Bando di gara per 10 impianti a biomasse

Il Portogallo lancerà giovedì un bando di gara per la costruzione di una dozzina di centrali elettriche a biomasse per un totale di 100 megawatt, secondo una fonte vicina al dossier, citata dall'agenzia di stampa Lusa. .

La produzione di elettricità da materiali organici di origine vegetale, il cui prezzo è stato fissato a 1,05 megawattora di euro, sarà limitata a 10 megawatt per unità, ha affermato la stessa fonte.

L'obiettivo delle autorità portoghesi è produrre nel 2010 circa 150 megawatt di elettricità dalla biomassa.
Il Portogallo, che intende sfruttare tutte le sue fonti di energia rinnovabile per ridurre la sua dipendenza dal petrolio e le sue emissioni di CO2, ha previsto di investire 2,5 miliardi di euro nei prossimi anni.

Con il 58% dell'elettricità prodotta dal petrolio, è uno degli stati dell'Unione Europea più dipendente dai combustibili fossili e il più inquinante.

Leggi anche:  Gli scienziati sviluppano strategie per l'utilizzo dell'anidride carbonica

Fonte

Nota di econologia: il prezzo di 1,05 € per Mwh sembra sbagliato. Infatti, sia che si tratti del costo di produzione o della tariffa incentivante per questa elettricità verde, questa cifra è molto bassa (0,105 c € / kWh).

In effeti; quando sappiamo che il kWh nucleare è uno dei più economici al mondo e costa 2,8 c € / kWh ( calcoli qui), e d'altra parte si riacquista l'energia eolica “verde” kWh da 5 a 8 c € la cifra di 0,105 c € / kWh sembra ridicola ...

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *