Risparmio di carburante: generatore di turbolenza

Suggerimenti, consigli e suggerimenti per abbassare il consumo, processi o invenzioni come i motori convenzionali: il motore Stirling, per esempio. Brevetti miglioramento della combustione: trattamento al plasma iniezione di acqua, la ionizzazione del combustibile o ossidante.
f4cvv
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 11
iscrizione: 17/02/07, 22:20

da f4cvv » 20/03/07, 19:30

fare attenzione a nessun vortice senza buco o chiudere troppo su se stesso
montare in un motore turbo
http://vortex.francophone.free.fr/viewsujet.php?id=95

e per settiche a vortice ..
Vai a vedere
http://ozons.eco.free.fr/vortex.html
http://vortex.francophone.free.fr/
Dà idee e speranza
0 x

Buga
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 115
iscrizione: 24/02/05, 11:53

da Buga » 07/04/07, 08:31

ragazzi, io contrariamente a quanto si dice generalmente, ho avuto un risultato diretto mettendolo sopra il carburatore, e nessun risultato con quello sotto il carburatore ...
e penso di capire qualcosa ...
per esempio sulla mia doccia, sotto il carburatore, l'aria si divide direttamente in due parti che ruotano di 180 ° verso i cilindri ...
e il vortice sottostante si trovava proprio sopra questa separazione ...
vale a dire che se il tubo di aspirazione lascia circa 7 cm di altezza tra il carburatore e i 2 tubi di aspirazione, ciò consente ai gas di continuare a ruotare e l'aspirazione deve essere eseguita salendo verso il carb,
mettendo lì il vortice, ho solo circa 3,5 cm liberi, le pale del vortice arrivano quasi all'altezza dei 2 tubi di aspirazione ....
probabilmente allora, la turbolenza è notevolmente contrastata, persino cancellata ...

Immagine

immagina un flusso d'aria rotante, con qualcosa che lo taglia a metà, visivamente, diciamo una lastra di lamiera ... la turbolenza verrà rotta ...
qui, la piastra in lamiera visiva, è l'aspirazione del motore che agisce secondo lo stesso principio, ogni lato aspira esattamente la metà dei gas ...

Penso quindi che un vortice, a seconda della forma del collettore, possa funzionare o meno ...
che sul disegno che ho realizzato, puoi sentire che con il vortice l'aria viene risucchiata dalla metà esatta su ciascun lato ....
che senza un vortice, l'aria rotante ha tutto lo spazio per scendere e l'aspirazione viene eseguita su una superficie più ampia, viene eseguita in modo più proporzionale, quindi mantiene una buona parte della turbolenza ....
cosa ne pensi ????
0 x
indipendenza energetica folle, Deuches di Bugatti ....
Andre
ricercatore motore di Pantone
ricercatore motore di Pantone
post: 3787
iscrizione: 17/03/05, 02:35
x 10

da Andre » 07/04/07, 18:12

Ciao

Penso che tu non stia ragionando correttamente
Ma sarebbe interessante sapere se hai avuto buoni risultati sopra il carburatore e cattivi risultati sotto, questo mi ha incuriosito, perché quando ho sperimentato questo sopra, ho avuto pochi risultati.

prima davanti alla farfalla che gira su un grande motore aperto da 1/4, il vortice si rompe e si lamina in questa farfalla.
Sotto la farfalla o ti sbagli su un 2 cilindri in particolare il flusso di aspirazione non viene mai eseguito in entrambe le direzioni, è alternativo su ciascun lato ed è corto, pulsante
Su un motore V6 da 3,8 litri ci sono due turbolatori due ingressi per gruppo di 3 cilindri.

Andre
0 x
Buga
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 115
iscrizione: 24/02/05, 11:53

da Buga » 08/04/07, 07:42

ah, esatto, il motore non fa schifo su entrambi i lati allo stesso tempo; detto questo, con il tuo motore, probabilmente hai una direzione di aspirazione costante, mi sembra che sul deuche; il flusso viene invertito ogni volta ..
neanche, non pensarci davvero, ma non funziona per me sotto il carb ....
Continuo i miei test e li inserisco sull'altro post, quello dell'AVEC ...
0 x
indipendenza energetica folle, Deuches di Bugatti ....
Buga
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 115
iscrizione: 24/02/05, 11:53

da Buga » 08/04/07, 09:40

ah sì, ci ho appena pensato ...
su un 4 o 3 cilindri, a partire dalla parte inferiore del carburatore, le pale del vortice, l'aria va all'incirca nella stessa direzione ...
con una variazione di angolo a seconda dell'angolo tra il primo cilindro e l'ultimo ..
e la presa d'aria, quindi del flusso, non si ferma ..... cambia angolo, ma va sempre principalmente nella direzione del motore ...
mentre sul deuche, il flusso fa ogni volta un cambio di direzione di 180 ° ... poiché i tubi sono esattamente 180 °, e quindi, il fondo del vortice, riceve aspirazioni opposte ogni volta ... .
non c'è "separatore" o "valvola", quindi l'aria passa in una direzione poi nell'altra ....
Suppongo quindi che l'aria che si trova nel tubo sinistro, quando il motore aspira verso destra, subisce una depressione e tende a passare sotto il vortice nell'altra direzione ...
quindi movimenti avanti e indietro proprio sotto il vortice ....
che annulla la turbolenza ...
l'unica soluzione più vantaggiosa sarebbe quella di posizionare un vortice all'ingresso di ciascun cilindro, o all'uscita del carburatore, ma nel tubo di ciascun cilindro ...
Dovrò provare, il guadagno potrebbe essere maggiore del mio grande vortice di 71 mm ...
ma c'è un'altra domanda ...
con questi grandi tubi ...
tra carburatore e valvole ...
la miscela ha il tempo libero di trasformarsi un po ', per essere meno bravo ...
Suppongo quindi che sia meglio mettere il vortice nel collettore ma contro il carburatore, la storia che la turbolenza gira lungo tutto il tubo di aspirazione ....
0 x
indipendenza energetica folle, Deuches di Bugatti ....

Eloi
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 34
iscrizione: 10/04/07, 19:12
Località: Toulouse

da Eloi » 10/04/07, 19:52

Ciao a tutti gli sperimentatori del generatore di turbolenza,
Ho scoperto questo gadget la scorsa settimana e non ho potuto fare a meno di provare subito.
Ho un motore a benzina Peugeot 104, 1124 cc con carburatore (diametro 3). Di solito consuma tra 32L e 6.5L.
Poiché non ho avuto il coraggio di smontare il carburatore, ho posizionato il mio aggeggio all'ingresso del carburatore (diametro 50). L'ho fatto da un sottile foglio di teiera piatto. Ci sono 9 alette inclinate a 45 ° e sporgenti di meno di 1 cm all'interno del tubo.
Questo primo prototipo mi ha fatto guadagnare la coppia a bassa velocità e reattività, ma mi ha fatto perdere 10 km / h di velocità massima (140 al collegamento di 150 km / h)
Ho quindi testato altri modelli:
-pale a 70 ° rispetto all'asse del tubo: perdita di accelerazione, ma a 4000 giri / min il motore gira e posso rilasciare l'acceleratore senza che deceleri.
-Lame a 45 ° che si uniscono quasi nel mezzo, quindi sono grandi: un piccolo guadagno di coppia a bassa velocità, ma motore molto lento a tutte le altre velocità.

Quindi credo che ci sia un'inclinazione delle pale per ogni regime del motore e che se vogliamo guidare normalmente (usando una vasta gamma di regimi del motore) le pale non devono essere troppo grandi, o così che siano impostazioni regolabili.
È su quest'ultimo punto che sto attualmente studiando. come realizzare un generatore di turbolenza a geometria variabile ottenibile con un minimo di utensili, sufficientemente solido da non essere aspirato nel motore, che sia impermeabile (per evitare le prese d'aria) e controllabile via cavo?

Eloi
0 x
Buga
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 115
iscrizione: 24/02/05, 11:53

da Buga » 26/04/07, 13:16

beh, ho parlato di un regolatore di turbolenza per qualche tempo, senza dover fare nulla di complicato ...
Ne ho fatto uno, ordinato via cavo, ma non dà risultati ...
Ho notato errori nei calcoli ...
Dovrò ricominciare ....
un cono, tenuto al centro del vortice, sale e scende, allargando o restringendo la quantità di aria che passa attraverso il vortice, cambiando così la sua velocità di rotazione ...
Dovrò ricominciare il mio fai-da-te, ma vedrò che quando avrò tempo ...
0 x
indipendenza energetica folle, Deuches di Bugatti ....
Eloi
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 34
iscrizione: 10/04/07, 19:12
Località: Toulouse

da Eloi » 26/04/07, 15:06

Per la mia Peugeot 104 ho finalmente dei risultati. Nell'ultimo pieno ho consumato 5.8 L / 100 km in un viaggio o di solito consumo tra 6.5 ​​e 7.5 L / 100 km.
Ma sto aspettando che la prossima ricarica sia sicura perché non possiamo avere un'idea di una singola ricarica.
Cordiali saluti, ho provato 3 CON questo serbatoio: due fatti da un foglio piatto e uno (quello che ha fatto il maggior numero di km) fatto da una piccola scatola di crema di castagne che aveva il buono giusto diametro
Tutti e tre avevano 9 lame, ma la loro forma e l'angolo di incidenza non erano identici.

Ho virtualmente immaginato e progettato un generatore di turbolenza "universale" nel senso che è adatto a tutti i regimi.
Ecco alcune immagini (viruels ovviamente)

Immagine

Nel 104 il carburatore è verticale (simbolizzato in metallo spazzolato grigio) ed è chiuso con una scatola di plastica attraverso la quale arriva l'aria (per via trasparente) il generatore di vortice è la parte a dente di sega (colore PVC grigio) e il gioco è fatto un ampliamento di questa stanza da solo:

Immagine

Penso che dovrebbe funzionare fino a una certa velocità perché dimezza la superficie di apertura. secondo me vale la pena provare e penso che non me ne priverò. non appena trovo un blocco di PVC e abbastanza coraggio per iniziare ...

Eloi
0 x
Eloi
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 34
iscrizione: 10/04/07, 19:12
Località: Toulouse

da Eloi » 26/04/07, 16:36

L'ho migliorato un po ':

Immagine

Eloi
0 x
Buga
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 115
iscrizione: 24/02/05, 11:53

da Buga » 01/05/07, 10:15

riflessioni da avere per coloro che hanno realizzato un AVEC e che non hanno prodotto risultati in un paio ...

sul mio deuche, ho avuto un risultato immediato ... da bassa velocità e fino ad alta velocità .... coppia crescente ....
allora...
sapendo che una piccola 435 cc come la mia arriva solo a circa 5000/5500 giri ...
che il carburatore ha un diametro di 51 mm ...
che ho inserito solo 6 pale e che ho lasciato lo stesso diametro di presa d'aria di quello del carburante ...

non è consigliabile che quelli che si trovano in uno stato di avaria calcolino i rapporti di ammissione e la velocità di entrata dell'aria tra la mia doccia e la loro auto, così come gli altri parametri;
e probabilmente ridurre la velocità di turbolenza per ottenere lo stesso rapporto del mio motore ?????

potrebbe funzionare ????

oppure sul mio secondo funziona solo perchè il mio motore è "ancestrale" ????
0 x
indipendenza energetica folle, Deuches di Bugatti ....


 


  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Di nuovo a "motori speciali, brevetti, la riduzione del consumo di carburante"

Chi è in linea?

Utenti che lo stanno visitando forum : Nessun utente registrato e ospite 7