MARE: le soluzioni?

Estratti da CRISI E DISASTRO DI SOPRAVVIVENZA
SEA scritto in 1989 Gabriel Ferrone.

sommario

- TRASPORTI E CINETICA
- INTEGRARE LA CITTÀ NEL SUO AMBIENTE
- PRINCIPI DI CINETICA URBANA
- SOLUZIONI PROPOSTE
- 1989
- ALCUNE IDEE INNOVATIVE

Trasporto e cinetica

Torniamo alla cinetica del traffico e dei trasporti, coinvolgono più di un regolamento ma un intero progetto di comunicazione su scala globale perché il minimo calcolo mostra che la pratica dei paesi sviluppati trasposta su scala globale ha un effetto catastrofico:
immaginare come 3 o 4 miliardi di veicoli ogni richiede verso 15 150 metri quadrati di strade e richiedono di 5 10 metri quadrati di parcheggio!
La nostra educazione e pubblicità fanno sì che l'auto risponda a bisogni ludici - eppure non è un giocattolo -, a impulsi legati alla sessualità, al bisogno di dominio, al matchismo, ecc. In breve, molti dei sette peccati capitali. Il suo ruolo di "trasportarci" è spesso una ragione accessoria per l'acquisto.
Questo ci porta ad osservare che l'auto non può essere, così com'è, un oggetto democratico: è materialmente inaccessibile ad almeno tre miliardi di individui; è micidiale per gli altri; inoltre, le disuguaglianze sociali sono rafforzate da condizioni di sicurezza, comfort e garanzie in caso di sinistro totalmente diverse da un'auto all'altra, da un'assicurazione all'altra.
Non è realistico prevedere la sua eliminazione, ma è ovvio che deve essere ripensato in un progetto vasto che tenga conto delle esigenze e degli ostacoli alla circolazione e alla comunicazione, cioè che isola principi e necessità dei movimenti urbani.

Incorpora la città al suo ambiente

La città esiste solo attraverso il suo ambiente locale, nazionale e internazionale. Concentra amministrazione, commercio e distribuzione, parte della produzione industriale, gestisce le informazioni ed è al crocevia delle comunicazioni e dei trasporti.
È alimentato e alimenta:
- Una rete aerea su aerei ad alta velocità e ad alta capacità per i viaggi intercontinentali o di media capacità per i viaggi più modesti;
- Reti marittime e fluviali per prodotti voluminosi o pesanti;
- complementarità aereo-ferrovia ad alta velocità per i lunghi viaggi;
- numerosi mezzi pubblici più o meno sincronizzati per tragitti medi e brevi;
- mezzi di trasporto individuali: aereo, marittimo, terrestre;

Questi trasporti sono essenziali per la città e il suo ambiente che richiedono scambi continui, rapidi e diversificata.
Tale trasporto è migliorata, ma nonostante tutti gli sforzi, diventano sempre più mortale; Infatti, la crescita esponenziale che tutte le reti sono congestionati, spesso saturo e per questo motivo, mal mantenuta così pericoloso.
La maggior parte degli incidenti sono da:
Saturazione del traffico; scarsa manutenzione della rete stradale; Segnaletica scadente; Ostacoli imprevisti; Scarsa manutenzione del veicolo; Da un guasto imprevisto; l'irresponsabilità del conducente; Alcolismo e droghe.
Per quanto riguarda il trasporto urbano, l'automobile diventa sempre più imbarazzante per ciascuno di noi, ingombrante e poco salutare per la collettività. L'asfissia e l'inquinamento che provoca colpiscono tutti i regni, poiché anche il minerale viene attaccato dalla pioggia e dalle nebbie acide.
Tra i palliativi, l'applicazione dei principi di “cinetica urbana” sviluppati da G. BEAU è quindi una necessità.

Principio cinetica urbano

- 1 Le persone e le merci devono potersi muovere liberamente giorno e notte.
- 2 I veicoli devono potersi fermare per il tempo necessario al carico e scarico delle persone e delle merci che trasportano.
- 3 I veicoli non in servizio devono poter parcheggiare senza intralciare la popolazione e il traffico.
- 4 Deve essere assicurata la circolazione prioritaria e libera per i veicoli degli agenti di sicurezza (ambulanza, polizia, vigili del fuoco, ecc.).
- 5 Deve essere garantita la libera circolazione dei veicoli ad uso collettivo.
- 6 I sistemi di trasporto devono essere complementari e sincronizzati.
- 7 I sistemi di trasporto devono essere innocui per i loro utenti.
- 8 Le norme devono essere deferenti per l'utente.

Vediamo che attualmente questo rappresenta un pio augurio perché la triste realtà ci mostra che molti ostacoli devono essere rimossi.
Il corporativismo ha impedito lo sviluppo di invenzioni utili: l'auto elettrica; l'Aerotrain; il treno aereo; microparcheggi collettivi; Parcheggio prepagato; circolazione sotterranea ad alta velocità (relativa); la costruzione di parcheggi dissuasivi in ​​prossimità di stazioni ferroviarie, stazioni di carri e taxi alle porte delle città; il recupero dello spazio aereo sopra e sotto SNCF e le piste metropolitane per realizzare parchi paesaggistici per parcheggi e passeggiate in modo che tutti gli UTENTI possano vivere insieme.
D'altra parte, la modalità di concessione di parcheggi coperti e scoperti da parte dei Comuni e la modalità di sanzione applicata agli autori di reato fanno sì che i Comuni abbiano un certo interesse a spingere in colpa gli automobilisti per il loro riscatto.
Questo è incostituzionale, viola i diritti umani, ma nessuno osa dirlo perché trae troppi benefici facilmente mimetizzati dai partiti politici.
segnaletica stradale è impressionante, si stima che più di 15 milioni il numero di segni verticali e la segnaletica orizzontale è anche abbondante: Sens proibito, con il triangolo rivolto verso il basso, divieto di sosta, da solo conto 20% del totale.
La selvaggia competizione internazionale costringe tutti a produrre auto sempre più veloci, sempre più potenti, ma sempre più letali per chi colpisce.
Il disordine delle strade di accesso sarebbe facilitato da due misure impopolari: l'organizzazione dell'orario di lavoro e la diffusione delle ferie. È ovvio che, nonostante gli incentivi delle autorità pubbliche, la maggioranza dei francesi si rifiuta di farlo.
Se i francesi formano un popolo scarsamente disciplinato, queste stesse misure hanno grande difficoltà ad essere attuate tra i suoi vicini europei, l'America si lascia conquistare dalla velocità e dai suoi eccessi, unico sogno cinese di Mercedes e Peugeot. Il Giappone guida Cadillac e Ferrari, anche se riserva le sue terribili motociclette all'esportazione per non uccidere stupidamente i suoi giovani come fanno gli altri.
Quindi vediamo che se una nazione vuole davvero affrontare il problema dei suoi trasporti e comunicazioni e preparare un piano coerente, si scontrerà con le potenti lobby di compagnie petrolifere, case automobilistiche, costruttori di strade e altri a livello internazionale. dei parcheggi, sia a livello nazionale sia ai sindacati dei datori di lavoro che ai sindacati dei lavoratori delle aziende coinvolte. Peggio ancora, gli utenti beneficiari a lungo termine di questo piano saranno probabilmente ostili ad esso perché si rifiuteranno di separarsi dalle loro auto, pericolose, mal tenute, troppo veloci o troppo lente, troppo inquinanti, che dovranno poi essere vietate e rotte.
Per quanto riguarda la cinetica urbana, ce ne siamo occupati intorno al 1960 e questo ha richiesto un aggiornamento, per quanto riguarda l'informazione è stato trattato in un "saggio per un possibile futuro della stampa e dell'informazione audiovisiva. », Nel 1972 che è ancora molto attuale. Questi due test non hanno portato nulla agli inventori che sono stati saccheggiati secondo le buone abitudini della società francese.
Ma la caratteristica degli inventori è quella di trascurare gli ostacoli del presente per considerare solo un futuro ideale, anche come se stessimo vivendo in questo mondo ideale dove le idee vengono accolte con attenzione e deferenza da chi non le possiede, noi prendiamo in considerazione alcune soluzioni ovvie per questo avanguardistico team di ecologisti ma che comunque sorprenderanno.
La lunga esperienza ci ha insegnato che le buone idee vengono sempre recuperate anche se l'Uno dimentica, zittisce o assassina i suoi inventori.
Il signor Gérard BEAU era quasi internato e sarebbe rimasto lì senza il nostro supporto, ma questo ha permesso di rubare le sue idee e le nostre che sono ampiamente utilizzate. Con lui avevamo riportato 35 soluzioni classiche e ne avevamo proposto anche di più, non è un caso che oggi molte grandi città, tra cui la città di Parigi, utilizzino i tre quarti. Ecco cosa possiamo dire su questo argomento nel 1989 ma quasi tutto era già stato detto nel 1960 e anche prima. Leonardo de VINCI, ancora lui, stava già progettando di separare il traffico dei pedoni da quello dei veicoli nelle strade e di fare dei cuori di Venezia, Firenze o Genova in luoghi senza veicoli.
Nei provvedimenti che ricordiamo, è ovvio che Beau, Ferone de la Selva e i loro amici non hanno inventato tutto, più che importanti sforzi sono compiuti dai servizi nazionali e comunali e che le nostre osservazioni, che sono volute obiettivi, bisogna sottolinearlo il che non esclude che i progetti presentati allo stato attuale debbano essere severamente criticati perché aumentano la pressione sugli automobilisti senza affrontare i problemi di fondo.
Ecco l'elenco, aggiornato in 1989, le soluzioni proposte:

Leggi anche:  Download: crea il tuo scooter elettrico solare (2 / 2)

soluzioni proposte

Ps: l'asterisco indica i punti ancora trascurati, * in corso, ** poco meglio da fare, *** tutto da fare

La rete stradale:
1 - miglioramento della segnaletica generale **
2 - illuminazione notturna della segnaletica e illuminazione diurna dei passaggi sotterranei a quote adeguate per evitare l'abbagliamento e il "buco nero" **
3 - delimitazione delle corsie di circolazione *
4 - segnaletica dei principali percorsi **
5 - modulazione e sincronizzazione dei semafori **
6 - rimozione delle barriere infrastrutturali ***
7 - standardizzazione della larghezza delle corsie in campagna **
8 - eliminazione delle strade a tre corsie a favore delle quattro corsie **
9 - creazione di incroci che non interrompono il traffico, mediante corsie sovrapposte **
10- realizzazione di binari paralleli sovrapposti sismica su strade congestionate
ponti di ingrandimento 11- **
12- raddoppio delle rampe di uscita e ingresso per passaggi sotterranei.

13 - costruzione di assi ad alto traffico sotterranei nelle città, con parcheggi, in punti importanti: stazioni, aree amministrative e commerciali. **
14- posizionamento successiva di uscite e le entrate in questo modo in modo da non tagliare le due circolazioni. **

TRANSIT
1 - miglioramento delle indicazioni relative al trasporto pubblico *
2 - redazione di planimetrie di quartiere, su larga scala, nelle stazioni di trasporto pubblico *
3 - ottimizzazione degli orari dei trasporti pubblici **
4 - diminuzione delle aspettative nelle stazioni e nei collegamenti **
5 - messa in servizio di autobus di diverse dimensioni adattati alle variazioni locali e ai tempi di traffico **
6 - realizzazione di autobus a due piani ***
7 - ammodernamento e miglioramento delle linee metropolitane *
8 - costruzione di nuove linee *
9 - estensione delle linee attuali *
interconnessione 10- di stazioni SNCF e RER **
Sincronizzazione 11- e ottimizzazione tra SNCF, metropolitane, automobili, autobus, taxi e parcheggi per il pubblico **
12 - installazione nastri trasportatori ed ascensori, studio accessibilità per disabili.

Leggi anche:  Lo scandalo delle auto elettriche: EV1, Hypermini, RAV4 EV

Al trasporto privato
1- Sviluppo taxi e auto a noleggio senza conducente per le persone e le merci **
carrelli di sviluppo 2-, driverless, self-service, pagamento pre ***
3- Creazione di "club" per azionare questi carrelli, attorno a stazioni di deterrenza e parcheggi ***
4 - realizzazione di "parchi - pozzi" da quindici a trenta posti al fine di risolvere la sosta dei veicoli per gli abitanti dell'agglomerato ***
5 - Sviluppo di parchi sotterranei collettivi, sicuri e umanizzati **
6 - Prenotazione e sistemazione di aree sufficienti, preferibilmente nel seminterrato per il carico e lo scarico delle merci **
7 - sviluppo di numerose piste ciclabili e pedonali eventualmente di livello diverso dalle corsie riservate al traffico automobilistico ***
8 - Realizzazione di giardini - terrazze su parcheggi di adeguata altezza nel centro cittadino, collegati a reti interrate e di superficie al fine di provvedere ad automezzi pesanti, dotati di mezzi di scarico su piccoli automezzi in grado di garantire una rapida ridistribuzione locale del carico **
9 - sviluppo di container modulari ferrovia / strada **
10 - sviluppo di autostazioni con veicoli leggeri e parcheggi per mezzi pesanti per incentivare l'uso del trasporto pubblico: **
11- Vendita di benzina che dà diritto a chilometri “collettivi” **
12 - revisione al ribasso delle tariffe SNCF per incoraggiare i vettori a coordinarsi con la ferrovia su lunghe distanze ***
13 - sviluppo del vagone con moltiplicazione delle stazioni di accesso, senza obbligo di acquisto del biglietto passeggeri per l'imbarco sul carro ***
14 - organizzazione dell'orario di lavoro per aziende, negozi, amministrazioni, scuole **

VEICOLI SPECIALI
città di sviluppo 1- di veicoli che non superano un ingombro di 3 metri quadrati a terra, facilmente garante, basse emissioni, non sulle autostrade; **
lo sviluppo 2- di veicoli veloci ma molto studiato sul piano di sicurezza per il turismo; **
3 - sviluppo di auto che non utilizzano combustibili fossili: batteria elettrica e solare, cella a combustibile a idrogeno, idrogeno, motore inerziale, gas compresso: **
4 - sviluppo del controllo dell'umidità e del cosiddetto motore ad acqua; ***
5 - miglioramento dell'elettronica di assistenza al pilotaggio; *
6 - limitazione della velocità interna dei veicoli; ***
7 - limitazione della velocità esterna tramite controllo elettronico; ***
8 - informazioni elettroniche sul traffico e meteorologiche; *

DRIVER
1- acquisti di veicoli legati a due condizioni: disponibilità di parcheggio; possesso della patente appropriata per il veicolo ***
2- Insegnamento obbligatorio del codice della strada nella scuola primaria; **
3- guida per principianti licenza come materia obbligatoria per 16 anni in tutte le opzioni di scuola ***
4 - implementazione di una patente “progressiva” secondo il senso di responsabilità e capacità del conducente **
5 - Licenza VL a tre livelli: principiante, città, strada principale ***
7 - Licenza professionale a tre livelli: Consegna su veicoli leggeri e furgoni; Consegna su P L. senza assale anteriore trattore; Consegna su camion con rimorchio. **
6 - permesso per macchine agricole obbligatorio anche nei campi ***
7 - permessi speciali per operatori di macchine edili **
permessi speciali 8- per gli attrezzi di grandi dimensioni e trasporti pericolosi;
9- visita medica obbligatoria ogni 5 anni o il certificato del medico a vista, i riflessi, l'auto-controllo; ***
10- tester elettronico guidando la simulazione dei tassi di laurea per le progressioni della licenza; ***
11- Test etilometro obbligatorio in caso di incidente; *
12- informazioni mediche codificate sulla patente di guida per interventi di emergenza in caso di incidente; (La tessera sociale verde fa questo) *
Premi 13- per buoni piloti: **
14- Revisione del codice penale in materia di reati **

1989

La storia e le decisioni degli uomini a volte entrano in conflitto. In quest'anno che commemora la Rivoluzione francese, è curioso notare il divario tra questo anniversario della rivoluzione e l'abolizione dei privilegi e le decisioni autoritarie prese dai consiglieri comunali.
DOMINATI Jacques, Paris assessore di problemi di traffico in città, ha appena proposto un piano abbastanza incredibile per rendere questa città la loro libera circolazione:
- Vuole eliminare 100 posti auto di superficie. Per fare questo vuole reprimere, con ancor più vigore, la sosta abusiva di 000 utenti ed eliminare 60 superfici;
- Per quanto riguarda la repressione, il sequestro dei veicoli, l'aumento delle multe, la maggiore gravità in termini di violazioni del codice stradale si manifestano chiaramente sui muri di Parigi. La polizia dispone di: autogru che dovranno rimuovere ciascuno 700 veicoli all'anno; Avrà radar non rilevabili contro le violazioni di velocità e un unico comando modello militare computerizzato che monitorerà l'intera Ile de France e ogni distretto di Parigi; i suoi piloti sono dotati di ricetrasmettitori fusi nei caschi che ne migliorano i collegamenti e consentono loro di intervenire più rapidamente.
Tra le maggiori imbecilli che l'amministrazione della città di Parigi ha fornito ai suoi cittadini ricordiamo i famosi pattini Denver.
Se una macchina era d'intralcio, beh, veniva immobilizzata sul posto da questo attrezzo; si giudicherà dell'intelligenza del processo poiché si è sostituito un disagio di pochi minuti con un lungo imbarazzo. Alcuni scherzosi tuttofare avevano, per rappresaglia, fatto un piacere riempirsi il petto con queste macchine medievali, con grande furore delle autorità.
Un'altra gioia: il sequestro, questo diede origine a tutta una serie di racket, rapimenti ingiustificati, furti di veicoli, furti di attrezzature nei libbre, il cui semplice elenco riempirebbe questo libro. In alcune città, come Tolone, le reazioni sono state violente e l'amministrazione ha ripescato le sue autogru nel porto.
Parigi non ha ancora sembrano avere per essere un modello per la gestione del proprio traffico, nonostante la sua elettronica e alcune idee più gradevole esempio di scavo sotto la città poche righe di sboccatura.
Sapendo che i parcheggi legali a Parigi hanno 720 posti, di cui 000 su strade pubbliche, questi progetti non sono bilanciati dalla creazione di parcheggi legali compensativi, per questo possono solo incontrare l'ostilità degli utenti.
Notiamo che questo approccio autoritario non fa appello all'intelligenza innovativa, al buon senso, alla partecipazione delle associazioni e del pubblico e incontrerà quindi i peggiori ostacoli sociologici.
Questa società dovrebbe smetterla di lodare il suo "sviluppo" per cambiare i suoi piani per il futuro che non vede nella sua inevitabile prospettiva catastrofica se non cambia nulla.

Leggi anche:  Scarica: EducAuto, tecniche di riduzione delle dimensioni

Alcune idee innovative

1- Silos bene - ***

Nei cortili di edifici di almeno 14 metri di lunghezza e 9 metri di larghezza, G. Beau ha proposto di costruire pozzi profondi 41 metri in grado di accogliere 20 o 30 auto leggere. L'idea di Beau era quella di avere un ascensore che trasporta automaticamente i veicoli da un livello all'altro, li ripone automaticamente e torna a prenderli su richiesta. Le auto parcheggiate in questo modo liberano le superfici equivalenti sulle strade pubbliche.

pedonali e ciclabili corsie 2- aeree ***

Per molte città, le loro strutture consentirebbero la creazione di binari posti sopra corsie congestionate dove pedoni e ciclisti circolerebbero a un nuovo livello commerciale gratificante, il marciapiede sottostante che riceve consegne e più parcheggi. Questo interessa almeno un milione di utenti per Parigi.

3- Overhead ANTENNA ***

RATP e SNCF si sono sempre opposte, a torto oa ragione, alla monorotaia aerea. Questa invenzione è tuttavia utilizzata altrove. Presenta dei vantaggi perché non ingombra la strada pubblica ed è abbinabile alla proposta precedente. Tuttavia, la tecnologia al momento non sembra matura, nonostante i recenti test in Germania. È una cabina motorizzata, sospesa sul proprio asse da due treni di sospensione su una trave rialzata. Il suo costo è inferiore a quello della metropolitana ma può avere degli inconvenienti estetici.

Le città più livelli 4- **

Metropolitana in un seminterrato relativamente profondo, principali assi di traffico e livelli di movimentazione superiori al piano terra o 1 ° seminterrato, percorsi pedonali e negozi a livello del parco - giardini al piano terra o in inasprimento. Appartamenti con ampi terrazzi arretrati in alto, ognuno con il proprio micro - giardino estivo - invernale.

5- Le auto elettriche solari ***

L'auto elettrica avanza, è apparso un nuovo concetto: il suo legame con il Sole. In molte città i parcheggi potrebbero ricevere pannelli solari e caricare le batterie in modo silenzioso; di notte, invece, durante le ore non di punta, Electricité de France ha kilowatt che, qualunque siano le loro origini, vale la pena sviluppare. L'auto elettrica a bassa capacità, piccolo ingombro, batteria scarica, ricarica rapida o carica istantanea standard, con recupero dell'energia in frenata. Attualmente è allo studio ovunque ma avrebbe bisogno del capitale necessario per accelerarne la maturità.
Ecologia energia sopravvivenza presentato in una prima esposizione Marjolaine c'è più di trent'anni!

6 - Club utenti **

Una flotta di carrelli elettrici utilizzati dai membri del club, o dagli abbonati, consentirebbe una maggiore libertà di movimento. Le auto a noleggio o le auto vendute in "multiproprietà" sono già disponibili ma il loro costo non è dissuasivo rispetto all'acquisto. Ci sono anche strade da esplorare.

7 - A caccia di idee ***

I francesi sono ricchi di idee, ma la società francese non sa come gestire il capitale di inventori che possiede. In un articolo che abbiamo scritto per il Journal of Inventors abbiamo sollevato questo problema.

C'è un errore comune che confonde "L'inventore", colui che trova ma che è tanto un artista quanto un ingegnere con il "Ricercatore" la cui missione è spiegare l'invenzione e trovare leggi e applicazioni teoriche o dell '"Ingegnere" che trasforma un'invenzione in un prodotto commerciabile e del "Maestro" che deve conoscere la storia dell'invenzione, la sua teoria, le sue applicazioni e insegnarla ai suoi studenti.

Risolvere problemi complicati come quelli del traffico e della comunicazione in una grande città senza sfruttare tutta la capacità inventiva e creativa che contiene mostra la povertà intellettuale di chi immagina di poterla dare, da solo o quasi tutte le soluzioni. È più che mai necessario ottenere un consenso tra i diversi attori attraverso un minuzioso processo di riflessione collettiva.

Questo è il contributo di Gabriele Ferrone Rendez - si Ecologia organizzato da Serge LEPELTIER, ministro dell'Ecologia e dello Sviluppo Sostenibile con Vincent Bolloré. "Electric mito o realtà CAR" il 09 11 2004.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *