disastri umanitari, naturali, climatici ed industrialeLa favola del riscaldamento antropogenico e la lotta contro CO2

Catastrofi umanitarie (comprese guerre e conflitti di risorse), naturali, climatici e industriali (eccetto il nucleare o il petrolio forum fossili e energia nucleare). Inquinamento del mare e degli oceani.
Avatar de l'utilisateur
Exnihiloest
Gran Econologue
Gran Econologue
post: 1190
iscrizione: 21/04/15, 17:57
x 57

Ri: La favola del riscaldamento antropogenico e la lotta contro CO2

Messaggio non luda Exnihiloest » 19/12/18, 19:47

Forhorse ha scritto:La sua area di competenza è la fisica e la scienza dei materiali, non la meteorologia e il clima.
Buon vecchio lobbismo classico che propone un titolo piuttosto che una storia di abilità per scramble le tracce.

I climatologi sono incompetenti in fisica. I fisici correggono regolarmente gli errori dei climatologi, mentre la climatologia è essenzialmente fisica! I climatologi abbiamo annunciato un'inversione della Corrente del Golfo, altri parlano di azione / reazione fenomeni gocce di pioggia ... in caduta libera (che non parlano nemmeno la prima legge di Newton)! :Rotolo: Anche nei trattamenti statistici matematici li vediamo piantare, ma a loro non importa, sono lì per sfilare.

In breve, non far circolare nulla da vedere.
allegati
autrucheClitogobeuse.jpg
ostrichClitogobeuse.jpg (131.9 KIO) Accesso ai tempi 263
0 x

Avatar de l'utilisateur
sen-no-sen
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 5819
iscrizione: 11/06/09, 13:08
Località: Alta Beaujolais.
x 283

Ri: La favola del riscaldamento antropogenico e la lotta contro CO2

Messaggio non luda sen-no-sen » 19/12/18, 20:58

Exnihiloest ha scritto:L'emergenza climatica è un'esca
"François Gervais, professore emerito dell'Università di Tours, e la relazione dell'esaminatore AR5 IPCC tra 2011 e 2012, ha appena pubblicato un libro intitolato" L'emergenza clima è un'illusione "e dimostra che, se un consenso è piuttosto mediatico e politico che scientifico.


Sono d'accordo con l'idea che l'emergenza climatica sia un'esca per consentire la transizione industriale.
Tuttavia l'aspetto strettamente scientifico sembra che i dati evidenziati nel video possono essere interpretate in modi diversi, qui F.Gervais scegli un'interpretazione climatica-scettica (non mette in discussione la RCA, ma piuttosto la sua gravità).
Non essendo climatologo vorrei tenere bene a entrare in una battaglia di numeri (e persona sul sito ha le conoscenze necessarie su questo punto), ma si può notare nella filigrana discorso intervenire sostenendo chiaramente inazione ...

L'idea che l'aumento CO2 "pianeta Verdi" cancella completamente le cause del suo rilascio in atmosfera, cioè l'uso esponenziale delle macchine utilizzando le risorse fossili.
È un po '"forte di caffè" parlare di "inverdimento" mentre un numero crescente di foreste viene messo a morte dall'eccentrico estrapismo del neo-liberismo!
Mentre provo a ripetere, gli alberi non cadono sotto l'azione del C02, ma l'energia delle motoseghe.
Lo sento clima-warmists et scettici del clima fumiamo (sic!) in qualche modo dimenticando di menzionare che l'attuale fase di estinzione è attribuibile a un'entità molto più fondamentale dei GHG:entropia.
Abbiamo qui un remake contemporaneo della guerra tra nordici (clima-warmists) e meridionali (clima-scettico), cioè una tipica battaglia tra due modelli antagonisti ma complementari nella loro finalità: il saccheggio delle risorse e la trasformazione del mondo.


NB:F.Gervais corrisponde di nuovo (!) al profilo tipico del climato-scettico: più di 65 anni alto livello di studio e difensori dell'economia fossile (sic!) dominante.
1 x
"Genius talvolta si compone di sapere quando smettere" Charles De Gaulle.
Avatar de l'utilisateur
Exnihiloest
Gran Econologue
Gran Econologue
post: 1190
iscrizione: 21/04/15, 17:57
x 57

Ri: La favola del riscaldamento antropogenico e la lotta contro CO2

Messaggio non luda Exnihiloest » 21/12/18, 21:13

sen-no-sen ha scritto:...
L'idea che l'aumento CO2 "pianeta Verdi" cancella completamente le cause del suo rilascio in atmosfera, cioè l'uso esponenziale delle macchine utilizzando le risorse fossili.
È un po '"forte di caffè" parlare di "inverdimento" mentre un numero crescente di foreste viene messo a morte dall'eccentrico estrapismo del neo-liberismo!
...

È che sei in una visione militante e non pragmatica. Se il regreening fa più che compensare la deforestazione, ciò non significa che dobbiamo continuare a deforestare, significa che possiamo rallegrarci dell'incremento di CO2. Ma conosco il tuo punto di vista, è quello su tutti i media: tutto è disastro, le cose positive sono negative, è bello essere pessimisti, e anche per i media deve essere, è vendere la zuppa commerciale, e per gli ecologisti deve essere, vende la zuppa ideologica.
0 x
Avatar de l'utilisateur
izentrop
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 3648
iscrizione: 17/03/14, 23:42
Località: Picardie
x 234
Contatto:

Ri: La favola del riscaldamento antropogenico e la lotta contro CO2

Messaggio non luda izentrop » 22/12/18, 00:10

Exnihiloest ha scritto:Se il regreening fa più che compensare la deforestazione, ciò non significa che dobbiamo continuare a deforestare, significa che possiamo rallegrarci dell'incremento di CO2
Questo è un altro equivoco.
E 'utilizzato nelle serre misurato e in connessione con altri nutrienti per aumentare la produzione, non significa che in natura porta un profitto, un importo aggiuntivo di CO2 può da sola compensare carenze di altri composti ed elementi.
Le piante CO2 migliorate avranno bisogno di acqua addizionale per mantenere la loro crescita e per compensare l'aumento dell'evaporazione dell'umidità all'aumentare del calore. Da dove verrà? In molti luoghi, l'acqua piovana non è sufficiente per l'agricoltura attuale e le falde acquifere su cui poggia sono prosciugate su tutta la Terra.
Una concentrazione troppo elevata di CO2 risulta in una fotosintesi ridotta in alcune piante. Il passato ha anche evidenziato danni significativi a un'ampia varietà di specie vegetali da un improvviso aumento di CO2. Concentrazioni più elevate di CO2 riducono anche la qualità nutrizionale di alcuni alimenti di base, come il grano.
Come confermato da esperimenti a lungo termine, le piante esorbitanti di riserva CO2 affrontano una disponibilità limitata di altri nutrienti. Questi progetti a lungo termine mostrano che se alcune piante mostrano una crescita breve e promettente sull'esposizione iniziale a CO2, effetti come il "plateau dell'azoto" tronceranno presto questo beneficio.
I ricercatori hanno scoperto che le difese delle piante diminuiscono con l'aumentare dei livelli di anidride carbonica. La soia cresciuta ad alti livelli di CO2 attrae molti più coleotteri giapponesi adulti rispetto alle piante coltivate agli attuali livelli di anidride carbonica nell'atmosfera. Science Daily; 25 March 2008.
Il riscaldamento globale riduce la produttività delle piante. All'aumentare del biossido di carbonio aumenta anche la vegetazione nelle latitudini settentrionali. Tuttavia, ciò non compensa le perdite di vegetazione nelle latitudini meridionali. La quantità complessiva di vegetazione nel mondo sta diminuendo.
E così via https://www.skepticalscience.com/co2-plant-food.htm

Tu che sei interessato a fatti scientifici, non puoi licenziare con il dorso della mano, tutti questi argomenti sono verificati scientificamente. : Wink:
1 x
"I dettagli rendono la perfezione e la perfezione non è un dettaglio" Leonardo da Vinci
Avatar de l'utilisateur
Christophe
modérateur
modérateur
post: 48327
iscrizione: 10/02/03, 14:06
Località: pianeta Serre
x 599

Ri: La favola del riscaldamento antropogenico e la lotta contro CO2

Messaggio non luda Christophe » 22/12/18, 03:06

Sarebbe consigliabile fare, una volta per tutte, il punto acqua scaricata dagli idrocarburi!

Tutti gli "specialisti" affermano che è trascurabile ... non ne sono così sicuro!
Dopotutto, siamo anche specialisti qui, no?

Leggi l'articolo che ho appena aggiornato: https://www.econologie.com/emissions-co ... el-ou-gpl/

Cito:

1 kg di metano rilascia 2,75 kg di CO2! E, mi dispiace per i difensori del gas "pulito", ma non lo troveremo migliore come idrocarburi!

Va anche notato che ogni mole di metano rilascia anche 36 di acqua (18 * (n + 1) grammi di acqua per mole) ... cioè 2,25 kg di acqua per kg di gas naturale bruciato!

Per ogni mole di valore dell'acqua Diesel prodotta è 18 * = 17 306 g / mole o 306 / 226 = 1,35 kg di acqua per kg di Diesel o 1,35 * = 0.85 1,15 L di acqua per L Diesel! Tutte queste acque confezionate in realtà è l'acqua sintetica, che non era in natura prima, nel "ciclo del clima" potrebbe non essere così male!
0 x
Ce forum ti ha aiutato o consigliato? Aiutalo anche lui così può continuare a farlo! Gli articoli, analisi e download da parte editoriale del sito, pubblicare il vostro! Esaurisci (in parte) i tuoi risparmi dal sistema bancario, compra le cripto-valute!

Avatar de l'utilisateur
Exnihiloest
Gran Econologue
Gran Econologue
post: 1190
iscrizione: 21/04/15, 17:57
x 57

Ri: La favola del riscaldamento antropogenico e la lotta contro CO2

Messaggio non luda Exnihiloest » 22/12/18, 19:43

izentrop ha scritto:...
Una concentrazione troppo elevata di CO2 risulta in una fotosintesi ridotta in alcune piante.

Ovviamente ! 100% di CO2 e il pianeta si rompe, come noi umani con 100% di O2.
Ma è comune raddoppiare il CO2 nelle colture in serra per migliorare la produzione, le piante sono meglio.
"Troppo"? Sarebbe bello se quantificassi quello che dici (se fingi di rimanere nel campo scientifico).

Le osservazioni sostituiscono le teorie. Tu che sei interessato ai fatti scientifici, non puoi licenziare con il dorso della mano, il rapporto del regreening del pianeta.
https://www.lemonde.fr/planete/article/ ... _3244.html

La loro conclusione "i risultati di questo studio non possono essere generalizzati a lungo termine" è divertente perché l'opposto del rapporto. C'è un "boom verde" in tutto il mondo, ma non dobbiamo credere che sarebbe vantaggioso, una bella illustrazione di ciò che ho scritto sopra:
"tutto è un disastro, le cose positive sono negativeè di moda essere pessimisti, e anche per i media devi essere ".

Sto per ...
0 x
Avatar de l'utilisateur
sen-no-sen
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 5819
iscrizione: 11/06/09, 13:08
Località: Alta Beaujolais.
x 283

Ri: La favola del riscaldamento antropogenico e la lotta contro CO2

Messaggio non luda sen-no-sen » 22/12/18, 19:45

Exnihiloest ha scritto:È che sei in una visione militante e non pragmatica.


Esattamente non alla luce della mia risposta.
Non si può essere più obiettivi quando si parla di aumento del livello di entropia: a mia conoscenza questo tipo di osservazione non parte affatto dal gergo "militante".
Di tutti i problemi ecologici sono legati a questo fenomeno ...

Ma conosco il tuo punto di vista, è quello su tutti i media


È molto divertente vedere che usi sistematicamente argomenti che qualificano in tutti i punti la base delle tue osservazioni! "Non dire quello che faccio"
Conosco anche il tuo punto di vista, è il tecno-scientismo basato sulla palese convinzione che la tecnologia sarà in grado di soddisfare tutti i nostri problemi e che le distruzioni guidate da questo potranno sempre essere corrette in una gigantesca corsa in avanti .
E se vuoi uno scoop è quello che ci viene venduto nei media, con grande sequestro di C02, geo-engineering e nuove tecnologie di ogni tipo.

Se il regreening fa più che compensare la deforestazione, ciò non significa che dobbiamo continuare a deforestare, significa che possiamo rallegrarci dell'incremento di CO2.


Questa è un'ipotesi altamente speculativa basata sulla confusione tra inverdimento e rimboschimento.
Ciò non è dovuto al fatto che una pianta cresce più velocemente di quanto le superfici "sostituisce" siano scomparse.
Altri punti di foreste a causa di deforestazione giocano meno carbonio affondare i loro ruoli, e per di più che l'aumento del livello di CO2 infine causa esaurimento degli elementi nutritivi delle piante:

Secondo i ricercatori della Harvard University che hanno studiato 225 cibi diversi, l'aumento della concentrazione di CO2 nell'atmosfera, che potrebbe raggiungere le parti 550 per milione (ppm) intorno 2050 405 contro ppm 2017, "dovrebbe ridurre 3 al 17% ferro, proteine ​​e zinco molte colture fiocco".

Questo declino della qualità nutrizionale degli alimenti si tradurrebbe in "una carenza di zinco in 175 milioni di persone, ma anche un deficit di proteina in 122 milioni di persone entro 2050, aggravando le carenze esistenti in più di un miliardo la gente". Queste persone oltre a 662 milioni che già soffrono di carenza di proteine, in 1,5 miliardi di carenza di zinco e 2 miliardi di carenza di ferro in tutto il mondo.

https://www.futura-sciences.com/planete/actualites/rechauffement-climatique-hausse-co2-atmospherique-reduira-qualite-aliments-base-68160/
1 x
"Genius talvolta si compone di sapere quando smettere" Charles De Gaulle.
Avatar de l'utilisateur
Exnihiloest
Gran Econologue
Gran Econologue
post: 1190
iscrizione: 21/04/15, 17:57
x 57

Ri: La favola del riscaldamento antropogenico e la lotta contro CO2

Messaggio non luda Exnihiloest » 22/12/18, 20:46

sen-no-sen ha scritto:
Exnihiloest ha scritto:Se il regreening fa più che compensare la deforestazione, ciò non significa che dobbiamo continuare a deforestare, significa che possiamo rallegrarci dell'incremento di CO2.


Questa è un'ipotesi altamente speculativa basata sulla confusione tra inverdimento e rimboschimento.

Non è un'ipotesi, è un dato di fatto, e ho appena pubblicato il link che lo mostra. Se leggi ciò che scrivi, le tue obiezioni sarebbero pertinenti, ma non è questo il caso.

"Questo aumento della vegetazione rappresenta, se appiattito, l'equivalente di un continente verde il doppio di quello degli Stati Uniti (milioni di 18 di km2). Oggi le piante coprono circa un terzo (32%) dell'area totale del pianeta, occupando circa il 85% di tutta la terra priva di ghiaccio."
https://www.lemonde.fr/planete/article/ ... _3244.html

Questo declino della qualità nutrizionale del cibo si tradurrebbe in ...


Ai fatti, mi opponi a speculazioni e condizionale!
Vedi che tu solo sei in una visione militante e non pragmatica ma ideologica.
0 x
Avatar de l'utilisateur
izentrop
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 3648
iscrizione: 17/03/14, 23:42
Località: Picardie
x 234
Contatto:

Ri: La favola del riscaldamento antropogenico e la lotta contro CO2

Messaggio non luda izentrop » 23/12/18, 00:39

Exnihiloest ha scritto:Questo aumento della vegetazione rappresenta, se appiattito, l'equivalente di un continente verde il doppio di quello degli Stati Uniti (milioni di 18 di km2). Oggi le piante coprono circa un terzo (32%) della superficie totale del pianeta, occupando circa il 85% di tutta la terra priva di ghiaccio. "
https://www.lemonde.fr/planete/article/ ... _3244.html

Questo declino della qualità nutrizionale del cibo si tradurrebbe in ...

Ai fatti, mi opponi a speculazioni e condizionale!
Punteggiato da una riserva che si unisce all'articolo di Futura citato da sen-no-sen, dall'articolo di Skepticalscience e nel tuo articolo del mondo:
Da lì a concludere che le emissioni di gas serra sono positive per il pianeta e che non dovrebbero essere limitate, è solo un passo, che i climatoscepici non hanno esitato ad attraversare. . In realtà, i risultati di questo studio non possono essere generalizzati a lungo termine. "L'effetto positivo della fecondazione diminuisce nel tempo a causa della saturazione delle piante in CO2, avverte Nicolas Viovy. Questo fenomeno è anche inefficiente quando la concentrazione di CO2 è troppo alta. "
Sempre gli stessi paraocchi per isolare solo la parte del testo che va nella tua direzione. Un bambino avrebbe capito per molto tempo : Wink:
1 x
"I dettagli rendono la perfezione e la perfezione non è un dettaglio" Leonardo da Vinci
Avatar de l'utilisateur
sen-no-sen
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 5819
iscrizione: 11/06/09, 13:08
Località: Alta Beaujolais.
x 283

Ri: La favola del riscaldamento antropogenico e la lotta contro CO2

Messaggio non luda sen-no-sen » 23/12/18, 15:03

Exnihiloest ha scritto:Non è un'ipotesi, è un dato di fatto, e ho appena pubblicato il link che lo mostra. Se leggi ciò che scrivi, le tue obiezioni sarebbero pertinenti, ma non è questo il caso.


Se leggi veramente ciò che pubblichi in connessione vedresti che cancelli circa la metà di ciò che viene riportato qui, che fai qui "raccolta di ciliegie"(selezionando le ciliegie), vale a dire che selezioni solo gli elementi che vanno nella tua direzione.Logico in somma dato che hai le risposte prima di avere le domande!
E dopo mi biasimi per essere un attivista! Più dissonanza cognitiva!

Piccolo estratto eluso:
Da lì a concludere che le emissioni di gas serra sono positive per il pianeta e che non dovrebbero essere limitate, è solo un passo, che i climatoscepici non hanno esitato ad attraversare. . In realtà, i risultati di questo studio non possono essere generalizzati a lungo termine. "L'effetto positivo della fecondazione diminuisce nel tempo a causa della saturazione delle piante in CO2, avverte Nicolas Viovy. Questo fenomeno è anche inefficiente quando la concentrazione di CO2 è troppo alta. "

: Lol:

Un altro punto:
Una densificazione della vegetazione che tuttavia non impedisce il proseguimento del La deforestazione. Quest'ultimo, sebbene rallentato, ha portato alla distruzione di 1,3 milioni di km2 di foreste in venticinque anni secondo l'ONU, l'equivalente dell'area del Sud Africa. " È difficile confrontare i due fenomeni in termini di area perché la deforestazione distrugge la foresta, che è generalmente sostituita da aree di coltivazione, quindi senza alcun reale cambiamento di superficie vegetata. Al contrario, il suo effetto sul clima è negativo »


Che dire della biodiversità ???

Ma ancora:
I risultati sono stati inaspettati: i sensori mostrano una greening (o, talvolta, più foglie di alberi) del 25 50% a% del territorio vegetazione in tutto il mondo per trent'anni, soprattutto ai tropici e alle alte latitudini.

Nei tropici le foreste sono in gran parte sfruttate e sostituite da colture (è sparito il tipo di palma da olio nel Borneo o 80% dell'area forestale), quindi questo non comporta necessariamente un declino matematico in termini di superficie vegetata.

Con l'aumento delle temperature RCA nelle aree della tundra:
40 anni fa, in queste parti dell'Alaska, il terreno si bloccava completamente in autunno nel giro di un mese. Ci vogliono tre mesi o più in alcuni posti.

L'Artico si sta riscaldando due volte più velocemente del resto del pianeta e l'Alaska ha appena vissuto tre anni consecutivi di calore da record, affermano gli scienziati.

In 2016, l'anno più caldo registrato nel mondo dalle prime misurazioni in 1880, la temperatura era 3,27 gradi Celsius sopra la media storica.

https://www.geo.fr/environnement/climat-la-toundra-en-alaska-libere-de-plus-en-plus-de-co2-173885

È quindi logico che le superfici vegetate aumentino nelle regioni precedentemente più fredde.
Tuttavia, dedurre che lo sviluppo di arbusti ad alte latitudini potrebbe sostituire le foreste pluviali con un livello molto alto di biodiversità, come in Amazzonia è un pregiudizio ragionamento (a mio parere volontario nel tuo caso!).
1 x
"Genius talvolta si compone di sapere quando smettere" Charles De Gaulle.


Di nuovo a "disastri umanitari, naturali, climatici ed industriale"

Chi è in linea?

Utenti che lo stanno visitando forum : Nessun utente registrato e ospite 1