Commercio fisico: quali sono le modalità per incassare i pagamenti?

La questione della scelta delle soluzioni di pagamento è una delle preoccupazioni principali per chi opera nel commercio fisico. Questa preoccupazione crea ancora più confusione per le nuove imprese perché esistono diverse soluzioni. La scelta dei metodi di pagamento accettati da un negozio fisico non è banale. Si tratta infatti di una decisione che potrebbe avere gravi conseguenze sulla customer experience e quindi sul fatturato. Per aiutarti a prendere la decisione più informata possibile, diamo uno sguardo più da vicino alle soluzioni di pagamento più comuni oggi disponibili.

Fatti pagare con carta di credito

Secondo uno studio effettuato nel 2023, il carta di credito è diventato il mezzo di pagamento più popolare in Europa. Pertanto, come commerciante è essenziale offrire questo metodo di pagamento ai propri clienti.
Il cliente potrà effettuare autonomamente il pagamento inserendo il codice della propria carta. Le terminale di pagamento elettronico (TPE). Si tratta di un dispositivo che effettua i controlli necessari per convalidare il pagamento e accreditare il tuo conto bancario. A seconda delle specificità della tua attività, puoi optare per:

  • Un TPE fisso;
  • Un TPE mobile;
  • Un TPE dotato di chip GPRS;
  • Un TPE integrato.

Le tpe mobile ad esempio è destinato alle attività commerciali in cui il pagamento non viene necessariamente effettuato alla cassa (come i ristoranti).

i vantaggi

Innanzitutto il pagamento con carta di credito consente un incasso rapido. A causa del tempo in cui li salvi, questo metodo contribuisce al soddisfazione e fidelizzazione del cliente. Anche da parte tua perdi meno tempo durante le tue transazioni.

Leggi anche:  Investimento verde: anche l'oro diventa verde

Ne hai anche la possibilità raccogliere i pagamenti dei clienti in diverse sedi dell'azienda grazie in particolare ai TPE mobili. Questa soluzione permette di avere diverse zone di incasso per riscuotere meglio i pagamenti quando è occupato.

Pagamento con carta di credito offre maggiore sicurezza al commerciante. Il rischio di fatture non pagate, assegni errati e banconote contraffatte scompare completamente. Inoltre, poiché la transazione viene registrata tramite il TPE, è impossibile perdere denaro o essere derubati.

Finalmente non dovrai più aspettare giorni o settimane ricevere fondi dalle vendite. L'importo della vendita viene addebitato sul conto del cliente e immediatamente accreditato sul tuo.

gli svantaggi

La banca addebita un importo ogni volta che un cliente paga i propri acquisti con carta di credito. Quando sappiamo che il la carta bancaria è il metodo preferito dai clienti, questi costi di transazione possono talvolta sembrare significativi, soprattutto per le piccole imprese. Questo è proprio il motivo Molti commercianti richiedono un importo minimo per i pagamenti con carta di credito ai propri clienti.

Questa pratica è legale, a condizione che mostri chiaramente le informazioni nella tua attività. L'unico problema è che potresti perdere clienti. Chiamato commissione di pagamento interbancario (CIP), questi commissioni di transazione sono composti da una parte variabile a discrezione delle banche e da una parte fissa prevista dalla normativa.

Leggi anche:  Truffa monetaria, valuta virtuale e inflazione

Ricevi contanti

È anche possibile ricevere i pagamenti in contanti. Questo antichissimo metodo è ancora oggi molto diffuso, soprattutto in negozi locali. Può infatti essere molto pratico per i clienti che non possiedono una carta di credito. C'è anche chi non ha paura di girare per la città con contanti. Pertanto, è nel tuo interesse offrire questo metodo di pagamento, rischiando di perdere clienti..

È interessante notare che pagamenti in contanti comportano vantaggi anche per il commerciante. Questo infatti ti permette di avere subito accesso all’importo e quindi di avere migliore visione del tuo flusso di cassa. Va inoltre notato che non sono previste commissioni di transazione in questo metodo di raccolta.

Tuttavia, ricevere contanti presenta anche alcuni svantaggi. Per la lotta al terrorismo e al riciclaggio di denaro il legislatore si è posto una soglia per il pagamento in contanti. I clienti che desiderano pagare i propri acquisti in contanti non potranno acquistare per più di 1000 euro.

Un altro svantaggio legato al pagamento in contanti è a livello di tempo necessario per la raccolta. La gestione del contante può infatti allungare il processo di pagamento e creare code. Sfortunatamente, questo è un enorme disservizio per l’azienda, che può perdere clienti. Infine c'è il rischio di frode e furto che non è mai troppo lontano in questo metodo di raccolta.

Leggi anche:  Investi in oro o bitcoin?

Ricevi un bonifico bancario

Sebbene non sia molto diffuso, il bonifico bancario rimane un mezzo di raccolta importante, soprattutto se si vende a professionisti. In generale pagano i loro acquisti solo tramite bonifico bancario. Il commerciante emette una fattura con il suo informazioni bancarie quindi lo invia al suo cliente affinché possa pagare l'importo.

Con il metodo bonifico bancario non dovrai pagare commissioni di transazione. Questo è un vantaggio notevole, perché le somme che transitano attraverso questo mezzo sono generalmente ingenti. Va inoltre notato che il limite di spesa è superiore a quello dei metodi di pagamento che abbiamo visto in precedenza. Se accetti questo metodo di pagamento, i tuoi clienti più grandi non esiteranno a venire nella tua attività per acquistare.

Tuttavia, con i bonifici bancari, le aziende sono esposte rischi di mancati pagamenti e di ritardi nei pagamenti. La constatazione è reale e ciò purtroppo può avere ripercussioni negative sul flusso di cassa dell'azienda. Infine, il bonifico bancario richiede un processo più complesso per i tuoi clienti. Inoltre, il fatto che tu debba ricontattarti regolarmente per ricevere il pagamento può danneggiare il tuo rapporto.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito forum denaro e finanza

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *