umida masterizzazione aria: spiegazioni e spettacoli

Condividi questo articolo con i tuoi amici:

pompa a vapore e di combustione bagnati: spiegazioni e spettacoli
Con Rémi Guillet.

pompa a vapore

Dopo aver iniziato nei primi 1970 anni di ricerca e sviluppo su forni a condensazione (prodotti di combustione), al fine di limitare i fumi dell'aria di condensazione a gas di carburante che era nuovo, al momento, il gas naturale, di conseguenza aumentare l'efficienza di combustione con questo tipo di generatore di calore, la crisi energetica in seguito alla crisi petrolifera del 1973 ha avuto l'opportunità di perseguire questa strada per estendere il loro campo di applicazione applicazione (in verità molto piccola!).

Infatti, la condensazione efficace dell'acqua prodotta durante la combustione in un generatore di calore assume che la temperatura più bassa della "sorgente fredda", o la temperatura dell'acqua in ingresso non nel caso di una caldaia, è inferiore alla temperatura di condensazione dei gas di combustione prodotti (circa 60 ° C nel caso di prodotti di combustione di gas naturale).

Può anche essere osservato che il vapore acqueo non è pura, la condensazione non è isotermico e significativo condensazione implica il rifiuto dei prodotti della combustione almeno 15 ° C sotto di detta temperatura del punto di rugiada: un vincolo limitando notevolmente l'applicazione di condensazione campo generatori.

Quindi, come di ampliare la portata della conoscenza che la temperatura dell'acqua in un ciclo di riscaldamento con il ritorno caldaia ad acqua calda raggiunge 70 ° C? pressurizzazione dei prodotti della combustione, separando il vapore acqueo da altri gas? Molte soluzioni proposte da ingegneri e altri studiosi coinvolti nella ricerca termico dopo lo shock petrolifero del 1973.



Nel mio caso, la soluzione proposta è stata quella di aumentare la tensione del vapore acqueo dei prodotti di combustione attraverso il forno, conducendo uno scambio (ultimo) entalpia tra i gas in uscita ( saturo di vapor d'acqua alla fine di una prima sequenza di condensa nel forno condensazione o più spesso nel recuperatore di calore / condensatore associato ad un generatore tradizionale) e aria comburente, detto cambio relativa sia il residuo calore sensibile riciclato preriscaldando l'aria in entrata, e il calore latente di condensazione residua dopo una condensazione finale del vapore acqueo dal lato gas in uscita e riciclati per evaporazione di questa acqua in aria in entrata come pure inumidito.

Da un punto di vista quantitativo e in questa fase finale di scambio, tutto avviene nella pompa a vapore come se ci fosse pompaggio vapore acqueo contenuto nel gas uscente recupero / condensatore riciclo di questo vapore in aria in entrata.

Corrispondentemente, alla fine di questo scambio, il calore sensibile e latente rilasciato al camino diventare quasi zero, l'efficienza di combustione ha raggiunto il suo massimo o 100% (sulla base del potere calorifico superiore del combustibile)

In seguito nel documento

Altro: La "combustione a umido" spiegata da R. Guillet sul forums

Scarica il file (un abbonamento alla newsletter può essere richiesto): umida masterizzazione aria: spiegazioni e spettacoli

commenti Facebook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *