Crediti d'imposta casa: formalità, importi e condizioni

Quali sono le formalità per i crediti d'imposta finalizzati al miglioramento dell'efficienza energetica della tua casa o struttura ricettiva?

a) In quali tipi di alloggi, le spese dovrebbero essere fatte?

  • acquisizioni di caldaie a bassa temperatura, caldaie a condensazione, materiali di isolamento termico e dispositivi di controllo del riscaldamento beneficiando del credito d'imposta del 25% deve essere stato effettuato in abitazioni principali completate più di due anni fa.

    Per le caldaie a condensazione, individuali o collettive, utilizzate per il riscaldamento o la produzione di acqua calda nonché per i materiali di isolamento termico che beneficiano del tasso del 40%, deve essere soddisfatta la seguente doppia condizione: questa apparecchiatura deve essere installata in uno alloggi ultimati prima del 1/1/1977 e che gli impianti devono essere eseguiti entro e non oltre il 31 dicembre del 2 ° anno successivo a quello di acquisto dell'alloggio.

  • acquisizioni di apparecchiature per la produzione di energia utilizzando una fonte di energia rinnovabile e pompe di calore il cui scopo principale è la produzione di calore deve essere stato realizzato in case nuove o vecchie.

b) Quale importo copre il credito d'imposta?

  • Il credito d'imposta si riferisce a il prezzo delle attrezzature e dei materiali, esclusa la manodopera.
  • L'installazione deve essere eseguita da un'azienda e per i servizi fiscali deve essere stabilita una fattura (o un certificato fornito dal venditore o dal costruttore del nuovo alloggio) che menzioni le caratteristiche richieste nell'ordine.
  • In caso di aiuti pubblici aggiuntivi (consiglio regionale, consiglio generale, ANAH, ecc.), Il credito d'imposta viene calcolato sul costo di acquisto delle attrezzature, detrazioni effettuate dagli aiuti pubblici, secondo i termini definiti nell'istruzione fiscale. Poiché i premi regionali sono molto vari, il calcolo viene effettuato caso per caso.

c) Qual è l'importo massimo delle spese che danno luogo al credito d'imposta?

  • Per lo stesso contribuente e per la stessa abitazione, l'importo delle spese che danno diritto al credito d'imposta non può superare la somma di 8000 € per una singola persona. Può essere aumentato a seconda della situazione familiare (ad esempio, è aumentato a € 16000 per una coppia senza figli). Per conoscere i propri diritti di credito d'imposta, si consiglia di fare riferimento alle disposizioni dell'articolo 90 della legge finanziaria per il 2005 e dell'articolo 83 della legge finanziaria per il 2006.

Appendice: per l'applicazione di queste misure si consiglia vivamente di fare riferimento ai seguenti testi:

- Sul sito web www.impots.gouv.fr (pagina sul credito d'imposta)
- articolo 90 legge finanziaria 2005, - articolo 83 legge finanziaria 2006
- Istruzioni fiscali 5B-26-05, 5B-17-06 e 5B-17-07
- I decreti del 9 febbraio 2005, 12 dicembre 2005 e 13 novembre 2007 adottati per l'applicazione degli articoli 200 quater e 200 quater A del codice generale delle imposte relativi alle spese per attrezzature dell'abitazione principale e di modifica dell'allegato IV a questo codice (elenco delle apparecchiature che beneficiano del credito d'imposta)

Ulteriori informazioni sul credito d'imposta: credito d'imposta per apparecchiature a risparmio energetico.

Leggi anche:  RT2012, testo integrale della Gazzetta ufficiale

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *