motori speciali, brevetti, riduzione del consumo di carburanteCome risparmiare carburante? Cella secca HHO

Suggerimenti, consigli e suggerimenti per abbassare il consumo, processi o invenzioni come i motori convenzionali: il motore Stirling, per esempio. Brevetti miglioramento della combustione: trattamento al plasma iniezione di acqua, la ionizzazione del combustibile o ossidante.
Janic
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 9319
iscrizione: 29/10/10, 13:27
Località: Borgogna
x 183

Messaggio non luda Janic » 11/01/14, 16:25

secondo questo sito, il consumo medio di belgi è stato, nel 2008, di 102 kg all'anno.

http://www.oxfammagasinsdumonde.be/2008 ... cologique/

secondo questo altro sito, sarebbe di 30.4 kg all'anno

http://www.retaildetail.be/fr/f-belgiqu ... ande-de-36

chi e cosa credere?

fatto 67 ciao
Concordo con te sul fatto che ci sono gradi tra carnoso e vg come lo sono tra il jogeur du dimanche e l'atleta ai giochi olimpici; le scelte e i requisiti di vita non sono gli stessi.
Ho appena sottolineato che il VG unito un massimo di punti positivi che non troviamo insieme nel Viandismo. Ora è ovvio che consumare meno è già positivo per il pianeta, così come la riduzione del consumo di combustibili fossili.
0 x

Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 17749
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 7712

Messaggio non luda Did67 » 11/01/14, 17:04

Sì, sì, ho capito bene.

Quello che volevo sottolineare, in relazione al titolo del thread:

a) ci sono cose per le quali è tutto o niente: passare da un'auto termica a un'auto elettrica (anche se l'ibrido è un intermediario - per me, è ancora un dispositivo "termico" migliorata).

Per carne / VG, c'è un continuum ... tra estremi.

b) In questo caso, è meglio, con posizioni non troppo estreme, migliorare la situazione con il 50% delle persone, ad esempio che hanno dimezzato i propri consumi (il che è facile), piuttosto che puntare a una conversione radicale che limiterà l'impatto a 1 per mille o 1 per 10!

Prendi un consumo medio di 50 kg / persona.

Da un lato, il 50%, che dimezza, è in media di 12 kg in meno.

Altri, sono 0,050 kg in meno, in media ancora.

È un dibattito che ho spesso con quelli che chiamo i "kmerh verdi" o gli "ayatollah ecologici", che per posizioni troppo estremiste ottengono un effetto trascurabile rispetto a ciò che potrebbero ottenere da una posizione "ragionevole", ammissibile da molti.
0 x
Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 17749
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 7712

Messaggio non luda Did67 » 11/01/14, 17:14

Janic ha scritto:
chi e cosa credere?



Il livello culturale medio dei giornalisti sta diminuendo.

Prendono dati da Internet senza distanze, senza confrontarsi con fonti>.

Ma alcuni siti militanti sono anche pronti alla "caricatura" della realtà.

Quindi cerca sempre una fonte con statistiche affidabili. Con Google, è facile!

In questo studio, basato sui dati Eurostat e sulle indagini sui consumi, c'è un grafico a pagina 3 che mostra che il consumo totale di carne è di circa 100 kg

http://agriculture.wallonie.be/apps/spi ... ntaire.pdf

[Penso che per la tua seconda fonte, sia la carne in quanto tale (bistecche, costolette di manzo, ecc ...). Mentre la prima cifra è la carne totale (venduta come carne fresca o salsiccia e paté, lasagne, ecc ...).
0 x
Janic
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 9319
iscrizione: 29/10/10, 13:27
Località: Borgogna
x 183

Messaggio non luda Janic » 11/01/14, 17:57

Per carne / VG, c'è un continuum ... tra estremi.

In questo caso, è meglio, con posizioni non troppo estreme, migliorare la situazione con il 50% delle persone, ad esempio che hanno dimezzato i propri consumi (il che è facile), piuttosto che puntare a una conversione radicale che limiterà il impatto all'1 per mille o all'1 per 10!

È una visione distorta della realtà! Torna al confronto con lo sport: possiamo supporre una conversione radicale dei jogger della domenica in un atleta di punta? Sarebbe ridicolo e impossibile da raggiungere. D'altra parte, ci sono atleti di alto livello che mostrano le possibilità del corpo umano e possono incoraggiare a praticare una disciplina sportiva al suo livello di possibilità.
Prendi un consumo medio di 50 kg / persona.
Da un lato, il 50%, che dimezza, è in media di 12 kg in meno.
Altri, sono 0,050 kg in meno, in media ancora.

È un calcolo che tiene conto solo dell'aspetto quantitativo, ma ovviamente lo è già e soddisferebbe ampiamente i difensori degli animali, ma trascura altri aspetti che sono anche, se non di più, importanti.

Quindi c'è confusione tra un calo dei consumi e un cambiamento nella filosofia. Quindi i tossicodipendenti (tabacco, alcool e altri) possono ragionare in termini di riduzione del loro consumo (raramente funziona) o di astinenza. È estremismo, di "kmerh verdi" o "ayatollah ecologici". Vg è una filosofia di vita che può essere solo individuale e soprattutto non imposta. Leggili forums Vg e vedrai che è il risultato di una consapevolezza personale, spesso generata da circostanze particolari.
Tuttavia, spesso vediamo solo ciò che i media (che generalmente ignorano l'argomento) dicono negativamente o positivamente a seconda della loro apertura e che spesso riportano solo dimostrazioni (pacifiche) di strada "shock" intese a far riflettere il passante (con più o meno felicità) poiché è l'unico mezzo visibile a loro disposizione.
Quindi l'obiettivo non è ridurre il consumo complessivo in termini di cifre, ma ripensare il proprio stile di vita e in questo caso il cibo (lato ovvio) ma soprattutto inquinamento, economia, etica e salute.
È un dibattito che ho spesso con quelli che chiamo i "kmerh verdi" o gli "ayatollah ecologici", che per posizioni troppo estremiste ottengono un effetto trascurabile rispetto a ciò che potrebbero ottenere da una posizione "ragionevole", ammissibile da molti
.
Illusione profonda! Il consumo di carne è culturale e corrisponde sempre all'espressione di raggiungere - consapevoli o meno - un determinato tenore di vita, questo è ciò che si osserva in modo importante nei paesi emergenti. Il calo dei consumi (non scelto) è anche l'espressione di questa perdita di livello sociale che per i ricchi è di scarsa importanza (non sono i più numerosi) ma importante per i bassi redditi.
Ora, e questo è ciò che ho espresso altrove, la diminuzione dei consumi è e sarà collegata al calo del reddito e alla scarsità di alcuni prodotti come quelli del mare, ma non è una scelta libera, il ritorno di risorse finanziarie sufficienti per aumentare i consumi.
PS: avevo riaperto la questione vegetariana più specifica sull'argomento! Se vuoi continuare a fare trading è meglio farlo su questo!
0 x
Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 17749
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 7712

Messaggio non luda Did67 » 11/01/14, 18:14

Beh, penso che tu stia tradendo.

Incontro molte persone che riducono il loro consumo di carne per una serie disparata di motivi, dalle malattie cardiovascolari alla visione della brutalità nei macelli, comprese le critiche sui metodi di coltivazione industriale. E, naturalmente, come dici tu, le ragioni economiche.

Senza fermarsi completamente.

Conosco molto meno la conversione alla dieta vegetariana, anche se ne conosco molto bene almeno una: mia figlia.

Il mio esempio quantificato è stato offensivo, certamente, è stato quello di mostrare l'impatto delle cifre.

Ci sono, nel mio grande entourage, probabilmente più di 1 VG per 1000! Ma questo non supera il pochi% (con un "pochi" molto basso!).

D'altra parte, nel processo di riduzione significativa del consumo di carne, ne so parecchio!

Ma ehi, in assenza di statistiche, queste sono solo convinzioni. Ecco perché, dico "Penso ..." (ti sbagli!).
0 x

Janic
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 9319
iscrizione: 29/10/10, 13:27
Località: Borgogna
x 183

Messaggio non luda Janic » 12/01/14, 10:01

Ciao Did67
Beh, penso che tu stia tradendo.

Incontro molte persone che riducono il loro consumo di carne per una serie disparata di motivi, dalle malattie cardiovascolari alla visione della brutalità nei macelli, comprese le critiche sui metodi di coltivazione industriale. E, naturalmente, come dici tu, le ragioni economiche.
Senza fermarsi completamente.

Qualunque siano le ragioni (ma solo le ragioni profonde hanno un valore) è il risultato che conta! : Cheesy:
Altrimenti è molto giusto. Per secoli il vegetarismo è stato considerato come un approccio puramente filosofico (molti filosofi e ancora oggi erano e sono VG). Nel nostro tempo, con lo sviluppo delle cosiddette scienze esatte, inclusa la dietetica, l'osservazione degli svantaggi del consumo di prodotti animali va oltre la filosofia per diventare un'osservazione medica e in particolare per quanto riguarda le malattie cardiovascolari e i tumori (e una moltitudine di altre patologie ).
Poi c'è un cambiamento di concezione su ciò che l'animale è e la sua relazione con l'uomo. In effetti l'animale era, e rimane, considerato come un oggetto (un mobile secondo la legge francese), non un essere vivente in sé. Anche in questo caso il lavoro scientifico dimostra sempre più la somiglianza tra l'animale in generale e l'animale umano. Per molto tempo, e ancora per alcuni, l'animale non doveva soffrire (anche i bambini umani non dovevano soffrire) e poteva essere sottoposto a torture senza anestesia per i bisogni della "scienza". ... e cibo.
Sempre più documentari mostrano la violenza rappresentata dal massacro di animali, scioccando soprattutto le persone urbane che non sono state abituate ai rituali di macellazione nelle fattorie. Tuttavia, queste persone non sarebbero più in grado di far fronte al massacro al di fuori dell'agricoltura industriale, e la maggior parte preferisce velare i loro volti e fingere di ignorare ciò che sta accadendo nei macelli per continuare a vedere solo una bistecca completamente scollegata dall'animale stesso. anche. Questo si chiama mettere a tacere la tua sensibilità o darti una buona coscienza, dipende!

Conosco molto meno la conversione alla dieta vegetariana, anche se ne conosco molto bene almeno una: mia figlia.

Buona fortuna a lei!

Il mio esempio quantificato è stato offensivo, certamente, è stato quello di mostrare l'impatto delle cifre.

Ci sono, nel mio grande entourage, probabilmente più di 1 VG per 1000! Ma questo non supera il pochi% (con un "pochi" molto basso!).

Alcuni VG vogliono credere che il numero di Vg sia significativo per sottolineare che un certo numero di persone che hanno fatto una scelta, meritano di essere ascoltate (poiché nel nostro sistema è il numero che viene ascoltato, non una verità inquietante) la percentuale del 2% della popolazione francese è avanzata, ma è totalmente sopravvalutata tranne quando in questa figura sono inclusi i semi Vg, vale a dire mangiare carne solo di volta in volta o non mangiarla che in certe occasioni sociali o festive o nel diventare progressista per essere Vg e designato sotto il termine di flexitarians. Ma anche lì il 2% mi sembra eccessivo perché i nuovi "convertiti" in VG sono in cerca di ritrovamenti nella loro città o villaggio di VG con i quali scambiare e incontrare e spesso sono delusi nel non trovare nessuno. Quindi 1 per 1.000 o 10.000 potrebbe essere realistico (i Vg non gridano sui tetti la loro scelta di vita, in generale)
D'altra parte, nel processo di riduzione significativa del consumo di carne, ne so parecchio!

Tanto meglio per loro! Ciò che è interessante è conoscere i motivi: scarsa qualità dei prodotti, mancanza di gusto, prezzo elevato, problemi di salute, sensibilità emotiva, ecc.
Il mio "sondaggio" di conoscenza mostra che se le persone dovessero uccidere un animale per nutrirsi (con un sacco di cibo vegetale disponibile) queste persone non lo farebbero e di conseguenza diventerebbero di fatto VG (ha senso che l'essere umano non sia un predatore predatore!)
E ci sono l'anatomo fisiologia, l'affettivo, la consapevolezza, ecc ...
0 x
Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 17749
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 7712

Messaggio non luda Did67 » 12/01/14, 11:46

Felicissimo che le nostre opinioni convergano un po '.

Per coloro che riducono il loro consumo, senza andare allo stadio VG, ma non è rappresentativo, la mia "sentito" la mia cerchia più ampia è:

a) motivazione principale = "dietetica" / malattie cardiovascolari, ecc. L'idea che la carne rossa abbia un effetto negativo sta guadagnando terreno ...

b) in secondo luogo, escludendo VG "attivista" o "filosofico" [intendo per "riflessione sulla vita"], è l'approccio ecologico: dopo aver preso coscienza dei problemi energetici (scaldabagno solare!), auto elettriche, riscaldamento globale, sempre più famiglie si stanno rendendo conto che uno dei punti neri nel loro bilancio non è acqua calda o riscaldamento, o addirittura l'auto, ma energia grigia o emissioni di CO² fossile legate al loro cibo. E prima di tutto quello della carne rossa.

In breve, c'è una riflessione in una parte crescente della popolazione, intorno all '"ecologia", all'agricoltura biologica, ecc ... con effetti indotti sul consumo di carne ... Qualcuno che va in una Il negozio "biologico" dovrà confrontarsi con soia, tofu, legumi sfusi e "scivolerà" verso un cambiamento nella sua dieta ...

c) in effetti, le immagini scioccanti di alcuni programmi sull'agricoltura industriale e sui macelli, lo scandalo vahceh pazzo, poi Lasagna a cavallo, ecc. Questi vari scandali hanno portato le persone a riflettere e, senza "passare" a una rigorosa dieta VG, per modificare la dieta in una direzione "meno carne" ...

Per me, una certa stabilizzazione - anche una leggera decosi - nel consumo di carne è soprattutto legata alla convergenza di questi due o tre fenomeni ... che, a mio avviso, influenza, a vari livelli, una parte apprezzabile della popolazione.

Con il fattore economico, che può essere in sinergia!

Io rispetto l'approccio "filosofico", che porta a diventare VG esclusivamente per ragioni di coerenza (evitare il rischio di sbagliare-ass!). Credo che pesa molto poco nelle statistiche.

Pragmatico, cerco di avere una grande influenza attraverso i punti A e B, su molti che si china il suo atteggiamento "un po '" ...
0 x
moinsdewatt
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 4490
iscrizione: 28/09/09, 17:35
Località: Isére
x 460

Messaggio non luda moinsdewatt » 12/01/14, 20:18

Citro ha scritto:

2 / Poi ci viene detto di un sistema di concentrazione di 23m² (4,30m x 5,30m) sotto il quale parcheggiare l'auto (pratico da prendere quando vai in vacanza ...)
.....



questa è questa cosa:

Immagine
0 x
Avatar de l'utilisateur
Gildas
Ho inviato messaggi 500!
Ho inviato messaggi 500!
post: 593
iscrizione: 05/03/10, 23:59
x 57

Messaggio non luda Gildas » 12/01/14, 22:37

Il trucco ha ancora 2 vantaggi significativi per le regioni soleggiate:

-Elettricità gratuita

-Più cavo da collegare
0 x
Janic
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 9319
iscrizione: 29/10/10, 13:27
Località: Borgogna
x 183

Messaggio non luda Janic » 13/01/14, 13:29

did67 ciao
Ho risposto al tuo argomento sull'argomento vegetale.
0 x




  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Di nuovo a "motori speciali, brevetti, la riduzione del consumo di carburante"

Chi è in linea?

Utenti che lo stanno visitando forum : Nessun utente registrato e ospite 8