Coltivazione di terra viva di successo in serre di produzione commerciale

Agricoltura e suolo. controllo dell'inquinamento, bonifica dei terreni, humus e nuove tecniche agricole.
izentrop
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 10145
iscrizione: 17/03/14, 23:42
Località: Picardie
x 852
Contatti:

Coltivazione di terra viva di successo in serre di produzione commerciale




da izentrop » 21/10/21, 20:42

Grazie Adrien per le informazioni agricoltura / la-giardino-of-lazy-giardino-più-che-bio-senza-fatica-t13846-23630.html # p470240
Siamo passati dalla sperimentazione alla sostituzione della coltivazione del pomodoro in serra fuori terra su substrato di lana di roccia ad una coltura "sostenibile" su suolo vivo, completamente realizzata in loco, un grande passo avanti...

2 x

humus
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 1771
iscrizione: 20/12/20, 09:55
x 576

Re: Coltivazione di terreno vivo di successo in serre di produzione commerciale




da humus » 22/10/21, 07:39

izentrop ha scritto:Grazie Adrien per le informazioni agricoltura / la-giardino-of-lazy-giardino-più-che-bio-senza-fatica-t13846-23630.html # p470240
Siamo passati dalla sperimentazione alla sostituzione della coltivazione del pomodoro in serra fuori terra su substrato di lana di roccia ad una coltura "sostenibile" su suolo vivo, completamente realizzata in loco, un grande passo avanti...


Forse l'occasione per cambiare la logica del pensiero e scivolare verso la logica dell'agricoltura viva, per TUTTA l'agricoltura, invece dei tradizionali biocidi e fertilizzanti chimici che regolarmente promuovete per i seminativi.
Probabilmente è un po' più difficile da fare in un'atmosfera incontrollata, ma deve essere possibile.
(La natura fa bene, lei : Mrgreen: )
È comunque un traguardo da raggiungere :freccia: Fai in modo che la natura lavori per te e non contro di essa.
È qui che il genio umano riesce a ricreare l'armonia con il vivente, questa è la sfida del 21° secolo.
1 x
Avatar de l'utilisateur
Christophe
modérateur
modérateur
post: 69630
iscrizione: 10/02/03, 14:06
Località: pianeta Serre
x 6781

Re: Coltivazione di terreno vivo di successo in serre di produzione commerciale




da Christophe » 22/10/21, 07:44

Uh, non sarebbe l'applicazione industriale dell'orto del bradipo?

Patapè patapè! : Mrgreen:
0 x
Avatar de l'utilisateur
Obamot
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 23559
iscrizione: 22/08/09, 22:38
Località: regio genevesis
x 4221

Re: Coltivazione di terreno vivo di successo in serre di produzione commerciale




da Obamot » 22/10/21, 10:51

0 x
— “I fallimenti potranno sempre trarre piacere dalla loro “ratitudine” (perché sono anche topi...)!” (– Cristoforo 1°) 15/06/22
izentrop
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 10145
iscrizione: 17/03/14, 23:42
Località: Picardie
x 852
Contatti:

Re: Coltivazione di terreno vivo di successo in serre di produzione commerciale




da izentrop » 22/10/21, 13:58

humus ha scritto:Forse l'occasione per cambiare la logica del pensiero e scivolare verso la logica dell'agricoltura viva, per TUTTA l'agricoltura, invece dei tradizionali biocidi e fertilizzanti chimici che regolarmente promuovete per i seminativi.
Indubbiamente è un po' più difficile da fare in un'atmosfera incontrollata ma deve essere possibile.
Sì perché lì differisce poco dall'idroponica.

Per evitare di portare malattie e parassiti dall'esterno, il terreno iniziale è probabilmente sterilizzato. Il compost è composto da foglie e rami selezionati, poi un innalzamento controllato della temperatura per eliminare semi e parassiti. NPK è anche attentamente monitorato per essere il più adatto per i pomodori. Come dice Mulet, la differenza di qualità finale è probabilmente piccola.

Il vantaggio sono i lombrichi e lo "stoccaggio del carbonio" ... però.
Saranno in grado di creare un'etichetta "lombrico, suolo vivente", valore aggiunto rispetto alla concorrenza. : Wink:
0 x

Avatar de l'utilisateur
Obamot
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 23559
iscrizione: 22/08/09, 22:38
Località: regio genevesis
x 4221

Re: Coltivazione di terreno vivo di successo in serre di produzione commerciale




da Obamot » 22/10/21, 17:48

izentrop ha scritto:
humus ha scritto:Forse l'occasione per cambiare la logica del pensiero e scivolare verso la logica dell'agricoltura viva, per TUTTA l'agricoltura, invece dei tradizionali biocidi e fertilizzanti chimici che regolarmente promuovete per i seminativi.
Indubbiamente è un po' più difficile da fare in un'atmosfera incontrollata ma deve essere possibile.
Sì perché lì differisce poco dall'idroponica.

Per evitare di portare malattie e parassiti dall'esterno, il terreno iniziale è probabilmente sterilizzato. Il compost è composto da foglie e rami selezionati, poi un innalzamento controllato della temperatura per eliminare semi e parassiti. NPK è anche attentamente monitorato per essere il più adatto per i pomodori. Come dice Mulet, la differenza di qualità finale è probabilmente piccola.

Il vantaggio sono i lombrichi e lo "stoccaggio del carbonio" ... però.
Saranno in grado di creare un'etichetta "lombrico, suolo vivente", valore aggiunto rispetto alla concorrenza. : Wink:
Come riuscire a conciliare la sterilizzazione della terra, con la necessità di scambio di piante attraverso il micelio?

La sterilizzazione della terra che porta alla sua scomparsa.
0 x
— “I fallimenti potranno sempre trarre piacere dalla loro “ratitudine” (perché sono anche topi...)!” (– Cristoforo 1°) 15/06/22
izentrop
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 10145
iscrizione: 17/03/14, 23:42
Località: Picardie
x 852
Contatti:

Re: Coltivazione di terreno vivo di successo in serre di produzione commerciale




da izentrop » 23/10/21, 02:11

Obamot ha scritto:Come riuscire a conciliare la sterilizzazione della terra, con la necessità di scambio di piante attraverso il micelio?

La sterilizzazione della terra che porta alla sua scomparsa.
Basta inoculare le radici della pianta o il compost con il ceppo che sta andando bene https://www.researchgate.net/publicatio ... e_substrat
0 x
Avatar de l'utilisateur
Obamot
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 23559
iscrizione: 22/08/09, 22:38
Località: regio genevesis
x 4221

Re: Coltivazione di terreno vivo di successo in serre di produzione commerciale




da Obamot » 23/10/21, 04:41

È possibile, ma in questo caso il terreno non è più sterile.

Trichoderma è un micelio

micelio bianco detto "complesso bianco alpino" (comprendente anche Morteriella parvispora che "sentiva" le radici migliorandone gli scambi con il suolo
0 x
— “I fallimenti potranno sempre trarre piacere dalla loro “ratitudine” (perché sono anche topi...)!” (– Cristoforo 1°) 15/06/22
Avatar de l'utilisateur
Obamot
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 23559
iscrizione: 22/08/09, 22:38
Località: regio genevesis
x 4221

Re: Coltivazione di terreno vivo di successo in serre di produzione commerciale




da Obamot » 23/10/21, 05:22

PS:
e senza volerti offendere, trovo un po' paradossale dire “Cultura del suolo vivant di successo”, Pur suggerendo che sarebbe sterile?

Io stesso ho cercato di sterilizzare la terra asciugandola il più possibile alla luce diretta del sole, stendendo un piccolo strato su una superficie metallica riflettente, nessuna perdita di tempo... Resiste a condizioni naturali estreme.

Inoltre, i pomodori crescono molto bene su palline di argilla soffiata (terracotta)
Basterebbe che le spore venissero spazzate via...?
0 x
— “I fallimenti potranno sempre trarre piacere dalla loro “ratitudine” (perché sono anche topi...)!” (– Cristoforo 1°) 15/06/22
izentrop
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 10145
iscrizione: 17/03/14, 23:42
Località: Picardie
x 852
Contatti:

Re: Coltivazione di terreno vivo di successo in serre di produzione commerciale




da izentrop » 23/10/21, 11:36

Obamot ha scritto:Trovo un po' paradossale dire “Cultura del suolo vivant di successo”, Pur suggerendo che sarebbe sterile?
Ho scritto "la terra iniziale probabilmente è sterilizzato”.

Nei loro contenitori di coltura, deve esserci una miscela di compost e terreno e tutto questo non deve ospitare agenti patogeni in questo ambiente ipercontrollato.
Non ho dati, ma non è escluso un trattamento a vapore prima dell'incorporazione nel resto? Https: //www.agrireseau.net/documents/Document_97008.pdf

Dal soggiorno selezionato : Wink:
0 x


 


  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Di nuovo a "Agricoltura: problemi e l'inquinamento, nuove tecniche e soluzioni"

Chi è in linea?

Utenti che lo stanno visitando forum : Nessun utente registrato e ospite 17