Ottimizzazione di un inserto per camino

Riscaldamento, isolamento, ventilazione, VMC, raffreddamento ... breve comfort termico. Isolamento, energia dal legno, le pompe di calore, ma anche di energia elettrica, gas o petrolio, VMC ... Aiuto nella scelta e implementazione, la soluzione dei problemi, ottimizzazione, consigli e trucchi ...
Avatar de l'utilisateur
noelkiller
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 10
iscrizione: 03/12/04, 18:41
Località: NANTES

da noelkiller » 04/12/04, 17:42

Buongiorno,
Un'idea mi inganna di tanto in tanto e vorrei avere la tua opinione:

in un camino quando si brucia un tronco, tutto non si trasforma in energia (calore)

Se confrontiamo il peso del tronco + ossigeno consumato con ceneri + CO2 + vari fumi
otteniamo una differenza molto piccola corrispondente all'energia del calore rilasciato
(L'ho letto tanto tempo fa e ne so di più o ...)

Quindi perché non fare come il PMC, ovvero reintegrare i fumi residui (caldo) contemporaneamente alla nuova aria (se non spegnere la fiamma ...) con un sistema di ventilazione
Tutto ciò che invece dei fumi incombusti (e del calore) bloccano attraverso il tetto?

Cosa ne pensi?

grande scommessa :(
o perché no?
0 x

fred
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 11
iscrizione: 11/11/04, 18:30

da fred » 05/12/04, 00:03

Sì,
Allo stesso modo si potrebbe consumare gli escrementi con le galline (o altri bovini) per aumentare la resa e produrre un massimo di grano ... : Lol:
... e allora perché non piace agli uomini, mangiano già così tanto mare ** ...

.... okay, esco ...: incerto :: incerto:

Fondamentalmente, penso che sia quello che molti progettisti di stufe (o caldaie) ad alta efficienza cercano di ottenere, una migliore combustione, aumentando la temperatura del focolare (bruciatore) mediante ossidante forzato (o2), spruzzando al massimo il carburante per aumentare la qualità della miscela e aumentare il tempo di permanenza dei gas, e talvolta anche condensando i vapori all'uscita per recuperare l'energia della vaporizzazione (in questo caso l'acqua .. .). ecceteri eccetera
Quando passare il fumo in un reattore pantone ... richiederebbe energia ... per forzare il gas ... con un venturi ?? forse la tua idea non è così ridicola ... scavare ... :P
Per ispirarti, il riscaldatore pantone è già stato realizzato da David (http://quanthomme.free.fr/pantone/paged ... David8.htm)
Realizziamo stufe con chip e persino grano o altri cereali che annunciano rese migliori e cercano di rispettare meglio l'ambiente (ma costoso) ...


Scusami per il piccolo scherzo, penso che mi perdonerai, sono un vegetariano felice.
:D
0 x
Avatar de l'utilisateur
noelkiller
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 10
iscrizione: 03/12/04, 18:41
Località: NANTES

da noelkiller » 05/12/04, 10:23

Salut!
Non sono vegetariano ma sono d'accordo con te.

L'agricoltura intensiva, l'allevamento a batteria, il cibo che mangiano (farina di animali o altre schifezze, anche se sono piante in qualche modo durante le riprese hanno preso molti pesticidi in faccia)
Qualunque cosa gli animali in questione, dà carne economica ma alla fine non va bene.
I miei genitori allevano polli da soli e tra il gusto del loro pollo e il pollo in batteria, è davvero giorno e notte!

[Modalità Jean-Pierre Koffe ON]
"È brutto come tutto, non finisce, è ... è ... ma è merda! VOILA!"
[Fashion Jean-Pierre Koffe OFF]


Per tornare all'argomento (andiamo fuori strada, ma si rompe B))

Le caldaie ad alta efficienza sembrano interessanti ma ho offerto qualcosa di più semplice:
Immagine
una presa sul condotto verso il tetto
una presa d'aria fresca
mescola tutto e ritorna al camino con un soffiatore:
- aria fresca riscaldata
- il resto dei fumi incombusti ...

D'altra parte è possibile ri-bruciare i fumi ???
Se non è possibile il mio sistema è inutile, tranne per riscaldare l'aria che entra ...
0 x
Bibiphoque
Ho inviato messaggi 500!
Ho inviato messaggi 500!
post: 749
iscrizione: 31/03/04, 07:37
Località: Bruxelles

da Bibiphoque » 08/12/04, 16:29

:P
hi,
L'idea non è male, ma presenta diversi svantaggi, alcuni non insignificanti!
Il sistema dovrebbe essere MOLTO controllato perché, se la fornace si trova in qualsiasi momento sotto O2, CO o monossido di carbonio, si formerà un gas molto tossico e inodore. :(

In effetti, sarebbe necessario stabilire una sorta di "pos-combustione" dei gas rilasciati nel camino, ma penso che non sia troppo facile da implementare per essere affidabili e soprattutto senza pericoli!

A+ :P B)
0 x
Questo non è perché abbiamo sempre detto che è impossibile che non dobbiamo provare :)
Avatar de l'utilisateur
cappio
Gran Econologue
Gran Econologue
post: 816
iscrizione: 03/10/07, 06:33
Località: Picardie

da cappio » 19/10/07, 18:42

Ciao

Ricomincio l'ottimizzazione del camino soggetto perché ho un progetto di installazione di un inserto su un camino che non serve più perché è necessario rifare il condotto e forse alcuni ci hanno già pensato.

Sulle caldaie a gas o ad olio combustibile esiste già il principio del recupero di calore sul condotto di evacuazione dei fumi denominato "ventosa".
L'idea del condotto concentrico presenta, per quanto ne so, due vantaggi significativi

Il primo: è necessario un solo "passaggio" per evacuare i gas e portare l'aria al camino.
La presa d'aria esterna evita di alimentare il camino con l'aria calda (inutilmente) dall'interno della casa

Il secondo: uno scambio di calore avviene nel condotto concentrico, dal passaggio di contro corrente dei gas in uscita e in entrata
I gas di combustione vengono raffreddati fino all'uscita e l'aria in ingresso viene riscaldata fino al camino
Ciò ha il vantaggio di recuperare il numero massimo di calorie nei fumi e di riscaldare la temperatura in casa con l'arrivo dell'aria calda
È possibile installare una ventilazione all'uscita del camino per creare una leggera depressione nel camino (evita perdite e polvere all'esterno dell'inserto) e "forzare" l'aria in ingresso a scendere verso il camino.

Ci sono indubbiamente svantaggi convenzionali: condensa, depositi ecc. Ma ci sono probabilmente anche soluzioni
Dimmi cosa ne pensi

grazie

A+
0 x

Avatar de l'utilisateur
Flytox
modérateur
modérateur
post: 13930
iscrizione: 13/02/07, 22:38
Località: Bayonne
x 582

da Flytox » 20/10/07, 00:18

Ciao Fred
fred ha scritto: Sì,
Allo stesso modo si potrebbe consumare gli escrementi con le galline (o altri bovini) per aumentare la resa e produrre un massimo di grano ... : Lol:
... e allora perché non piace agli uomini, mangiano già così tanto mare ** ...


Se hai l'opportunità di vedere il film "Forbidden America" ​​è un film di 20 o 30 anni fa, è già stato fatto! Per alimentare il fast food c'erano allevatori di pollame che avevano notato che negli escrementi di pollame c'era una percentuale molto alta di semi non digeriti ecc ..., e quindi un potere "nutritivo" molto importante. :shock:

Quindi i benefici americani richiedono, hanno installato le galline sulle gabbie metalliche per raccogliere gli escrementi. Questi sono stati recuperati e preparati (essiccati + antibiotici) e rimescolati con nuovi alimenti. Naturalmente dopo che il film mostra persone che cercano di banchettare con il pollo ....... desiderio cupo.

Looping, mi piace la tua soluzione, ho immaginato una soluzione simile. Per la ventilazione "forzata", se sono previste significative possibilità di regolazione del flusso d'aria, deve essere possibile trovare un funzionamento senza grossi inconvenienti. 8)
A+
0 x
La ragione è la follia del più forte. La ragione per la meno forte è follia.
[Eugène Ionesco]
http://www.editions-harmattan.fr/index. ... te&no=4132
Andre
ricercatore motore di Pantone
ricercatore motore di Pantone
post: 3787
iscrizione: 17/03/05, 02:35
x 10

da Andre » 20/10/07, 03:46

noelkiller ha scritto: Salut!
[Modalità Jean-Pierre Koffe ON]

Per tornare all'argomento (andiamo fuori strada, ma si rompe B))

Le caldaie ad alta efficienza sembrano interessanti ma ho offerto qualcosa di più semplice:
Immagine
una presa sul condotto verso il tetto
una presa d'aria fresca
mescola tutto e ritorna al camino con un soffiatore:
- aria fresca riscaldata
- il resto dei fumi incombusti ...

D'altra parte è possibile ri-bruciare i fumi ???
Se non è possibile il mio sistema è inutile, tranne per riscaldare l'aria che entra ...



Ciao
Non inventeresti la valvola ERG per il camino?
ha realizzato un camino a petrolio con questo principio per il riscaldamento del cantiere
l'invio di aria di combustione preriscaldata è un vantaggio in sé
nell'industria tutti i forni fanno ciò che consente di raggiungere temperature più elevate e un risparmio di carburante

In un camino a legna la temperatura del camino non deve scendere troppo, altrimenti manca di tiraggio e condensa e creos che ostruiscono il camino.
quindi evitiamo di prendere calore sul camino
direttamente dal poel, ma non troppo lontano nel camino

Andre
0 x
lejustemilieu
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 4075
iscrizione: 12/01/07, 08:18
x 1

da lejustemilieu » 20/10/07, 07:33

Buongiorno,
Prima di creare un tale sistema, è meglio pensare di acquistare un buon poel.
http://www.poele-a-bois.fr/faq/bi-combustion.html
0 x
fc89
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 170
iscrizione: 20/10/07, 20:01

da fc89 » 20/10/07, 20:32

Bonjour à vous,

Sono il più giovane, registrato oggi.
Ora sono gli anni di 15 che mi riscaldo al legno.
Ho una piccola casa.
L'ho installato, un regolatore automatico di tiraggio, regolato dalla temperatura dei fumi, ho anche installato un palloncino d'acqua sopra le fiamme e l'anno scorso ho sostituito la griglia di braci con un elemento radiatore ghisa in cui passa anche l'acqua.
Tutti collegati in serie al ritorno della caldaia a gasolio.
Riscaldo la mia casa di 150m² più un garage di 32m², con 15 stères di legno e maxi 250L di olio combustibile durante l'anno.

Anch'io l'idea di recuperare fumi per stirare in braci ardenti la mia trotta nello spirito.
Direi anche di più, ho persino immaginato a Pantoniser la casa.

Una cosa è fondamentale per le case, non raffreddare mai i fumi Altrimenti, è il bistre assicurato!
Quindi, Noelkiller, non ti consiglio di mescolare l'aria fresca con i fumi, i tubi si sporcano.
D'altra parte se l'intero sistema rimane limitato alla casa e soprattutto al calore, penso che sia possibile, e perché no, come ho detto sopra, i fumi di Pantoniser.
A+
0 x
Avatar de l'utilisateur
cappio
Gran Econologue
Gran Econologue
post: 816
iscrizione: 03/10/07, 06:33
Località: Picardie

da cappio » 20/10/07, 22:44

Ciao

La partenza di questo argomento risale a 2004

Non credo che i primi soccorritori abbiano letto le ultime osservazioni sul principio dei fumi reintegrati o dell'allevamento intensivo di polli, ma dalla mia parte li ho letti bene

Per il mio progetto, ecco un piccolo schizzo che presenta il principio

Nota: non ho nulla contro le stufe, tuttavia lo trovo pericoloso per i bambini e l'ambiente circostante (a causa del calore)
Inoltre, spero di riscaldare l'acqua del circuito di riscaldamento centrale

A livello di concetto, penso che non ci sia nulla di complicato
poiché l'involucro in acciaio inossidabile di un condotto esistente (ad esempio in boccole) viene comunemente eseguito su un condotto esistente
In generale, non si pensa di utilizzare lo spazio tra l'involucro in acciaio inossidabile e il condotto intorno per portare l'aria esterna a casa
Il tiraggio di un camino è tale che spesso porta a una presa d'aria fresca all'esterno dalla depressione ed è qui che è necessario intervenire all'inizio
Il mio camino è al centro di una stanza, quindi è difficile perforare un muro per creare un condotto d'aria esterno
Per l'effetto di surriscaldamento dell'aria immessa, il principio è semplice e ben noto
L'unica incertezza è la condensa e le incrostazioni della canna fumaria
Ho progettato il tubo verticale principale dopo la deviazione e un recuperatore in basso per tutto ciò che non sarebbe uscito naturalmente e per lo spazzamento

A+
0 x


 


  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Di nuovo a "riscaldamento, isolamento, ventilazione, VMC, raffreddamento ..."

Chi è in linea?

Utenti che lo stanno visitando forum : Nessun utente registrato e ospite 52