Forbidden Paese Medici del Mondo contro truffe sui prezzi di alcuni farmaci

Ieri l'associazione Médecins du Monde ha trasmesso su Internet una campagna pubblicitaria "incisiva" sui prezzi eccessivi di alcuni trattamenti farmacologici. La distribuzione della campagna è stata, infatti, rifiutata tramite display “classici” dalla Professional Advertising Regulatory Authority (ARPP). JCDecaux, MediaTransport e L'Insert hanno quindi rifiutato i messaggi di questa campagna. L'econologia, come molti altri siti, trasmette quindi questa campagna in immagini ad alta risoluzione, con in più il vantaggio di alcune analisi e simpatici link ...

Secondo questo articolo Dumonde:

(…) L'associazione denuncia la sorte di Sofosbuvir, il primo antivirale ad azione diretta efficace contro l'epatite C, emesso per "quasi 41mila euro". "E il cui prezzo continua ad aumentare", deplora la signora Sivignon, quantificando a oltre 000 pazienti il ​​numero di persone che "necessitano" contro 200 in cura.
Il farmaco costerebbe solo 100 euro per produrre, secondo uno studio ricercatore Andrew Hill (Università di Liverpool), citata dal Doctors of the World. L'associazione ha richiesto la sospensione del brevetto e nella fabbricazione generica di ridurre il prezzo. Invano.

“Questi prezzi esorbitanti stanno mettendo a repentaglio il nostro sistema sanitario solidale. Lo Stato ha fallito nella sua missione di regolamentazione ", deplora la signora Sivignon. (...)

Gli operatori sanitari hanno ovviamente reagito con forza a questa campagna e in modo poco cortese tramite il loro sindacato "Les Entreprises du Médicament", il LEEM (ex SNIP):

Leggi anche:  Scarica: Eric Laurent FR3, navi cisterna sono signori (della guerra)

(…) Leem, lunedì ha cercato di disinnescare la polemica. L'organizzazione che difende gli interessi di Sanofi, GSK e altre società farmaceutiche sottolinea le “osservazioni oltraggiose e caricaturali di Médecins du monde”. Il prezzo dei farmaci è fissato dal Comitato economico per i prodotti sanitari "al termine delle trattative con i produttori", ricorda. L'argomento è sconfitto da Medici del mondo. "Il sistema manca di trasparenza: questo comitato non include operatori sanitari o utenti", ricorda il suo presidente (...)

Les Inrocks parlano di pura e semplice censura ... e più precisamente riporta le parole dell'ARPP:

“Attiriamo la vostra particolare attenzione sul rischio di reazioni negative che la linea di comunicazione scelta potrebbe generare da parte dei rappresentanti dell'industria farmaceutica. Infatti, le aziende coinvolte in questo modo potrebbero considerare che una simile campagna lede la loro immagine e arreca loro un grave danno e decidere di agire in questa direzione. "

Ciò che è abbastanza scioccante in questo argomento è che l'ARPP considera un paziente come un "cliente normale" ... nessuno sceglie di essere malato! Queste parole di danno all'immagine e di danno che potrebbero subire le case farmaceutiche attraverso questa campagna sono quindi particolarmente odiose e sprezzanti della vita umana!

Leggi anche:  Petrolio: istituito il comitato di valutazione

MDM e rispose:

"I costi di ricerca e sviluppo sono sovrastimati e gli importi reali rimangono riservati e una buona parte viene comunque finanziata con denaro pubblico attraverso borse di studio o crediti d'imposta di ricerca"

È risaputo che le case farmaceutiche sono figli di cuore e vogliono solo il bene delle popolazioni nel più completo altruismo ^^… Arte aveva indagato nel 2011 e trasmesso un ottimo documentario su questo argomento: Malattie in vendita da vedere qui!

Colesterolo Medici del Mondo

mdm10 mdm9
mdm8 mdm6mdm7 mdm5campagna incisiva di Medici del Mondo contro le compagnie farmaceutiche

La campagna incisiva di Medici del Mondo contro le compagnie farmaceutiche
mdm1

Altro:

Firma la petizione "The Price of Life"

Scarica campagna .pdf: Il prezzo della vita, Médecins du Monde, Giugno 2016

L'incisiva campagna di Medici del mondo contro laboratori farmaceutici su forums

Guarda o rivedi l'ottimo documentario di Arte: Diseases for sale

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *