Olio Mets!

Olio vegetale grezzo, diestere, bio-etanolo o altri biocarburanti, o carburanti di origine vegetale ...
Avatar de l'utilisateur
Cuicui
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 3547
iscrizione: 26/04/05, 10:14
x 3

da Cuicui » 19/05/08, 12:06

Ovviamente non possiamo contare sul governo per aiutarci a ripulire il pianeta producendo il nostro combustibile ... Un motivo in più per raccogliere le informazioni per mettere il processo alla portata di tutti gli individui.
http://www.lagrandeepoque.com/LGE/content/view/879

Un altro collegamento relativo alla trasformazione dei rifiuti in idrocarburi:
http://www.transfert.net/a8705
Sfortunatamente, il processo è tenuto segreto ...
Dernière édition par Cuicui il 19 / 05 / 08, 14: 01, 1 modificato una volta.
0 x

Avatar de l'utilisateur
Remundo
modérateur
modérateur
post: 9577
iscrizione: 15/10/07, 16:05
Località: Clermont Ferrand
x 589

da Remundo » 19/05/08, 14:36

Grazie Cuicui per i collegamenti,

Per quanto riguarda gli Stati Uniti e il suo processo rivoluzionario, questo può essere tanto deludente quanto la comunicazione è pomposa.

Questa è la termolisi da biomassa, vorrei credere che sia un po 'ottimizzata, ma non è nuova ...

E quindi devi bruciare parte della biomassa per termolizzare la parte riciclata in benzina, o Diesel, tramite le reazioni di Fischer Tropsch ...

@+
0 x
ImmagineImmagineImmagine
jonule
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 2404
iscrizione: 15/03/05, 12:11

da jonule » 19/05/08, 15:11

si esiste dal 1920 ma è molto promettente!

la produzione di biogas può essere generata da rifiuti, innumerevoli fino ad oggi data la società industriale che non lo utilizza abbastanza. (rifiuti di granaglie di mais, latte, fanghi di depurazione, legno di bosco, letame di maiale, mucche, ecc.)

bene, questo gas può già essere usato localmente, nelle reti di riscaldamento.

in Francia, 4 impianti di produzione di biogas, in Germania 3500, in Svezia un treno funziona a biogas ...

quindi il processo fischer-tropps funziona molto bene e arriva a un combustibile, combustibile solare o diesel, di 0.6 € al litro.

http://wiki.oleocene.org/index.php/Biomass_to_Liquid_ou_BtL

si deve pensare che il maiale makhonine usato durante la guerra, o gassificatore, sia un sistema per trasformare gas legno o carbone in combustibile!

questo processo è stato fatto dal legno usando un semplice forno!
makhonine è morto in Francia nel 1973, al momento del primo shock petrolifero ...
https://www.econologie.com/makhonine-carburant-par-liquefaction-du-charbon-articles-66.html
0 x
martien007
Ho inviato messaggi 500!
Ho inviato messaggi 500!
post: 565
iscrizione: 25/03/08, 00:28
Località: Marte

da martien007 » 19/05/08, 16:25

grazie qui per questi link.

Che fine ha fatto il dottor Laigret?
Non discuteremo dei motivi che hanno fatto cadere la sua grande e storica scoperta in un incredibile oblio. Ma è chiaro che nel 1950 difficilmente potrebbe servire interessi politici e finanziari ... E i nostri tempi molto problematici? Uomo di talento e verità, poco interessato alla sua carriera personale, era tuttavia "già noto per il suo lavoro sulle malattie tropicali quando iniziò a studiare la fermentazione del metano. Aveva diretto opere importanti ed era corrispondente dell'Istituto al momento della sua morte, nel 1966, 40 anni fa ormai ».


..un scienziato gettato nella spazzatura che non voleva una carriera. Oggi queste persone sono ancora più disprezzate rispetto al 1950 ..

grazie jonule per i link:

Il sundiesel, unico vantaggio:

Biotrol / SunFuel / SunDiesel
Il nome Sunfuel è stato immaginato da Volkswagen. Mercedes-Benz usa il nome Biotrol. Nel frattempo le due società sembrano aver concordato il nome di SunDiesel. Il suo produttore è la società tedesca Choren Industries.

SunDiesel® è un liquido trasparente e oleoso, che non contiene né zolfo né composto aromatico. Contiene sostanze significativamente meno dannose di un combustibile fossile (dal 35 al 55% in meno) e la sua stessa combustione produce meno. BtL si differenzia principalmente dal diesel per la sua purezza. Il diesel contiene circa 400 sostanze. Il Sundiesel ne contiene solo dieci.

Una specifica più precisa - del motore o del biocarburante - consente una combustione più pulita. Un ulteriore vantaggio è l'elevato numero di cetano, maggiore di 70 (il livello minimo per l'UE è 49)


Ne parliamo qui:

http://www.boursier.com/vals/FR/volkswa ... 254990.htm

Ne parli con i pescatori arrabbiati :D

Funziona con erba appena tagliata? : Ne ho messo una parte nei miei compost per il compost e il resto in una pila accanto perché ho una superficie significativa + quella del mio patrigno ..... e cresce quando piove come ultimamente.
0 x
Avatar de l'utilisateur
Cuicui
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 3547
iscrizione: 26/04/05, 10:14
x 3

da Cuicui » 19/05/08, 17:23

Remundo ha scritto:è necessario bruciare parte della biomassa per termolizzare la parte riciclata in benzina, o Diesel, tramite le reazioni di Fischer Tropsch ...

Se ho capito bene, Jean Laigret ha usato l'azione dei batteri per trasformare i rifiuti in carburante liquido. Quindi non c'è bisogno di alte temperature. Se questo è confermato, potremmo immaginare piccole installazioni economiche per trasformare il contenuto dei nostri bidoni della spazzatura in diesel ...
0 x

Avatar de l'utilisateur
Cuicui
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 3547
iscrizione: 26/04/05, 10:14
x 3

da Cuicui » 19/05/08, 21:46

Remundo ha scritto:Questa è la termolisi della biomassa, vorrei credere che sia un po 'ottimizzata, ma non è nuova ... E quindi dobbiamo bruciare parte della biomassa per termolizzare la parte riciclata in benzina, o Diesel, tramite reazioni di Fischer Tropsch ...

uh, Remundo, hai letto l'articolo correttamente? :shock: http://www.lagrandeepoque.com/LGE/content/view/879
Il dottor Laigret decise quindi di proseguire la sua ricerca partendo dai corpi solidi e prima di tutto da un acido grasso: l'acido oleico. Il prodotto utilizzato era un normale sapone commerciale, a base di olio di oliva. Il suo lavoro è stato svolto nelle stesse condizioni di prima e con lo stesso bacillo: ha scoperto che la fermentazione non produceva metano ma anidride carbonica e che sulla superficie del mezzo fermentato si è depositato un liquido nero, la cui analisi ha evidenziato che era petrolio, più precisamente cento grammi di sapone davano 75 cm3 di petrolio L'esperimento fu ripetuto più volte con lo stesso risultato.
Fu così confermato il fatto che fino a quel momento era stato semplicemente ipotizzato: i depositi di petrolio provengono, quasi certamente, dalla fermentazione anaerobica della materia organica e il processo che le aveva consentito poteva essere riprodotto in laboratorio. Ciò non significava, naturalmente, che altri tipi di fermentazione o bacilli non portassero al risultato, ma ora era certo che il bacillus perfringens causasse la sintesi del petrolio.
I rendimenti dell '"olio" sono stati notevolmente elevati fin dall'inizio: cento grammi di sapone oleico che danno ¾ della loro massa in olio!
“Questi sono gli oli vegetali che hanno la migliore resa d'olio durante la loro fermentazione. In media, una tonnellata di olio fermentato produce 800 litri di petrolio greggio e 200 m3 di gas combustibile. Ma gli oli sono prodotti relativamente costosi e la raccolta di piante che li contengono è un'operazione artigianale, quindi costosa. Da qui l'idea che il dottor Laigret ha avuto di studiare la fermentazione di prodotti biologici a basso costo.
Scoprì così che i rifiuti di carne in cucina potevano fornire 450 litri di olio e 140 m3 di gas combustibile per tonnellata. Gli scarti di pesce hanno fornito circa il 70% del loro peso di carburi. Buccia d'arancia e limone 37% e foglie morte 25% del loro peso ... "
Una pletora di materia organica molto voluminosa, il cui recupero è infinitamente desiderabile, è ovviamente costituita da fanghi di depurazione, in particolare quelli corrispondenti a grandi concentrazioni urbane.
Sappiamo che oggi una parte, portata a un contenuto di sostanza secca di circa il 50%, viene bruciata, mentre il resto viene convertito in un fertilizzante agricolo poco attraente, venduto a prezzi bassi e il cui uso non lo fa non è privo di inconvenienti ...
Potrebbero essere aggiunti ai fanghi di depurazione e indirizzati insieme a idonei serbatoi di fermentazione di vari rifiuti organici, rifiuti domestici, "fondo del mucchio" di oleifici, rifiuti del macello, compreso il sangue che non sappiamo davvero cosa fare, persino, in questi giorni, quel "pasto a base di carne", la moderna calamità ... ma anche le carcasse di mucche "pazze" o pecore afta epizootica ... o i cadaveri di polli "aviari", così come le alghe interessanti come materiale fermentabile organico e contenente anche tracce di iodio la cui presenza favorisce il processo di fermentazione.
È probabile che il prezzo di costo dei prodotti finiti paragonabile agli attuali prodotti petroliferi non sarebbe di un ordine molto diverso da quello utilizzato ... in tempi di relativa serenità ... vale a dire prima del 1973, e prima ancora dell'agosto 1990. d'altra parte, è necessario considerare l'immenso vantaggio economico che costituirebbe il contenimento dei deflussi di valuta estera a seguito degli acquisti di greggio.
Il processo studiato dal dottor Laigret è inteso a sostituire i carburanti utilizzati dai nostri motori nel più o meno a lungo termine. Tuttavia, la quantità di petrolio necessaria può essere stimata in circa 30 milioni di tonnellate. Nota che questa è l'unica energia "a bordo", vale a dire quella che usiamo ogni anno per la propulsione dei veicoli ".
Si tratta di dati provenienti dall'IFP e corrispondenti al consumo medio annuo della Francia negli anni '1990, che rappresenta da 60 a 100 milioni di tonnellate di rifiuti organici.
Il volume in Francia dei fanghi di depurazione, che, anche allo stato indifferenziato, in presenza di tutte le impurità non in grado di fermentare (sabbie, vetri, metalli, ecc.) Può fornire 106 litri di greggio e 124 m3 di gas per tonnellata (Jean Lagarde, Science & Vie, luglio 1949).
Possiamo facilmente vederlo, i fanghi di depurazione, i rifiuti domestici, i rifiuti agricoli e agroalimentari coprirebbero più di 10 volte il nostro fabbisogno di petrolio assegnato al settore del traffico e dei trasporti ...
Ma sono ancora disponibili altre fonti di materia organica. Pensiamo alle alghe che, come già detto, hanno il merito "di fornire lo iodio essenziale per la sintesi biologica del petrolio". Tuttavia, le alghe sono piante molto prolifiche. È in trilioni di tonnellate che valutiamo la produzione annuale di alghe: solo per le alghe microscopiche stimiamo questa produzione in 200 miliardi di tonnellate ”.
“A differenza dell'olio minerale, le fonti dell'olio di fermentazione sono inesauribili. "


Conclusione: né termolisi né reazioni di Fischer-Tropsch. Tutto il lavoro è svolto dal batterio "bacillus perfringens" (una delle 4 specie di batteri responsabili della cancrena gassosa).
Dernière édition par Cuicui il 20 / 05 / 08, 13: 12, 2 modificato una volta.
0 x
jonule
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 2404
iscrizione: 15/03/05, 12:11

da jonule » 20/05/08, 09:19

esatto, solo fermentazione in un ambiente limitato = senza aria (anaerobica).

"In media, una tonnellata di olio fermentato fornisce 800 litri di petrolio greggio e 200 m3 di gas combustibile".
MMmmhh ..... abbastanza per lasciarti sognare!

Possiamo usare un digestore di questo tipo:
Immagine

o una semplice botte e una camera d'aria, come per la fermentazione alcolica:
Immagine
0 x
Avatar de l'utilisateur
Remundo
modérateur
modérateur
post: 9577
iscrizione: 15/10/07, 16:05
Località: Clermont Ferrand
x 589

da Remundo » 20/05/08, 10:19

Beh, se è fermentazione, è ancora meno rivoluzionaria ... un batterio o un altro ...

E poi li vedremo a turno questi imprenditori americani che hanno sempre capito tutto meglio degli altri con pomposa pubblicità ... rilevando l'attuale ...

Questo è ciò che rende la nazione più affamata di energia del mondo ... e guida tutto in Pick up o benzina 4X4 V8 da 300 Ch :?
0 x
ImmagineImmagineImmagine
Avatar de l'utilisateur
tigrou_838
Ho inviato messaggi 500!
Ho inviato messaggi 500!
post: 573
iscrizione: 20/10/04, 11:25
Località: confine Lorena Lussemburgo

aggiungere olio

da tigrou_838 » 20/05/08, 10:50

ciao a tutti.

ok per 200m3 di gas combustibile, possiamo usarlo abbastanza facilmente,

ma cosa fare con gli 800 litri di petrolio greggio, vorresti avere un raffinamento per rendere il carburante facilmente utilizzabile ????? senza consumare più energia del necessario.

grazie jonule per il tuo fantastico sito.

tigrou : Mrgreen:
0 x
Avatar de l'utilisateur
Christophe
modérateur
modérateur
post: 56960
iscrizione: 10/02/03, 14:06
Località: pianeta Serre
x 1914

da Christophe » 20/05/08, 10:59

0 x
Ce forum ti ha aiutato? Aiutalo anche tu in modo che possa continuare ad aiutare gli altri - MIGLIORIAMO I NOSTRI SCAMBI SU FORUM - Pubblica un articolo su Econology e Google News


 


  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Di nuovo a "biocarburanti, i biocarburanti, i biocarburanti, BTL, combustibili alternativi non fossili ..."

Chi è in linea?

Utenti che lo stanno visitando forum : Nessun utente registrato e ospite 7