Eurovignette, una tassa più equa

Il Parlamento adotta la tassazione dei veicoli pesanti sulle reti transeuropee.

Non sorprende che il Parlamento europeo abbia adottato, in seconda lettura, il progetto di direttiva "Eurovignette" che gli è stato presentato giovedì a Strasburgo.

Un testo che riguarda la tassazione di tutti i veicoli commerciali che utilizzano le reti stradali transeuropee e che dovrebbe essere convalidato senza modifiche sostanziali da parte del Consiglio dei ministri dei trasporti. "Questa tassa non verrà aggiunta alle altre ma sostituirà la tassa annuale", precisa l'eurodeputata belga Mathieu Grosch (Partito popolare europeo, Democratico cristiano), che insiste sul fatto che dovrebbe essere più "equa" . Determinato in funzione del km percorso e non del rotolamento, corrisponderà meglio al principio che l'utente / chi inquina paga, soprattutto perché il testo prevede una variazione del pedaggio in funzione dell'emissione di particelle nocive. . "Più pulito è il veicolo, più bassa è la tassa!", Commenta Mathieu Grosch. Un'altra questione delicata è quella della destinazione dei fondi raccolti, una questione su cui gli Stati sono particolarmente gelosi delle loro prerogative. A questo livello, il Parlamento rimane con una raccomandazione globale che richiede che le entrate siano destinate al "miglioramento della mobilità" al fine di evitare che il denaro venga trasferito a posti che non avrebbero nulla a che fare con il trasporti.

Leggi anche: L'idrogeno strappa lo strato di ozono.



Per saperne di più

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *