Calcolo della stima del consumo di pellet

Quale sarà il mio futuro consumo di pellet e soprattutto il suo costo rispetto all'olio combustibile?

Riscaldamento con pellet di legno (o pellets): domande da porsi prima di scegliere questo metodo di riscaldamento?

Il tuo consumo di pellet dipenderà ovviamente dal tuo fabbisogno energetico. Se li conosci, sarà facile stimare il tuo consumo di pellet.

Per questo, abbiamo sviluppato in dettaglio diversi metodi sulla pagina dimensiona la sua caldaia a legna che riassumiamo qui.

Metodo 1: eseguire uno studio termico completo e completo

Uno studio termico ti darà un consumo stimato in kWh all'anno.

In tal caso, è sufficiente dividere per 5 per ottenere le vostre esigenze kg di pellet.

Esempi: una casa di 150 m² che ha un fabbisogno energetico di 100 kWh / m². anno avrà bisogno di 150 * 100 = 15 kWh all'anno, ovvero 000 / 15 = 000 kg di pellet = 5 tonnellate all'anno di pellet (o 3000 L di combustibile equivalente olio, vedi metodo 3)

Leggi anche:  Problema con il dimensionamento di una caldaia a legna

Metodo 2: usa il tuo attuale consumo di gas o olio combustibile

L'equivalenza è molto semplice: 2 kg di pellet = 1 L di olio combustibile = 1 m3 di gas.

Esempi: se il tuo consumo è di 2500 L di olio combustibile o 2500 m3 di gas, avrai bisogno di 2500 * 2 = 5000 kg = 5 tonnellate all'anno di pellet.

Quanto guadagnerò rispetto all'olio combustibile?

Tutto dipende dal prezzo a cui troverai il tuo pellet ei prezzi sono variabili (vedi Perché scegliere il pellet di legno?).

Supponiamo che si tocca il pellet 200 € / t consegnato (prezzo in genere si trovano in 2007) e l'olio per € 0,65 1000L.

prezzi kWh sarebbe pertanto:
- 0,04 € per kWh per il pellet
- 0,065 € per kWh per l'olio combustibile.

Passando al pellet, puoi quindi ridurre la tua bolletta energetica per kWh da 0,065 € a 0,04 €, cioè di quasi il 40%!

In altre parole, la bolletta energetica potrebbe essere quasi divisa per 2, ma attenzione alla stabilità del prezzo del pellet se non è (ancora) regolamentato, a differenza dei combustibili fossili. Visualizza discussione futuro prezzo del pellet?

Leggi anche:  La stufa a pellet, la stella degli impianti di riscaldamento!

Altro: Perché scegliere il pellet di legno?
-Ulteriori informazioni sulla cartella Pellet di legno: Silo, stoccaggio e alimentazione automatica di pellet di legno
- Articolo precedente: Correttamente dimensionare una caldaia a pellet

7 commenti su "Calcolo stima consumo pellet"

  1. Buongiorno,
    Devo ristrutturare una vecchia casa di circa 70m2 su 3 livelli, con ristrutturazione e isolamento interno.
    Avete statistiche per valutare il consumo medio nella regione di frontiera Lorena / Lussemburgo per un inverno?
    Devo decidere la modalità di riscaldamento prima di iniziare a lavorare.
    Grazie in anticipo per il tuo aiuto.

  2. Mi permetto una piccola correzione:
    combustibile domestico: 10 kWh di PCI / litro;
    gas naturale: 10 kWh di PCI / m³;
    propano: 12,8 kWh di PCI / kg;
    legna in tronchi al 20% di umidità: 3,8 kWh di PCI / kg o da 1 a 500 kWh di PCI / metro cubo a seconda della densità del legno;
    cippato o cippato di legno al 25% di umidità: 3,5 kWh di PCI / kg o 900 kWh di PCI / m³;
    pellet di legno: 4,6 kWh di PCI / kg.
    sarebbe imparare a calcolare
    I pellet di legno non sono certo più redditizi dei combustibili fossili, anche peggio si sviluppano bruciando tanta o più CO2

    1. Co2 che è stata catturata da questo stesso legno durante la sua crescita. Il rilascio di questa CO2 quindi non aumenta la quantità di carbonio sulla superficie del globo. Non è appropriato confrontare queste emissioni di CO2 con quelle emesse dalla combustione di combustibili fossili (che rilascia carbonio sulla superficie terrestre sepolta).
      Rilasci CO2 anche respirando. Il suo impatto ambientale è nullo: il carbonio contenuto proviene dal tuo cibo, che lo ha catturato nella CO2 dell'aria durante la fotosintesi...

      In breve, bruciare legna non aumenta la quantità di CO2 nell'atmosfera (tranne nel caso della deforestazione)

  3. Nath
    sono la qualità della combustione e della filtrazione a fare la differenza. Questo è quello che mi è stato insegnato... Se qualcuno può insegnarmi di più e nel dettaglio sono uno stakeholder. È vero che non ne so abbastanza sull'argomento e che mi sono chiesto a lungo perché i governi sovvenzionano il riscaldamento a legna (oi suoi derivati) nell'ambito della riduzione dei gas serra?
    Ti sto ascoltando. Grazie !

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *