Energia: lotta ai consumi energetici nascosti o come ridurre facilmente la bolletta elettrica?

La lotta contro il calo del proprio potere d'acquisto (e tra l'altro contro il riscaldamento e l'esaurimento delle risorse) comporta anche la lotta al consumo eccessivo di energia elettrica.

Mentre ci sono bisogni elettrici che non sono “comprimibili” perché legati all'attività economica del Paese, ci sono altri bisogni che sono molto più comprimibili e in cui ognuno di noi può essere attore; uno di questi "bisogni" energetici sono costi elettrici nascosti.

La riduzione di questi costi nascosti permette anche di abbattere, ovviamente, la bolletta energetica dell'elettricità e quindi aumentare il tuo (sacrosanto) "potere d'acquisto" ...

Sentiamo senza costi elettrici nascosti:

a) Consumo elettrico residuo che non entra nella fase di utilizzo del dispositivo (standby o standby elettrico),
b) Consumo eccessivo di energia elettrica dovuto a cattiva regolazione, deterioramento o mancata manutenzione dell'apparecchio (resistenza allo sporco, frigorifero smerigliato, ecc.)
c) Consumo eccessivo rispetto alla scheda tecnica del prodotto

Ovviamente è molto difficile stimare questi costi nascosti complessivamente per la Francia, ma circolano varie cifre e il consumo di dispositivi in ​​standby corrisponderebbe annualmente all'energia elettrica prodotta da un reattore nucleare! In altre parole, è una quantità molto grande di energia e quella riduzione dei costi nascosti riduce il rischio nucleare ...

Leggi anche:  CITEPA, una miniera di informazioni!

Leggi il resto del nostro articolo: consumi e costi elettrici nascosti.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *