Esecuzione di un banco di prova

Iniezione d'acqua nei motori termici e il famoso "motore pantone". Informazioni generali. Ritagli di stampa e video. Comprensione e spiegazioni scientifiche dell'iniezione d'acqua nei motori: idee per assemblaggi, studi, analisi fisico-chimiche.
Cammello
Ho scoperto econologic
Ho scoperto econologic
post: 7
iscrizione: 17/11/04, 00:11

da Cammello » 17/11/04, 00:19

Un saluto a tutti!

Ho già pubblicato questo messaggio sul forum PMC, ma è stato bloccato per una settimana e l'ho appena scoperto forum Quanthomme ...

Non ho ancora prodotto nulla di concreto su questo forum che sono stato con interesse per molto tempo.
Sono uno dei "partecipanti silenziosi" e come loro, di solito parlo solo quando ho cose da dire?

Questo è il caso oggi, ho appena inserito la sezione del file forum PMC un Pdf chiamato Pantone Reactor Assessment Project.pdf.

Questo è il risultato delle mie cogitazioni, alimentate da ore di lettura in questo forum e altrove, dalle mie esperienze di ricerca e sviluppo nell'elettronica industriale (anche se ultimamente non è stata la mia attività?).

La lettura dei tuoi messaggi conferma la validità di queste riflessioni.

Sfortunatamente, la mia attività principale e prioritaria, per ora, è la musica! E sono frustrato per non essere in grado di sperimentare, tuttavia ho idee e suggerimenti da portare al gruppo.

Ho letto appassionatamente il dibattito iniziato da Christophe, con la sua pavimentazione nello stagno. Soprattutto dal momento che in questo preciso momento, ero a un certo punto delle mie riflessioni sullo sviluppo di un banco di prova Pantone in cui mi sembrava ovvio che tale lavoro richiedesse di riflettere seriamente sul nostro modo di collaborare infatti.

Ognuno di noi ha delle abilità, qualunque esse siano. E va bene, dal momento che questo progetto è multidisciplinare. Tutti possono trovare il loro posto. E paf, Christophe equilibra la sua lettera? Quindi sono pienamente d'accordo con l'idea che stiamo organizzando. Soprattutto perché questo progetto si adatta perfettamente all'idea di unire le forze. Per essere concreti, ecco il tipo di organizzazione che potremmo creare:

Per quanto riguarda il quadro, preferirò la legge sull'associazione 1901. Non è costoso, puoi avere un conto bancario (integrato principalmente da quote associative e donazioni). Lo scopo di questa associazione sarebbe, ad esempio, ridurre gli sprechi e l'inquinamento e il consumo di combustibili fossili. La sua missione principale sarebbe quella di gestire un sito Web aperto ai membri, fornendo loro tutte le strutture per accedere ai documenti, fornire contributi (competenze, materiale, finanziario, logistico?) E organizzare il lavoro.

Dobbiamo davvero tener conto del fatto che siamo sparsi in tutta la Francia, e anche oltre (non è vero Quebecers? J)
I gruppi devono quindi essere organizzati per regione, se possibile non troppo distanti.
Detto questo, il problema non si presenta né per il materiale né per i soldi che vengono trasportati molto bene.

Teoricamente, un'associazione può chiedere sussidi, ma credo che nel nostro caso non valga nemmeno la pena pensarci. Tutto sarà fatto con i nostri fondi (è la garanzia della nostra indipendenza?)

Per fare un ulteriore passo avanti nel concreto, direi persino che un ragazzo come Christophe, un giovane ingegnere che ha già eseguito un banco di prova, con a priori molte delle competenze necessarie, oltre al guaio, potrebbe essere ben supportato finanziariamente da un sistema di borse di studio, e logisticamente, con tutte le attrezzature necessarie per inviarlo al suo laboratorio, per consentirgli di condurre la manipolazione, chiedere aiuto ai PMCist e andare avanti per l'amor di Dio, andare avanti!

Bene, mi sto portando via, ma penso che, dati i nostri mezzi, che non sono quelli delle multinazionali, sarebbe bene salvarci la reinvenzione della ruota e designare alcune persone a lavorare su questa o quella parte del dispositivo. .
Se vogliamo fare un banco di prova, dovremo centralizzare tutto questo ad un certo punto. Le parti possono essere prodotte da So-and-so che può saldare l'acciaio inossidabile, rispetto a Telautre che fornisce il programma di gestione della movimentazione, ecc. Ma alla fine, tutto questo dovrà essere assemblato a casa di qualcuno, con un minimo di conoscenza, circondato se necessario da altre persone del gruppo per iniziare le manipolazioni.

Ho preso l'esempio di Christophe, ma penso che non sia l'unico candidato idoneo, per fortuna (questo forum è ricco, te lo dico io!).

Sarei felice di leggere le tue reazioni a questo messaggio.

Il mio vero nome è Michel Lathuraz, ma in forum, Ne uso un altro per non essere bombardato dallo spam?

Buone cogitazioni, amichevole,

Michel
0 x

Avatar de l'utilisateur
krissg29
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 80
iscrizione: 07/11/04, 21:26
Località: centro Finistere
x 2

da krissg29 » 17/11/04, 23:38

Ciao Michel

Sono nuovo a forums e basta leggere il progetto del banco di prova.

Ho qualche suggerimento, forse non saggio proveniente da uno nuovo ma ... bravo! Proverò a metterlo in ordine.

Ho visto in una delle risposte che il ventilatore di "alimentazione" dovrebbe essere un ventilatore di "aspirazione" perché il reattore dovrebbe essere piuttosto in depressione. Penso che i 2 sistemi dovrebbero essere "testabili" piuttosto un po 'di idraulica extra. In termini di Pantone con gorgogliamento dei gas di scarico, non è noto fino a che punto soffiano (si gonfiano?) Nel gorgogliatore. In ogni caso, sarebbe interessante sapere se il reattore funziona meglio sotto pressione o sotto vuoto e con aria o atmosfera neutra (oltre all'acqua o al carburante o entrambi).

Molti dicono che l'acqua nel gorgogliatore non dovrebbe essere riscaldata a più di 80-90 ° per evitare l'evaporazione: perché? Perché creare un sistema di nebulizzazione (minuscole goccioline di acqua liquida) anziché vapore acqueo? un gas sarebbe normalmente più facile da trattare nel reattore di un liquido. E se no: perché?
(In effetti sono più domande che suggerimenti!)

Non andrò troppo lontano sul tubo di vetro, non conosco le resistenze del materiale. Ma se il reattore deve essere in acciaio, il tubo di alimentazione (freddo) può forse essere realizzato in materiale trasparente (plastica?). Mostrerebbe il plasma.

Cosa succede se il carbonio e il ferro nell'acciaio del reattore svolgono un ruolo nella decomposizione dell'acqua o nella creazione e manutenzione del plasma? So che ci sono reattori in acciaio inossidabile che funzionano, ma se ricordo i miei corsi di metallurgia, l'acciaio inossidabile è un acciaio debolmente ferroso ma sempre con carbonio. Ci sono persone che hanno notato l'usura dell'asta a lungo termine?

Le tue misurazioni della temperatura da parte di termocoppie prodotte e montate a modo tuo sono possibili solo se il tubo del reattore è realizzato in vetro (isolante elettrico). Ma non so cosa misuri un insieme di coppie sullo stesso riferimento elettrico (l'asta), che prende temperature diverse lungo la sua lunghezza. Le diverse coppie non si influenzeranno a vicenda? Ammetto che non ho idea di sostituire le termocoppie a parte l'infrarosso.

Per quanto riguarda il riscaldamento, non vedo nulla di scioccante

Sarebbe inoltre necessario essere in grado di eseguire prove con dimensioni diverse per il reattore e la sua canna, come previsto da Christophe Martz sul suo banco.

Spero che questa sia un'analisi costruttiva e se tutti danno idee, dovremmo essere in grado di pensare (quasi) a tutto.

In ogni caso, il tuo banco di prova mi sembra un'ottima base di lavoro.

Bonne continuazione.

Christophe
0 x
Non deve essere confuso e ingegnere geniale
Avatar de l'utilisateur
SUPERFORM
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 294
iscrizione: 09/11/04, 14:00

da SUPERFORM » 18/11/04, 08:46

Buongiorno,

Sono l'autore della risposta su PMC-France ...

per quanto riguarda la temperatura nel gorgogliatore, non deve essere generato vapore. Perché? perché rischia di essere rapidamente riconsensato. idealmente, evaporazione naturale, che si condensa meno rapidamente.
La reazione è migliorata quando è un vapore secco che entra nel reattore e il vapore acqueo (acqua riscaldata) è vapore umido (Christophe Martz mi correggi se dico stupidità)
La nebbia, se eseguita correttamente, consente a queste goccioline di evaporare naturalmente a contatto con l'aria (forse un po 'calde se le goccioline sono più grandi di qualche micron), quindi hanno vapore secco. ..

Per quanto riguarda il ruolo del carbonio e dell'acciaio, secondo tutte le prove, non c'è usura o alterazione di un'asta di ferro. Qualcuno aveva persino suggerito che il ferro ricostituito immediatamente dopo la reazione, ma a quel tempo ci sarebbe stata rugosità perché gli era impossibile ricostituire nello stesso posto esatto ... Inoltre, si raccomanda avere un'asta e una superficie interna il più lisce possibile, potrebbe non essere per niente ... secondo alcuni sarebbe facilitare il passaggio allo stato del plasma ...

Seb.
0 x
Avatar de l'utilisateur
Christophe
modérateur
modérateur
post: 57130
iscrizione: 10/02/03, 14:06
Località: pianeta Serre
x 1952

da Christophe » 21/11/04, 11:44

Ho messo il documento in questione sull'econologia:

https://www.econologie.com/download.php?lng=fr

ou

https://www.econologie.com/file/restricted/...eur_pantone.pdf

per coloro che sono già membri del sito.

Ho letto il documento e ti do i miei commenti.
0 x
Ce forum ti ha aiutato? Aiutalo anche tu in modo che possa continuare ad aiutare gli altri - MIGLIORIAMO I NOSTRI SCAMBI SU FORUM - Pubblica un articolo su Econology e Google News
Avatar de l'utilisateur
Christophe
modérateur
modérateur
post: 57130
iscrizione: 10/02/03, 14:06
Località: pianeta Serre
x 1952

da Christophe » 22/11/04, 21:35

Ho letto la prima parte (fino alla Figura 1) qui sono le mie osservazioni:

1) Non bruceremo mai acqua pura con il sistema, quindi dobbiamo fornire un'iniezione di carburante (qualsiasi) a monte del reattore prima o dopo l'iniezione di acqua.

2) Per il circuito di scarico (riscaldamento) perché passare attraverso l'aria (e quindi il dimensionamento di uno scambiatore complesso) mentre si riscalda direttamente dai gas di combustione del bruciatore?

3) Fornire prese di pressione nella stessa posizione delle prese T ° lungo il reattore

4) Per il modulo: alcune piccole osservazioni rompono la serietà (e quindi la credibilità) del documento (stile: "non è impazzito" .. le faccine). È un peccato perché l'autore si è preso cura di il resto ....

Questo è tutto ciò che vedo al momento ...
0 x
Ce forum ti ha aiutato? Aiutalo anche tu in modo che possa continuare ad aiutare gli altri - MIGLIORIAMO I NOSTRI SCAMBI SU FORUM - Pubblica un articolo su Econology e Google News

Cammello
Ho scoperto econologic
Ho scoperto econologic
post: 7
iscrizione: 17/11/04, 00:11

da Cammello » 23/11/04, 23:18

Ciao a tutti, e soprattutto Christophe!

In risposta al tuo messaggio:

* 1) Non bruceremo mai acqua pura con il sistema, pertanto dobbiamo fornire una * iniezione di carburante (qualsiasi) a monte del reattore prima o dopo * l'iniezione di acqua.

Forse non ero abbastanza chiaro nella mia presentazione ... Torno alla domanda di base, vale a dire per caratterizzare il fenomeno che sta accadendo nel reattore. A partire dall'analisi degli assiemi drogati, in particolare sui trattori. È davvero solo una miscela di aria / acqua che passa, portando il miglioramento che conosciamo. Nella mia mente, l'idea di un banco di prova è di riprodurre l'ambiente fisico del motore termico, padroneggiando i diversi parametri, visti dal reattore. Alla fine si tratta di sapere se si verificano o meno le fessurazioni dell'acqua e, in tal caso, a quali condizioni ... sapere che PlomLaBricole ha recentemente ottenuto risultati convincenti (da confermare comunque) "bruciando acqua nella sua caldaia!

* 2) Per il circuito di scarico (riscaldamento) perché passare attraverso l'aria (e * quindi il dimensionamento di uno scambiatore complesso) mentre si riscalda * direttamente dai gas di combustione del bruciatore?

L'idea può effettivamente sembrare un po 'contorta, ma anche qui l'obiettivo è quello di avvicinarsi il più possibile alle reali condizioni di funzionamento del reattore, ovvero che il suo riscaldamento provenga dai gas di scarico nella direzione opposta, la cui temperatura scende a man mano che si avvicinano all'uscita -> la temperatura non sembra la stessa lungo tutto il tubo.
Non dovremmo inoltre dimenticare il parametro del flusso di gas, che avrà necessariamente un'influenza sull'ingresso di calore nel reattore. Non dobbiamo perdere di vista il fatto che vogliamo simulare un motore di un'auto, chiamato a funzionare da una velocità di decelerazione a tutta la velocità, e che desideriamo vedere il reattore entrare in azione anche al rallentamento. In questa prospettiva, il controllo del flusso di gas di scarico non è secondo me un lusso superfluo!

* 3) Fornire prese di pressione nello stesso posto delle prese T ° lungo * il reattore

Non mangia pane, ho pianificato un "programma minimo" ma possiamo effettivamente aggiungere una misura delle pressioni, come suggerisci.

* 4) Per il modulo: alcune piccole osservazioni rompono la serietà (e quindi la * credibilità) del documento (stile: "non è impazzito" .. le faccine). È un peccato * perché l'autore si è dato male per il resto ....

Quindi lì, Christophe, le mie braccia stanno cadendo! Ho fatto un pizzico di umorismo, nel mezzo di una presentazione rigida, solo per mettere il dito su una domanda delicata riguardante il tubo di vetro. Quando dico "se non si è spento ..." intendo "se il tubo di vetro del reattore non si è rotto sotto l'effetto dell'espansione, richiedendo di fornire gli spazi funzionali necessari e sufficienti tra il tubo in vetro, nucleo (e relativi perni di centraggio), e probabilmente anche tra il tubo di vetro e il tubo esterno, ai passaggi.

Ho pensato che fosse ovvio.

Mi sarebbe piaciuto avere la tua opinione piuttosto sul principio, concordando sul fatto che tutto è perfezionabile e che non posso aver pensato a tutto!

Questo è tutto, per ora, è tutto ciò che devo dire ...

Amicalement

Michel
0 x
Avatar de l'utilisateur
Christophe
modérateur
modérateur
post: 57130
iscrizione: 10/02/03, 14:06
Località: pianeta Serre
x 1952

da Christophe » 24/11/04, 20:34

Bene ho finito per trovare il tempo di leggere l'intero documento, il resto delle mie osservazioni:

- Per caratterizzare il "geet" del gas sarebbe più prudente sottoporsi a una pesatura (quindi, naturalmente, analisi di massa) ... mmm .. riempiendo un pallone tampone, ad esempio, che peseremmo più tardi o vivremmo? Il pb potrebbe essere la temperatura ... ma nessuno forza la palla ad essere di gomma, è solo un'immagine ...

- Non è necessario perdere tempo a realizzare termocoppie (senza contare gli strumenti di analisi per passare al PC e alla calibrazione ..) È necessario ACQUISTARE termocoppie, preferibilmente incamiciate (per evitare disturbi elettrici che potrebbero prodotto nel reattore), oppure utilizzarne uno montato su una "striscia" scorrevole (montata sull'asta o nello spazio anulare). Anche l'acquisto del regolamento T ° o di un lettore universale di termocoppie è molto meglio.

- Sì per l'analisi a infrarossi ... E a livello di ultravioletti? Forse sarebbe meglio fare un'analisi spettrale? Tramite una lampada, di caratteristiche ben note, che illumina un lato del reattore mentre all'altra estremità un prisma decompone questa luce ... avremmo quindi, dopo l'analisi dello spettro, informazioni precise sui nuclei atomici (idea perfezionare con i fisici!)

- Risuonatore piezoelettrico: prestare attenzione alla portata, spesso bassa che il sistema consente ... un iniettore / nebulizzatore montato a monte di questo sistema potrebbe compensare "un po '" questo fattore limitante ...

- Per il bruciatore: impossibile convertire uno scambiatore gas-liquido in gas-gas .... o quindi con bassissima efficienza! Continuo a pensare che iniettare direttamente i gas di combustione da questa caldaia aumenterebbe la temperatura senza il problema del dimensionamento dello scambiatore di calore Il problema è che le caldaie hanno un T ° e il relativo flusso d'aria ... Un'alternativa sarebbe quindi quella di far funzionare la caldaia in pentola piena e montare una pompa d'aria aggiuntiva DOPO il bruciatore e PRIMA del reattore che potrebbe raffreddare i gas + o - caldi per spazzare l'intervallo T ° desiderato.

- Scelta dei materiali: pkoi non pianificare uno studio delle diverse coppie reattore / nucleo? L'autore sembra conoscere bene la termocoppia, stiamo parlando della generazione di elettricità nel reattore, quindi è possibile che si comporti come una termocoppia ... lo studio dei materiali e un paio di materiali sarebbe saggio! [/ Font ]
Voila ... Penso che non sarebbe male includere / correggere il .pdf che ho messo sul sito o fare una seconda versione.

ps: la mia osservazione sulla credibilità non era personale ma mi sono messo al posto di uno scienziato scettico che cade sul tuo documento ... Tutto bene fino a questa osservazione ... Non penso che un "bene scienziato "leggi oltre dopo esserci caduto sopra ...
0 x
Ce forum ti ha aiutato? Aiutalo anche tu in modo che possa continuare ad aiutare gli altri - MIGLIORIAMO I NOSTRI SCAMBI SU FORUM - Pubblica un articolo su Econology e Google News
Cammello
Ho scoperto econologic
Ho scoperto econologic
post: 7
iscrizione: 17/11/04, 00:11

da Cammello » 25/11/04, 12:44

Hi!

Le osservazioni e i suggerimenti di prova mi sembrano giudiziosi. Per quanto riguarda le modifiche al PDF, potrei scaricare (dove?) La versione di Word in .doc, più facilmente modificabile. Diciamo che questo pdf è solo un documento preliminare, che può dare origine a versioni sempre più complete, il cui valore scientifico crescerà, a seconda della qualità degli interventi di coloro che sono disposti a partecipare al suo sviluppo. .

Dovrebbe essere trovato un sistema per rendere più facile ... webmaster, idee per favore!

A plus!

Michel
0 x
Avatar de l'utilisateur
Christophe
modérateur
modérateur
post: 57130
iscrizione: 10/02/03, 14:06
Località: pianeta Serre
x 1952

da Christophe » 25/11/04, 22:27

Uh..non capisco bene la tua domanda sul documento / Pdf ... non sei l'autore del documento? quindi logicamente puoi modificarlo come non vuoi ???

Per il sistema credo che il gioco non valga la candela, sono abbastanza reattivo per aggiornare i documenti, giusto?
0 x
Ce forum ti ha aiutato? Aiutalo anche tu in modo che possa continuare ad aiutare gli altri - MIGLIORIAMO I NOSTRI SCAMBI SU FORUM - Pubblica un articolo su Econology e Google News
Avatar de l'utilisateur
krissg29
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 80
iscrizione: 07/11/04, 21:26
Località: centro Finistere
x 2

da krissg29 » 25/11/04, 22:35

Ho un'idea per la realizzazione del reattore di prova (è solo un'idea, non so quanto valga la pena)

I tubi devono imperativamente essere avvitati l'uno all'interno dell'altro. Un assemblaggio in 2 semigusci potrebbe semplificare l'installazione degli strumenti di misura.

Cosa ne pensi?

Christophe
0 x
Non deve essere confuso e ingegnere geniale


 


  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Torna a "Iniezione d'acqua nei motori termici: informazioni e spiegazioni"

Chi è in linea?

Utenti che lo stanno visitando forum : Nessun utente registrato e ospite 10