Mercedes 300TD sperimentazione pantone

Le modifiche e le modifiche ai motori, esperienze, risultati e le idee.
Avatar de l'utilisateur
PITMIX
ricercatore motore di Pantone
ricercatore motore di Pantone
post: 2017
iscrizione: 17/09/05, 10:29
x 12

da PITMIX » 04/03/07, 20:38

Ah sì, dovremmo vederci e persino lavorare insieme perché da solo giro in tondo.
Ho montaggi facili da modificare ma per due avremo il doppio della pazienza, il doppio delle idee e anche il doppio della conoscenza.
Ma con le vite folli che abbiamo non è facile trovare un momento adatto a entrambi.
0 x

MichelM
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 411
iscrizione: 14/02/05, 13:13
Località: Val de Marne 94

da MichelM » 12/03/07, 21:02

Bonjour à tous.
Ritorno del flussimetro.
Ho modificato il volume di degasaggio, ora è incollato all'araldite e la valvola a sfera è all'esterno, il che mi ha permesso di ingrandirla e di realizzare una molla con un diametro più grande e meno potente.
Dopo la prova statica il barattolo di vetro (volume di degasaggio) non pressurizza nulla dallo sfiato (ritorno del serbatoio) a causa del galleggiante, rimane uno strato d'aria sotto pressione e nessuna perdita. Con contro ne ho uno piccolo con la valvola a sfera.
Il flussimetro (Conrad) dopo diversi smantellamenti e piccole rettifiche dell'asse di plastica sembra ruotare correttamente. Gira il motore un po 'irregolarmente al minimo e accelera con il motore quindi normale.
Il flussometro sembra funzionare meglio in verticale che in orizzontale. È essenziale fornire un pre-filtro, altrimenti si bloccherà con le impurità.
Resta il collegamento con il contatore e la modellatura del segnale, un transistor dovrebbe essere sufficiente per l'adattamento che avevo già provato.
Non lascerò questo assemblaggio per troppo tempo, un po 'paura che provocherà una perdita del vaso che rimane sotto pressione durante il funzionamento. Sarà usato solo per effettuare misurazioni comparative a velocità diverse con o senza vuoto e quindi con o senza vapore acqueo, o anche a temperature diverse, se posso. Dovrebbe consentire confronti in poche ore con le stesse condizioni: tempo (temperatura, umidità, vento, pressione barometrica), qualità del carburante, pressione dei pneumatici ecc ... Finalmente spero!
Tutto quello che devi fare è trovare una strada tranquilla e una domenica gratuita.

Michel

Alcune foto:

Immagine

il serbatoio di degasaggio in funzione

Immagine
0 x
Avatar de l'utilisateur
PITMIX
ricercatore motore di Pantone
ricercatore motore di Pantone
post: 2017
iscrizione: 17/09/05, 10:29
x 12

da PITMIX » 12/03/07, 23:19

Ciao Michel
Non sarebbe più facile realizzare un controller di consumo istantaneo in base all'iniezione come NLC?
Infine, potrebbe non esserci elettronica nella pompa di iniezione. : Lol:
0 x
Avatar de l'utilisateur
lio74
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 333
iscrizione: 15/03/06, 23:16
Località: Haute-Vienne e SAVOY

da lio74 » 12/03/07, 23:21

MichelM ha scritto:Bonjour à tous.
Ritorno del flussimetro.
Ho modificato il volume di degasaggio che ora è bloccato sull'araldite e la valvola a sfera è all'esterno, il che mi ha permesso di ingrandirla e [.......]


houlala :shock: Ho perso un treno ... o addirittura 10 .... si sposta lì !!!
incide e armeggia a tutti i costi ...

buone 2 ore di lettura con il mio naso sullo schermo per capire tutto ciò che è stato fatto :? : Lol:

@+
0 x
"Fare qualcosa è costoso, non fare nulla costerà molto di più". Koffie Annan
prossimi specie in via di estinzione: l'uomo ... e sarà un bene per lui !!!
L'uomo è un naturale dell'ambiente molto pericoloso!
MichelM
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 411
iscrizione: 14/02/05, 13:13
Località: Val de Marne 94

da MichelM » 12/03/07, 23:36

Ciao Pitmix, Lio74 ...
Con un'iniezione common rail a benzina o diesel sì, gli iniettori sono elettrici ma non quelli dei diesel convenzionali come il 300TD che si aprono con la pressione della pompa. Esistono solo sensori piezoelettrici per misurare la deformazione del tubo ma ho l'impressione che mi daranno solo l'inizio dell'iniezione (è stato anche il loro uso per l'impostazione dinamica di pompe di iniezione) e non necessariamente il tempo di iniezione, per provare ho iniziato a lavorare un supporto ma dopo è anche necessario elaborare il segnale ed uscire da un programma per dedurre il consumo.
Quando avrò il software per un microcontrollore, passerà molto tempo, ho un po 'di difficoltà a imparare a programmare! Lo faccio meglio con l'elettronica analogica che con la programmazione digitale e "C" ........
Proverò per il momento con questo assemblaggio che dovrebbe darmi un valore in base al consumo istantaneo.
Potrei persino venire a vederti uno di questi giorni con il mio impianto di benzina!
Michel
0 x

Andre
ricercatore motore di Pantone
ricercatore motore di Pantone
post: 3787
iscrizione: 17/03/05, 02:35
x 10

da Andre » 13/03/07, 01:06

Ciao pit
PITMIX ha scritto:Ciao Michel
Non sarebbe più facile realizzare un controller di consumo istantaneo in base all'iniezione come NLC?
Infine, potrebbe non esserci elettronica nella pompa di iniezione. : Lol:


Un'iniezione meccanica è più complessa è necessario misurare il sollevamento e il tempo di un iniettore e utilizzare il segnale proveniente dall'albero di trasmissione (controllo del cedimento) per stabilire il rapporto km / litro
l'altro posto sarebbe quello di entrare nella pompa e misurare con una pentola l'ultimo comando sul rack degli iniettori. perché sullo stesso Mecedes metti il ​​piede sul fondo che non significa la massima iniezione
il volume iniettato dipende dalla corsa utile del pistone della pompa e dal numero di corse della pompa (regime motore) che rende 3 parametri da gestire per avere un consumo istantaneo
Ma misura il diesel consumato con un ritorno di loopback con una piccola pompa volumetrica positiva con questo valore se funziona a velocità costante, questo darà una buona idea su quale valore lavorare per migliorare il reattore.

Andre
0 x
Avatar de l'utilisateur
PITMIX
ricercatore motore di Pantone
ricercatore motore di Pantone
post: 2017
iscrizione: 17/09/05, 10:29
x 12

da PITMIX » 13/03/07, 06:41

Ok grazie per le informazioni.
Michel non preoccuparti.
Ti raggiungerò in mp.
0 x
nialabert
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 257
iscrizione: 02/06/05, 22:32
Località: Ginevra

da nialabert » 13/03/07, 23:02

MichelM ha scritto:Bonjour à tous.
Ritorno del flussimetro.
Ho modificato il volume di degasaggio, ora è incollato all'araldite e la valvola a sfera è all'esterno, il che mi ha permesso di ingrandirla e di realizzare una molla con un diametro più grande e meno potente.
Dopo la prova statica il barattolo di vetro (volume di degasaggio) non pressurizza nulla dallo sfiato (ritorno del serbatoio) a causa del galleggiante, rimane uno strato d'aria sotto pressione e nessuna perdita. Con contro ne ho uno piccolo con la valvola a sfera.
Il flussimetro (Conrad) dopo diversi smantellamenti e piccole rettifiche dell'asse di plastica sembra ruotare correttamente. Gira il motore un po 'irregolarmente al minimo e accelera con il motore quindi normale.
Il flussometro sembra funzionare meglio in verticale che in orizzontale. È essenziale fornire un pre-filtro, altrimenti si bloccherà con le impurità.
Resta il collegamento con il contatore e la modellatura del segnale, un transistor dovrebbe essere sufficiente per l'adattamento che avevo già provato.
Non lascerò questo assemblaggio per troppo tempo, un po 'paura che provocherà una perdita del vaso che rimane sotto pressione durante il funzionamento. Sarà usato solo per effettuare misurazioni comparative a velocità diverse con o senza vuoto e quindi con o senza vapore acqueo, o anche a temperature diverse, se posso. Dovrebbe consentire confronti in poche ore con le stesse condizioni: tempo (temperatura, umidità, vento, pressione barometrica), qualità del carburante, pressione dei pneumatici ecc ... Finalmente spero!
Tutto quello che devi fare è trovare una strada tranquilla e una domenica gratuita.

Michel

Alcune foto:

Immagine

il serbatoio di degasaggio in funzione

Immagine



Con lo stesso misuratore di portata avevo realizzato un assemblaggio che consentiva di leggere un valore con un metro di bicicletta.

Fondamentalmente il flussometro ha un'uscita a collettore aperto. È quindi necessario inserire un resistore di polarizzazione nel PLUS e uno dei 2 pin (non so più quale dei due. Dall'altro c'è la massa. Di testa avevamo messo 1k?.


Quindi ho aggiunto un fotoaccoppiatore completamente opzionale. Ma collegando l'uscita direttamente al posto del relè reed (la cosa sulla forcella) del ciclocomputer funziona.

Quindi il più difficile. Una bottiglia sospesa, tubi e un buon cronometro.

Sono stato fortunato, il mio contatore ha permesso di regolare con precisione una circonferenza della ruota. Questo aiuta con la calibrazione. Ho avuto un display in L / min, un flusso medio o addirittura max.

L'elettronica e il contatore erano incollati a una presa accendisigari.


D'altra parte, il misuratore di portata non può resistere al flusso di carburante dall'auto. L'asse si è sciolto e l'elica si è bloccata.


Buona fortuna
0 x
***************************
I ricercatori che cercano si trovano, ma i ricercatori hanno trovato che cerca.
MichelM
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 411
iscrizione: 14/02/05, 13:13
Località: Val de Marne 94

da MichelM » 14/03/07, 07:14

Grazie Nialabert per le informazioni
In effetti ho dimenticato di averci provato e di aver messo un NE555 (di nuovo!) Per avere slot di un minimo di ms, altrimenti il ​​ciclocomputer non poteva tenere il passo, deve dipendere dal contalitri e contatori di bici. Posso anche programmare il diametro della ruota del misuratore. Il vantaggio con il diesel è che il flussometro sembra resistere bene a differenza della benzina. Per la calibrazione non è importante per me ciò che è importante per me è avere valori relativi il giorno del test con o senza acqua, ecc.
0 x
MichelM
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 411
iscrizione: 14/02/05, 13:13
Località: Val de Marne 94

da MichelM » 14/03/07, 16:04

Ho trovato i miei appunti!
Impulso misuratore di portata Conrad 0,8 ms (troppo breve per il contatore Sigma) 10 impulsi per litro.
Se il ciclocomputer Sigma è impostato su 1000 valori in mm per il perimetro della ruota, abbiamo quindi 1 litro / ora = 10 km / ora (10 imp x 000 mm o 1000 m = 1 km).
Se conto un consumo massimo di 30 L / H, ad esempio, avrei un impulso ogni 12 ms (1 ora o 3600 s / 300 imp), quindi il mio misuratore di portata deve emettere impulsi di massimo 000 ms (6 ms a stato 6 e 1 ms a riposo stato 6).
La costante di tempo di NE555 è T = 1,2 RC, se prendiamo R = 100 Kohms C = 44 nF rende T = 5,28 ms quindi dovrebbe essere sufficiente.
Ho avuto informazioni su altri misuratori di portata:
Brooks BM01 da 2 a 50 L / H 1% marcia ovale 1000 imp / L, equivalente LSN40 ma normalmente più economico: 350 € !!
Sicuramente tra la Conrad a 20 € e i modelli industriali c'è una grande differenza di prezzo e apparentemente nulla tra i 2.
Altrimenti ci sono anche misuratori a galleggiante di precisione Brooks 2700 al 10% da 5 a 30 L / H a € 66.
Michel
0 x


 


  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Di nuovo a "iniezione di acqua nei motori: l'assemblaggio e la sperimentazione"

Chi è in linea?

Utenti che lo stanno visitando forum : Nessun utente registrato e ospite 6