L'economia di biocarburanti in Francia


Condividi questo articolo con i tuoi amici:

Ci sarebbe, infine, due principali tipi di biocarburanti, mentre passano da raffinerie industriali sono mobilitati più artigiani.
I biocarburanti industriali fanno già parte dei prodotti agricoli strategici e per i quali sono in discussione accordi internazionali. Il timore dei produttori francesi è che l'UE, in negoziazioni con il MERCOSUR, preferisca concedere dazi all'importazione in Brasile, che produce 29 € per ettolitro di etanolo a fronte di un prezzo di costo francese attualmente valutato a 50 €, e che può solo diminuire gradualmente (da qui l'importanza dell'esenzione fiscale). La situazione è migliore per i semi oleosi, dove le attrezzature industriali esistenti non vengono utilizzate a pieno regime. La sfida principale oggi è la creazione di nuovi stabilimenti per l'etanolo (vedi Al n ° 71)
I carburanti "artigianali" sono oggi utilizzabili da agricoltura, trattori e varie installazioni. Oltre a questo sviluppo "in azienda", la sfida potrebbe essere quella di creare mercati in altri settori dell'economia; ma che questi nuovi produttori di energia che sono gli agricoltori hanno un uso diretto, è lo stesso la possibilità di un vantaggio economico non trascurabile, per una professione che si preoccupa giustamente delle preoccupazioni di domani.

Fonte: AIMVER - Informazioni n ° 75 - Dicembre 2004 / Gennaio 2005

commenti Facebook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *