Il gorgogliatore ideale?

Le modifiche e le modifiche ai motori, esperienze, risultati e le idee.
Rantamplan
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 23
iscrizione: 18/09/05, 22:31

da Rantamplan » 22/09/05, 23:15

Ciao a tutti,
La mia idea del bulker ideale.
È il bulger che consente di arricchire e volatilizzare il liquido.

Nel gorgoglio, l'importante è la bolla !!

Ma nella bolla l'importante è la superficie di scambio con il liquido. Quindi, per un volume di aria X che crea bolle, è meglio avere molte piccole bolle piuttosto che una grande. Ma molte piccole bolle tendono a raggrupparsi per formare bolle grandi. E sì la bolla e viziosa! e finestrato!
Ma non lasceremo andare questa bolla in quel modo.
Non importa, gli faremo ripetere il viaggio.

In conclusione:
Se un passaggio di gas non è sufficiente per caricare correttamente l'aria con liquido volatilizzante, deve essere stirato.
installare una mini pompa che aspira il gas caricato con liquido volatilizzato per reintegrarlo nella parte inferiore del gorgogliatore. Ovviamente, dovrai stare attento a non mettere sotto vuoto l'ingresso del reattore.
Inoltre, con questa soluzione, è possibile avere alti rigonfiamenti e quindi il percorso della bolla nel liquore è più lungo e ciò consente di aumentare il contatto tra gas e liquido che è all'origine della volatilizzazione.

diagramma allegato

Altrimenti non sarebbe male isolare il gorgogliatore perché, come dice André, ciò che non è perso non è perso !!

: lampeggio :: lampeggio:

Meditare e criticare

Rantanplan
0 x

Andre
ricercatore motore di Pantone
ricercatore motore di Pantone
post: 3787
iscrizione: 17/03/05, 02:35
x 10

da Andre » 23/09/05, 01:40

Buongiorno Rantamplan,
è bello avere idee, buone idee le più difficili da trovare sono quelle semplici.
l'arte della creazione è fare cose complicate in modo semplice
Per quanto riguarda il gorgogliatore, l'aria che passa nell'acqua una volta satura di umidità
non è più in grado di prendere l'acqua,
è vero quello che dici pieno di piccole bolle è meglio, provo le pietre dell'acquario accesoirr che troviamo nei venditori di acquari
questo è pieno di piccole bolle, l'altro metodo è pieno di piccoli tubi corti di 3,2 mm non molto distanziati sul fondo del serbatoio è pieno di bolle, se il percorso non è lungo non si attaccherà n.
il problema è che ci vogliono tra 150 e 200 mm di livello nella bolla per avere il giusto gorgogliatore di aspirazione del vuoto, alcuni dicono che falso funziona in pressione, non ho avuto un buon risultato in pressione davanti al reattore, anche con bolle di scarico.
l'altro metodo che non ho provato che potrebbe essere quello di aspirare l'aria attraverso stoppini di rimorchi che si immerge in acqua calda, uno si avvicinerebbe all'acquacoltura, Alcuni umidificatori con tamburi funzionano in questo principio, è tra gli umidificatori che dobbiamo guardare.
Vapore con acqua calda.
Andre
0 x
Avatar de l'utilisateur
Cuicui
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 3547
iscrizione: 26/04/05, 10:14
x 3

da Cuicui » 23/09/05, 09:36

Ciao André, meraviglioso sperimentatore!
Se ho capito bene, possiamo concludere che se iniettiamo troppo vapore acqueo nel motore, l'efficienza diminuisce e il motore riprende a fumare. Un guadagno di rendimento del 60% è possibile solo su un vecchio motore completamente sporco che ha perso metà della sua potenza iniziale e che grazie al Pantone riacquista le sue prestazioni originali. Su un nuovo motore, l'efficienza può aumentare di circa il 20%, oltre a ripulirla. Lo trovo fantastico.
0 x
Rantamplan
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 23
iscrizione: 18/09/05, 22:31

da Rantamplan » 24/09/05, 00:41

ciao
Non sono un esperto ma penso che ciò che deve essere inviato nel reattore sia gas saturo e soprattutto non vapore perché il vapore è generalmente gas saturo e goccioline d'acqua e quindi fluido .
Il reattore è fatto per raffinare un gas e non un fluido. pertanto l'energia richiesta è troppo grande e l'efficienza del reattore diminuisce soprattutto se la lunghezza del nucleo del reattore è stata ridotta al massimo e se l'aria di scarico è un po 'solo per il riscaldamento.
Il reattore è progettato per passare dallo stato gassoso a quello plasmatico.
Se deve produrre prima gas gassoso e poi gas plasma, richiede molta energia.
Inoltre, poiché il gas è già saturo, è già pesantemente caricato con molecole d'acqua.

Penso che il reattore possa trattare meglio un gas saturo.

Andrew
Quando ho proposto di far ricircolare l'aria nel gorgogliatore, pensavo che non fosse necessariamente ovvio riuscire a saturare l'aria con il carburante. E se fosse così facile, perché stai cercando di fare piccole bolle e riscaldare il fluido ??


Rantanplan
0 x
Andre
ricercatore motore di Pantone
ricercatore motore di Pantone
post: 3787
iscrizione: 17/03/05, 02:35
x 10

da Andre » 24/09/05, 01:05

Ciao rantamplam
è lungi dall'essere facile perché non capisco ancora cosa stia succedendo nel reattore, faccio solo test e osservazioni il mio modo di vedere si evolve in base a questi risultati, quello che so, invia vapore a più di 100 c nel reattore non funziona, quindi è necessario vapore inferiore a 100 è vapore invisibile o microdrops? non lo so? Penso che sia tutto qui. All'uscita del reattore può essere molto caldo con poca acqua o medio caldo con più acqua, finora ciò che funziona meglio è moderatamente acqua non molto calda. ci vorranno molti più test per trovare il tipo di temperatura e vapore che offre le migliori prestazioni. Sono in questi test da mesi e non sta andando molto veloce, ci sono pochi tuttofare che ci raccontano il test della temperatura del vapore, pompano attraverso il gorgogliatore e ciao la visita, il motore beve quello che il reattore dà. Quando va bene? quando va molto bene? quando è eccellente ??? non importante. Non avanzeremo così ... A volte mi chiedo se sono l'unico ad avere termocoppie all'uscita del reattore ...
Andre
0 x

phil 14
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 93
iscrizione: 27/06/05, 12:28
Località: Calvados

da phil 14 » 24/09/05, 11:45

ciao André
Vorrei pianificare l'installazione di una termocoppia all'uscita del mio reattore, ma dovresti spiegarmi come appare, come funziona e dove trovarne uno.
Come ti ho già detto, conservo alcuni dei tuoi post sull'operazione e sui miglioramenti del doping dell'acqua per 3 mesi. Sei d'accordo sul fatto che li ho messi sul forum per i nuovi arrivati, questo ti salverebbe dal dover ripetere la stessa cosa più volte.
A+
PHIL 14
0 x
Rantamplan
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 23
iscrizione: 18/09/05, 22:31

da Rantamplan » 24/09/05, 14:16

Ciao Andrea,
Penso che per capire sia necessario avvicinarsi alle curve di saturazione dell'aria e al fenomeno dell'ebollizione. Ma 100 ° C sotto 1 bar è la temperatura di ebollizione dell'acqua !!
. La capacità di saturazione (la capacità di assorbimento dell'aria varia a seconda della temperatura e della pressione).
Il vapore acqueo è un gas saturo di molecole d'acqua e microdroplet.
Immagina se la parte gassosa (aria) viene ancora riscaldata, la sua capacità di assorbimento aumenterà. Quindi in questo caso sarai in grado di assorbire i microdropleti per via aerea.
Se si è già a 100 ° C l'aria è già completamente satura, quindi si invia acqua al reattore. E il reattore non è più in grado di creare la trasformazione da stato gassoso a plasma.

Faccio la mia ricerca (teorica nel campo della termodinamica applicata ai motori a vapore) e ti confermo appena posso.

In ogni caso, sono convinto che nessuno stato fluido debba essere inviato al reattore.
Se la temperatura dei gas di scarico aumenta intorno ai 180 ° C e vogliamo usare questa energia per aumentare la quantità di acqua trattata dal reattore, penso che sia meglio pensare di aumentare il flusso di gas saturo e per questo possiamo considerare la modifica (controllo) della lunghezza del nocciolo del reattore come ho proposto su uno dei miei diagrammi o l'aggiunta di un reattore aggiuntivo al motore in questione

Per le tue termocoppie, penso che tu abbia tutto bene perché la temperatura è un parametro essenziale nei fenomeni che stiamo cercando di capire.

: lampeggio :: lampeggio:

Rantanplan
0 x
Rantamplan
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 23
iscrizione: 18/09/05, 22:31

da Rantamplan » 24/09/05, 22:34

Andrew
Penso che se vuoi analizzare e capire cosa sta succedendo devi assimilare le nozioni di cambiamento di stato e la nozione di entalpia.

Di seguito è riportato un collegamento a un corso di ingegneria che non è male

<a href='http://www.cyber.uhp-nancy.fr/demos/CH-ENER/cha_2/cours_2_8.html' target='_blank'>http://www.cyber.uhp-nancy.fr/demos/CH-ENE.../cours_2_8.html</a>

Mancano le curve di Mollier

http://www.chez.com/hvac/mollier/mollier.htm


Se sembra barbaro tutto ciò può essere spiegato semplicemente (è come quando parli con un notaio, a volte hai bisogno di un traduttore ed è stupido come la luna quello che ti dice)


Quando si aumenta la temperatura del vapore acqueo oltre i 100 ° C oltre il punto critico del diagramma di Mollier e il vapore umido diventa Hot GAS. E a quanto pare non gli piace il gas caldo il Pentone !!

Il punto critico:
Il calore specifico della vaporizzazione r diminuisce all'aumentare della pressione (e all'aumentare della temperatura) per scomparire completamente in uno stato determinato. Questo punto, dove non c'è più alcuna differenza tra il liquido in ebollizione e il vapore saturo, è chiamato punto critico. Separa la linea di ebollizione dalla linea di vapore saturo. Sopra il punto critico non c'è più alcuna differenza tra liquido e vapore. La sostanza era in uno stato critico.

Apriori non gli piace il Pentone quando scompare il calore specifico della vaporizzazione !!

Scavare ??

A ++

: lampeggio :: lampeggio:

Rantanplan
0 x
Avatar de l'utilisateur
krissg29
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 80
iscrizione: 07/11/04, 21:26
Località: centro Finistere
x 2

da krissg29 » 25/09/05, 00:52

In effetti è necessario trovare il punto di equilibrio (o migliore efficienza) tra pressione e temperatura. È così?

Hai mai fatto misurazioni della pressione André? oltre alle misurazioni della temperatura.
Avresti notato qualcosa in base alla pressione all'ingresso del reattore (e nel gorgogliatore)?

Se non sbaglio, l'acqua bolle a meno di 100 ° C se la pressione è inferiore a 1 bar assoluto.
Potrebbero non essere le bolle che "trascinano" l'acqua nell'aria, ma forse solo la depressione e la temperatura che la bolle.
0 x
Non deve essere confuso e ingegnere geniale
Andre
ricercatore motore di Pantone
ricercatore motore di Pantone
post: 3787
iscrizione: 17/03/05, 02:35
x 10

da Andre » 25/09/05, 03:18

Ciao Kriss
Non ho fatto molti test con il gorgogliatore sulla macchina, solo 2 tentativi solo per le misurazioni del consumo di temperatura e della depressione.
Mentre opero con un carburatore ad acqua e voglio avere gli stessi parametri di un gorgogliatore o meglio, ho saldato un tubicino sotto il carburatore per misurare la depressione con un tubo di plastica e una colonna di acqua colorata j , attualmente funziona con un vuoto davanti al reattore più di 200 mm di acqua da 2800 rpm a 3000 rpm, se voglio di più riduco l'ugello del carburatore o ingrandisco per avere meno.
Il vuoto misurato all'uscita del reattore, quello che proviene dai venturi che ho posizionato di fronte al turbo è di 700 mm e più a 3000 giri / min, ultimamente l'ho guadagnato allargando il tubo di uscita del reattore. Per le depressioni, rimarrò su questi valori e mi concentrerò sulla temperatura di uscita del reattore e quindi sulla portata dell'acqua del carburatore. come faccio molti viaggi brevi i risultati sono lunghi e inaffidabili.
Ho fatto un piccolo test con un po 'di alcol in acqua, mi preparo per le gelatine notturne che sta arrivando qui, il diesel sembra amare bene l'acqua battezzata, aumenterò attentamente la dose. (anche se a novembre questo carro armato passerà l'inverno sotto i riflettori, come gli orsi) Continuerei i test sulla Chevrolet.
Andre
0 x


 


  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Di nuovo a "iniezione di acqua nei motori: l'assemblaggio e la sperimentazione"

Chi è in linea?

Utenti che lo stanno visitando forum : Nessun utente registrato e ospite 10