L'energia geotermica del Tibet alimenta le centrali elettriche

La regione autonoma del Tibet (Cina, sud-ovest) ospita ricche risorse geotermiche in grado di fornire centrali elettriche con una capacità installata totale di almeno un milione di kw, secondo un membro tibetano dell'Accademia di 'Ingegneria dalla Cina.

Un'indagine preliminare dell'accademico Dorji e dei suoi colleghi ha mostrato che l'altopiano del Qinghai-Tibet, situato in media a 4 m sul livello del mare, era una miniera d'oro di risorse geotermiche.

"Questo va contro la teoria tradizionale secondo cui queste risorse esistono solo nelle regioni vulcaniche a bassa quota", ha indicato il geologo, primo accademico tibetano.

Il Tibet abbonda di risorse geotermiche che rappresentano lo 80% del totale del paese. Statistiche ancora incomplete mostrano che la regione ha aree geotermiche 700, di cui 342 sono sfruttabili e contengono energia equivalente a 31,53 miliardi di tonnellate di carbone.

I campi geotermici sono stati scoperti lungo la Ferrovia Qinghai-Tibet, la ferrovia più alta del mondo in costruzione. La loro operazione contribuirà allo sviluppo economico delle aree lungo la linea ferroviaria, ha affermato Dorji.

Leggi anche:  Salute: ondata di calore o ondata di calore, pensa ai climatizzatori portatili!

Ad oggi, tre centrali geotermiche costruite in Tibet hanno una capacità installata complessiva di 28,18 megawatt e una di esse, la centrale situata a Yangbajing, produce più di 100 milioni di kWh di elettricità all'anno.

Tuttavia, gli esperti stimano che l'industria geotermica della regione abbia ancora un enorme potenziale di sfruttamento, poiché questa nuova energia ora contribuisce per il 30% alla rete elettrica locale.

Dorji ha aggiunto che il pieno sfruttamento di queste ricche risorse aiuterebbe a generare più elettricità e migliorare la struttura energetica, quest'ultima energia pulita, riciclabile e sicura.

"Fornirà elettricità e riscaldamento alla ferrovia Qinghai-Tibet e potrà essere utilizzato nel turismo, nelle cure mediche e nella piscicoltura", ha osservato.

La ricerca e lo sviluppo dell'energia geotermica nell'altopiano del Qinghai-Tibet risale agli anni '1960.

Fonte:http://www.china.org.cn/french/143808.htm

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *