carbu

Iniezione d'acqua nei motori termici e il famoso "motore pantone". Informazioni generali. Ritagli di stampa e video. Comprensione e spiegazioni scientifiche dell'iniezione d'acqua nei motori: idee per assemblaggi, studi, analisi fisico-chimiche.
Avatar de l'utilisateur
camel1
ricercatore motore di Pantone
ricercatore motore di Pantone
post: 322
iscrizione: 29/01/05, 00:29
Località: Loire
x 1
Contatto:

da camel1 » 03/09/05, 16:09

Salut à tous!

Per rispondere ad André, è fuori questione inviare vapore acqueo nel motore. Ciò che dobbiamo inviare (a livello di aspirazione) è una miscela di aria (maggior parte) e di gas "GEET", creata dal passaggio nel reattore di una miscela di aria e vapore di acqua. Dire che stiamo inviando vapore acqueo nel motore è irragionevole e scorretto.

Se nei tuoi test con un bollitore elettrico, hai inviato principalmente vapore acqueo nella camera di combustione, il tuo motore deve aver imperversato, per mancanza di aria, quindi di ossigeno, che rimane l'ossidante essenziale per la reazione con il carburante. In queste condizioni, non è sorprendente che tu abbia ottenuto cattivi risultati.

Per tornare al generatore di vapore che sto costruendo, ho cercato di riprodurre ciò che sta accadendo nel gorgogliatore (nel caso del doping al 100% di acqua). Abbiamo aria fresca che si agita per aspirazione dell'acqua riscaldata a 90 ° C, e ciò che accade all'ingresso del reattore è quindi una miscela di aria e vapore acqueo.

Nel mio sistema, produco vapore che arriva in una stanza dove si mescola con aria fresca, proveniente dal filtro dell'aria, con l'essenziale vantaggio che non ci sono restrizioni sull'ammissione , dal momento che non devo combattere contro la colonna d'acqua di un gorgogliatore.

Una semplice valvola per la regolazione della portata d'acqua, dal serbatoio di accumulo, invierà solo la quantità necessaria per il funzionamento del reattore in modalità di rallentamento.
Se funziona non appena rallenta, funzionerà a tutte le velocità, poiché ho fornito a 4 reattori un'asta da 100 mm per trattare la miscela aria / vapore. La quantità di miscela sarà quindi condizionata solo dall'aspirazione, cioè infine dalla velocità del motore ...

Per tutti, non confondere ciò che viene inviato nell'ammissione. Il ruolo del reattore è di ricondizionare la miscela aria / vapore che passa all'interno, per una sorta di pirolisi. Se viene raggiunta la temperatura minima perché si verifichi, non abbiamo più una miscela aria / vapore all'uscita, ma ... qualcos'altro.

Come ho detto nel mio post sul progetto del banco di prova, sarebbe più che interessante caratterizzare questa miscela di gas (chiamata GEET) per uscire dalla nebbia della sperimentazione con prove ed errori, ma probabilmente arriverà un giorno ...

Nel frattempo, continuerò a costruire e modificare il mio prototipo sul mio 205 e ti terrò aggiornato non appena avrò qualcosa di nuovo!

Inoltre,

Michel
0 x
Eravamo sul punto, ma abbiamo fatto un grande passo avanti ...

Andre
ricercatore motore di Pantone
ricercatore motore di Pantone
post: 3787
iscrizione: 17/03/05, 02:35
x 10

da Andre » 03/09/05, 17:45

Ciao risposta cammello
Penso che le mie spiegazioni siano state fraintese
Il motore disegna la maggior parte della sua valvola dell'aria di combustione dopo il reattore, poco prima dell'ammissione disegna una piccola porzione anche attraverso il pantone, era un motore a benzina che funzionava con olio combustibile in pantone.
nella presa d'aria del pantone lo faccio assorbire una piccola parte del vapore fatto con il bollitore e l'aria, mai il vapore viene forzato lascia un tubo in X e l'aria aspirata prende il vapore da la depressione, ex, ritorna nell'atmosfera. L'ho confrontato con l'aspirazione attraverso un gorgogliatore d'acqua, con il gorgogliatore funziona, ma con il vapore surriscaldato non funziona.
Andre
0 x
Avatar de l'utilisateur
L'ex Oceano
modérateur
modérateur
post: 1570
iscrizione: 04/06/05, 23:10
Località: Lorena - Francia
x 1

da L'ex Oceano » 03/09/05, 18:48

Per ottenere un effetto elettrostatico, ci devono essere goccioline d'acqua che si muovono e sfregano contro le pareti tra il tubo e l'asta. Il vapore secco non sarà adatto.

Queste cariche elettriche possono portare a reazioni chimiche radicali o gli elettroni strappati creeranno radicali liberi.

Questi radicali liberi consentiranno alle reazioni chimiche con ossigeno e acqua di portare a composti ossigenati come alcool, chetone, aldeidi e riarrangiamento molecolare (principalmente con chetoni e aldeidi) delle molecole più piccole.

Durante la mia tesi in oceanologia, stavo facendo fotochimica e geochimica marina organica e ho studiato questi fenomeni, dai radicali liberi creati da molecole che assorbono la luce chiamata fotosensibilizzatori e trasmessi a d altre molecole (compresi gli idrocarburi) che hanno reagito spontaneamente con acqua e ossigeno.

Da un alcano, arrivammo ad avere diversi chetoni, alcoli, aldeidi e con gli alcheni, riarrangiamenti molecolari che portavano alla rottura della catena HC.

La mia teoria di ciò che sta accadendo nel reattore è questa:

Il plasma è troppo energico per essere prodotto, non è certo il fenomeno in gioco.

L'attrito delle goccioline d'acqua provoca elettricità statica (lo sappiamo da secoli), il che implica l'uso di un vapore umido (gorgogliatore, nebulizzatore, carburatore) e non un vapore secco.

Gli elettroni sradicati possono formare radicali liberi con acqua, ossigeno e HC e da lì, numerosi studi hanno dimostrato che potremmo avere:

ossidazione - Un combustibile ossidato funziona meglio e produce meno inquinamento.
Riarrangiamento molecolare con catena HC ridotta - combustibile più volatile, più vicino a un gas quindi migliore combustione - È un craking.
Incorporazione di idrogeno dalla molecola di acqua rotta - Niente più "carburante" da bruciare, quindi più energia da recuperare.
Radicali liberi: Durata della vita di alcune decine o centinaia di millisecondi, quindi hanno il tempo di reagire con HC, anche dopo aver lasciato il reattore e l'aspirazione nel cilindro - Spiegazione dei guadagni ottenuti da PMC con il diesel, perché non c'è "craking" nel reattore, le reazioni possono avvenire nel cilindro con i radicali liberi non reagiti.

Questo è il motivo per cui sono convinto che il PMC non sia un'illusione degli economisti settari ma una realtà scientifica, con disappunto di alcuni.
0 x
[Modalità MODO = ON]
Zieuter ma non pensare di meno ...
Avatar de l'utilisateur
Cuicui
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 3547
iscrizione: 26/04/05, 10:14
x 3

da Cuicui » 03/09/05, 19:51

Non avendo ancora un prototipo di Pantone a portata di mano e quindi incapace di controllare da solo, invito coloro che sono più avanzati di me a rispondere a una domanda che mi infastidisce: il gas proveniente da una miscela d'aria vapore secco (doping solo con acqua, senza carburante) all'uscita del Pantone è infiammabile?
0 x
Avatar de l'utilisateur
L'ex Oceano
modérateur
modérateur
post: 1570
iscrizione: 04/06/05, 23:10
Località: Lorena - Francia
x 1

da L'ex Oceano » 03/09/05, 20:12

Sulla base di ciò che ho delineato sopra, non dovrebbe, ma è vero che non l'ho provato.
0 x
[Modalità MODO = ON]

Zieuter ma non pensare di meno ...

Avatar de l'utilisateur
zac
ricercatore motore di Pantone
ricercatore motore di Pantone
post: 1446
iscrizione: 06/05/05, 20:31
Località: Piton St Leu
x 2

da zac » 05/09/05, 20:03

ciao
no, ma offre "castagne" lì.
La mia idea, (non basata su alcuna base scientifica ma sulla mia esperienza sui motori e sul mio naso), è che non è un carburante ma un super ossidante.
@+
zac
0 x
Ha detto la zebra, Freeman (razza in via di estinzione)
Questo non è perché io sono CON io non cerco di fare cose intelligenti.
Cozy
Ho scoperto econologic
Ho scoperto econologic
post: 1
iscrizione: 28/08/05, 18:26

da Cozy » 07/09/05, 10:24

Grazie EX-OCEANO per vere spiegazioni scientifiche. È bello averli tra tutti questi.
Resta il fatto che il risultato si basa su esperienza, suggerimenti, sperimentazione per ottenere una buona affidabilità riproducibile.
In attesa di leggere nuove spiegazioni o ragionamenti scientifici.
Bernard
0 x
Avatar de l'utilisateur
Christophe
modérateur
modérateur
post: 56974
iscrizione: 10/02/03, 14:06
Località: pianeta Serre
x 1915

da Christophe » 07/09/05, 17:11

Sì, eccellenti ipotesi ... Soprattutto perché sono più che plausibili. Finalmente un vero chimico che sta esaminando l'argomento!
0 x
Ce forum ti ha aiutato? Aiutalo anche tu in modo che possa continuare ad aiutare gli altri - MIGLIORIAMO I NOSTRI SCAMBI SU FORUM - Pubblica un articolo su Econology e Google News


 


  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Torna a "Iniezione d'acqua nei motori termici: informazioni e spiegazioni"

Chi è in linea?

Utenti che lo stanno visitando forum : Nessun utente registrato e ospite 10