ingegneri chimici devono sviluppare gli additivi della benzina ecologica

I ricercatori della presidenza per lo sviluppo di processi chimici presso l'Università di Dortmund (Renania settentrionale-Vestfalia) stanno attualmente sviluppando un additivo per benzina alternativo che credono abbia un futuro brillante: GTBE (Glicerina-ter-butil-etere) . Questo additivo è formato dalla glicerina ed è più vantaggioso rispetto ad altri additivi dal punto di vista ecologico.

Dal momento che il divieto di utilizzare additivi al piombo nella benzina, MTBE (Methyl-ter-butyl-ether) è stato utilizzato in Germania. Ciò garantisce un elevato numero di ottani di ricerca (RON - numero di ottano) nella benzina e non danneggia il motore. Tuttavia, il suo utilizzo non è del tutto innocuo ed è parzialmente vietato negli Stati Uniti a causa della sua elevata solubilità in acqua (MTBE può facilmente penetrare nelle acque sotterranee). "MTBE non è certamente tossico", afferma Arno Behr dell'Università di Dortmund, "ma ha un sapore e un odore molto spiacevoli che ovviamente non vogliono trovarlo nell'acqua potabile" . Pertanto, Behr e i suoi collaboratori hanno lavorato a lungo su un additivo alternativo: GTBE. È un sostituto soddisfacente di MTBE, ha anche un alto indice di ricerca di ottano e garantisce anche una lunga durata al motore.

Leggi anche: I bambini senza fiato

Inoltre, l'additivo a base di glicerina presenta soprattutto vantaggi ambientali: il GTBE non è solubile in acqua ed è più ecologico del tradizionale MTBE. È anche un'interessante alternativa per l'industria dei carburanti in termini di prezzo: glicerina
è attualmente più costoso del metanolo, ma Behr prevede nei prossimi anni un forte calo del suo prezzo a causa di una presenza massiccia sul mercato mondiale. In effetti, a causa delle direttive europee che sostengono un aumento della produzione di gasolio da colza entro il 2010, la produzione di glicerina - prodotto per il recupero del gasolio da colza - ammonterà quindi a 700.000 o 800.000 tonnellate all'anno in Europa. "Non esiste ancora un'applicazione per questa quantità di glicerina", afferma Behr. La glicerina come additivo per un combustibile risolverebbe così tre problemi allo stesso tempo: è ecologica, disponibile in grandi quantità come recupero del diesel dalla colza e quindi in definitiva economica.

Leggi anche: RASSEGNA Nuovo negozio.

Il team di Behr ha sviluppato un processo tecnico per produrre GTBE in un sistema circolatorio chiuso senza residui. Ma l'uso della glicerina non sarà fatto il più rapidamente possibile, "il passaggio da MTBE a GTBE rappresenta un investimento considerevole e dipende soprattutto dalle decisioni dei grandi gruppi petroliferi", spiega infine Behr, "ma l'impatto ecologico è ancora un argomento importante ".

Contatti:
- Prof. Dr. Arno Behr -tel: +49 231 755 2310, fax: +49 231 755 2311 -
e-mail:
behr@bci.uni-dortmund.de
Fonti: Depeche IDW, comunicato stampa dell'Università di Dortmund,
15/02/2005
Editor: Nicolas Condette,
nicolas.condette@diplomatie.gouv.fr

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *