Agricoltura: problemi e l'inquinamento, le nuove tecnologie e soluzioniHay vs live orto

Agricoltura e suolo. controllo dell'inquinamento, bonifica dei terreni, humus e nuove tecniche agricole.
Paul72
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 305
iscrizione: 12/02/20, 18:29
Località: Sarthe
x 67

Ri: Orto di fieno vs tettoia vivente

Messaggio non luda Paul72 » 25/03/20, 10:33

izentrop ha scritto:Ho iniziato a seminare in serra dopo una scorta di compost, 40 l di urina sterilizzata, un colpo di grelinette e zanna.

Possiamo già piantare fagioli lì? Non ci avevo pensato, lo farò adesso. Quando usciranno, il periodo freddo sarà finito.
Ho fatto un test di temperatura profondo pochi cm, più di 15 °. Quanto è profondo questo test in linea di principio?


Ho seminato i fagiolini una settimana fa, il terreno era già caldo, quindi probabilmente intorno ai 15 ° C (non misurato). Ho aspettato i primi raggi di sole caldi. Un primo per me così presto ...

E quest'anno, sto anche sperimentando il non lavoro del terreno nella serra: semina diretta nel terreno a profondità ridotta (1 cm sotto terra). Vedremo se non cambia la crescita. ma i vermi funzionano ancora
0 x

Avatar de l'utilisateur
izentrop
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 5645
iscrizione: 17/03/14, 23:42
Località: Picardie
x 451
Contatto:

Ri: Orto di fieno vs tettoia vivente

Messaggio non luda izentrop » 25/03/20, 14:35

Paul72 ha scritto: quest'anno, sto anche sperimentando il non lavoro del terreno nella serra: semina diretta nel terreno a profondità ridotta (1 cm sotto terra). Vedremo se non cambia la crescita. ma i vermi funzionano ancora
Bene, sono tornato, ho un terreno così "grasso" che dominano i ranuncoli striscianti.
Nella mia serra è diventato molto più mobile da quando ho incorporato "BRF" e il compost di rifiuti verdi. Niente irrigazione in inverno, i lombrichi sono andati a vedere altrove se sono lì. Gli epigee non sono troppo disturbati, ciò che conta soprattutto per la loro sopravvivenza è la permanenza di residui organici.
Una grelinette soffia ogni 30 cm e un croc per rompere le zolle, estrarre le radici di quackgrass e incorporare il compost sulla superficie, permette almeno all'ossigeno di penetrare a 20 cm e le radici di svilupparsi senza essere costretto a correre in superficie.
Con i miei servizi igienici separati, raccolgo circa 80 l di urina al mese, conservate in lattine ermetiche. Cerco quest'anno di incorporarlo nel terreno in primavera. Mi affido ai batteri per la nitrificazione : Wink:
0 x
"I dettagli rendono la perfezione e la perfezione non è un dettaglio" Leonardo da Vinci
Paul72
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 305
iscrizione: 12/02/20, 18:29
Località: Sarthe
x 67

Ri: Orto di fieno vs tettoia vivente

Messaggio non luda Paul72 » 25/03/20, 23:07

Nemmeno innaffio tutto l'inverno, ma il terreno è una vera spugna: bagna da solo dal basso quando tutto è bagnato. improvvisamente nessun riposo per i vermi, ci sono piccole torrette dappertutto. : Mrgreen:
lì, con il sole che sta appena iniziando ad asciugarsi in superficie, dovremo uscire dagli annaffiatoi! Aspetto che la terra si riscaldi un po 'per iniziare a pacciamarci.

piccola correzione: sono dieci giorni per il sollevamento dei fagioli. le lumache rosicchiarono su alcuni pezzetti, stanche delle insalate e premute per assaggiare nuovi sapori dolci : Mrgreen:
0 x
Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 17420
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 7482

Ri: Orto di fieno vs tettoia vivente

Messaggio non luda Did67 » 28/03/20, 09:53

Questo thread mi era sfuggito.

Una serra è anche un "essiccatore". Quindi sì, senza annaffiare, ci sono buone probabilità che i vermi si formino o muoiano?

I contributi laterali dipendono dalla larghezza delle campate: il "bordo" 'raccoglie l'acqua caduta sulla serra, se non viene raccolta! Da lì, si diffonde in entrambe le direzioni, quindi anche verso l'interno della serra, per capillarità. La capillarità dipende molto dalla trama (composizione del terreno in argille, limo, sabbia) ...

Una piccola serra larga 3 o 4 m non reagirà come una grande serra larga 6 o 8 m.

Il mio è di 6 m.

Coltivo senza alcun lavoro poiché è installato. E prima, questa "vecchia" parte dell'orto era in "completo non lavoro".

Copro il fieno in primavera. Non mi ricarico più in autunno (come dappertutto nella zona vegetale) ... Quindi l '"inverno" (masticazioni, lattughe, ecc.) Combatte con alcune erbacce - cerastio, ecc ...

E io innaffio, ovviamente. Questo è il motivo dei miei serbatoi di acqua piovana (estesi a 12 m3). Anche in inverno, quando i carri armati traboccano!

Il tunnel del pomodoro, lo sblocco una volta che i pomodori sono cotti, proprio per riempire il Regno Unito di terra. E meglio: un suolo viene "lavato" dalla pioggia in eccesso. Alcuni elementi mal conservati vengono addestrati. È noto per i nitrati, che dovrebbero essere trattenuti dalle piante (nel mio caso, le "belle erbacce" che sono i miei "fertilizzanti verdi che non ho bisogno di seminare"). Lo è di meno per il sodio, che tende ad accumularsi nelle serre, dove scende quando annaffiamo e risale quando diventa secco! Alcuni sali possono diventare un problema in serre insufficientemente irrigate (un po 'come quello si verifica sui perimetri irrigati nei climi aridi - Spagna meridionale, Marocco). Quindi stai attento.

Il mio sogno: installare grondaie su entrambi i lati della mia serra, raccogliere l'acqua e reiniettarla "dal vivo" nella serra tramite gocciolatori. Pertanto, il pavimento della serra riceverebbe esattamente ciò che riceverebbe se non ci fosse la cupola! Ahimè, ho più idee che tempo e forza per realizzarle.

Il sogno del sogno sarebbe ovviamente le mezze serre appoggiate a un muro di Trombe rivolto verso est-ovest per avere un cuscinetto termico, con reiniezione di acqua! Se sei giovane, dinamico e in ottima forma, ti offro l'idea.
0 x
Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 17420
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 7482

Ri: Orto di fieno vs tettoia vivente

Messaggio non luda Did67 » 28/03/20, 09:55

Paul72 ha scritto:Nemmeno innaffio tutto l'inverno, ma il terreno è una vera spugna: bagna da solo dal basso quando tutto è bagnato. improvvisamente nessun riposo per i vermi, ci sono piccole torrette dappertutto. : Mrgreen:


Come suggerito sopra, con me questo è il caso verso il limite, ma non nel "centro-destra" (la mia terra è in forte pendenza a destra).

Ma ho un sacco di curricule, anzi ...
0 x

Paul72
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 305
iscrizione: 12/02/20, 18:29
Località: Sarthe
x 67

Ri: Orto di fieno vs tettoia vivente

Messaggio non luda Paul72 » 29/03/20, 15:45

Did67 ha scritto:
Paul72 ha scritto:Nemmeno innaffio tutto l'inverno, ma il terreno è una vera spugna: bagna da solo dal basso quando tutto è bagnato. improvvisamente nessun riposo per i vermi, ci sono piccole torrette dappertutto. : Mrgreen:


Come suggerito sopra, con me questo è il caso verso il limite, ma non nel "centro-destra" (la mia terra è in forte pendenza a destra).

Ma ho un sacco di curricule, anzi ...



in inverno, l'irrigazione viene eseguita da sola dal basso quando il terreno è impregnato di acqua 50 cm più in basso. è abbastanza sorprendente e deve provenire dall'elevato contenuto di MO naturale del terreno di oltre 50 cm di spessore. Con contro in estate devo annaffiare lo stesso, ma moderatamente (flebo, molto efficace per innaffiare delicatamente e perfettamente). si asciuga molto meno che in un tunnel e un albero di albicocca funge da leggera ombra estiva.
Insomma, piuttosto contento della mia piccola costruzione! : Mrgreen:
0 x
Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 17420
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 7482

Ri: Orto di fieno vs tettoia vivente

Messaggio non luda Did67 » 29/03/20, 16:50

Non ho dubbi. Ho appena aggiunto: dipende dalla larghezza e dalla composizione del suolo (che ha più o meno capillarità) in modo che tutti "controllino" come si diffonde lateralmente a casa ...
0 x
Paul72
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 305
iscrizione: 12/02/20, 18:29
Località: Sarthe
x 67

Ri: Orto di fieno vs tettoia vivente

Messaggio non luda Paul72 » 29/03/20, 20:29

Did67 ha scritto:Non ho dubbi. Ho appena aggiunto: dipende dalla larghezza e dalla composizione del suolo (che ha più o meno capillarità) in modo che tutti "controllino" come si diffonde lateralmente a casa ...


Sì, è un po 'speciale ... il mio patrigno deve annaffiarlo anche in pieno inverno. Qui, quando il terreno è impregnato di acqua ovunque in inverno quando piove (specialmente questo inverno), quando l'acqua viene scaricata, tutto è stato completamente bagnato. Prendo l'acqua da tutti i campi che sono sopra, sapendo che la roccia non è lontana (arenaria molto densa e abbastanza piccola fratturata). Sospetto che il mio piccolo pezzo di terra vegetale sia stato a lungo utilizzato come deposito di letame e fosse usato per coltivare suini (probabilmente patate e cavoli). questo spiegherebbe che c'è un grande spessore di terriccio di humus, mentre ovunque, la roccia è quasi a filo (come nel prato per esempio)
0 x
Paul72
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 305
iscrizione: 12/02/20, 18:29
Località: Sarthe
x 67

Ri: Orto di fieno vs tettoia vivente

Messaggio non luda Paul72 » 29/03/20, 21:08

Un test di inserimento fotografico: la trama che sarà coperta di fieno, principalmente con patate e zucca quest'estate ... Finalmente vedrò progressivamente, nessun piano sulla cometa!
IMG_20200323_170958.jpg
0 x
Paul72
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 305
iscrizione: 12/02/20, 18:29
Località: Sarthe
x 67

Ri: Orto di fieno vs tettoia vivente

Messaggio non luda Paul72 » 29/03/20, 21:11

Una panoramica delle piantine di pomodoro e cipolla in serra. Il terreno è molto umido ma già caldo!
IMG_20200328_175316.jpg
0 x




  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Di nuovo a "Agricoltura: problemi e l'inquinamento, nuove tecniche e soluzioni"

Chi è in linea?

Utenti che lo stanno visitando forum : Nessun utente registrato e ospite 5