Crescita, PIL e consumi energetici

Energia e crescita economica: IN BREVE SINTESI! di Remi Guillet. 1ere parte: crescita ed energia.

Leggi il Parte 2: fonti di energia nel mondo.

Circa l'autore, Rémi Guillet

Remi Guillet

Rémi Guillet è un ingegnere ECN (ex ENSM), si è laureato nel 1966. Ha conseguito un dottorato in meccanica energetica presso l'Univ. H. Poincaré Nancy 1 (2002) e ha una DEA Economics Paris 13 (2001)

Energia e crescita economica.

Quando parliamo di energia a livello globale, stiamo essenzialmente parlando di combustibili fossili, le altre forme di energia primaria sono ancora aneddotiche oggi (meno di 5%!).

Con la pratica del fuoco l'energia fossile è diventata evidente per l'uomo, prima in forma solida (carbone), poi liquida (petrolio) e infine in forma gassosa (gas naturale). La sua presenza un po 'ovunque sul pianeta, la sua apparente "abbondanza", la sua relativa facilità di utilizzo, avranno fatto dei combustibili fossili la base della crescita economica del XIX secolo e soprattutto di quella, straordinaria, che avrà conosciuto il secondo. metà del XX secolo.

E il desiderio di ottimizzare l'uso di ciascuna di queste "forme" (fasi come direbbero i fisici) avrà generato innovazioni e altri progressi tecnologici spesso brillanti (motori a vapore, motori termici, ecc.), Alcuni dei quali saranno stati stimolati da grandi conflitti. che il ventesimo secolo ha vissuto ...

Il posto delle energie fossili nel mondo tra 1980 e 2005: 96%!
(Fonte / DOE-USA)

Leggi anche:  Solidarietà del capitale: equa remunerazione in equazioni

consumo di energia primaria nel mondo

Legno non conteggiato (circa 10% del totale)
* tep significa "tonnellata di petrolio equivalente" della cosiddetta energia "primaria"
NB: Il totale non è strettamente del 100% perché i valori per i combustibili fossili sono arrotondati al%.

Al termine della valutazione di queste percentuali in quantità di energia, va notato che il consumo mondiale totale di energia (esclusa la legna) è stato stimato in 10 giga di tonnellate equivalenti di petrolio (Gtep) nell'anno 2000.

Ma il primo oggetto di questo articolo è sottolineare la quasi perfetta correlazione tra crescita (del PIL), consumo di energia (quindi principalmente energia fossile) ed emissioni di gas serra (GHG): cosa mostra la figura seguente (almeno per i paesi OCSE)… per trarne alcune lezioni per gli anni a venire.

Possiamo anche vedere in questa figura le diminuzioni temporanee dei tre indicatori a seguito dei 3 shock petroliferi (1973, 1979, 2000) ...

Infine, possiamo anche notare che per un ulteriore punto di crescita economica, circa 0,5 punti in più vengono consumati in energia primaria, mentre le emissioni di gas serra (CO2, acqua, NOx, metano, ecc.) Aumentano di 0 punti.

Leggi anche:  Opé2017, piattaforma partecipativa contro l'obsolescenza pianificata

consumo di energia primaria e PIL per l'OCSE

Tra 1970 e 2001 (base 100 in 1970)

* GHG: anidride carbonica (la principale), metano, acqua, ozono, ossido di azoto, gas fluorurati, ecc.
(Fonte BP Statistical review for energy, OCSE for GDP)

Per i lettori che desiderano apprezzare la correlazione, è sufficiente che riferiscano, su due assi - ad esempio il PIL in ascissa e GES, consumato energia, in ordinata, i tre punti riguardanti ogni anno, per vedere apparire due serie di punti quasi perfettamente allineati (anche un singolo allineamento se scegliamo le scale per questo scopo).

Osservando queste correlazioni, è quindi sufficiente guardare all'evoluzione di uno solo di questi dati per conoscere quella di tutti. Quindi, abbiamo scelto di concentrarci sul lato oscuro dello straordinario sviluppo economico che abbiamo appena sperimentato monitorando su un periodo più lungo l'evoluzione del contenuto di GHG dell'atmosfera o più esattamente e per comodità. metrologico quello della CO2 atmosferica, usuale indicatore dei GHG (si stima che la sola CO2 sia responsabile dal 55% al ​​60% dell'effetto serra dovuto all'attività umana) ...

Leggi anche:  Economia: da una certa prosperità a una austerità progressiva

Quindi la figura seguente mostra chiaramente la transizione dalla crescita lineare alla crescita esponenziale alla fine degli anni '50!

evoluzione atmosfera CO2 da 1850 mediante carotaggio

Un aneddoto per dire che gli anni '80 dovrebbero darci l'opportunità di tenere conferenze sulle tecniche di utilizzo degli idrocarburi più efficienti ma anche sul "futuro del settore petrolifero" davanti a un pubblico preoccupato per la risorsa dopo i primi due "shock" "... Fare osservazioni ritenute" incongruenti "dalla maggior parte degli ascoltatori quando abbiamo sottolineato che la crisi delle risorse petrolifere sarebbe stata preceduta dalla crisi ambientale causata dall'uso intensivo di combustibili fossili (era sufficiente confrontare le dinamiche di evoluzione del Emissioni di CO2 con quello che erano quando il contenuto atmosferico poteva essere considerato stabilizzato… per avere un'idea di cosa sarebbe successo!)… Ma l'attenzione del pubblico era soprattutto altrove!

- Scopri di più e discuti di forums: energia e PIL: sintesi
- Leggi il Parte 2: fonti di energia nel mondo

1 commento su "Crescita, PIL e consumo energetico"

  1. Informazioni dall'autore Rémi Guillet… (01 06 16)

    Possiamo anche leggere l'articolo accademico di Rémi Guillet "Energia e crescita economica: panoramica e sfide globali" pubblicato sul numero 10 di ottobre 2010, vol.9 della "Rivista di ingegneria e gestione ambientale" p. 1357-1362

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *