motori speciali, brevetti, riduzione del consumo di carburanteCome risparmiare carburante? Cella secca HHO

Suggerimenti, consigli e suggerimenti per abbassare il consumo, processi o invenzioni come i motori convenzionali: il motore Stirling, per esempio. Brevetti miglioramento della combustione: trattamento al plasma iniezione di acqua, la ionizzazione del combustibile o ossidante.
Avatar de l'utilisateur
I Citro
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 5129
iscrizione: 08/03/06, 13:26
Località: Bordeaux
x 9

Messaggio non luda I Citro » 10/01/14, 00:14

Gildas ha scritto:Con questa macchina ...:
http://www.moteurnature.com/actu/2014/F ... energi.php
In questo C-MAX con una batteria da 7,6 kWh, è quindi possibile ricaricare completamente la batteria in un giorno. Possiamo teoricamente guidare 34 km. È buono perché è gratis!
È uno scherzo. :il male:
Questo articolo è stato scritto per ingannare i lettori:
1 / Mostriamo una superficie ridicola di pannelli solari; 1,5m² o 300Wp di massima potenza istantanea, che rappresenta una potenza del pannello di 200Wp / m² mentre i pannelli attuali producono al massimo 150Wp / m² ...
entrambi nella migliore delle ipotesi, abbastanza per coprire 4 km, ogni giorno :|

2 / Poi ci viene detto di un sistema di concentrazione di 23m² (4,30m x 5,30m) sotto il quale parcheggiare l'auto (pratico da prendere quando vai in vacanza ...)

Il principio della concentrazione solare consiste nel catturare la luce su una grande superficie e inviarla su una superficie più piccola al fine, principalmente, di ridurre l'investimento rappresentato dal pannello solare che è molto più costoso del concentratore (qui un Lente di Fresnel, molto spesso è uno specchio).
Quello che dimentichiamo di dire è che la concentrazione solare funziona solo in condizioni ideali che non conosciamo nei nostri paesi sviluppati ... La minima nuvola che passa e la produzione del pannello va a ZERO ...
Considerando che con un pannello "classico", la produzione diminuirà proporzionalmente, ma continuerà nonostante l'illuminazione diffusa ...
0 x

Avatar de l'utilisateur
I Citro
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 5129
iscrizione: 08/03/06, 13:26
Località: Bordeaux
x 9

Messaggio non luda I Citro » 10/01/14, 00:48

Prendo questo commento per uno scherzo ...
elefante ha scritto:Ah! La Tesla è superba, anche se dubito che possiamo avere TUTTE le prestazioni allo stesso tempo e fino alla fine di 8 anni.
È IMPOSSIBILE utilizzare TUTTE le prestazioni di un veicolo di questo tipo, sia un TESLA elettrico o un'auto sportiva equivalente in ...
La maggior parte degli attuali veicoli "buon padre" ha tra 100 e 150 CV sotto il cofano, mentre il 95% delle volte usiamo meno di 25 CV e da 50 a 60 CV al picco ...
Cerchiamo di essere chiari, TESLA S è una vetrina, la migliore pubblicità di un produttore e quella che non gli costa nulla: il passaparola.

Quando acquisti una nuova auto termica, oltre un terzo del prezzo dell'automobile viene utilizzato per rimborsare la pubblicità per venderla a te ...
Questo è il motivo per cui mi sforzo di consumare solo prodotti e servizi per i quali vi è meno pubblicità, sono più economici e quindi un miglior rapporto qualità-prezzo.
elefante ha scritto:Quanto a me, il budget della mia auto sarebbe vicino al decimo del prezzo della Tesla.

Per quanto riguarda il budget per la sostituzione della batteria, è ancora di circa 7 cent / km (il mio berlingo consuma circa il 9 cent di olio combustibile per km).
Pensi che l'obiettivo di TESLA sia competere con il Berlingo. :?: :P

E poi, ancora una volta, confondi la garanzia e la durataTITRE
Le batterie del mio 106 elettrico non sono più garantite ma sono ancora funzionanti ... Hanno 13 anni. : Mrgreen:
L'autosufficienza è certamente diminuita, ma continua a circolare ogni giorno. : Arrowl:

Infine, una parte significativa del budget di un'automobile è legata alla manutenzione.
I miei ultimi 2 fumatori (una Volvo 850 e uno zafferano GPL), acquistati per € 2300 e gestiti da me (quindi per un prezzo imbattibile) mi sono costati anche 9 centesimi di olio combustibile per km, ma il prezzo a costo pieno, rivendita dedotta dopo 100.000 km erano rispettivamente 15 e 18 centesimi per km ...
Su questo punto, la TESLA dovrebbe essere più economica delle berline di fascia alta, tedesche, italiane o inglesi ... Non ci saranno cambi d'olio, filtri del motore, cinghie, tubi di scarico, candele. .. per sostituire. 8)
0 x
Janic
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 9319
iscrizione: 29/10/10, 13:27
Località: Borgogna
x 183

Messaggio non luda Janic » 10/01/14, 07:51

Citro ciao
Non si tratta di passare tutti i consumatori a questa modalità di consumo ... D'altra parte è bene non rimanere senza fare nulla.

Non ho detto il contrario! Io stesso sono un utopico, ma realistico per tutto ciò. Sono noto in questo sito per "promuovere" il vegetarismo / veganismo come LA l'unica soluzione alimentare globale in termini di ecologia, economia, etica e tuttavia non ho illusioni sull'impatto che questo ha sui lettori di questo sito (e altrove) della "nostra" filosofia. (Tu stesso eri sensibile ad esso e hai adottato questa strada diversa?) Nonostante questa osservazione di semi-fallimento legata a cultura, inerzia, abitudini gastronomiche e scarsa dietetica, "I" (vale a dire, dire che una minoranza che ha preso consapevolezza e che agisce in questa direzione) non rimane senza fare nulla. Tuttavia, non credo in Babbo Natale.
Idem per tutto l'elettrico che può sembrare un ideale, ma che deve affrontare problemi tecnici e umani, anche supponendo che questa sia la soluzione migliore.
Janic ha scritto:
Non è quindi per dire che questo è meglio o peggio di quello, sono due alternative con ciascuno i suoi vantaggi e svantaggi.

Cerchiamo di essere chiari: dobbiamo smettere di usare i veicoli per spostare i nostri rifiuti dietro di loro (1m3 e 1 kg di gas, vapori e particelle ogni minuto e non pochi ridicoli grammi di CO2 come si è indotti a credere).

È un'opinione che condivido completamente! Ma anche in questo caso si tratta di un problema tipicamente urbano, non nazionale, in cui le superfici non urbanizzate sono solo leggermente influenzate dall'inquinamento termico e dagli scarichi inquinanti. È una questione di rapporto!
Che non ti interessi è comprensibile, ma respiri la spazzatura dei veicoli che ti precedono ... Non me ne sono reso conto prima di guidare l'elettricità ... È insopportabile ... Ora Mi blocco spesso quando mi trovo o trovo un veicolo troppo inquinante (perché fuma o puzza). Dal momento che non prendo più la tangenziale in bottiglia su base giornaliera, non soffro più la sonnolenza che mi cadeva addosso ogni giorno durante i miei unici viaggi sulla tangenziale ... incredibile, no.

Ancora una volta questa è un'opinione che condivido completamente. Ho vissuto molto tempo fa nella periferia parigina e dove, ad ogni incrocio, ho trattenuto il respiro per attraversare, fino a quando ho capito che questa non era la soluzione e perché non fermarmi respirare definitivamente. Quindi ho preso i miei clic e i miei clic e ho lasciato questo pozzo nero, non riuscendo a cambiarlo e non si limitava al solo inquinamento delle auto.
Janic ha scritto:
Detto questo, non dovremmo considerarlo in un modo di guardare all'ombelico (noi!) Ma cercare di sapere se questa alternativa è affidabile a livello mondiale con i cosiddetti paesi emergenti che sono i futuri grandi consumatori di beni di ogni tipo e quindi pozzo termico o elettrico sentito.

La posta deve smettere di pensare al binario !!! Non c'è alternativa !!! Esiste una modalità di viaggio che deve essere abbandonata e sostituita da una serie di modalità di viaggio più adattate ed efficienti a seconda della situazione, come nel secolo scorso, prima che l'automobile sbarchi e competa non solo con il cavallo, ma camminare, andare in bicicletta e persino allenarsi.

Ah, qui siamo riportati all'utopia di un mondo idealizzato meglio.
Tuttavia, il problema dipende maggiormente dallo sviluppo di questi paesi con grandi popolazioni in procinto di essere anche grandi consumatori di energia, come lo siamo stati e lo siamo ancora oggi.
L'auto è diventata l'archetipo del singolo pensiero per spostarsi, mentre in Francia e nel mondo rappresenta solo una piccola parte dei viaggi.

Certamente, ma questa piccola parte è in costante aumento nei paesi emergenti e direttamente collegata all'aumento del tenore di vita (come per il cibo e il cibo!)
Al punto che i francesi non sono in grado di credere a questa verità: ci sono più persone che si muovono per elettricità ogni giorno in Francia e nel mondo che persone che si muovono con il petrolio ...

Anche in questo caso è anche il risultato di una politica nei confronti dell'energia nucleare a giustificare questo modo di produzione moltiplicando i sistemi che utilizzano questa elettricità che era solo uno "spreco" derivante dalla politica atomica francese.
- La metropolitana nell'Ile de France e la SNCF trasportano ogni giorno 10 milioni di persone (senza contare le altre città della Francia che hanno tram, metro, troleybus o autobus elettrici).
e allo stesso tempo, il nostro presidente sta prendendo in considerazione solo la chiusura di una singola vecchia centrale elettrica perché le lobby completamente elettriche sono molto potenti, tanto quanto le lobby del petrolio per quella materia!
- Nel mondo ci sono un miliardo di persone che prendono un passaggio ogni giorno ...

E così tanti obesi tra i ricchi! gli ascensori non sono legioni in Africa, in India, in Sud America e in altri luoghi in cui gli individui non hanno i mezzi finanziari per pagare questi lussi .... della gente urbana sempre.
Janic ha scritto:
... una sostituzione elettrica che rischia di porre altri problemi come la proliferazione di centrali nucleari o termiche il cui pericolo è attuale.

Un altro malinteso.
La soluzione sta nello sviluppo sincronizzato di energie rinnovabili, reti intelligenti (SMART GRIDS) e nello sviluppo condiviso di sistemi di stoccaggio ...

Certamente, ma nel frattempo ... !? E non è per domani, né dopo domani, perché altrimenti sarebbe necessario moltiplicare per 10 o 100 i budget che gli sarebbero stati dedicati. Non è solo il tipo di energia a preoccuparsi, ma tutte le politiche e i modi di pensare dei decisori e degli utenti e ciò richiede in genere da 2 a 3 generazioni.
0 x
Avatar de l'utilisateur
Gildas
Ho inviato messaggi 500!
Ho inviato messaggi 500!
post: 593
iscrizione: 05/03/10, 23:59
x 57

Messaggio non luda Gildas » 10/01/14, 09:07

Grazie Citro per la tua analisi sull'articolo della Ford C-MAX Solar Energi.

Inoltre, non ho capito il principio del pannello solare, non pensavo che fosse necessario montare un cavalletto per aumentarne l'efficienza! : Oops:
0 x
Avatar de l'utilisateur
I Citro
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 5129
iscrizione: 08/03/06, 13:26
Località: Bordeaux
x 9

Messaggio non luda I Citro » 10/01/14, 23:47

Gildas ha scritto:Grazie Citro per la tua analisi sull'articolo della Ford C-MAX Solar Energi.
Inoltre, non ho capito il principio del pannello solare, non pensavo che fosse necessario montare un cavalletto per aumentarne l'efficienza! : Oops:
Penso che questo tipo di comunicazione sia rivolta agli "investitori" che vogliamo attrarre per estrarre meglio denaro da loro.
:?
È molto più semplice ed economico posizionare i pannelli solari sul cavalletto o sarà più facile controllare il puntamento del sistema di concentrazione, mentre l'auto non parcheggerà mai esattamente nello stesso posto ...

Infine, e soprattutto, se i pannelli sono fissati al cavalletto e non al veicolo, possono produrre in assenza del veicolo e fornire la rete, la casa o caricare le batterie. L'autonomia e il tempo di ricarica di un'auto elettrica non sono problemi e le soluzioni esistono da un secolo ... basta cambiare le batterie mentre si cambia una bombola del gas ... Quindi, andare a casa la sera a casa, sostituiamo la batteria scarica dal giorno di utilizzo con quella caricata al sole. Ma questa soluzione può essere utilizzata da chiunque quando il "sistema Solar Energi" deve essere "brevettato" ...
: Cheesy:
0 x

Avatar de l'utilisateur
I Citro
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 5129
iscrizione: 08/03/06, 13:26
Località: Bordeaux
x 9

Messaggio non luda I Citro » 11/01/14, 00:51

:?, Janic Non sarò in grado di rispondere punto per punto ai tuoi commenti.
Ho iniziato a reprimere questo forum come "utopico" anche io, ma non mi considero più tale, sono andato a praticare (anche se dubitando del risultato). Ciò è in gran parte dovuto a questo forum o ho scritto molte sciocchezze che mi sorprendono quando le rileggo qualche volta. Questo si chiama evoluzione. Ti incoraggio quindi a perseverare nel tuo attivismo che sta dando i suoi frutti, anche se i tuoi lettori non reagiscono e non ti fanno conoscere la loro opinione.
Sono consapevole e sto cercando, grazie a te e agli altri, di mangiare meno carne e più piante in base alla logica che è necessario essere efficaci per mangiare e farlo in modo sano. Ma mangiare le galline di un pollaio di famiglia alimentato con bucce e prodotti locali è meglio che comprare verdure biologiche dall'altra parte del globo ... Quindi non posso seguirti nel postulato del vegetarismo / veganismo come essere
LA l'unica soluzione alimentare globale in termini di ecologia, economia, etica ...
Ad esempio, mangiare da mangiare insetti è, tecnicamente parlando, altrettanto virtuoso. Si tratta di un'alternativa alla tua, che poi ha perso la sua soluzione UNICA stato ... ???
Possiamo quindi vedere che l'aspetto culturale è essenziale, quindi l'importanza di forums per discutere e cambiare mentalità.

dobbiamo smettere di usare i veicoli per spostare i nostri rifiuti dietro di loro (1 m3 e 1 kg di gas, vapori e particelle ogni minuto e non pochi ridicoli grammi di CO2 come si è indotti a credere).
È un'opinione che condivido completamente! Ma anche in questo caso si tratta di un problema tipicamente urbano, non nazionale, in cui le superfici non urbanizzate sono solo leggermente influenzate dall'inquinamento termico e dagli scarichi inquinanti. È una questione di rapporto!
: male: stai scherzando !!! Secondo te, avremmo il diritto di inquinare la campagna perché mostra meno !!! Se ti capisco, un comandante della petroliera avrebbe quindi il diritto di degassare in alto mare, lontano dalla vista, ma non vicino alla costa !!!

Hai sentito parlare del continente di plastica??? (chiamato anche 6 ° o 7 ° continente)
E così tanti obesi tra i ricchi! gli ascensori non sono legioni in Africa, in India, in Sud America e in altri luoghi in cui gli individui non hanno i mezzi finanziari per pagare questi lussi .... della gente urbana sempre.
Scusate ma ci sono molti più ascensori in Africa e negli altri paesi che menzionate che in Europa, idem per gli obesi, in Cina, in India, ...
Janic ha scritto:
... una sostituzione elettrica che rischia di porre altri problemi come la proliferazione di centrali nucleari o termiche il cui pericolo è attuale.
Un altro malinteso.
La soluzione sta nello sviluppo sincronizzato di energie rinnovabili, reti intelligenti (SMART GRIDS) e nello sviluppo condiviso di sistemi di stoccaggio ...

Certamente, ma nel frattempo ... !? E non è per domani, né dopo domani, perché altrimenti sarebbe necessario moltiplicare per 10 o 100 i budget che gli sarebbero stati dedicati. ... di solito ci vogliono tra le 2 e le 3 generazioni.
Questo è FALSO, si sviluppa allo stesso ritmo della produzione di veicoli ed è fattibile in meno di una generazione, molto più veloce rispetto alla costruzione di centrali nucleari inadatte come ho spiegato, ma non sembra non capirlo. Certamente i francesi non sono un popolo in grado di evolversi rapidamente ... Africani, messicani hanno adottato il cellulare in meno di una generazione quando ne avevamo bisogno 2 ...
0 x
Janic
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 9319
iscrizione: 29/10/10, 13:27
Località: Borgogna
x 183

Messaggio non luda Janic » 11/01/14, 09:28

Citro ciao
Sono consapevole, e sto lavorando con voi e gli altri a mangiare meno carne e più impianti a partire dalla necessità logica per essere efficace per nutrire e fare in buona salute.

Questo argomento non è dedicato all'argomento che ti rispondo su ecologia e vegetarismo
https://www.econologie.com/forums/ecologie-e ... 10750.html

per il resto:
Se ti capisco, un comandante della petroliera avrebbe quindi il diritto di degassare in alto mare, lontano dalla vista, ma non vicino alla costa !!!

No, ancora questo fenomeno di diluizione. Nel mezzo dell'oceano l'impatto sarà più debole che vicino alla costa. Centinaia di barche furono affondate durante la guerra e l'impatto fu ridotto dalla sua diluizione. Tamburi di scorie radioattive sono stati gettati nei mari e aperti, il tasso di radioattività degli oceani non è stato influenzato, per così dire. Ma questi stessi barili gettati in uno dei grandi fiumi di questo paese avrebbero causato disastri. Vedi Chernobyl dove la natura riacquista gradualmente i suoi diritti con diluizione radioattiva.
Questo significa che è buono? Lontano da esso! Ma al di là dell'inquinamento stesso, è la concentrazione di ciò che pone un problema per gli abitanti delle città. Un centinaio di auto che guidano nel mezzo delle foreste di Landes o Morvan non avranno lo stesso impatto delle stesse sulla periferia.
Hai sentito parlare del continente di plastica ??? (chiamato anche 6 ° o 7 ° continente)

Uno non giustifica l'altro. Ridurre l'impatto di tutto l'inquinamento è davvero una necessità "etica" più che ambientale (la seconda è la conseguenza della mancanza della prima), ma l'elettricità non è più, né meno, etica che termica poiché entrambe sono le conseguenze dello sviluppo eccessivo ed esorbitante del settore. " Non puoi avere la tua torta e mangiarla anche tu »
0 x
Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 17749
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 7712

Messaggio non luda Did67 » 11/01/14, 11:36

Janic ha scritto:
tuttavia non ho illusioni sull'impatto che questo ha sui lettori di questo sito (e altrove) della "nostra" filosofia. (Tu stesso eri sensibile ad esso e hai adottato questa strada diversa?) Nonostante questa osservazione di semi-fallimento legata a cultura, inerzia, abitudini gastronomiche e scarsa dietetica, "I" (vale a dire, dire che una minoranza che ha preso consapevolezza e che agisce in questa direzione) non rimane senza fare nulla. Tuttavia, non credo in Babbo Natale.


Esistono, infatti, "percorsi" ...

In termini di cibo, esiste una vasta gamma di possibili atteggiamenti tra vegani e grandi mangiatori di carne e prodotti congelati / trasformati, con un equilibrio "ecologico" o "carbonio" completamente diverso!

Il problema non è radicalmente "carne / non carne", secondo me.

Nelle zone aride della steppa crescono piante cellulosiche. Il ruminante è quindi un "collettore" di biomassa, quindi di energia solare. Solo lui può digerire la cellulosa e trasformarla in "biomassa" utilizzabile dall'uomo ...

Ma sono d'accordo, il nostro consumo di carne è tutto: equilibrio eccessivo, abusivo, anti-ecologico, anti-CO² e quindi riscaldamento globale.

Includo quindi cibo nella mia riflessione su come migliorare la mia impronta ecologica, allo stesso modo di riscaldamento, viaggio, rinnovo delle merci ...

Non sono, per niente, in una situazione soddisfacente al 100%. Solo compromessi, con me stesso, con la vita che conduco ... Ma compromessi i cui effetti si sommano ...
0 x
Avatar de l'utilisateur
Christophe
modérateur
modérateur
post: 53365
iscrizione: 10/02/03, 14:06
Località: pianeta Serre
x 1401

Messaggio non luda Christophe » 11/01/14, 12:00

A proposito di carne, ieri ho sentito un numero in TV:

Il consumo di carne belga è passato da 150 gr / giorno negli anni '50 a 300 gr / giorno oggi ...

Trovo queste 2 cifre molto alte (specialmente per gli anni '50, 300 gr è una bella bistecca!) ... o almeno così includono varie perdite e leccornie!

No?

In ogni caso, +1 con did67 ... devi limitare il consumo di carne.
0 x
Ce forum ti ha aiutato? Aiutalo anche tu in modo che possa continuare ad aiutare gli altri - Vinci 10 € per il tuo primo ordine Cdiscount - Pubblica un articolo su Econology e Google News
Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 17749
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 7712

Messaggio non luda Did67 » 11/01/14, 13:00

Christophe ha scritto:

Trovo queste 2 cifre molto alte (specialmente per gli anni '50, 300 gr è una bella bistecca!) ... o almeno così includono varie perdite e leccornie!

..


Penso che includano tutte le carni, compresa l'autoproduzione (coniglio o pollo allevato, negli anni '50, in ogni cortile).

E ovviamente salsicce, fricadelle, croste, paté di Olida ...

Resta da vedere se questo sia per il consumo umano, o un rapporto di genere: tonnellaggio di carne macellata corretto da bialn import-export / diviso per il numero di abitanti.

In questo caso, potresti anche avere cibo per cani e gatti, ecc.
0 x




  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Di nuovo a "motori speciali, brevetti, la riduzione del consumo di carburante"

Chi è in linea?

Utenti che lo stanno visitando forum : Nessun utente registrato e ospite 5