Iniezione di acqua / vapore in un motore?

Suggerimenti, consigli e suggerimenti per abbassare il consumo, processi o invenzioni come i motori convenzionali: il motore Stirling, per esempio. Brevetti miglioramento della combustione: trattamento al plasma iniezione di acqua, la ionizzazione del combustibile o ossidante.
jonule
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 2404
iscrizione: 15/03/05, 12:11

Iniezione di acqua / vapore in un motore?

da jonule » 12/09/05, 10:52

Ti ricordo che esiste una piccola sezione del sito dedicata all'iniezione di acqua nei motori e inizia con una rassegna stampa:

Iniezione d'acqua nei motori: rassegna stampa
0 x

Andre
ricercatore motore di Pantone
ricercatore motore di Pantone
post: 3787
iscrizione: 17/03/05, 02:35
x 10

da Andre » 12/09/05, 16:54

ciao risposta a Jonule et econologie

Ti trovo acerbo questa mattina

Non capisco bene le critiche dell'altro forum che è diverso da questo, tratta lo stesso argomento pantone, ma in una classificazione di riferimento più di genere, mentre qui è un dibattito di idee.
Per uno nuovo che vuole fare un panton è più facile per lui approfondire questi riferimenti,
All'inizio ho provato a inviare foto su questo sito e mi sono scoraggiato abbastanza rapidamente. Molto spesso ho vecchi testi scritti a mano e non voglio perdere tempo a riscriverlo e misurare la mia lingua in un buon francese per metterlo sul forum. l'host di questo forum fa i layout e semplifica i testi nella tua lingua, il francese dalla Francia, come diciamo in Quebec. Quindi penso che stia facendo la sua parte del lavoro.
Capisco anche che se moltiplichiamo il forums ci spargeremo.
Se ci sto forums è per scambiare le mie idee, le mie esperienze, ma anche per imparare cosa hanno fatto gli altri. Più in particolare sul processo panton, quando noto che questo tipo di esercizio non mi porta nulla di costruttivo, dedicherò più tempo alla sperimentazione, piuttosto che alla tastiera.

Andre
0 x
Avatar de l'utilisateur
Lapin
Gran Econologue
Gran Econologue
post: 823
iscrizione: 22/07/05, 23:50
x 1

da Lapin » 18/11/05, 00:59

Non so dove metterlo ma rimane sull'argomento.

1 o 2 mesi fa ho iniziato a mettere il motore della mia auto
su una flebo iniettandolo con acqua.
L'acqua è contenuta in un barattolo ed è aspirata dalla depressione del
motore sul tubo flessibile che aziona il servofreno.
un rubinetto (acquatium) limita il flusso d'acqua (massimo)
e un'altra aspirazione totale.
Una presa d'aria viene praticata prima dell'arrivo al tubo per
può imitare la depressione creata dal motore questa depressione
è regolato da questa presa d'aria che è accoppiata alla farfalla del carburante.
la depressione è proporzionale all'apertura della farfalla.
i condotti sono realizzati con tubi flessibili per acquari.
L'auto: un carburante R19 fase 2 a gpl e risalente al 96.
È un 1400cc. Non proprio un cammello perché senza l'acqua
consuma da 10 a 13 litri di GPL per 100 km, a seconda se dipende
c'è un trailer dietro o no. Con un trailer completo è il
incubo, vado a 18-20 litri, devo dire che sono nel
ardennes e che il paese non è davvero piatto.
Con l'acqua il mio consumo è andato a 8-9 litri senza rimorchio
e ha 11 litri con.
Domanda potere, non ho notato nulla tranne che è necessario
spingere meno l'acceleratore, ma se siamo inarrestabili sul
champignion non cambia nulla.
Ho "drogato" il mio motore con 1 litro di acqua per 100 km, velocità di
guida in autostrada 120 km / h costante. Tranne quando sale
trop : Lol:

Era solo per dire che era possibile e possibile che esistessero margini di miglioramento. Metterò qualche foto domani, se non piove ... :Rotolo:
0 x
Avatar de l'utilisateur
Cuicui
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 3547
iscrizione: 26/04/05, 10:14
x 3

da Cuicui » 18/11/05, 15:22

Ciao coniglio
Interessante il tuo esperimento. È un motore a benzina? Hai un sistema (carburatore o gorgogliatore) per vaporizzare l'acqua prima di iniettarla?
0 x
Andre
ricercatore motore di Pantone
ricercatore motore di Pantone
post: 3787
iscrizione: 17/03/05, 02:35
x 10

da Andre » 18/11/05, 18:32

Ciao Coniglio
Mi sono posto la tua stessa domanda all'inizio della mia esperienza sul diesel quando avevo messo troppa acqua nel reattore Panton, l'uscita era fredda tra i 60 ° C e gli 80 ° C, eppure ho visto un risparmio.
Eppure, dato che non ho un intercooler dopo il turbo, ho pensato che questo mi ha aiutato a raffreddare l'aria dopo il turbo
è per questi motivi che abbasso anche la temperatura di uscita del reattore e ho dubbi nel sapere che è il vapore che il motore deve deglutire, penso che siano gocce molto fini acqua calda caricata con elettricità statica per attrito sull'asta,
colpendo il reattore caldo le gocce vengono strappate ancora più piccole ed elettrificate dalla scissione
(è solo la mia opinione, guarda un'altra storia)
Andre
0 x

Avatar de l'utilisateur
Lapin
Gran Econologue
Gran Econologue
post: 823
iscrizione: 22/07/05, 23:50
x 1

da Lapin » 18/11/05, 22:09

Quello che vorrei provare è un'iniezione diretta di acqua
sotto alta pressione e a 200 ° C nei cilindri subito dopo l'accensione.
Ad esempio con un iniettore controllato da elettromagnete
ferrovia di tipo comune. l'alta tensione di accensione servirà
dopo aver passato una bobina (per avere 12 v) sarebbe usato per attivare brevemente l'iniettore.
Ma non so davvero quale sia il problema degli iniettori
questo rimane nella vaga fase del progetto.
Avere un amico che lavora a Bosh, gli farò la domanda
a volte, è abituato alle mie idee divertenti.
:P
0 x
MobyleX
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 51
iscrizione: 03/12/04, 18:37
Località: Meudon - Francia

da MobyleX » 19/11/05, 00:18

Coniglio ha scritto:Quello che vorrei provare è un'iniezione diretta di acqua
sotto alta pressione e a 200 ° C nei cilindri subito dopo l'accensione.
Ad esempio con un iniettore controllato da elettromagnete
ferrovia di tipo comune. l'alta tensione di accensione servirà
dopo aver passato una bobina (per avere 12 v) sarebbe usato per attivare brevemente l'iniettore.
Ma non so davvero quale sia il problema degli iniettori
questo rimane nella vaga fase del progetto.
Avere un amico che lavora a Bosh, gli farò la domanda
a volte, è abituato alle mie idee divertenti.
:P


Bene, questa è esattamente l'iniezione diretta di acqua che voglio provare !! Consentirebbe un'iniezione di acqua con vaporizzazione istantanea del liquido nella camera di combustione e quindi un aumento della pressione interna nel cilindro (recupero dell'energia calorica solitamente dissipata nello scarico). Potremmo così aumentare considerevolmente l'efficienza termica di un motore: tutta (o quasi) l'energia calorifica risultante dalla combustione del combustibile verrebbe quindi trasmessa in pura energia meccanica durante l'assorbimento di energia e non le gocce d'acqua iniettato (e quindi durante la vaporizzazione dell'acqua). insomma, per contro non posso testarlo.
0 x
Dream è vera libertà, è la speranza, nessuno può fermare.
Andre
ricercatore motore di Pantone
ricercatore motore di Pantone
post: 3787
iscrizione: 17/03/05, 02:35
x 10

da Andre » 19/11/05, 00:46

Buongiorno,
Per gli appassionati di fai-da-te hai grandi ambizioni
La soluzione è allettante ma anche una casa automobilistica avrebbe problemi a ottenere questo tipo di iniezione.
questo significa iniezione diretta nella camera di combustione
acqua ad alta pressione molto riscaldata, quindi una buona pompa dell'acqua per iniettori come un diesel in acciaio inossidabile con un ugello in ceramica (perché l'acciaio inossidabile non è abbastanza duro da resistere al rotolamento del liquido, quindi molto complesso per un motore diesel
un po 'meno un motore a benzina, anche se l'ordine potrebbe essere dato dal segnale di accensione a bassa tensione e dato il ritardo dell'iniettore questo accadrà al momento giusto,
Ancora una volta c'è una questione di dosaggio,
più esperimento nel doping dell'acqua, più me ne rendo conto, ci vuole pochissima acqua perché sia ​​efficace, non appena aumentiamo la quantità in particolare il motore a benzina che degrada e oltre al dosaggio c'è la temperatura che influenza molti parametri da verificare,
Andre
0 x
Avatar de l'utilisateur
Lapin
Gran Econologue
Gran Econologue
post: 823
iscrizione: 22/07/05, 23:50
x 1

da Lapin » 19/11/05, 17:16

Per la temperatura, le calorie sarebbero prese dal
collettore: collettore che fornirà pressione dallo stesso
opportunità.
ho solo bisogno di trovare una piccola pompa idraulica (accettando l'acqua)
fare rifornimento.
ma questo esiste già nell'idraulica.180-200 bar nell'idraulica
è comune.
Dovrà funzionare a 12 V, con un flusso basso. Cosa c'è
standard, quindi la fornitura di acqua è bagnata.
Il vero problema sono gli iniettori e alcuni dati tecnologici come
la pressione del cilindro tra l'accensione e l'evacuazione dei gas.
la temperatura del cilindro durante questo ciclo. Il volume
il vapore dipende dalla temperatura e dalla pressione.
Finalmente piccole cose del genere. :Rotolo:
Problema della bobina di tensione HV, questo non manca dal
rotture.
La cosa mi sembra realizzabile, anche per un tuttofare.

Per quanto riguarda l'industria, gli ingegneri raramente lo sono
domande di riferimento fai da te e come l'industria
si affida a queste persone ....
La differenza tra bricolage e produttori è
mezzi e strumenti. Se dovessimo aspettare che uscissero
grotte saremmo ancora lì.
0 x
Avatar de l'utilisateur
Lapin
Gran Econologue
Gran Econologue
post: 823
iscrizione: 22/07/05, 23:50
x 1

da Lapin » 19/11/05, 19:13

Spiacenti

:Rotolo:
0 x


 


  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Di nuovo a "motori speciali, brevetti, la riduzione del consumo di carburante"

Chi è in linea?

Utenti che lo stanno visitando forum : Nessun utente registrato e ospite 11