il coyote

Il coyote stava camminando sulla strada, pensava solo di mangiare. Erano passati diversi giorni da quando aveva ingoiato qualsiasi cosa, ed era così angosciato dal suo triste destino che singhiozzava, la testa sepolta tra le sue braccia.

Il suo stomaco emetteva rumori come acqua bollente e aveva mal di testa. E improvvisamente, dove cresce il sommacco, vide grandi grappoli di bacche rosse! Il coyote, tutto eccitato, si gettò su di esso. Ma proprio quando la sua mano li toccò, ricordò una conversazione che aveva avuto con il Vecchio Saggio. In una delle loro molte discussioni, Coyote chiese: "Dimmi, vecchio saggio, da dove viene questa terra?" Ci è stato dato dagli antenati? ". E il vecchio saggio rispose: "Certo che no, Coyote. Abbiamo preso in prestito questa terra dai nostri grandissimi pronipoti. Devi stare attento perché appartiene a loro. Per ricordarci, i bambini del futuro hanno collocato grandi gruppi di bacche rosse dove cresce il sommacco. Queste bacche appartengono a loro, quindi anche se stai morendo di fame, non dovresti toccarle. Sono lì per ricordarci che questa Terra appartiene ai bambini che non sono nati.
"Ma è successo, saggio vecchio, se li mangia? "
E il vecchio saggio rispose: "Mi dispiace Coyote, ma se mangi queste bacche, il tuo dietro crollerà".

Leggi anche: Il flusso di petrolio a 1973 1984

Ecco cosa ricordava Coyote quando la sua mano toccò le bacche. Si fermò a pensare per un po '. Il sudore gli colava sulla fronte e si disse: "Ho sempre saputo che il vecchio saggio era un idiota". Cosa ne sa lui? Sta solo cercando di tenere le bacche per sé. Inoltre, non vedo come avrei dovuto qualcosa alle persone che non erano nemmeno nate. "

E così il coyote ha mangiato le bacche. Mangiava il più possibile, il più rapidamente possibile. E si sentiva bene! Si guardò alle spalle e il suo dietro era ancora lì, non era crollato! Scoppiò a ridere, molto forte, e continuò per la sua strada, saltando.

Non era andato molto lontano quando il suo stomaco ha iniziato a far male orribilmente. Ed è stato lì che ha avuto la diarrea, prima solo un piccolo rivolo e poi un vero torrente! Il coyote era malato, malato come non lo era mai stato. Si sentiva male. Pensò ai bambini che non erano ancora nati, e pensò al vecchio saggio, ed era molto imbarazzato. Il coyote si diresse verso il fiume, bevve un po 'd'acqua, poi andò a nascondersi tra i cespugli. In particolare, non voleva che nessuno sapesse che aveva dimenticato i bambini che non erano nati o che le sue spalle erano crollate.

Leggi anche: L'esaurimento delle risorse petrolifere: come riorganizzare una società globale?

Una storia degli indiani d'America anonimo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *