Mercedes 300TD sperimentazione pantone

Le modifiche e le modifiche ai motori, esperienze, risultati e le idee.
bullone
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 357
iscrizione: 01/02/06, 20:44
Località: Pas-de-Calais

da bullone » 22/05/06, 14:57

MichelM ha scritto:Ho sostituito la molla con un'altra palla la forza di ripristino è quindi uguale al peso delle 2 palle che questa volta è un po 'debole. Un altro test di arresto del diesel sale fino al livello della valvola e non supera mai questo livello anche durante l'accelerazione. Ma quando viene fermato, il consumo rimane basso. Spero che la pompa non aspiri aria? È davvero solo a filo con la valvola ...


ciao MichelM
Quando il livello diesel "non supera il livello della valvola", il galleggiante galleggia già abbastanza da chiudere l'ago nella sua sede, in caso contrario :freccia: Non è buono

Hai testato le cadute di pressione funzionali :?:
(Se puoi, sono interessato a Conrad)
vedi qui:
https://www.econologie.com/forums/public2/shemadebimetre2.xls

per ricket79
puoi prendere alcune idee (o consigli teorici) nei miei post pagine 7 e 8 in "un GV che funziona" in "generale"

e vedi l'argomento "calcola il tuo venturi" in "esperimenti"

Se hai un gomito da mettere, puoi persino calcolare la sua caduta di pressione
buona lettura

bullone
0 x

Avatar de l'utilisateur
PITMIX
ricercatore motore di Pantone
ricercatore motore di Pantone
post: 2017
iscrizione: 17/09/05, 10:29
x 12

da PITMIX » 22/05/06, 19:40

MichelM ha scritto:Ho avuto un po 'di tempo per rivedere il ritorno del diesel, la guarnizione tagliata nella camera d'aria, non va bene, si rilassa con il diesel. Quindi ho provato a tagliare la schiuma (poliuretano?) Sembra trattenere il carburante.


È vero che il diesel mangia gomma, quasi te ne parlavo, ma mi dissi che lo sapevi già.
L'ultima volta che ho armeggiato sul Clio di mia sorella c'era del diesel sul terreno che ho camminato dentro i miei cestini sciolti. :shock: : Cheesy:
0 x
MichelM
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 411
iscrizione: 14/02/05, 13:13
Località: Val de Marne 94

da MichelM » 22/05/06, 22:16

Bonsoir
Pitmix bene ho pensato che il materiale della camera d'aria avrebbe resistito, con la benzina non avrei provato dai contro.
Bolt no Non ho testato le cadute di pressione. Pensavo di poterne fare a meno, ma so che sarebbe più rigoroso. Mi è sembrato che l'importante fosse che il flussometro non frenasse troppo il flusso di carburante, ma effettuerò solo misurazioni del consumo fino a 130 km / h (o anche un po 'di più), quindi sarei lontano dal limite prestazione e consumo massimo (vicino a 200km / h). Un altro punto in cui la pompa doveva aspirare attraverso il flussimetro e non attraverso il serbatoio di degassamento (che si svuoterebbe efficacemente molto rapidamente), quindi la caduta di pressione del flussometro e dell'intero tubo nel serbatoio doveva essere inferiore alla pressione di calibrazione della valvola, penso che siamo d'accordo. Con contro il mio galleggiante (come nel disegno del principio) lascia uscire l'aria attraverso lo sfiato mi è sembrato normale, se il livello del diesel è aumentato troppo chiudendo il galleggiante ha impedito al diesel di uscire e distorcere la misurazione di consumo. Ma in una situazione stabile ho pensato che fosse rimasto aperto?
Per la pompa in linea è un Bosch. L'aspirazione sembra importante, quando si cambia il filtro non ci vuole molto tempo per innescare il circuito (non esiste una pompa a mano come avevo fatto con un CX 2500D).
Continuate a lavorare in prospettiva, ma se ciò può aiutarvi a provare il piccolo misuratore di portata Conrad, è una buona cosa.
Michel
0 x
bullone
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 357
iscrizione: 01/02/06, 20:44
Località: Pas-de-Calais

da bullone » 22/05/06, 22:52

MichelM ha scritto:Con contro il mio galleggiante (come nel disegno del principio) lascia uscire l'aria attraverso lo sfiato mi è sembrato normale, se il livello del diesel è aumentato troppo chiudendo il galleggiante ha impedito al diesel di uscire e distorcere la misurazione di consumo. Ma in una situazione stabile ho pensato che fosse rimasto aperto?


Teoricamente, nel serbatoio, c'è la pressione funzionale della valvola calibrata

È la pompa di alimentazione della pompa di iniezione che fornisce questa pressione, ma efficacemente, prendendo la sua ammissione preferibilmente dal misuratore di portata conrad

e poiché la velocità di scansione della pompa di alimentazione è superiore al consumo del motore, il surplus crea un circuito chiuso tramite il serbatoio galleggiante

Poiché la pompa di alimentazione può scegliere tra (il conrad) e (il serbatoio dalla valvola calibrata), è essenziale che preferisca il conrad, altrimenti finisce per aspirare l'aria proveniente dall'ago, rilasciata dal galleggiante discendente

È essenziale che il circuito serbatoio-conrad freni meno della valvola calibrata
e che può variare a seconda del carico (consumo) del motore:
il principio del conrad è un ugello diretto su una turbina e questo ugello, secondo i modelli, ha un diametro di 1 mm a diversi mm

bon coraggio
bullone
0 x
MichelM
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 411
iscrizione: 14/02/05, 13:13
Località: Val de Marne 94

da MichelM » 23/05/06, 07:53

Ciao
Grazie Boulon per questi dettagli, siamo d'accordo. Purtroppo non sarò in grado di provare subito. Devo ancora testare la connessione perché in effetti tra i 2 avvisi + e terra sono invertiti! Ma in ohm-meter dovrei facilmente trovare il buon senso se c'è un transistor NPN per il segnale di uscita ...
Michel
0 x

MichelM
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 411
iscrizione: 14/02/05, 13:13
Località: Val de Marne 94

da MichelM » 24/05/06, 21:19

Bonsoir
Ho impiegato un po 'di tempo per testare il flussimetro (e la valvola di non ritorno) prima della mia partenza (su una moto!). ero solitoacqua una colonna di circa 1,6 m alto (quindi 160 mbar) il flusso è 1,43 L / 10 minuti pertanto 8,6 L / H non è molto. Ho anche rifatto la valvola tarata ma non riesco a raggiungere i 200 mbar con una molla di filo per piano da 0,2 mm è inferiore a 20 mbar, con una molla con filo da 0,4 mm è troppo più di 300mbar. Ho finito per mettere 2 molle con filo da 0,2 mm, ma provando a vedere che non va bene c'è aria aspirata dalla pompa e il mio vaso di degasaggio non si riempie abbastanza. Inoltre ho "sollecitato" il misuratore di portata con aria compressa (un po 'troppo forte!) Non ruota con la stessa facilità che a volte blocca? Ho smontato è una croce con 2 piccoli magneti che accende i perni di plastica e un foro da 1 mm che proietta il fluido sulla croce, pensavo fosse una ruota a pale quasi impermeabile ma no. Ho la netta impressione che non sia molto solido e un po 'semplicistico, sarebbe meglio per i flussi più bassi (motore a benzina?). Ho provato con il ciclocomputer che ha difficoltà a visualizzare i valori corretti, gli impulsi sono troppo brevi di circa 800µS, 5ms sarebbe meglio e sarebbe anche adatto per maxi (circa 30L / H: T = 12mS)

Impulso del flussimetro (alimentazione da 14 a 15 V, consumo 300 mA)
Immagine

Il ciclocomputer visualizzato ad esempio 120 Km / H o 12L / H ma non ha superato questo valore. Richiederà quindi un piccolo assieme per modellare gli impulsi (NE555).
Michel
0 x
laurent.delaon
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 168
iscrizione: 13/08/05, 17:49

questo è tutto !!!!

da laurent.delaon » 24/05/06, 23:02

ciao MichelM
Non capisco il principio di funzionamento del misuratore di portata, ma trovo buono controllare la velocità GO c un parametro essenziale ... Usi le molle ma forse con il contrappeso sarebbe più facile?
(Posso digitare il prossimo perché ripeto che non ho capito ...)

Laurent
0 x
MichelM
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 411
iscrizione: 14/02/05, 13:13
Località: Val de Marne 94

da MichelM » 24/05/06, 23:27

Buona sera Laurent.Delaon
Il misuratore di portata è una piccola turbina (la croce) che gira con un piccolo getto (qui diametro 1 mm), quindi non è un dispositivo di alta qualità. La croce ha quindi dei magneti che passano davanti a un piccolo sensore ad effetto Hall che dà gli impulsi. Non so se questo è ciò che non capisci bene (inserirò una foto la prossima volta che lo smontaggio sarà più semplice). Spero che il misuratore di portata mi salverà dal fare diverse centinaia di km per misurare il consumo con e senza acqua. Il montaggio con il vaso di degasaggio è tuttavia più difficile del previsto e alla fine mi ci vuole molto tempo.
Per i contrappesi ho provato con diverse sfere (6 mm) fino a 5, ma non è abbastanza. O poi avrei dovuto cambiare il mio tubo di immersione per un diametro maggiore ....
Michel
0 x
bullone
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 357
iscrizione: 01/02/06, 20:44
Località: Pas-de-Calais

da bullone » 25/05/06, 00:17

MichelM ha scritto: Inoltre ho "sollecitato" il misuratore di portata con aria compressa (un po 'troppo forte!) Non ruota con la stessa facilità che a volte blocca?


buona sera michelm
Apparentemente questo misuratore di portata provoca un po 'troppa perdita di pressione, soprattutto che la valvola calibrata deve necessariamente causare di più

In questo misuratore di portata, l'ugello ha un diametro di 1 mm, ecco perché fornisce 10000 impulsi per litro (era buono per la precisione) (specialmente a basso flusso e per avere un flusso di avvio della turbina molto piccolo)

Certamente il produttore produce getti più grandi per questo modello, ma se Conrad lo commercializza
Penso che ogni ugello corrisponda a un diverso numero di impulsi, ma mi sorprenderebbe che vendano l'ugello separatamente

Su altri modelli, può scegliere tra: 1; 1.2; 1.5; 2; 2.5 o 3 mm di diametro per l'ugello (secondo il manuale del produttore)

D'altra parte, stai attento: dicono soprattutto di non correre a secco, e la pistola ad aria compressa per queste cose è assolutamente da evitare :freccia: l'aria che circola molto più velocemente del liquido nell'ugello potrebbe aver causato un inizio di grippaggio o centrifugare i magneti o danneggiare le estremità dei perni di plastica

Puoi sempre usarlo su un motore più piccolo o un motore a benzina, se la benzina è meno viscosa del diesel.

Altrimenti passare uno stoppino di diametro 1,2 mm nell'ugello e potrebbe essere adatto per la caduta di pressione per diesel, per gli impulsi, sarà sufficiente regolare su un test con un barattolo di misurazione

Buona fortuna e tienici aggiornati
bullone
0 x
Andre
ricercatore motore di Pantone
ricercatore motore di Pantone
post: 3787
iscrizione: 17/03/05, 02:35
x 10

da Andre » 25/05/06, 00:55

Ciao Michel
guarda la WV Jetta vende un piccolo tarer di plastica per valvole collegato al filtro diesel fa la stessa funzione che impedisce il ritorno del diesel facendolo scivolare nel filtro diesel,
Abbiamo montato queste valvole soprattutto per il mercato petrolifero, il riscaldatore è più efficiente, altrimenti la quantità che passa attraverso il ritorno è enorme e lo scambiatore di calore non viene fornito.
Questa valvola è fatta di plastica fragile al freddo, costa $ 35 a WV.
Buona fortuna nel tuo delicato lavoro di orologeria, sarà uno strumento molto utile per migliorare il pantone.

Andre
0 x


 


  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Di nuovo a "iniezione di acqua nei motori: l'assemblaggio e la sperimentazione"

Chi è in linea?

Utenti che lo stanno visitando forum : Nessun utente registrato e ospite 5