A proposito di nazismo... no, non è tutto in bianco e nero

Catastrofi umanitarie (comprese guerre e conflitti di risorse), naturali, climatici e industriali (eccetto il nucleare o il petrolio forum fossili e energia nucleare). Inquinamento del mare e degli oceani.
Avatar de l'utilisateur
GuyGadeboisTheBack
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 11532
iscrizione: 10/12/20, 20:52
Località: 04
x 2966

A proposito di nazismo... no, non è tutto in bianco e nero

da GuyGadeboisTheBack » 04/09/22, 14:27

Nazismo in Ucraina – Miti e fatti – 6. Combattenti nazisti filo-russi nella guerra ucraina

Qualsiasi analisi del neonazismo in Ucraina dovrebbe considerare che ci sono anche nazisti che combattono nel campo filo-russo, forse anche più del contrario.

(Di) Massimo Introvigne

Immagine
Combattenti filo-russi dell'Unità nazionale russa (NRU) nel Donbass, 2014. Fonte: Anton Shekhovtsov.

Putin ha ripetutamente affermato che la "denazificazione" dell'Ucraina è uno degli obiettivi di questa guerra. Viene però da chiedersi se, prima di denazificare altri paesi, non debba prima mettere in ordine la sua casa. Il neonazismo non è specificamente un fenomeno ucraino. Esiste in tutti i paesi europei e la Russia non fa eccezione.

Nel 2015, un rapporto del Center for Ethnicity and Racism Studies (CERS) dell'Università di Leeds ha dipinto un quadro cupo del neonazismo in Russia. “Le svastiche e gli slogan 'La Russia per i Russi', 'Gloria a Hitler' e 'SS' sono stati dipinti sugli edifici ebraici. Più di 800 siti web estremisti aprono il loro spazio a leader di organizzazioni neonaziste e di estrema destra”. Anche "una competizione di Miss Hitler tra donne naziste russe e ucraine è organizzata per determinare chi è la donna antisemita più carina". Sebbene i suoi leader lo neghino, orientamenti nazisti sono emersi nel partito politico dell'Unità nazionale russa (UNR), che è stato bandito a Mosca nel 1999 ma è continuato come Partito Nazionalsocialista Russo (PRNS), e anche con il nome UNR fuori Mosca .

Immagine
Marcia neonazista a San Pietroburgo, 2014.

Come abbiamo indicato per l'Ucraina, i neonazisti in Russia vengono reclutati anche tra i tifosi di calcio. L'ESRB ha rilevato che "la minaccia neonazista non è scomparsa in Russia ed è chiaro che molti si sono uniti a gruppi di tifosi", in particolare all'FC Spartak Mosca, i cui tifosi violenti "si sono uniti ai neonazisti in una dimostrazione di violenza razziale contro coloro a cui ideologicamente si oppongono”. “È ovvio, conclude il rapporto, che la Russia deve affrontare un grave problema legato al neonazismo”.

Sarebbe sbagliato dire che le autorità russe non hanno agito contro i neonazisti. Coloro che hanno commesso crimini, comprese le uccisioni di cittadini non bianchi o non slavi, sono stati arrestati e perseguiti. Nel 2011, ad esempio, cinque membri di un gruppo particolarmente violento, la Società Nazionalsocialista del Nord, sono stati condannati all'ergastolo per aver commesso diversi omicidi.

Immagine
La bandiera originale dell'UNR (ora sostituita da una senza la svastica).

Allo stesso tempo, studiosi rispettabili considerano credibile il fatto che l'FSB, la principale agenzia di intelligence russa ed erede del KGB sovietico, si sia infiltrato e abbia utilizzato i neonazisti per i propri scopi. Nel precedente articolo di questa serie, ho menzionato gli studi di Vyacheslav Likhachev. Nel 2016 ha pubblicato uno studio sulle attività dei circoli di estrema destra e neonazisti in Ucraina. Ha detto che nel 2014 i gruppi neonazisti nel Donbass "hanno collaborato strettamente con i servizi segreti russi ed erano stati usati fin dall'inizio per iniziare il conflitto". Il fondatore e leader del partito UNR, Alexander Barkashov, ha visitato il Donbass nel febbraio-marzo 2014 per creare una filiale dell'UNR lì.

Il primo “Governatore del popolo” della pseudo “Repubblica popolare di Donetsk”, Pavel Gubarev, era tra i membri della NRU di Donetsk. Quando le foto di Gubarev che indossava l'emblema dell'UNR che mostrava una svastica sono state pubblicate dai dissidenti russi, è stato prima difeso dalla Russia, prima di essere messo da parte.

Likhachev rileva anche il ruolo dell'UNR nell'orchestrare il "referendum" sull'"indipendenza" di Donetsk nel 2014. "Nel maggio 2014, scrive, A. Barkashov ha anche dato istruzioni agli attivisti locali... su come e quando organizzare il 'referendum sull'indipendenza' (le indicazioni dei vertici dell'Unr sono state seguite alla lettera)”.

Immagine
L'imbarazzante foto di Gubarev con il vecchio scudo dell'UNR. Fonte: Gruppo per la protezione dei diritti umani di Kharkov.

Dopo i problemi causati da Gubarev, lo scudo dell'UNR con la svastica è stato sostituito da uno senza la svastica tra le milizie del Donbass legate all'UNR, che comprendevano cittadini ucraini e russi, ma sono rimasti altri emblemi. Likhachev scrive che "La svastica circolare a otto punte - 'kolovrat' (una svastica neopagana) è apparsa sui distintivi delle unità di ricognizione e sabotaggio neonaziste 'Rusich' e 'Ratibor', nel gruppo di risposta rapida 'Batman' e il Battaglione 'Svarozhichi' nella brigata 'Oplot'”.

Nell'altro pseudo-stato filorusso del Donbass, la Repubblica popolare di Luhansk, ai volontari sono stati distribuiti certificati con il numero 1488. Come ricorda Likhachev, “1488” è usato dai neonazisti di tutto il mondo. “'14' si riferisce a '14 parole', uno slogan suprematista bianco coniato da [suprematista bianco americano] David Lane [1938–2007] e '88' si riferisce a 'Heil Hitler' perché 'h' è l'ottava lettera del latino alfabeto".

Come accennato in un precedente articolo, Likhachev ha svolto un ruolo di primo piano nella sua indagine sul passato neonazista dei fondatori del Battaglione anti-russo Azov ed è stato pubblicamente in conflitto con il suo principale leader Andriy Bilets'kyy, che ha persino accusato il ricercatore di fare affidamento su documenti falsi. Tuttavia, indagando sulla presenza di neonazisti nel campo anti-russo e nel campo filo-russo in Ucraina, Likhachev ha concluso che "in generale, i membri dei gruppi di estrema destra hanno svolto un ruolo molto più importante dalla parte russa del conflitto che dalla parte ucraina".

Likhachev ha pubblicato il suo studio nel 2016 e ha fatto riferimento alla guerra iniziata nel 2014, ma la maggior parte dei gruppi neonazisti che combattevano dalla parte russa che ha menzionato sono ancora attivi nel 2022. Il ricercatore ha anche scoperto che “le attività dei neo-russi filo-russi I nazisti in territorio ucraino erano coordinati con i servizi segreti russi”.

La propaganda russa a volte mette in evidenza il fatto che i famigerati neonazisti russi sono andati in Ucraina e vi si sono stabiliti. Non è falso. In effetti, alcuni neonazisti russi che erano diventati cittadini ucraini combatterono nel battaglione Azov nei suoi primi giorni. Inoltre, e Likhachev e Taras Tarasiuk e Andreas Umland (un ricercatore di cui ho già parlato in un articolo precedente) affermano che alcuni neonazisti russi andati in Ucraina, in particolare quelli legati al partito UNR, alla fine hanno combattuto nel Donbass al fianco di separatisti filorussi. Uno di loro, Anton Raevsky, ha cercato di organizzare una rivolta filo-russa a Odessa. Ci si può chiedere se siano "fuggiti" in Ucraina o se siano stati infiltrati lì dai servizi di intelligence russi.

La giuria deve ancora deliberare in alcuni casi, incluso Sergey Arkadyevich Korotkykh. È nato a Togliatti, in Russia (una città che prende il nome dal leader comunista italiano Palmiro Togliatti, 1893-1964) nel 1974 ma dopo la caduta dell'Unione Sovietica è diventato cittadino della Bielorussia. È anche salito alla ribalta come leader neonazista bielorusso; ha preso parte a varie attività naziste in Russia e nella primavera del 2014 è partito per l'Ucraina, giusto in tempo per unirsi al neonato Battaglione Antirusso Azov. Divenne uno dei suoi comandanti e gli fu concessa la cittadinanza ucraina.

Immagine
Sergey Korotkyk. Fonte: Gruppo per la protezione dei diritti umani di Karkhiv.

Secondo Tarasiuk e Umland, nel 2020 l'ONG ucraina Institute of National Politics ha pubblicato un rapporto molto dettagliato che era "basato su ricerche considerevoli". La conclusione è stata che Korotkykh era, ed era sempre stato, un agente che lavorava per i servizi di intelligence russi e bielorussi. Tuttavia, nessuna azione è stata intrapresa contro di lui. Il 4 marzo 2022 ha rilasciato un'intervista a un giornalista italiano in un hotel di Kiev, sventolando una bandiera azov e circondato da volontari russi, bielorussi e ucraini che, secondo lui, stavano aspettando che i russi li combattessero.

È anche vero che i volontari neo-nazisti occidentali e di estrema destra hanno combattuto all'inizio della guerra del Donbass e stanno ancora combattendo nella guerra del 2022, ma su entrambi i lati della barriera. Come riporta il noto quotidiano italiano “Corriere della Sera”, i servizi di sicurezza italiani sanno che circa 60 volontari, per lo più estremisti di destra (anche se alcuni provengono dall'estrema sinistra) hanno combattuto o stanno combattendo attualmente nella guerra in Ucraina. Da entrambe le parti, sebbene la presenza più anziana e meglio organizzata di neonazisti ed estremisti di estrema destra sia nel campo dei separatisti filorussi.

Ho un ricordo personale di questo curioso mondo sotterraneo. Quando nel 2017 criticavo la Russia per la "liquidazione" dei Testimoni di Geova, sono stato aggredito violentemente sui social da un certo Andrea Palmeri, fuggito dalla giustizia italiana e che attualmente sta litigando con i russi a Luhansk. Palmeri è l'epitome di un tifoso militante (del club toscano di terza divisione Lucchese) accusato di violenza e di essere un neonazista ferocemente pro Putin. Diffonde la sua propaganda (il 24 febbraio 2022 ha detto su Facebook che l'esercito ucraino "si arrende senza combattere" e ha sostenuto che la Russia potrebbe vincere la guerra in 24 ore) e combatte con e per i russi.

Immagine
Andrea Palmeri. Fonte: Facebook.

Ci sono neonazisti nella guerra in Ucraina? Sì, da entrambe le parti, e presumibilmente più dalla parte filorussa. Quanto alla “denazificazione” di Putin, uno dei massimi studiosi del neonazismo europeo di cui ho già parlato in questa serie, Anton Shekhovtsov, ha spiegato nel 2017 cosa significa: “In una retorica russa che risale all'Unione Sovietica, ' fascista' significa semplicemente 'nemico della Russia'. Se i fascisti diventano amici della Russia, allora non sono più fascisti”.
https://bitterwinter.org/le-nazisme-en- ... rainienne/

Gli altri articoli, in numero di cinque, sono altrettanto affascinanti, documentati ed edificanti.
0 x
Obamot ha scritto: Scusati per tutto il male che hai fatto! Scusati subito qui, specialmente con Christophe, e cerca di non farlo di nuovo. Non è un "bavaglio". È la tua unica possibilità. Se aspetti troppo a lungo, in seguito pagherai un prezzo molto, molto alto, un prezzo che non sospetti nemmeno.

Avatar de l'utilisateur
GuyGadeboisTheBack
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 11532
iscrizione: 10/12/20, 20:52
Località: 04
x 2966

Re: Sul nazismo... no, non tutto è bianco o nero

da GuyGadeboisTheBack » 04/09/22, 14:47

Russia: un concorso per diventare "Miss Hitler 2014" è controverso

Un concorso di bellezza, organizzato sul social network russo
Vkontakte, incoraggia le giovani donne a pubblicare selfie sexy con temi nazisti per conquistare la corona.


Alla ricerca della "più bella ariana", le ragazze sono invitate a postare foto naziste per raccogliere più voti possibili. E per questo concorso di “bellezza” non ci sono criteri di misura o taglia, ma condizioni ben precise sintetizzate da metronews:

- Sii una donna

- Essere un nazista

- Essere una donna nazista

- Essere una donna che odia gli ebrei

- Essere un membro del gruppo "Adolf Hitler" (su Vkontakte)

- Pubblica una foto "sexy nazista" sul social network

- Metti mi piace ad altre foto naziste

- Non insultare le foto di altri candidati

Come per altri concorsi di Miss, alle vincitrici verranno assegnati vari premi che evocano il nazismo: gioielli, svastiche... L'iniziativa, in totale violazione della legislazione russa, aveva attirato almeno 7000 persone prima che il social network russo sospendesse la pagina “per chiamate per azione violenta”.
https://www.20min.ch/fr/story/un-concou ... 1621793078
0 x
Obamot ha scritto: Scusati per tutto il male che hai fatto! Scusati subito qui, specialmente con Christophe, e cerca di non farlo di nuovo. Non è un "bavaglio". È la tua unica possibilità. Se aspetti troppo a lungo, in seguito pagherai un prezzo molto, molto alto, un prezzo che non sospetti nemmeno.
Christophe
modérateur
modérateur
post: 71560
iscrizione: 10/02/03, 14:06
Località: pianeta Serre
x 7471

Re: Sul nazismo... no, non tutto è bianco o nero

da Christophe » 04/09/22, 15:12

Ci sono anche ragazzini russi che fanno il saluto nazista?



Perché ci sono nerd neonazisti in molti paesi... e allora?

Freak neonazisti ufficialmente pagati dal Ministero delle Forze Armate e bambine nostalgiche per lo zio Adolf, è ancora più raro! :shock: :shock: :shock:

E allora qual è questo ragionamento che consiste nel dire che, poiché ci sono neonazisti in Russia, scuserebbe quelli in Ucraina? Ci ricordi a chi consegniamo le armi? :shock: :shock: :shock:

Notare che una guerra inter nazista non mi dà più fastidio, anzi che si uccidono a vicenda...! : Mrgreen:

Questo è tutto giornalismo di basso livello per persone di basso livello...
1 x
Avatar de l'utilisateur
GuyGadeboisTheBack
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 11532
iscrizione: 10/12/20, 20:52
Località: 04
x 2966

Re: Sul nazismo... no, non tutto è bianco o nero

da GuyGadeboisTheBack » 04/09/22, 15:21

Christophe ha scritto:Immagine
Notare che una guerra inter nazista non mi dà più fastidio, anzi che si uccidono a vicenda...! : Mrgreen:

disastri-umani-naturali/tensione-con-la-russia-in-ucraina-t17111-440.html?#p492777 : Mrgreen: : Mrgreen: : Mrgreen:
0 x
Obamot ha scritto: Scusati per tutto il male che hai fatto! Scusati subito qui, specialmente con Christophe, e cerca di non farlo di nuovo. Non è un "bavaglio". È la tua unica possibilità. Se aspetti troppo a lungo, in seguito pagherai un prezzo molto, molto alto, un prezzo che non sospetti nemmeno.
pedrodelavega
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 3053
iscrizione: 09/03/13, 21:02
x 626

Re: Sul nazismo... no, non tutto è bianco o nero

da pedrodelavega » 04/09/22, 15:47

Christophe ha scritto:Ci sono anche ragazzini russi che fanno il saluto nazista?
A quanto pare è negato.
Screenshot 2022-09-04 153902.jpg
Screenshot 2022-09-04 153902.jpg (73.54 KiB) Visto 456 volte

Ma comunque, vero o falso per questo caso, deve sicuramente e purtroppo esistere...

Christophe ha scritto:Freak neonazisti ufficialmente pagati dal Ministero delle Forze Armate e bambine nostalgiche per lo zio Adolf, è ancora più raro! :shock: :shock: :shock:
Sì è raro. In Russia, vengono pagati in modo non ufficiale. ( https://www.lefigaro.fr/international/s ... e-20220707 )
- Adolescente russo di 15 anni che fa un saluto nazista (mano nell'asse del braccio e pollice piegato verso l'interno: https://www.lindependant.fr/2022/04/12/ ... 230933.php )

Christophe ha scritto:E allora qual è questo ragionamento che consiste nel dire che, poiché ci sono neonazisti in Russia, scuserebbe quelli in Ucraina?
Il ragionamento (per dimostrare che ci sono neonaz anche in Russia) non è giustificare la presenza di neonaz in Ucraina ma dimostrare che l'argomento di denazificazione di Putin per giustificare la sua invasione è falso

Christophe ha scritto:Ci ricordi a chi consegniamo le armi? :shock: :shock: :shock:
Non male in Ucraina, ma per molti altri:
https://disclose.ngo/fr/article/ukraine ... mes-russie
0 x

Obamot
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 24834
iscrizione: 22/08/09, 22:38
Località: regio genevesis
x 4201

Re: Sul nazismo... no, non tutto è bianco o nero

da Obamot » 04/09/22, 15:57

Come già detto, i neonazisti possono esserci in molti paesi, l'enorme differenza è che in Ucraina vengono glorificati, mentre la Russia li sta ufficialmente dando la caccia. Un altro filo di sostenitori ukro-nazisti che desiderano discutere.

Una delle ragioni per cui i russi, messi alle strette nella trappola della NATO con una minaccia nucleare, era proprio per impedire alla peste bruna ucraina di invadere la Russia. Anche se non credo che sarebbero finiti.

D'altra parte, mi chiedo quale sia l'interesse di tali fili polemici, se lo scopo di “cerca la verità” era sincero, sarebbe nelle abominevoli caricature con i bambini che li troveremmo? : Idea: L'inganno c'è.

pedrodelavega ha scritto:- Adolescente russo di 15 anni che fa un saluto nazista (mano nell'asse del braccio e pollice piegato verso l'interno:
La tua prima affermazione è falsa, è solo un colpo

56DFF69D-33C6-475B-8E6A-D6251BE54B0A.jpeg
56DFF69D-33C6-475B-8E6A-D6251BE54B0A.jpeg (83.6 Kio) Consulté 454 fois

: Mrgreen:

Dov'era questo?
Era solo una domanda "vietare questi canali televisivi francesi che servono la propaganda del Cremlino"


Ma guardando il video due volte, è vero ora che lo dici, sono chiaramente 2 saluti nazisti.

Non avevo commesso un errore : Mrgreen:
Dernière édition par Obamot il 04 / 09 / 22, 16: 26, 2 modificato una volta.
0 x
Avatar de l'utilisateur
GuyGadeboisTheBack
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 11532
iscrizione: 10/12/20, 20:52
Località: 04
x 2966

Re: Sul nazismo... no, non tutto è bianco o nero

da GuyGadeboisTheBack » 04/09/22, 16:08

Puoi vederlo come un saluto nazista... oppure no.*
Altrimenti sì, alcuni bastardi indottrinano i bambini, ma Hitler ha fatto lo stesso (il che non giustifica nulla, siamo d'accordo):

L'anno è il 2015.
La piccola ucraina indossa una maglietta di Hello Kitty con la scritta "love cat".
Sembra avere circa quattro o cinque anni, forse più giovane.
Tiene un coltello nelle sue piccole mani.
Fuori dalla telecamera, suo padre disse: "Marinochka, vuoi tagliare i russi?
Usa un insulto per "russi".
"Sì!" Lei urla.
"Che cosa hai intenzione di fare a loro?" Lui chiede.
Grida: “TAGLIO I RUSSI!
Ripete questa frase più volte e fa piccoli movimenti di spinta con il coltello.
Poi fa un saluto nazista. “Sieg Heil! Disse: "Sieg Heil!"
Suo padre ride.

*
0 x
Obamot ha scritto: Scusati per tutto il male che hai fatto! Scusati subito qui, specialmente con Christophe, e cerca di non farlo di nuovo. Non è un "bavaglio". È la tua unica possibilità. Se aspetti troppo a lungo, in seguito pagherai un prezzo molto, molto alto, un prezzo che non sospetti nemmeno.
Avatar de l'utilisateur
Remundo
modérateur
modérateur
post: 12521
iscrizione: 15/10/07, 16:05
Località: Clermont Ferrand
x 3035

Re: Sul nazismo... no, non tutto è bianco o nero

da Remundo » 04/09/22, 19:42

Argomento bloccato da Remundo

sterile polemica su Godwin.
0 x
ImmagineImmagine
Christophe
modérateur
modérateur
post: 71560
iscrizione: 10/02/03, 14:06
Località: pianeta Serre
x 7471

Re: Sul nazismo... no, non tutto è bianco o nero

da Christophe » 04/09/22, 19:54

pedrodelavega ha scritto:A quanto pare è negato


Whoaaaaa! Super credibile la "negazione"...hai altre cose così pietose?
0 x


Di nuovo a "disastri umanitari, naturali, climatici ed industriale"

Chi è in linea?

Utenti che lo stanno visitando forum : Nessun utente registrato e ospite 8