Omaggio a un grande uomo defunto

Libri, programmi televisivi, film, riviste o musica da condividere, consigliere di scoprire ... Parla con notizie che interessano in alcun modo la econology, l'ambiente, l'energia, la società, il consumo (nuove leggi o standard) ...
Avatar de l'utilisateur
GuyGadeboisTheBack
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 11537
iscrizione: 10/12/20, 20:52
Località: 04
x 2966

Omaggio a un grande uomo defunto




da GuyGadeboisTheBack » 03/09/22, 19:33

Russia: Mosca saluta Mikhail Gorbaciov, senza fasto e senza Putin

Immagine

Fu una delle grandi figure politiche del XNUMX° secolo. Questo sabato centinaia di russi hanno salutato l'ultimo leader dell'Unione Sovietica Mikhail Gorbaciov, durante un funerale senza clamore segnato dall'assenza del presidente Vladimir Putin.

Gorbaciov è morto martedì sera all'età di 91 anni a seguito di una “lunga e grave malattia”, secondo l'ospedale dove è stato curato. Ha fatto la storia accelerando, suo malgrado, la scomparsa dell'impero sovietico nel 1991, mentre cercava di salvarlo con riforme democratiche ed economiche, ponendo così fine alla Guerra Fredda.
Nessuna giornata nazionale di lutto

Acclamato in Occidente come un uomo di pace, Gorbaciov è considerato da molti in Russia il responsabile del degrado geopolitico di Mosca e degli anni di crisi politica ed economica che seguirono alla caduta dell'URSS. Segno di disaffezione da parte del potere russo, non è stato annunciato alcun giorno di lutto nazionale. Soprattutto, i funerali si sono svolti in assenza di Vladimir Putin, giustificato dal Cremlino da un fitto “programma”.

Alcune centinaia di persone, tuttavia, si sono allineate al mattino davanti alla Camera dei sindacati di Mosca, dove era esposta la bara di Gorbaciov, per salutarlo. All'interno, un ritratto dell'ex leader sedeva accanto alla bara aperta, vicino alla quale sedeva la figlia di Gorbaciov, Irina. Due guardie in uniforme erano appostate su entrambi i lati della bara, mentre i visitatori deponevano fiori prima di inchinarsi rispettosamente davanti al corpo.
Nessun grande leader mondiale

Ma nel bel mezzo di una crisi aperta tra Mosca e l'Occidente a causa del conflitto in Ucraina, nessun grande leader mondiale era presente alla cerimonia. Il primo ministro nazionalista ungherese Viktor Orban, vicino al Cremlino, è l'unico leader straniero il cui arrivo è stato annunciato sabato, all'ultimo momento. Secondo la presidenza russa non è previsto alcun incontro con Vladimir Putin.

La Casa dei Sindacati, dove è esposta la bara di Gorbaciov, è un luogo emblematico in cui furono presentate le spoglie di diversi leader dell'URSS, tra cui quella di Joseph Stalin nel 1953. Dopo questa cerimonia, Gorbaciov deve essere sepolto nel cimitero di Novodevichy, accanto alla moglie Raïssa Gorbatcheva, morta nel 1999 e alla quale era molto legato.
Il debole tributo di Putin

Se non ha partecipato al funerale sabato, Vladimir Putin è andato discretamente al Central Clinical Hospital (TSKB) di Mosca giovedì, dove è morto Gorbaciov, per deporre un mazzo di rose rosse vicino alla bara. Nel suo messaggio di cordoglio, ha reso un minimo omaggio a Gorbaciov: in tono neutro, ha notato di aver avuto "una grande influenza sulla storia del mondo" e di aver "cercato di proporre le proprie soluzioni ai problemi" del URSS.

Il rapporto tra i due uomini fu complesso, oscillante tra segni di stima e reciproci rimproveri, prima di cedere il passo a una cordiale indifferenza. Al contrario, le capitali occidentali, da Washington a Berlino, passando per Parigi e Roma, celebravano calorosamente la memoria di Gorbaciov, acclamato per aver lavorato per il riavvicinamento Est-Ovest e per la riduzione degli arsenali nucleari, che gli erano valsi nel 1990 il Premio Nobel per la Pace.
Il becchino del potere sovietico

La Germania, la cui riunificazione è stata resa possibile dalla caduta del muro di Berlino e dall'URSS, ha annunciato che sabato le bandiere sarebbero state a mezz'asta nella capitale tedesca. Ma, in Russia, Gorbaciov è percepito da molti come il becchino della grande potenza sovietica che rivaleggiava con l'America e la cui fine, considerata umiliante, lasciò il posto a un decennio di crisi e violenze.

Boris Eltsin, il primo presidente della Russia al potere durante gli anni della dolorosa transizione verso un'economia di mercato, e che aveva nominato Vladimir Putin come suo successore, ha ricevuto grandi onorificenze alla sua morte nel 2007. Il Cremlino ha dichiarato un giorno di lutto nazionale e organizzò un funerale ufficiale. Alla presenza di Vladimir Putin e Mikhail Gorbaciov.
https://www.20minutes.fr/monde/3345703- ... te-poutine
https://fr.wikipedia.org/wiki/Mikha%C3%AFl_Gorbatchev
Ciao Gorby!
Immagine
Ho nella nostra stanza pezzi del muro di Berlino che siamo andati a raccogliere nemmeno un anno dopo la sua caduta. : Mrgreen:
2 x
Obamot ha scritto: Scusati per tutto il male che hai fatto! Scusati subito qui, specialmente con Christophe, e cerca di non farlo di nuovo. Non è un "bavaglio". È la tua unica possibilità. Se aspetti troppo a lungo, in seguito pagherai un prezzo molto, molto alto, un prezzo che non sospetti nemmeno.

Di nuovo a "Media & News: spettacoli televisivi, saggi e libri, notizie ..."

Chi è in linea?

Utenti che lo stanno visitando forum : Nessun utente registrato e ospite 16