Libro di allerta "L'acqua che siamo" di Pierre Rabhi e Juliette Duquesne

L'acqua che siamo, Collezione "Libri di allerta" di Pierre Rabhi e Juliette Duquesne

Avvisi nel diario di bordo, l'acqua che siamo. P.Rabhi e J.Duquesne

La collezione Carnets d'alert è pensata per essere libri sintetici, accessibili a tutti per sensibilizzare su questioni di primaria importanza. Questo primo novembre 2018 pubblicherà un nuovo Libro degli avvisi dedito all'acqua. Ve lo presento qui perché da un lato il tema dell'acqua è di primaria importanza ecologica per l'umanità (e il clima) e dall'altro ho partecipato modestamente allo sviluppo di questo libro essendo intervistato da Juliette.

Acqua, elemento vitale a rischio

Cosa potrebbe esserci di più banale che affermarlo l'acqua è al centro della vita - siamo formati in media per il 65% da acqua! Eppure questa verità indiscutibile è troppo spesso dimenticata. La sessantina di ricercatori, associazioni, agricoltori e attori della società civile intervistati per questo taccuino non smettono mai di farlo notare. Oggi, anche se parliamo di biodiversità e transizione ecologica, chi ha l'acqua in abbondanza tende a banalizzarla ... e quindi a trascurarla. E, attraverso un uso irrazionale e irresponsabile, stiamo già causando gravi danni alle generazioni future.

Leggi anche:  OGM: senape mutante

La plastica ha invaso l'oceano, i pesticidi si trovano persino nel grasso delle balene. L'oceano, il polmone della nostra terra, è in pericolo, poiché raccoglie tutto l'inquinamento del suolo. In Francia, la maggior parte dei nostri corsi d'acqua e persino le acque sotterranee sono inquinate. Questo nuovo libro di avvisi intende indagare su questo vasto problema, dalagricoltura, prima fonte di inquinamento e primo consumatore di acqua al mondo, alla gestione da parte di aziende private di questo bene comune. Senza contare che il 30% della popolazione mondiale non ha accesso all'acqua potabile ...

Come gestire l'acqua domani in modo più ecologico, equo e locale? L'acqua richiede una gestione collettiva più di ogni altro elemento. Pierre Rabhi ci avverte: il nostro rapporto con l'acqua deve cambiare; è imperativo che ci rendiamo conto del suo valore insostituibile. L'acqua, oggi inquinata, sprecata, fonte di ogni genere di guadagno, potrebbe benissimo diventare, domani, una delle soluzioni ai maggiori problemi della nostra società.

Leggi anche:  Il governo autorizzerà la produzione di 1,8 milioni di tonnellate aggiuntive di biocarburanti.

Pioniere dell'agroecologia, esperto nella lotta alla desertificazione, Pierre Rabhi è l'autore di L'Offrande au dususcule (Éditions de Candide, 1988, premiato dal Ministero dell'Agricoltura), Verso la felice sobrietà (Actes Sud , 2010), The Convergence of Consciences (Le Passeur, 2016). Specializzata in temi economici e ambientali, Juliette Duquesne ha lavorato per dieci anni nella redazione del quotidiano TF1.

Il 9 novembre Juliette ci presenterà questo quarto Libro di allerta durante una riunione di dedicazione presso la libreria The Foam Pages, 174 boulevard Saint-Germain a Parigi da 19h a 21 ore. Quest'ultimo libro di allerta sarà pubblicato in novembre 7.

Gli stessi autori hanno già pubblicato, nella stessa collezione:

  • Per porre fine alla fame nel mondo
  • Semi, un patrimonio vitale in via di estinzione
  • Gli eccessi della finanza o l'arte della predazione legalizzata (Presses du Châtelet, 2017)

L'acqua su cui siamo forums

[fvplayer src = »https://www.youtube.com/watch?v=YYnRInck9_I»]

Contatto stampa: LP Conseils / Florence Rosenfeld / +33 (0) 153 264 210

Leggi anche:  Aiuto di emergenza concesso ai pescatori di Arcachon

 

1 commento su "Libro di allerta" L'acqua che siamo "di Pierre Rabhi e Juliette Duquesne"

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *