della tecnologia. Unificando la Cina meridionale, Macao e Hong Kong, il Regno di Mezzo spera di creare un modello megalopoli del futuro e diventare il punto di riferimento per le nuove tecnologie. Questo progetto affronta anche le molteplici sfide dell'inquinamento urbano che la Cina dovrà affrontare in futuro. Oltre a mettere in evidenza i veicoli autonomi ed elettrici, verranno utilizzate e combinate molte tecnologie per ridurre al minimo l'inquinamento.

Nuove tecnologie in pieno svolgimento

drone dji phantom

Fonte : PxHere .



Tra le nuove tecnologie al servizio di domani, l'intelligenza artificiale, la robotica e i droni occupano un posto speciale. Con queste tecnologie, la Cina intende rendere la Greater Bay Area un esempio di ecologia.

Gli investimenti finanziari in queste aree sono significativi in ​​Cina ma anche a livello globale. Se prendiamo l'esempio dei droni, sempre più dilettanti o professionisti decidono di farloinvestire in droni . Il mercato UAV commerciale globale è stato valutato a 1,7 miliardi alla fine di 2017 e potrebbe raggiungere 179 miliardi di 2025 secondo un rapporto di Orbis Research. È quindi un segmento in piena espansione.

Nuove tecnologie e sfide ambientali

In che modo questi nuovi strumenti si articolano con l'idea di una città più verde? Le opportunità sono molte e molte ricerche in corso. Se continuiamo con l'esempio dei droni, i loro usi potenziali sono vari. L'Università della Scienza e della Tecnologia di Hong Kong (Università della Scienza e della Tecnologia di Hong Kong) utilizza questi oggetti volanti per annusare le emissioni delle navi che attraccano ai vari porti commerciali nell'area e garantire che i carburanti utilizzati siano compatibile con le normative.

Un altro esempio è l'intelligenza artificiale, che può elaborare molti dati, ad esempio per ottimizzare l'uso di energia o flussi di traffico.



In Europa, che dire delle città di domani?

megalopoli

Fonte : Max Pixel .

Se la Cina pensa in grande al suo progetto nella Greater Bay Area, l'Europa sta anche affrontando le sfide del riscaldamento globale e dell'aumento della popolazione. L'iniziativa Smart Cities - smart cities - è stata portata al livello dell'Unione Europea e intende inventare la città di domani. L'obiettivo di questo progetto è "migliorare la vita urbana attraverso soluzioni più integrate e sostenibili, nonché affrontare le sfide specifiche della città a vari livelli politici come energia, mobilità, trasporti e comunicazioni. . "

Ogni anno, la prestigiosa IESE Business School stabilisce una classifica delle città in movimento che tiene conto di vari parametri ( Indice Cities in Motion ). In 2019, Parigi è la quarta al mondo dietro Londra, New York e Amsterdam. Va bene, ma questa classifica tiene conto di altri criteri oltre all'ambiente. A questo livello, Parigi occupa solo il posto 54e, quindi c'è sicuramente più spazio per i progressi negli anni a venire.

Tra le altre città francesi presenti nella classifica generale, ricorderemo Lione al posto di 56e. Lille, Marsiglia e Nizza si trovano accanto alla posizione 90. Possiamo vedere che viene lanciata la corsa verso la città del futuro. Dopo la Greater Bay Area in Cina, perché non una "Greatest Bay Area" nel bacino di Arcachon?



Per saperne di più: rapporti video sul città del futuro

commenti Facebook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *