I combustibili fossili: petrolio, gas, carbone, nucleare (fissione e fusione)gas di carbone, nuova fonte di energia?

Petrolio, gas, carbone, nucleare, PWR, EPR, fusione calda, ITER, termica, cogenerazione, trigenerazione. Peakoil, esaurimento, economia, tecnologie e strategie geopolitiche.
Ahmed
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 7181
iscrizione: 25/02/08, 18:54
Località: Borgogna
x 518

Messaggio non luda Ahmed » 11/07/15, 12:00

Le diverse tecniche disponibili effettivamente dipendono dalla natura del deposito ...
il CO2 non inquinare i corpi idrici
E poi, è acqua frizzante! 8)

Non dimenticate mai che la produzione di energia, anche il più virtuoso possibile, mai utilizzato solo per scopi invariati e potenzialmente distruttive. Concentrarsi sui modi perso scopi coscienza o mezzi o l'appartenenza implicita, che è vicino a una rassegnazione a tali fini ...
0 x
"Non credere soprattutto che ti dico."

Avatar de l'utilisateur
chatelot16
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 6960
iscrizione: 11/11/07, 17:33
Località: Angouleme
x 233

Messaggio non luda chatelot16 » 14/07/15, 19:43

e alcool in acqua è che può tirare fuori il metano dalla roccia?

non inquinerebbe, renderebbe l'acqua ferruginosa una specie di bourvil!

il metodo è già stato vissuto quando c'è stato un incendio alla fabbrica Pernod Pontarlier ... tutto il materiale è defluito in Doubs ... i giorni della fonte degli affitti sentivano Pernod ... questo è il modo in cui comprendiamo la lode è stata una rinascita del Doubs
0 x
moinsdewatt
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 3690
iscrizione: 28/09/09, 17:35
Località: Isére
x 328

Re: Gas di carbone, nuova fonte di energia?

Messaggio non luda moinsdewatt » 12/03/16, 14:00

Lorraine potrebbe fornire gas di carbone

PASCAL AMBROSI / CORRISPONDENTE | Les Echos 06 / 03 / 2016

Il francese per l'energia aumenterà 70 milioni di € per una prima operazione entro la fine 2017. Essa desidera stipulare accordi di distribuzione con partner regionali.


gas di carbone, ha detto che il "esplosione di gas" era l'ossessione dei minori. Si potrebbe in ultima analisi, ridurre il saldo del commercio energetico della Francia, sostituendo il gas naturale importato. La Società Francese di Energia in Forbach (Moselle), un ufficio di ricerca di una ventina di dipendenti, si prepara a sfruttare la fine 2017, una prima piattaforma di rilevamento di gas dalla cantina ex bacino Moselle a Longeville-lès-Saint-Avold. fine 2015, la Società ha ottenuto la prefettura di permessi Mosella fare perforazioni esplorative. Una raccolta di fondi, fino a 70 milioni, sarà lanciato a questo scopo. "Siamo alla ricerca di investitori in grado di accompagnarci nel lungo periodo, perché ci siamo impegnati a investimenti a lungo termine. La vita operativa del giacimento di gas Lorraine sarà di circa venticinque o trent'anni ", ha detto Julien Moulin, Presidente della società, sostenuta da un primo azionista di famiglia e gli investitori istituzionali francesi ed europee già impegnato 40 milioni nella ricerca di gas sotterranee houille.Issue del gruppo europeo del gas australiano Limited, ora in Lorena dal 2009, francese per l'energia si basa su dati geologici dalle vecchie miniere operative Charbonnages de France per valutare le riserve di gas si trovano in giacimenti di carbone. Verified by Petroleum Institute francese, questi sarebbero nell'ordine dei 400 miliardi di metri cubi, pari al quasi dieci anni di consumo interno.

Una tecnica non invasiva

Per avviare la produzione di questo gas composta quasi 96% di metano, la società ha chiesto al prefetto della licenza di esercizio Mosella. Fiducioso, il presidente ha sostenuto che la produzione di gas sarà effettuata da una tecnica non invasiva. "Useremo le crepe naturali di carbone per pompare gas per semplice differenza di pressione", dice, facendo notare di passaggio che la fratturazione idraulica, molto controversa, è vietato in Francia dal 2011. Julien Moulin si basa anche su uno studio pubblicato all'inizio di febbraio dall'Institut für Energie und Umweltforschung (Ifeu), laboratorio di riferimento tedesco per la ricerca dedicata a energia e l'ambiente con sede a Heidelberg. I risultati rivelano che questa energia di alta qualità e 100% emette francesi in media molto meno gas serra rispetto ad altre fonti convenzionali. Tanto più che la vicinanza di molti consumatori regionali, tra cui i costi di trasporto industriali, limite e il prezzo finale. Un'altra promessa, il progetto potrebbe generare la creazione di posti di lavoro 300 medio termine. La popolazione locale, lei è preoccupato per i rischi connessi con l'uso di sostanze chimiche. Alla fine di novembre, una protezione dell'ambiente locale Association (Apel) è stato creato per opporsi alla messa in funzione di sei pozzi nel comune di Longeville-lès-Saint-Avold e molto da Zimming. "Un incontro a metà marzo, è organizzato dal prefetto con l'azienda e rappresentanti dei comuni e altre associazioni", spiega chiamata membro Hervé-Cyril Losson. L'associazione sostiene inoltre il voto contrario - puramente consultive - consigli comunali interessati. Alla fine, l'energia francese brama lo sfruttamento del gas di carbone nella Saar e Vallonia.


http://www.lesechos.fr/pme-regions/actu ... 204930.php
0 x
moinsdewatt
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 3690
iscrizione: 28/09/09, 17:35
Località: Isére
x 328

Ri:

Messaggio non luda moinsdewatt » 25/02/17, 13:59

French gas di carbone energia estratto con un nuovo processo

Il PASCAL AMBROSI 07 / 02 / 2017

Immagine

Situato nei pressi di Lachambre, vicino a Saint-Avold Mosella, la torre eretta in dicembre dal francese per l'energia non passa inosservato. Fino a primavera, perfora il seminterrato in cerca di gas di carbone intrappolato tra 1.000 e 1.500 metri di profondità in giacimenti di carbone che non sono mai state sfruttate. Si tratta di raggiungere un primo metri 8 1.103 di spessore in metri. "Stiamo utilizzando questo sito ancora la tecnologia non utilizzata in Europa occidentale", dice Ronan Séguier, medico della geologia. Qui, non fratturazione idraulica - anche vietato in Francia - o iniettata con acqua o sostanze chimiche, come per lo sfruttamento del gas di scisto. "Il gas viene estratto dal differenziale di pressione, utilizzando le crepe naturali di carbone," ha detto. Concretamente, è per pompare l'acqua presente nelle cuciture carbone da uno scarico, quindi inviato alle stazioni di lavorazione. Questo libera lo strato di gas, portato alla superficie da un secondo scarico, può essere iniettato direttamente nella rete di distribuzione. Questo è davvero un composto di gas metano 96% contro il 93% per il gas importato. La posta in gioco è alta, perché il seminterrato del bacino carbonifero della Mosella è l'equivalente di sei anni di consumo di gas in Francia. L'azienda spera di Commissione nei prossimi anni diversi pozzi, generando una produzione di oltre 700 milioni di metri cubi per dodici. Per espandere la loro area di produzione, questi pozzi utilizzeranno un cosiddetta tecnica stella-innovativa. "Stabilire l'obiettivo di" scarico zero ", si tratta di una prima in Francia su un sito di perforazione," insiste Laurence Franke, portavoce della società. Per evitare il rischio di inquinamento delle acque sotterranee, pozzi sono realizzati secondo il metodo della cassaforma in acciaio tripla e calcestruzzo.


http://www.lesechos.fr/pme-regions/inno ... 063112.php
0 x
moinsdewatt
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 3690
iscrizione: 28/09/09, 17:35
Località: Isére
x 328

Re: Gas di carbone, nuova fonte di energia?

Messaggio non luda moinsdewatt » 12/01/19, 22:29

Come la città di Bethune riscalderà il mio gas

Rémi Amalvy Factory Nuovo il 03 / 01 / 2019

Un vero pioniere in questo campo, Bethune (Pas-de-Calais) riciclerà il famigerato gas di miniera per alimentare la sua rete di calore urbano. Un'operazione che dovrebbe consentirgli di realizzare risparmi significativi, in una città in cui 28% della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà.

Questo è un primo del genere e una piccola rivoluzione nel mondo dell'energia. La città di Bethune (Pas-de-Calais) riciclerà il gas della miniera per alimentare la sua rete di calore urbano, riferisce Libération. Anche se l'estrazione del carbone dal bacino minerario è stata fermata a 1990, il famigerato fuoco di legna, responsabile di esplosioni mortali e di grandi inquinanti, è ancora presente negli scantinati.

Dopo la scadenza del vecchio e costoso contratto operativo di rete, è stato lanciato un nuovo bando di gara. È la società Dalkia, con la sua proposta originale, che è stata mantenuta. Il gas della miniera verrà utilizzato per creare calore ed elettricità. Il suo utilizzo sarà abbinato al calore generato dall'inceneritore di rifiuti della città per limitare l'uso di gas naturale.

76% di energia verde da 2021

Risultato: un teleriscaldamento alimentato da energie verdi a 76% da 2021 e da 88% a 2030. Inoltre, come energia di recupero, il grisù è tassato solo al 5% invece del solito 20%. Qualcosa per passare il costo di megawatt / ora, secondo il sindaco di Bethune - il cui 28% della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà - citato da Liberazione, di 100 a 65 euro (euro 300 salvati all'anno) e la rete di uno dei più costosi per uno dei più economici in Francia.

A questo si aggiunge un'estensione della rete, per coprire le case 6 800 anziché l'attuale 3 700. Una capacità che dovrebbe consentire di servire strutture pubbliche, come l'ospedale, e di risparmiare denaro per ridurre le tariffe di alcuni servizi pubblici, come i centri ricreativi, secondo il municipio. È in corso una riflessione per estendere il dispositivo alle singole case.

Il contratto è stato convalidato a luglio 2017

La storia non è nuova. Il contratto è stato convalidato dalla città di Bethune nel mese di luglio 2017, come detto da La Voix du Nord. Per indirizzare il gas, si svolgono diversi lavori. I tubi vengono costruiti per trasportare il gas della miniera tra la stazione di pompaggio di Divion e il distretto di Mont-Liébaut, dove verrà costruita una nuova sala caldaie. I costi, stimati in 11,8 milioni, sono sostenuti da Dalkia.

https://www.usinenouvelle.com/article/c ... ne.N788574
1 x




  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Torna "I combustibili fossili: petrolio, gas, carbone, nucleare (fissione e fusione)"

Chi è in linea?

Utenti che lo stanno visitando forum : Nessun utente registrato e ospite 2