Difficoltà di sintonizzazione dell'Okofen

Riscaldamento, isolamento, ventilazione, VMC, raffreddamento ... breve comfort termico. Isolamento, energia dal legno, le pompe di calore, ma anche di energia elettrica, gas o petrolio, VMC ... Aiuto nella scelta e implementazione, la soluzione dei problemi, ottimizzazione, consigli e trucchi ...
Vita
Ho scoperto econologic
Ho scoperto econologic
post: 5
iscrizione: 06/01/22, 13:26
x 2

Difficoltà di sintonizzazione dell'Okofen




da Vita » 06/01/22, 14:57

Ciao a tutti e buon anno,

Sono passati diversi anni da quando abbiamo acquistato una casa in cui è stato installato un Okofen Pellematic. Non abbiamo avuto informazioni dall'ex proprietario perché era deceduto. Abbiamo quindi dovuto imparare "sul lavoro" come funzionava questa caldaia.

Installazione:
Pellematic 8-32 apparentemente impostato in 20kW
Carica manuale
12 radiatori (di cui solo 6 per il piano terra sono sempre aperti, gli altri nelle camere da letto sono previsti come back-up in caso di molto freddo) + impianto ACS (funziona anche d'estate)
isolamento medio-basso, casa di circa 1920 in mattoni, doppi vetri, tetto in PU da 12 cm + lana di legno da 5 cm

ne ho guardati diversi forums descrivendo argomenti relativi alla climatizzazione e alle caldaie Okofen.
Sono lontano dall'essere un esperto del settore ma nonostante abbia letto molto sull'argomento, non sono ancora riuscito a regolare adeguatamente il mio impianto di riscaldamento.
Questo per me è fondamentale perché penso che non funzioni come dovrebbe funzionare una regolazione climatica, il che induce un consumo di pellet che mi sembra eccessivo (8T/anno quando sono aperti solo 6 radiatori) e abbiamo o troppo caldo, o troppo freddo quando provo a modificare le impostazioni (es. descritto sul blog Elyotherm).
Abbiamo contattato di nuovo il programma di installazione, che non sembra trovarlo funzionare in modo strano (ma lo rilancerò presto).

Se seguo i consigli per la regolazione della curva di riscaldamento descritti su Elyotherm, non riesco a trovare una configurazione corretta: quando tutte le termovalvole sono aperte, compensazione a 0, base della curva impostata a 20°C e pendenza a 1 (che mi sembra il minimo dei parametri), in casa sono sempre 23-24°C mentre chiedo 20.5°C....non parliamo della notte quando fa anche il forno.
Il sensore ambiente indica che sono 25 ° C, ma i radiatori non smettono di riscaldarsi

Ho diverse ipotesi:
1) manca una valvola a 3 vie o montata sottosopra... non vedo una valvola a 3 vie sull'impianto, ma mi sembra che la caldaia, per il suo funzionamento, dovrebbe averne una interna -> qualcuno lo sa - ecco cos'è: hai assolutamente bisogno di un V3V aggiuntivo?
2) Caldaia sovradimensionata: 20kW, non è troppo?

Insomma per avere comodità regoliamo dalle termovalvole e metto a 3 la compensazione del sistema Okofen....ma vorrei tarare bene tutto il sistema prima di mettere le compensazioni, cosa che non posso fare. .

Il mio punto è:
1) Vorrei utilizzare questa caldaia secondo la regolazione climatica perché penso che dovrebbe funzionare così
2) Penso che mi aiuterà a risparmiare pellet perché per il momento immagino che si avvii e si fermi troppo spesso, il che porta a un consumo eccessivo

Mi potete aiutare? Già mille grazie
1 x

Pilpoill
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 53
iscrizione: 12/11/17, 09:55
x 10

Re: Difficoltà nel tuning Okofen




da Pilpoill » 06/01/22, 17:29

Buongiorno,

Quando è datata questa caldaia?
Ha un touch screen sul quale hai accesso a molti parametri?

Per v3v, dovrebbe, in linea di principio, essere posizionato in alto tra la caldaia e gli ingressi/uscite della rete di riscaldamento. Intorno al circolatore del riscaldamento.
0 x
Vita
Ho scoperto econologic
Ho scoperto econologic
post: 5
iscrizione: 06/01/22, 13:26
x 2

Re: Difficoltà nel tuning Okofen




da Vita » 06/01/22, 21:29

Pilpoill ha scritto:Buongiorno,

Quando è datata questa caldaia?
Ha un touch screen sul quale hai accesso a molti parametri?

Per v3v, dovrebbe, in linea di principio, essere posizionato in alto tra la caldaia e gli ingressi/uscite della rete di riscaldamento. Intorno al circolatore del riscaldamento.


Ciao Pippoil,

Grazie mille per il vostro messaggio :-)

L'installazione risale al 2013, non c'è touch screen ma uno schermo (non touch) con una rotella che permette di accedere alle varie impostazioni (vedi foto).

Allego anche foto del posteriore e dei circolatori (quello a destra è stato sostituito rispetto alla foto) .... non mi sembra la minima traccia di V3V.

Marianne
allegati
271207278_660669235066689_5570827756157313975_n.jpg
271207278_660669235066689_5570827756157313975_n.jpg (92.39 KB) volte Accessed 558
271207084_511127296803526_6673986556651996026_n.jpg
271207084_511127296803526_6673986556651996026_n.jpg (58.63 KB) volte Accessed 558
271013090_447556726826607_5161368817327194493_n.jpg
271013090_447556726826607_5161368817327194493_n.jpg (84.58 KB) volte Accessed 558
270835251_4670722809670345_4272015485536842633_n.jpg
270835251_4670722809670345_4272015485536842633_n.jpg (129.64 KB) volte Accessed 558
0 x
Pilpoill
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 53
iscrizione: 12/11/17, 09:55
x 10

Re: Difficoltà nel tuning Okofen




da Pilpoill » 07/01/22, 08:47

Ciao Vita,

Per prima cosa, non ho assolutamente conoscenza del vecchio regolamento :?
Con quello attuale avrei potuto guidarti senza problemi per tutto mentre c'è : Oops:

Con quella attuale si ha una temperatura minima di mandata (regolabile).
C'è un'impostazione simile su quella vecchia come quella forse la causa dei tuoi problemi.
Proprio come un'isteresi sul termostato impostata troppo alta se il circolatore non si spegne quando raggiunge i 25°C.

Vedo due circolatori, ci sono più circuiti di riscaldamento?

Per quanto riguarda v3v, potrei avere una spiegazione ma vorrei una conferma da un tecnico professionista:

35FA34E8-E3A2-4903-827D-87A200DDB424.jpeg
0 x
Vita
Ho scoperto econologic
Ho scoperto econologic
post: 5
iscrizione: 06/01/22, 13:26
x 2

Re: Difficoltà nel tuning Okofen




da Vita » 08/01/22, 14:49

Ciao Pilpoil,

Oh penso che ti sottovaluti ;-) Sono sicuro che sarai in grado di aiutarmi.
A livello di regolamento, non è la stessa cosa? Solo che sui vecchi modelli (come il mio) bisogna inserire i parametri manualmente mentre con le interfacce "touch" è un'interfaccia grafica ma funziona allo stesso modo, giusto?

La temperatura di partenza è ben regolabile, ma non ho il codice per andare a modificare questo parametro. Ci sono due livelli di parametri: quelli da P100 a P198 per cui ho un codice per modificarli e quelli di P200 e più che possono essere modificati solo con il codice installatore (che non ho) ... .Rettifica: che Non pensavo di averlo ma consultando il doc, ho appena trovato il codice : Lol:
Sono appena andato a vedere ed è a 70 ° C, impostazione di fabbrica (P263). Mi va bene, vero?

Posso modificare l'isteresi tuttavia, ecco tutti i parametri che ho inserito:
- comfort: 20.5°C
- ridotto: 18°C
- curva di riscaldamento (hanno modificato i parametri sin dalle prime misurazioni):
- legge sull'acqua: 1.2
- punto fisso: 25°C
- limite di comfort: 18°C
- limite ridotto: 2°C
- anticipazione: 60 minuti
- compensazione: 3 (modificato anche dal primo messaggio: era a zero ma faceva troppo caldo)
- isteresi di set point: 0,5°C
- anticipazione: 120 minuti

I cicli sono di circa 30 minuti (piuttosto brevi.....)

Esistono infatti due circuiti:
1) circuito con bollitore + 2 radiatori (strano ma essendo uno dei radiatori in bagno, ci permette di avere un bagno molto caldo anche quando viene interrotto il circuito principale)
2) circuito principale con 10 radiatori

Riguardo alla V3V, si infatti ho visto questo testo nel manuale e all'improvviso è per questo che mi sono detto che forse non dovrebbe essercene uno aggiuntivo installato.. ..Comunque ho l'impressione che su tutti forums stiamo parlando di questo V3V "fuori caldaia" che sembra necessario. Pensi che sui modelli più vecchi questo non sia davvero necessario?

Grazie per il prezioso aiuto :-)
Marianne

PS: non so rispondere ai messaggi privati ​​:-)
0 x

Pilpoill
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 53
iscrizione: 12/11/17, 09:55
x 10

Re: Difficoltà nel tuning Okofen




da Pilpoill » 08/01/22, 18:13

Vita ha scritto:Ciao Pilpoil,

Oh penso che ti sottovaluti ;-) Sono sicuro che sarai in grado di aiutarmi.
A livello di regolamento, non è la stessa cosa? Solo che sui vecchi modelli (come il mio) bisogna inserire i parametri manualmente mentre con le interfacce "touch" è un'interfaccia grafica ma funziona allo stesso modo, giusto?


Ciao,

Sì, è lo stesso tranne che conosco tutte le possibili impostazioni sul Touch e penso che siano più approfondite di prima.
Mentre sei nel tuo regolamento, non conosco affatto le possibilità quindi su tutto ciò che dirò in seguito sui principi che conosco dell'attuale regolamento Touch.

La temperatura di partenza è ben regolabile, ma non ho il codice per andare a modificare questo parametro. Ci sono due livelli di parametri: quelli da P100 a P198 per cui ho un codice per modificarli e quelli di P200 e più che possono essere modificati solo con il codice installatore (che non ho) ... .Rettifica: che Non pensavo di averlo ma consultando il doc, ho appena trovato il codice : Lol:
Sono appena andato a vedere ed è a 70 ° C, impostazione di fabbrica (P263). Mi va bene, vero?


Considerando il valore, è senza dubbio la temperatura massima di partenza e su tutte le installazioni che ho visto è alta.
Di solito è più vicino a 60 ° C.
Se è presente un valore minimo di mandata del circuito di riscaldamento, questo dovrebbe essere impostato a 25 ° C.


Posso modificare l'isteresi tuttavia, ecco tutti i parametri che ho inserito:
- comfort: 20.5°C
- ridotto: 18°C
- curva di riscaldamento (hanno modificato i parametri sin dalle prime misurazioni):
- legge sull'acqua: 1.2
- punto fisso: 25°C
- limite di comfort: 18°C
- limite ridotto: 2°C
- anticipazione: 60 minuti
- compensazione: 3 (modificato anche dal primo messaggio: era a zero ma faceva troppo caldo)
- isteresi di set point: 0,5°C
- anticipazione: 120 minuti


Limite di comfort a 18, la caldaia interromperà il circolatore se è > = 18°C ​​all'esterno e lo riaccenderà quando la temperatura sarà scesa a 17°C non importa se la temperatura interna impostata non viene raggiunta
Limite ridotto a 2°C, non ci sarà riscaldamento in modalità ridotta finché la temperatura esterna non sarà <= 2°C -> questo valore mi sembra eccessivamente basso.

Compenso a 3 -> valore da azzerare per il funzionamento in acqua pura legge MA ci dimentichiamo per il disagio che genererà questa posizione 0.
Per una rete di radiatori, impostare a 5 se il campo di regolazione massimo è 10.


Isteresi a 0,5. Quindi circolatore funzionante tra 20,5 e 21 (o 18-18,5). valore troppo basso per una fase di regolazione, impostato a 1,5 anche se questo provoca un eccessivo freddo o caldo, almeno il circolatore non viene interdetto e consente il funzionamento continuo.

Anticipo a 60, attenzione questa volta non saranno 60 min, c'è tutto un calcolo fatto dal regolamento ed infatti il ​​tempo indicato sarà il tempo massimo per una temperatura di -10°C! Consiglio almeno 120

I cicli sono di circa 30 minuti (piuttosto brevi.....)

Il minimo tollerabile secondo Okofen è 20, con 30 ti diranno che è molto buono...
Nessun miracolo da aspettarsi da questo lato, soprattutto se la caldaia è sovradimensionata.

Esistono infatti due circuiti:
1) circuito con bollitore + 2 radiatori (strano ma essendo uno dei radiatori in bagno, ci permette di avere un bagno molto caldo anche quando viene interrotto il circuito principale)
2) circuito principale con 10 radiatori

Riguardo alla V3V, si infatti ho visto questo testo nel manuale e all'improvviso è per questo che mi sono detto che forse non dovrebbe essercene uno aggiuntivo installato.. ..Comunque ho l'impressione che su tutti forums stiamo parlando di questo V3V "fuori caldaia" che sembra necessario. Pensi che sui modelli più vecchi questo non sia davvero necessario?

Grazie per il prezioso aiuto :-)
Marianne


Il pulsante di risposta per i messaggi privati ​​si trova sorprendentemente sopra il messaggio e non alla fine :)

Penso di averlo già malmenato in base alle informazioni che ho, da seguire 8)
0 x
Vita
Ho scoperto econologic
Ho scoperto econologic
post: 5
iscrizione: 06/01/22, 13:26
x 2

Re: Difficoltà nel tuning Okofen




da Vita » 13/01/22, 20:36

Ciao Pilpoil,

Grazie per tutte le informazioni. Sono un po' impegnato al momento e non ho avuto molto tempo per esaminare queste impostazioni.
D'altra parte non ho visto dove posso modificare la temperatura di partenza, quindi non sono sicuro che sia configurabile.
Per gli altri testerò presto e metterò qui i risultati.
Arrivederci
0 x
Pilpoill
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 53
iscrizione: 12/11/17, 09:55
x 10

Re: Difficoltà nel tuning Okofen




da Pilpoill » 14/01/22, 10:27

Ciao Vita,

Per il parametro che hai trovato a 70°C, dopo alcune ricerche (ed è qui che ho fatto fatica a vedere che è il vecchio regolamento) non dovresti cambiarlo perché non ha nulla a che vedere con la temperatura in uscita dei radiatori.
Questo è il setpoint che il serbatoio interno della caldaia deve cercare di mantenere.

Se @ Did67 passa attraverso questo, deve avere tutte le conoscenze che non ho su questo regolamento 8)
0 x
Vita
Ho scoperto econologic
Ho scoperto econologic
post: 5
iscrizione: 06/01/22, 13:26
x 2

Re: Difficoltà nel tuning Okofen




da Vita » 16/01/22, 15:42

Cavolo l'ho cambiato e l'ho messo a 65°C.... vado a rimetterlo a 70°C.

Abbiamo appuntamento con un installatore che eseguirà manutenzioni e adeguamenti il ​​14 febbraio (solo!)....
1 x


Di nuovo a "riscaldamento, isolamento, ventilazione, VMC, raffreddamento ..."

Chi è in linea?

Utenti che lo stanno visitando forum : Nessun utente registrato e ospite 31