L'aggiunta o l'iniezione di acqua nella combustione di idrocarburi, tesi di dottorato da Rémi Guillet

L'iniezione di acqua in un motore o in un ciclo di combustione di idrocarburi è vantaggiosa sia in termini di controllo dell'inquinamento che di efficienza del ciclo.

Questo si chiama: "combustione a umido".

Rémi Guillet, dottore in scienze, ha condotto una tesi di dottorato in 2002 scaricare qui: "La combustione umida e le sue prestazioni" di Rémi Guillet

Questo incavo unisce il principio di iniezione d'acqua nei motori termici e il lavoro, tra gli altri, di Christophe Martz

Sintesi della R.Guillet tesi:

Per molti anni, l'acqua è stata utilizzata come additivo per migliorare la combustione, la potenza delle macchine, anche come antiknock quindi, più recentemente, come inerte che consente la riduzione della formazione di ossidi di azoto. Oggi la sfida da raccogliere riguarda l'economia della scarsa risorsa che è l'energia fossile e, ancor più, la protezione dell'ambiente.

Con la combustione bagnata, le prestazioni delle turbine a gas terrestri può essere migliorata molto significativamente Così, cicli di iniezione di vapore (STIG), cicli di rigenerazione ad aria umidificata (HAT), possono avvicinarsi le prestazioni del ciclo combinato.

Leggi anche: Le seguenti mappe: il Passaggio a Nord Ovest

Da parte sua, il ciclo della pompa del vapore acqueo che ricicla il massimo calore, sensibile e latente, di solito scaricato nel camino, sotto forma di aria di combustione preriscaldata e umidificata, consente a molti processi di avvicinarsi all'efficienza. combustione massima del 100% del potere calorifico superiore del carburante.

In tutte le sue forme, è noto che l'introduzione di acqua nelle camere di combustione riduce la formazione di NOx: iniezione diretta, in emulsione con il carburante, in forma di vapore generata da un recuperatore, una pompa per vapore acqueo ...

Così notevoli prestazioni energetiche ed ambientali sono possibili, soprattutto per i processi che migliorano il recupero del calore latente. Tra i più probabilità di beneficiare dei vantaggi dei processi di combustione umido, di:
- caldaie a condensazione;
- generatori a contatto diretto;
- essiccatori diretti con recupero di energia;
- turbine rigenerative in cogenerazione;
- pulire i processi di incenerimento con recupero di energia.

Leggi anche: Nuova sezione: Trasporti

Nella combustione a umido, tre fluidi vengono introdotti nella camera di combustione: carburante, aria di combustione e acqua aggiuntiva ...

Per analizzare questi processi, abbiamo sviluppato un metodo di analisi che utilizza la temperatura umida come parametro principale, chiamato diagramma di combustione igrometrico. Questo metodo, presentato in dettaglio, nonché numerosi diagrammi che ne derivano, è consigliato per:
-analisi, previsione, miglioramento, ottimizzazione delle rese di combustione;
- controllo predittivo;
- previsione della condensa;
- la progettazione di scambiatori bifase.

Ma il metodo può essere utilizzato anche nel caso di processi tradizionali come caldaie e generatori di condensa per offrire prospettive di accesso all'efficienza con maggiore precisione e costi inferiori.
Sono inoltre fornite altre informazioni sulle variazioni dovute alla presenza di acqua aggiuntiva nei processi di combustione termica.

Altro:
- Scarica la tesi completa "La combustione umida e le sue prestazioni" di Rémi Guillet
- Scarica a sintesi in onda di combustione bagnata
Spiegazioni e analisi sulla combustione a umido sul nostro forums
Tous les Téléchargements

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *