I piccoli elementi fotovoltaici raggiungono alti livelli di efficienza

L'uso del fotovoltaico - la trasformazione della luce solare in corrente elettrica - è ben avviato in Germania. La filiale è in forte espansione, con tassi di crescita superiori al 30%. Quasi il 90% delle attuali celle solari utilizza il silicio come semiconduttore,
tuttavia un record stabilito con un altro materiale ha recentemente attirato l'attenzione: i ricercatori del Fraunhofer Institute for Solar Energy Systems ISE (Institut fur Solare Energiesysteme) hanno sviluppato una cella solare da semiconduttori III-V con cui hanno raggiunto un livello record di efficienza in Europa del 35%. L'elemento è di soli 0,031 cm2 ed è composto da materiale proveniente dalla terza e dalla quinta colonna della classificazione periodica.

Per raggiungere livelli di efficienza superiori al 30%, è necessario impilare celle solari di materiali diversi. "La nostra cella record è una tripla cella solare monolitica", spiega Andreas Bett, project manager presso Fraunhofer ISE. "È fatta di
Fosfuro di gallio indio, arseniuro di gallio e germanio (GaInP / GaAs / Ge) ed è prodotto in un unico processo. L'utilizzo di tre diversi materiali permette di aumentare l'efficienza della cella, le diverse parti dello spettro solare si trasformano in un modo
ottimale in energia elettrica ". Questo tipo di cella, e in particolare il suo alto grado di efficienza, è di fondamentale importanza per la ricerca spaziale. L'azienda RWE Space Solar Power di Heilbronn produce già celle di questo tipo - su superfici Molto di piu
importante - da un processo sviluppato dal Fraunhofer ISE Institute. La cella solare ha anche applicazioni terrestri. "Inseriamo le minuscole celle nei moduli concentratori FLATCON (TM)", spiega Gerhard Willeke, direttore del dipartimento "Celle solari" dell'istituto ISE. "Grazie a questa tecnologia possiamo ottenere impianti fotovoltaici con livelli di efficienza superiori al 25%".

Leggi anche:  Energia: alcuni saranno in concorrenza gli operatori

Le prime dimostrazioni dei moduli FLATCON (TM) e delle nuove celle sono attualmente in fase di sviluppo presso Fraunhofer ISE come parte di un progetto di ricerca del Ministero federale dell'ambiente (BMU).

Contatti:
- Dr. Andreas Bett, Fraunhofer ISE - tel: +49 761 4588, fax: +5257
4588 9275 - e-mail:
andreas.bett@ise.fraunhofer.de
Fonti: Depeche IDW, Comunicato stampa Fraunhofer ISE,
18/02/2005
Editor: Nicolas Condette,
nicolas.condette@diplomatie.gouv.fr

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *