Scegli una banca etica

L'ambiente, un criterio di peso per la scelta di una banca. 30 settembre 2008, di Yann Louvel

Friends of the Earth pubblica oggi la versione 2008-2009 della loro guida eco-cittadina " Ambiente: come scegliere la mia banca?“, In collaborazione con CLCV. L'associazione ha analizzato gli impatti ambientali e sociali delle diverse attività delle grandi banche francesi al fine di informare i cittadini sull'uso che viene fatto del denaro che affidano alla loro banca e incoraggiarli a modificare le loro pratiche. La guida rivela nella sua classificazione tre distinti gruppi di banche: Nef e Crédit Coopératif con impatti positivi, Banque Postale, Banque Populaire, Caisse d'Epargne e Crédit Mutuel-CIC con rischi da bassi a moderati e Crédit Agricole, Société Générale e BNP Paribas, che sono le più rischiose e per le quali Friends of the Earth stanno formulando raccomandazioni specifiche.

Pubblicazione della guida “ Ambiente: come scegliere la mia banca? 2008/2009 »Arriva un anno e mezzo dopo la prima versione. Basata, tra l'altro, sull'esperienza di BankTrack, la rete internazionale di ONG impegnate nella finanza di cui fa parte Friends of the Earth, la guida 2008-2009 conferma ciò che il suo predecessore ha già rivelato: troppe banche francesi sono coinvolte progetti controversi con gravi impatti sociali e ambientali. Yann Louvel, responsabile della campagna di Private Finance presso Friends of the Earth, sintetizza i risultati ottenuti: “Le grandi banche francesi della rete hanno attività e professioni estremamente diversificate, con impatti altrettanto disparati. Le analisi che abbiamo svolto hanno permesso di distinguere tre gruppi di banche molto differenti tra loro in base agli impatti indotti dalla loro attività ”.

Leggi anche:  Crisi bancaria e finanziaria: econologia nel quotidiano Le Monde di Gérard Mermet

Le banche francesi più rischiose sono BNP Paribas, Société Générale e Crédit Agricole. Sono tra le più grandi banche internazionali in termini di corporate e investment banking e partecipano ciascuna a più di una dozzina di progetti controversi in tutto il mondo. La guida sviluppa due esempi: la centrale nucleare di Belene in Bulgaria e il progetto di petrolio e gas di Sakhalin II in Russia. Sébastien Godinot, coordinatore della campagna di Friends of the Earth, spiega: “Nonostante le numerose dimostrazioni e l'impegno dell'amministratore delegato del gruppo, Baudouin Prot, BNP Paribas è ancora coinvolta nel pericoloso e obsoleto progetto Belene. Allo stesso modo, nonostante una controversia internazionale per diversi anni, BNP Paribas ha deciso di finanziare il progetto Sakhalin II lo scorso giugno a dispetto di qualsiasi considerazione ambientale e sociale. Lo studio sull'impatto ambientale del progetto è stato persino falsificato da Shell, come rivelato da The Guardian all'inizio di questo mese. In precedenza, Société Générale aveva già finanziato Gazprom nel progetto, per un miliardo di dollari ".

Leggi anche:  Cos'è l'economia verde?

classifica banca francia

Troviamo quindi Banque Postale, Banque Populaire, Caisse d'Epargne e Crédit Mutuel-CIC, il cui impatto sulle attività è da basso a moderato. Alcuni mutui regionali di istituti comuni, o alcune delle loro filiali (in particolare Natixis) sono effettivamente coinvolti in alcuni progetti controversi, ma le loro attività sono principalmente limitate al settore bancario al dettaglio e al territorio francese. Infine, le attività della Nave e del Crédit Coopératif hanno effetti positivi. Yann Louvel conclude: “La Nef è l'unica istituzione finanziaria la cui missione è finanziare solo progetti in campo ambientale, sociale e culturale. Inoltre, è anche l'unico a pubblicare ogni anno l'elenco dei progetti che finanzia, con l'importo del prestito concesso e una descrizione delle attività finanziate. Per tutti questi motivi, Friends of the Earth è partner di Nave dal 2008, per promuovere questa alternativa unica nel mondo finanziario ".

Leggi anche:  Crisi Société Générale e Jérome Kerviel, l'analisi della crisi, Kerviel un capro espiatorio?

Ma oltre a questa classificazione, la guida " Ambiente: come scegliere la mia banca »Presenta inoltre il funzionamento delle banche francesi e presenta ai consumatori-cittadini i passi da seguire per cambiare le banche. Sono presentati prodotti di solidarietà e investimenti socialmente responsabili (SRI), così come l'iniziativa della Caisses d'Epargne, che ha seguito una raccomandazione di Friends of the Earth, e ha proposto di etichettare i loro prodotti personal banking secondo tre componenti (sicurezza, responsabilità e clima). Infine, la guida descrive le diverse soluzioni per il finanziamento della tua casa ecologica.

Scarica la guida:Ambiente: come scegliere la mia banca e discuterne forums: cambia banca per una banca più responsabile

Secondo: Amici della Terra.org

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *