motori speciali, brevetti, riduzione del consumo di carburanteLe economie di riscaldare carburante?

Suggerimenti, consigli e suggerimenti per abbassare il consumo, processi o invenzioni come i motori convenzionali: il motore Stirling, per esempio. Brevetti miglioramento della combustione: trattamento al plasma iniezione di acqua, la ionizzazione del combustibile o ossidante.
fredtek
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 10
iscrizione: 20/08/07, 11:23

Messaggio non luda fredtek » 21/08/07, 14:53

ok con quanto detto ma qualche commento comunque!
riscaldare il diesel prima di iniettarlo significa che c'è meno nel cilindro rispetto a quando fa freddo, quindi improvvisamente risparmio di carburante, migliore vaporizzazione, ma anche perdita di potenza, la prova; sui nuovi motori la temperatura del carburante viene misurata per apportare correzioni alla pompa di iniezione tramite le famose scatole elettroniche, i tempi di iniezione sono quindi più lunghi.
in conclusione, se si vuole apportare meno gasolio per consumare meno e avere meno energia, potrebbe essere meglio
comprare una macchina a cilindrata inferiore, giusto?
litri di gasolio consumato devono necessariamente essere confrontati con l'energia fornita durante lo spostamento del veicolo per essere credibili. in breve, ciò che deve essere mirato è un aumento dell'efficienza e non solo una diminuzione dei consumi senza sapere cosa hanno fornito come energia.
0 x

Andre
ricercatore motore di Pantone
ricercatore motore di Pantone
post: 3787
iscrizione: 17/03/05, 02:35
x 9

Messaggio non luda Andre » 21/08/07, 15:19

Ciao
ma anche perdita di potenza, la prova; sui nuovi motori la temperatura del carburante viene misurata per effettuare correzioni sulla pompa di iniezione tramite le famose scatole elettroniche, i tempi di iniezione sono quindi più lunghi
.

Non è una prova di buone prestazioni. Alcuni nuovi motori controllano la temperatura del gas poiché la pompa ad altissima pressione è sensibile all'espansione. il principio del common rail è diverso: circola un flusso elevato di gasolio ad alta pressione, quindi si riscalda, a differenza della vecchia pompa, esiste un flusso elevato ma viene consumata una bassa pressione che passa in alta pressione per qualsiasi scopo pratico, ad eccezione del un po 'di liquido intorno agli iniettori e al pistone della pompa
Molti veicoli hanno filtri dell'olio di riscaldamento con il circuito idraulico del motore LDR, certo che sia controllato elettrostaticamente
in generale è nel 40c
Il gas diventa meno lubrificante a 60 ° C, altrimenti lo riscalderebbe a 80 ° C
lo scopo del riscaldamento è quello di ottenere una migliore irrorazione che riduca il classico battito dei diesel
In pieno inverno, con tempo molto freddo, anche con un motore caldo, un diesel ha un rumore caratteristico in estate a 30 ° C. Questo rumore è molto morbido.

Andre
0 x
fredtek
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 10
iscrizione: 20/08/07, 11:23

Messaggio non luda fredtek » 21/08/07, 18:00

hi andre,
quello che tengo per la prova, è solo che è necessario iniettare più diesel caldo che freddo per garantire le stesse prestazioni di un motore.
le correzioni apportate alla gestione elettronica sono lì solo per lasciare lo stesso numero di kW che è con benzina calda o fredda, come te e non ho detto che queste correzioni non sono una prova di buone prestazioni.
quello che volevo chiarire è che non è perché il suo motore consuma 5 litri con benzina calda rispetto ai 6 litri con benzina non riscaldata che c'è stato un aumento del rendimento; ecologicamente parlando è molto buono per la terra
ma a livello del nostro motore, il riscaldamento non ha portato praticamente nulla o così poco (aumentare la temperatura di un liquido destinato a bruciare prendendo queste calorie sul raffreddamento è sempre buono da prendere) da dove la mia riflessione per comprare più piccolo se hai bisogno di meno kW, prima di consumare meno con un motore sotto-azionato.
0 x
Andre
ricercatore motore di Pantone
ricercatore motore di Pantone
post: 3787
iscrizione: 17/03/05, 02:35
x 9

Messaggio non luda Andre » 21/08/07, 21:20

Ciao
Quando il vecchio modello identico a 2 WV Gulf rotola sull'autostrada in inverno e il diesel riscaldato funziona + o - 5 km più velocemente, c'è qualcosa.
Aridità al semaforo rosso, alla fine dell'autostrada il ragazzo che avevo appena superato si ferma e mi chiede cosa ho fatto al motore?
Mercedes dagli anni '86 installa un riscaldatore diesel

Andre
0 x
fredtek
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 10
iscrizione: 20/08/07, 11:23

Messaggio non luda fredtek » 21/08/07, 22:25

sì André, c'è sicuramente qualcosa in una centrale elettrica convenzionale, il carburante e l'ossidante sono entrambi riscaldati, potrebbe essere quello che è successo nel tuo mulino.
lì nell'esempio che dai, c'è davvero un aumento della potenza, ma sarebbe comunque necessario vedere se in questo momento chi di voi due ha consumato di più rispetto alla sua potenza ripristinata per essere certo dell'aumento della produzione riscaldando il gasolio.
0 x

fredtek
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 10
iscrizione: 20/08/07, 11:23

Messaggio non luda fredtek » 21/08/07, 22:32

Come in molte aree, dovremmo andare in un laboratorio per controllare tutto questo, e che per i piccoli appassionati di fai-da-te che siamo, non è affatto facile determinare se abbiamo semplicemente migliorato le prestazioni a costo di un over- consumo o se effettivamente raccogliamo più potenza con la stessa quantità o meno di diesel.
0 x
jonule
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 2404
iscrizione: 15/03/05, 12:11

Messaggio non luda jonule » 22/08/07, 10:03

Avevo già letto la dimostrazione del riscaldamento del combustibile ...
in ogni caso sull'iniezione common rail, c'è davvero un "bagno" di combustibile caldo, sulla common rail, pronto per l'iniezione ?! ...

sui miei iniettori per pompa bosch TD 1.9 a 175 bar di origine Sono 100% Ho appena aggiunto una pompa di prelavaggio, che a quanto pare potrebbe essere evitata se eseguiamo il ritorno a caldo della pompa di iniezione, perché invece di avere un circuito a bassa pressione (0.3 bar) che circola rapidamente su cui viene utilizzata la pompa di iniezione "alta pressione" (da 150 a 200 bar) (dati iniezione turbo diesel), per un carburante fluido (diesel), l'olio ristagna in questo nuovo circuito continua e avanza alla velocità dei consumi, come spiega André, e ha il tempo di essere riscaldato.

i filtri del carburante riscaldati dal liquido di raffreddamento hanno tutti un calorstat interno, che può essere scatenato, il mio è, quindi l'olio combustibile viene riscaldato al massimo che il liquido di raffreddamento può dare;
originale è solo "se T ° C carburante> a 10 ° C, passa attraverso il filtro diesel, se <= a 10 ° C, passa prima attraverso lo scambiatore di calore", e lì è "passa attraverso lo scambiatore di calore quindi il filtro".

maggiori informazioni:
http://www.nrjrealiste.fr/oil/rechauff.html


PS:
andré ha scritto:Uno dei miei pugni (Jetta) aveva sostituito il filtro diesel con un filtro dell'olio per auto che era efficace quanto funzionare con il diesel!

bene è bello sentirlo!
in realtà ha senso!
un filtro del carburante da 5 µm e un filtro dell'olio motore da 10 µm!
il filtro diesel è destinato al diesel e alle sue impurità (stazione del supermercato), il filtro dell'olio è fornito ... per l'olio! che non ha bisogno di essere filtrato a 5 µm, e anche a 10 µm, perché i 10 µm sono destinati alle impurità del blocco motore (sporco dalla coppa dell'olio)!
un famoso "studio sull'olio combustibile ecc" (scaricalo da codeart.org) ha mostrato che 27 µm era l'ideale ...

ci sono cantieri di demolizione auto per uno scambiatore di calore "modine" a basso prezzo per un filtro dell'olio, un esempio remoto del blocco motore è il Renault 2.2

Cordiali saluti,
8)
0 x
Buga
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 115
iscrizione: 24/02/05, 11:53

Messaggio non luda Buga » 22/08/07, 14:01

ciao..intervento succintamente ..
non c'è bisogno di un laboratorio per confermare il test di André, penso di sì;
1) scambiano il "riscaldatore" da un "glof" all'altro;
2) ripetono il test esattamente nelle stesse condizioni;
3) calcolano esattamente il loro consumo ...
Infine, spero di aver pensato a tutto ...
ma non credo fermamente nel risparmio di carburante e nella maggiore potenza, solo riscaldando il diesel ...

però ... anche se ...

ci vediamo ...
0 x
indipendenza energetica folle, Deuches di Bugatti ....
Andre
ricercatore motore di Pantone
ricercatore motore di Pantone
post: 3787
iscrizione: 17/03/05, 02:35
x 9

Messaggio non luda Andre » 22/08/07, 16:11

Ciao
la massima velocità ..
questo è solo un esempio per dire che non c'è perdita di potenza riscaldando il gasiol, la pompa raramente inietta su un motore la sua piena capacità di flusso, altri parametri regolano
Rpm e flusso d'aria che il turbo ha fornito, altrimenti avremmo diritto a una nuvola dietro.

Per il filtro dell'olio al posto del filtro del gasolio, per evitarlo ha avuto problemi al motore, ma ciò conferma che per il funzionamento dell'olio c'è una mancanza di carburante attorno alla pompa, è un motivo per cui ho realizzato una sorta di accumulatore da 1 litro vicino alla pompa, che prevedeva l'acellerazione ..
Idealmente, il filtro originale dovrebbe essere sostituito da un filtro più grande per barche
Alla Mercedes hanno standardizzato il loro filtro non costano 15 $
ma sono più fini, quindi più restrittivi di quelli vecchi, con il gasolio non si nota nulla, ma con l'olio .. Devi solo respirare un nuovo filtro per rendertene conto (questi filtri generalmente funzionano a succhiare ..

Per le prove sul surriscaldamento è necessario basarsi su un consumo di più serbatoi, per ridurre al minimo gli errori, i guadagni sono minimi, ma misurabili .. nulla che l'addolcimento del motore giustifichi un riscaldamento.

Andre
Riscaldamento di benzina su un motore a iniezione multipoint da 3,8 litri

Immagine

Immagine

Condivisione delle immagini con PicTiger
0 x
fredtek
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 10
iscrizione: 20/08/07, 11:23

Messaggio non luda fredtek » 23/08/07, 12:36

ciao ragazzi,
Ho un sistema common rail, quindi, per il test di riscaldamento non ne vale la pena, non sarò in grado di controllare nulla sul mio veicolo poiché ho già una riserva di carburante caldo, inoltre il mio veicolo è in garanzia.
ma come ha dimostrato André durante il suo inseguimento epico, c'è almeno un aumento di potenza, non è già male!
Rimango anche convinto anche se non ho prove o test approfonditi da parte nostra che il riscaldamento porta un piccolo miglioramento delle prestazioni; probabilmente a causa del miglior vaporizzazione e del fatto che restituiscono un combustibile preriscaldato in un cilindro fatalmente aumentare la temperatura di combustione in modo proporzionale rispetto a un sistema senza riscaldare, quindi se Carnot e i suoi teoremi termodinamici non mentivano, ho la debolezza di crederci, ora, se la temperatura anche lo scarico è aumentato, perdonatemi, è che mi sbagliavo!
Rimango anche convinto che per essere sicuro che sia meglio un laboratorio, ci sono così tanti fattori che entrano in gioco, immediatamente penso alle condizioni meteorologiche, alla pressione atmosferica, alla velocità del vento, alla temperatura, almeno, questo tipo di parametri può già essere padroneggiato in laboratorio, soprattutto se si tratta di misurare un puilleme di prestazioni. ovviamente, non dirò la stessa cosa
se si trattava di misurare 2 test con grandi differenze, ok, non c'è bisogno di un laboratorio.
andiamo ragazzi presto!
0 x




  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Di nuovo a "motori speciali, brevetti, la riduzione del consumo di carburante"

Chi è in linea?

Utenti che lo stanno visitando forum : Nessun utente registrato e ospite 8