aiuti per la ristrutturazione

Come beneficiare degli aiuti per la ristrutturazione?

Nel corso degli anni, la tua casa avrà bisogno di miglioramenti e ristrutturazioni per garantirne il comfort e aggiornarla. Alcuni elementi si indeboliscono con il tempo e le aggressioni esterne. Questo può portare ad altri problemi, più seri e più seri se non reagisci in tempo. Per questo motivo si consiglia vivamente di effettuare lavori di ristrutturazione ai primi segni di invecchiamento delle strutture. Nuovi standard di prestazione energetica potrebbero anche richiedere l'ottimizzazione delle configurazioni dell'edificio. Questo tipo di progetto richiede spesso un budget considerevole, ma lo Stato ha istituito diversi programmi di aiuto per finanziare parte dei lavori di ristrutturazione a favore dell'ambiente. Scopri di più in questo articolo.

I vari aiuti a rinnovamento energetico

Il rinnovamento energetico consiste nel rivedere le strutture della tua casa al fine di ottimizzarne le prestazioni termiche, limitare le emissioni di gas serra, consumare meno combustibili fossili e ottenere un punteggio migliore sulla sua diagnosi energetica ( classe energetica rilevata da A a G).

Leggi anche:  Pompe di calore geotermiche: 6 cose che dovresti sapere

Anah concede

L'Agenzia nazionale per il miglioramento dell'habitat o Anah offre finanziamenti parziali e supporto tecnico alle famiglie a basso reddito che desiderano iniziare i lavori di rinnovamento energetico. Per esempio, chiama un professionista per rinnovare il tuo tetto consente di beneficiare di diversi finanziamenti a condizione che l'artigiano abbia la qualifica RGE, perché questo lavoro lo consentirà ridurre gli sprechi al livello del tutto per risparmiare energia e denaro. Questa sovvenzione può ammontare a fino al 50% dell'importo totale ristrutturazione del tetto (tasse escluse), con una soglia di 10 euro.

I candidati al finanziamento possono inoltre beneficiare di un bonus aggiuntivo: per questo il loro progetto deve prevedere lavori di isolamento mirati almeno al 25%miglioramento energetico della loro casa. Se il condominio avvia i lavori di riabilitazione del tetto, gli individui possono anche richiedere assistenza individuale.

Leggi anche:  Trattamento dell'umidità delle pareti

ristrutturazione

La “ristrutturazione del tetto” o credito d'imposta CITE

Il CITE prevede un recupero del 30% delle spese relative alla coibentazione del vostro tetto. Questo rimborso stabilisce una soglia in base al numero di persone che vivono nella struttura ricettiva. Inoltre è possibile ottenere una maggiorazione per familiari a carico e figli in affidamento congiunto. Potere richiedere questo bonus, è necessario che l'edificio oggetto della richiesta sia la tua residenza principale e che sia stato costruito da almeno 2 anni.

Riduzione dell'IVA

Al fine di sensibilizzare le famiglie sull'attuazione dei lavori di rinnovamento energetico, lo Stato propone a Riduzione dell'IVA al 5,5%. Si tratta di tutte le operazioni di manutenzione o miglioramento delle abitazioni principali e secondarie di età superiore a 2 anni.

Eco-PTZ

Si tratta di un prestito che puoi abbinare alla riduzione dell'IVA, del CITE e del premio energia. Questo finanziamento è valido per progetti di ristrutturazione o isolamento del tetto. Per beneficiarne è sufficiente contattare un banca statale.

Per chi contattare lavori di ristrutturazione ?

È importante affidare lo svolgimento del proprio lavoro a un professionista con qualifica o certificazione " Riconosciuto come Garante dell'Ambiente". Ciò garantisce non solo l'affidabilità dell'intervento, ma anche la durabilità delle strutture ristrutturate. Un esperto può anche assistervi nelle varie procedure amministrative per l'ottenimento delle sovvenzioni statali.

Leggi anche:  DPE: calcola facilmente il tuo equilibrio termico

Una domanda ? Visita il nostro forums lavori e ristrutturazioni ?

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *