macchina di carta

Tasse della carta grigia 2021: le modifiche

Dall'inizio dell'anno, la tassazione automobilistica ha subito diversi cambiamenti, in particolare nel prezzo della carta di circolazione. Questi cambiamenti hanno interessato molte aree, comprese le sanzioni ambientali e le commissioni di gestione. Anche se le tasse regionali non sono state realmente interessate da queste modifiche, l'aumento delle tariffe ha sconvolto enormemente le procedure di registrazione. Facciamo il punto sulle nuove funzionalità del 2021 che hanno avuto un impatto sulle carte grigie.

Procedure che sono cambiate nel 2021

Altri elementi hanno subito modifiche nel 2021, a partire dalle procedure per l'ottenimento della carta di circolazione.

Aumento dell'imposta di gestione Y4

L'imposta Y4 o tassa di gestione è una tassa che si applica a tutti i documenti di immatricolazione del veicolo, anche quelli esenti da tasse regionali. Visualizza un prezzo fisso che in precedenza ammontava a € 4. Con le modifiche che hanno interessato la carta di circolazione, la tassa di gestione è appena aumentata a 11 €. Questo aumento di prezzo è avvenuto senza preavviso, lasciando gli automobilisti in completo disordine.

Cosa serve ?

Oggi l'imposta di gestione è stata ribattezzata "imposta fissa". Serve per finanziare la gestione e il costo di produzione della carta di circolazione.. Questa tassa si applica sia ai veicoli nuovi che a quelli usati. Nell'ambito della nuova procedura istituita dall'ANTS (Agenzia nazionale per i titoli protetti), facilita le procedure di registrazione.

Y4 esenzione fiscale

Alcune procedure sono esenti dall'imposta fissa. Si tratta di cambiamenti di indirizzo, correzioni di input durante la registrazione, modifica del numero di immatricolazione da FNI (National Registration File) a SVI (Vehicle Registration System). Se vuoi rinnova la carta di circolazione del tuo veicolo, Puoi registrati online su Eplaque.fr o vai al sito web ANTS. Dovresti sapere che non è più possibile richiedere una scheda di registrazione alla prefettura.

carta grigia 2021

Inasprimento della pena ecologica per i nuovi veicoli

Questo nuovo regolamento sanzionatorio sui veicoli a motore è entrato in vigore all'inizio del 2021. Si tratta di una tassa dovuta dai veicoli estremamente inquinanti al momento della loro immatricolazione.

Tutti i nuovi veicoli immatricolati da gennaio 2021 sono interessati da questa sanzione ecologica, che si tratti di autovetture, autocarri per il trasporto di persone o furgoni per carrozzerie (con almeno 5 posti).

Anche le auto che hanno subito una modifica tecnica (trasformazione di un veicolo commerciale in un vettore passeggeri) e che non sono state ancora tassate sono interessate da questo regolamento. Se invece l'immatricolazione a seguito della trasformazione del veicolo è stata ottenuta 6 mesi o più dopo la prima immatricolazione, si beneficia di una riduzione del 10% della penale.

Cambiamenti reali nel 2021

Come la tassa di gestione, la sanzione ecologica per le auto nuove ha subito un cambiamento importante quest'anno. Si applica ai veicoli a partire da 133 g di CO2 / km e richiede una tassa di 50 € per questo livello di inquinamento. Sebbene questo punto trigger (Trasmissione WLTP) o in calo rispetto allo scorso anno (138 g di CO2 / km), è ancora spiacevole per gli automobilisti pagare questa penale.

Leggi anche:  Classifica di auto

Mentre il tetto per la sanzione ecologica era di 20 euro nel 000, ora è di 2020 euro. I veicoli raggiungono questa soglia quando visualizzano un tasso di CO30 maggiore o uguale a 000 g / km. Anche per il prossimo anno è previsto un aumento di questo massimale.

La buona notizia è che le famiglie numerose possono beneficiare di una riduzione di tale penale, a condizione che siano soddisfatti determinati criteri: veicolo con almeno 5 posti a sedere, almeno 3 figli a carico, veicolo immatricolato per la prima volta in Francia. La riduzione della penale è di 20 g / km per bambino. Anche le famiglie ospitanti possono usufruire di questo vantaggio.

Eliminazione delle 3 penalità di opportunità

Nel 2020 si è discusso molto sull'eliminazione di 3 tasse sui veicoli usati. Infine, questa richiesta è stata accettata e attuata quest'anno. Tre tasse relative all'inquinamento sono state quindi eliminate dal prezzo della carta di circolazione. Questa è la penale che si applica ai veicoli di seconda mano con 10 HP e più, la tassa aggiuntiva sui veicoli oltre i 36 HP e la tassa annuale di 160 €.

La pena ecologica di seconda mano

Prima, le auto usate di oltre 10 CV dovevano pagare una tassa per ogni cambio di proprietà. Questo variava tra 100 e 1000 €, a seconda della potenza e dell'età del veicolo.

L'imposta ammontava quindi a 100 € per i veicoli da 10 a 11 CV, a 300 € per i veicoli da 12 a 14 CV ea 1000 € per i veicoli oltre i 15 cavalli fiscali.

Da inizio anno, la sanzione ecologica per i veicoli di seconda mano superiori a 10 HP non è più in vigore da alloraè stato annullato dal governo. Ora le vecchie auto non devono più pagare per questo.

La tassa sui veicoli molto potenti

Entrata in vigore nel 2018, questa misura ha imposto un sovrapprezzo sui veicoli oltre i 36 HP. Hanno dovuto pagare 500 euro per ogni cavallo in più, con un tetto massimo di 8 euro. Tuttavia, questa tassa è stata abolita dal 000 ° gennaio 1, a seguito del Legge finanziaria 2020.

Tassa annuale sui veicoli inquinanti

Oltre alla tassa sulle auto potenti e alla sanzione ecologica per i veicoli usati, quest'anno è stata abolita anche una terza tassa. Questa è la tassa annuale sui veicoli inquinanti. Ricordiamo che le auto le cui emissioni di CO2 superano i 190 g / km sono state costrette a pagare una penale di 160 € / anno. Questa soglia di emissione è definita in base all'anno di registrazione.

Leggi anche:  Le vetture a basso consumo

Queste tre tasse verdi sono state rimosse perché il governo ha ritenuto che non fossero sufficientemente redditizie. Tuttavia, lo Stato ha compensato questa carenza aumentando la sanzione ecologica nel 2021 e nel 2022.

Fine della riduzione del prezzo del CV per i veicoli di età superiore a 10 anni

Secondo l'articolo 1599 sexdecies del codice fiscale generale, tutti i veicoli di età superiore a 10 anni beneficiano di una riduzione e di un regime speciale al momento dell'immatricolazione. Questa legge è stata abrogata nel 2021. Ciò significa che la riduzione del prezzo del CV per qualsiasi vecchio veicolo non è più valida quest'anno.

Questa legge si applica a diversi veicoli di trasporto, in particolare motocicli, trattori non agricoli e veicoli commerciali pesanti (PTT> 3,5 t). L'abrogazione dell'articolo ha comportato anche l'abolizione della tassa regionale per i rimorchi e i trattori agricoli.

Per i motocicli la tassa regionale è del 50% del prezzo del normale CV. Un tempo questo prezzo era dimezzato per i veicoli a 2 ruote di età superiore ai 2 anni, ma oggi questo privilegio non è più concesso loro.

Cambio coniugale: eliminazione delle quote di iscrizione gratuite

Prima, la modifica della carta grigia in caso di cambio matrimoniale comportava solo una tassa di inoltro di € 2,76. Oggi è necessario pagare anche la tassa fissa di 11 € (Y4) oltre alle spese di spedizione, per cambiare la carta grigia. Come promemoria, il cambiamento coniugale può essere richiesto a seguito di matrimonio, divorzio, morte o PACS (Patto di solidarietà civile).

scarico

Tassazione automobilistica: i punti di forza

Le modifiche alle tariffe di immatricolazione dei veicoli non hanno avuto solo impatti negativi. Abbiamo anche individuato alcuni punti che possono essere vantaggiosi per gli automobilisti.

Cartellino grigio provvisorio WW a 11 €

La registrazione WW è una registrazione provvisoria rilasciata dalla Prefettura. Funge da carta di circolazione provvisoria quando il veicolo non ha ancora tutti i documenti necessari per essere immatricolato definitivamente.

Una carta di circolazione provvisoria (CPI) ti viene consegnata quando hai appena acquistato un'auto nuova o un veicolo usato importato. Se prima dovevi pagare le tasse amministrative, il prezzo professionale e il prezzo CPI WW (a seconda del prezzo del cavallo fiscale nella regione) per importare un'auto, ora costa solo 11 €. Questa tassa fissa è stata decisa dallo Stato.

Duplicato cartoncino grigio meno costoso

Fino al 2020, il prezzo di un certificato di immatricolazione duplicato variava a seconda della regione di immatricolazione del veicolo, il che significa che il prezzo del cavallo di imposta doveva essere pagato una volta. Il costo totale della ristampa della carta grigia potrebbe salire fino a 60 €, visto che era necessario aggiungere anche le tasse di spedizione e la produzione del titolo oltre al prezzo del CV.

Oggi, grazie all'implementazione di nuove regole sulle procedure di registrazione, il prezzo dei duplicati delle carte di registrazione è diminuito in modo significativo. D'ora in poi, per ottenerlo, devi solo pagare la tassa fissa di 11 € e la tassa di rotta di 2,76 €, ovvero un somma totale di € 13,76 (Y4 + Y5). Un prezzo fisso per tutti i veicoli, tranne quelli con una vecchia registrazione FNI. Questi veicoli pagano solo la tassa Y5 di 2,76 €.

Leggi anche:  Download: desulfate, recuperare e rigenerare un vantaggio di batteria scarica

Esenzione dalla tassa regionale per alcune procedure di registrazione

Questa esenzione riguarda diverse procedure di registrazione, in particolare la modifica dello stato civile (a seguito di un cambiamento di nome o ragione sociale), registrazione provvisoria (menzionata sopra), cambio di stato civile e cambio di indirizzo sulla carta grigia.

Anche lo smarrimento della carta di circolazione è esente dall'imposta regionale. Come si è detto in precedenza, il duplicato della carta grigia costa 13,76 € ovunque nel Paese, qualunque sia la regione di immatricolazione del veicolo. In caso di smarrimento o furto della carta grigia, paghi solo la tassa di gestione e le spese di consegna. Sarai quindi esente dall'imposta regionale.

Parità di trattamento tra coppie sposate e coppie PACS

Prima del 2021, le coppie PACS non godevano degli stessi favori delle coppie sposate. Infatti, se quest'ultimo pagava solo pochi euro di tasse, le coppie PACS dovevano pagare tutte le tasse di registrazione in caso di cambio di nome.

Questa legge non è più rilevante dall'inizio dell'anno. Le coppie PACS sono ora trattate come le coppie sposate e paga le stesse tasse di immatricolazione dell'auto come loro. Un PACS può quindi essere invocato per modificare lo stato civile (unione o separazione).

costo dell'auto

Riduzione delle tasse in caso di calamità naturali

Le quote di registrazione hanno subito diverse modifiche quest'anno. Alcuni prezzi sono aumentati mentre altri sono scesi. Tra le formalità dalle quali sono esentate le tasse, c'è la richiesta di carta grigia a seguito di calamità naturali.

Se il tuo certificato di registrazione è stato distrutto a seguito di inondazioni, tempeste o altri disastri naturali, dovrai solo pagare le spese di spedizione. Ciò vale sia per una richiesta di duplicato che per l'immatricolazione di un'auto nuova. Non ci saranno quindi tasse regionali o sanzioni ecologiche., che è un vantaggio enorme.

Imposta regionale stabile

All'inizio del 2021, abbiamo visto un aumento delle commissioni di gestione e della sanzione ecologica. Per fortuna le tasse regionali non hanno subito la stessa sorte e mostrano addirittura un prezzo piuttosto stabile.

L'imposta regionale è fissata dalla giunta regionale. Varia da una regione all'altra ed è calcolato in base al potere fiscale del veicolo e alla sua età. È quindi una tassa aggiuntiva per ottenere la carta grigia o la registrazione provvisoria.

Quest'anno le modifiche applicate alle imposte regionali non hanno generato grandi sconvolgimenti, a differenza dell'imposta fissa che è quasi triplicata. Abbiamo appena registrato alcune variazioni di prezzo, come le tasse della Nouvelle-Aquitaine che sono passate da 40 a 41 € o quelle della Corsica del Sud che sono diminuite notevolmente (da 41 € a 27 €).

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *