iniezione di acqua nei motori: montaggi ed esperimentiModifica Pantone per benzina Renault Laguna 2.0l

Le modifiche e le modifiche ai motori, esperienze, risultati e le idee.
Avatar de l'utilisateur
NLC
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 2751
iscrizione: 10/11/05, 14:39
Località: Nantes

Modifica Pantone per benzina Renault Laguna 2.0l

Messaggio non luda NLC » 14/11/05, 19:07

Buona sera a tutti!

Dopo alcune notti di riflessione, andiamo, mi avvio all'avventura.
Pubblicherò qui mentre procedo, in modo che tu possa seguire la mia avventura passo dopo passo. Proverò a mettere foto, è ancora più significativo di un lungo discorso.

Quindi ho superato i primi 2 passaggi, che consistevano nel trovare la posizione migliore per il reattore e nel trovare o collegare la presa d'aria pantonizzata.

Per il reattore, secondo me il più semplice è metterlo al posto del catalizzatore. Il rovescio della medaglia è che si trova a circa 1 m dai tubi di scarico, ma il vantaggio è che è molto facile accedere quando l'auto è sul ponte, e soprattutto è sufficiente svitare 3 bulloni da smontare .... Comunque avrei trovato difficile mettere il reattore prima, perché c'è poco spazio.

Quindi sono andato in un pasticcio e sono riuscito a trovare quasi lo stesso catalizzatore, c'è solo il tubo che esce dal catalizzatore e che si collegherà ulteriormente 1 m nel silenziatore che è troppo lungo, ma sarà facile da tagliare!

Posso quindi decapitare il catalizzatore, trasferire il nido d'ape e avrò tutto lo spazio necessario per posizionare il reattore. In termini di temperatura, anche se sono un po 'lontano dai tubi di scarico, penso che dovrebbe comunque salire abbastanza in alto poiché comunque un catalizzatore ha bisogno di una temperatura elevata per funzionare. Se ciò non bastasse, isolerò ...

Per la presa d'aria sull'aspirazione, mi rendo conto che sarà un gioco da ragazzi. In effetti, ho 2 prese d'aria sul collettore. Il primo è quello la cui apertura è modificata dalla farfalla, a sua volta guidata dal pedale dell'acceleratore.

E il secondo, molto più piccolo, è quello per il minimo. C'è un servomotore controllato dal computer che gestisce questa presa d'aria, per regolare il flusso d'aria del minimo.
Ciò significa che la prima presa d'aria è completamente chiusa al minimo.

Quindi effettuerò la mia presa d'aria sull'ingresso destinato al minimo, perché il tubo flessibile che collega il collettore al filtro è di facile accesso e il suo diametro interno è di circa 10 mm. Non avrò quindi bisogno di creare un venturi, perché fa già schifo.

Posso anche sognare un po 'e dirmi che anche il sistema pantone funzionerà al rallentatore !! :)

Ora il terzo passo è il reattore stesso. Ho realizzato 3 negozi di bricolage, ho trovato un tubo di acciaio diametro 2 mm, spessore 20 mm. Il diametro interno è quindi di 1.25 mm.
D'altra parte non ho trovato cosa fare l'asta del reattore. Non avevano una barra d'acciaio di diametro 15 mm. Penso che questo sia il diametro di cui ho bisogno, perché farebbe uno spazio tra l'asta e il reattore di 1.25 mm.

Quindi non ho ancora comprato il tubo, perché devo trovare qualcosa per creare prima la canna.
In ogni caso penso che rimarrò sull'acciaio, perché lavorare con l'acciaio inossidabile non è ancora ovvio.

Continua ...
0 x

Andre
ricercatore motore di Pantone
ricercatore motore di Pantone
post: 3787
iscrizione: 17/03/05, 02:35
x 9

Messaggio non luda Andre » 14/11/05, 23:56

Buongiorno,
Quello che dimentichi è che in questo buco, c'era un piccolo motore con una valvola a spillo che controlla il minimo, quindi riprenderai con un rallentamento accelerato.
Mi sto adattando in questo modo sulla mia Chevrolet
ma al rallentatore hai molta depressione ma poco calore
così poca acqua nel reattore ..
Un'altra cosa per il doping dell'acqua se prendi l'acciaio e non usi il veicolo tutti i giorni finirà per arrugginire (l'asta) facendolo in acciaio inossidabile non richiede più lavoro ed è saldature e acciaio, anche con saldatura
Andre
0 x
Avatar de l'utilisateur
NLC
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 2751
iscrizione: 10/11/05, 14:39
Località: Nantes

Messaggio non luda NLC » 15/11/05, 09:57

Ciao André.

Per il minimo accelerato, ci avevo pensato, ma se il motore si gira a causa del fatto che aspira l'aria di panton che dà una migliore esplosione, il computer dovrebbe quindi regolare questa presa d'aria controllata da il motore elettrico chiudendolo un po '? In teoria, dovrebbe anche iniettare meno carburante?

Finalmente vedrò bene comunque, è sperimentando che andrò avanti.



Per il reattore, pensi che solo l'asta possa essere realizzata in acciaio inossidabile?
Perché se uso l'acciaio inossidabile, è meglio fare tutto in acciaio inossidabile, giusto? Il tubo del reattore, l'asta e persino i gomiti?

Bene, è vero che uso la macchina ogni giorno comunque.

Altrimenti i tubi di scarico dei veicoli sono in acciaio. Ma è trattato contro la corrosione o no?

Cyril
0 x
Andre
ricercatore motore di Pantone
ricercatore motore di Pantone
post: 3787
iscrizione: 17/03/05, 02:35
x 9

Messaggio non luda Andre » 15/11/05, 15:12

Ciao NLC
Per quanto riguarda il minimo, tengo la valvola motorizzata e arrivo attraverso l'ingresso della valvola ERG che ho condannato, dà ancora un minimo abbastanza alto, per una trasmissione automatica manuale non dà fastidio troppo, ma automatico come me ha un piccolo inconveniente. Nel guidare questo si traduce in un pedale del gas di rotolamento abbastanza rapido rilasciato o 50 km / h in innesto (un freno e questo cade sugli intermediari.
Questi sono solo piccoli difetti che sono facili da correggere.
In termini di acciaio inossidabile, idealmente il reattore e l'asta dovrebbero essere in acciaio inossidabile, il resto dei connettori e i condotti può essere in ottone, rame, ciò che troverete nelle tubature locali.
Puoi mettere il tubo del reattore in acciaio e l'asta in acciaio inossidabile, il tubo ha meno tendenza alla ruggine dell'asta (non so perché)
Organizzati per avere le due estremità filettate del reattore che ti consentono di avvitare i raccordi ed è facile da smontare.
Se il tubo del reattore è sottile, spingere saldamente un'asta di metallo prima di saldarlo nello scarico, questo impedisce alla saldatura di funzionare e mantiene il diametro interno corretto.
Andre
0 x
Avatar de l'utilisateur
NLC
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 2751
iscrizione: 10/11/05, 14:39
Località: Nantes

Messaggio non luda NLC » 15/11/05, 15:45

Hai ragione, farò tutto in acciaio inossidabile, andrà meglio. Ho appena inviato una richiesta di preventivo per la produzione di parti.

Farò il reattore in questo modo:

Immagine

Alla lunghezza L, non ho molta scelta, sarà di 40 cm. In effetti, voglio che l'uscita del reattore sia appena prima del catalizzatore e che l'ingresso del reattore sia subito dopo il catalizzatore. Lo aprirò per trasferire il nido d'ape e per dividerlo, in modo che il reattore si riscaldi al massimo.

Per l'altezza H, farò un po 'più corto del diametro interno del mio tubo di scarico, per essere in grado di far passare tutto all'interno e quindi far uscire l'ingresso e l'uscita del reattore dal 2 fori che avrò praticato nel tubo della pentola.

I tubi del reattore / ingresso / uscita saranno quindi tagliati a 45 ° e saldati insieme.
Prenderò un tubo di 21.3 x 1.6, che mi dà un diametro interno di 18.1 mm. Per l'asta, prenderò un diametro di 16 per una lunghezza di 150 mm. Farà quindi uno spazio di 1.05 tra l'asta e il tubo, mi sembra non male!
Dernière édition par NLC il 15 / 11 / 05, 16: 23, 2 modificato una volta.
0 x

Avatar de l'utilisateur
Christophe
modérateur
modérateur
post: 52897
iscrizione: 10/02/03, 14:06
Località: pianeta Serre
x 1303

Messaggio non luda Christophe » 15/11/05, 16:19

Ho spostato, rinominato e post-it questo argomento
0 x
Ce forum ti ha aiutato? Aiutalo anche tu in modo che possa continuare ad aiutare gli altri - Pubblica un articolo su Econology e Google News
Andre
ricercatore motore di Pantone
ricercatore motore di Pantone
post: 3787
iscrizione: 17/03/05, 02:35
x 9

Messaggio non luda Andre » 16/11/05, 00:23

Bonsoir
rispondere a Nlc
Con due gomiti saldati non si tratta più di rimuovere l'asta o di ispezionarlo o sostituirlo, spesso dopo un certo uso inizia a vibrare e prende gioco, qualcos'altro i gomiti a
quadrato in quel modo dà restrizione (ne so qualcosa da quando sono arrangiatore in quel modo ma per obilgazione e
mancanza di spazio. e non ne sono troppo orgoglioso
Se hai la possibilità di realizzare un reattore dritto con un tubo filettato ad entrambe le estremità, facile da pulire o qualsiasi altra modifica, l'idea di metterlo nel nido d'ape del catalizzatore e senza dubbio una buona soluzione (I l'ho visto diventare rosso) purché il reattore non raffreddi l'intero disordine. perché un reattore ben funzionante consuma tutto il calore circostante.
Per essere operativo, il catalizzatore necessita anche di calore.
Andre
0 x
Avatar de l'utilisateur
NLC
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 2751
iscrizione: 10/11/05, 14:39
Località: Nantes

Messaggio non luda NLC » 16/11/05, 09:17

Ciao André.

Sì, sospetto che gli angoli retti non siano grandiosi, ma ehi, è un primo tentativo!
È vero che non sarà rimovibile, ma per un primo tentativo andrà bene. Se dopo un po 'ci vorrà gioco, farò l'editing in modo più pulito. Ad ogni modo, più tardi proverei ad avvicinare il reattore al motore, proprio dietro la sonda lambda, per avere ancora più calore. La preoccupazione è che in questo posto ci sia pochissimo spazio per armeggiare ...

E per il catalizzatore, anche se non è più operativo, non mi interessa, ecco perché ne ho recuperato uno per scarto, in modo da non danneggiare il mio!

A bientot
0 x
angelo
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 34
iscrizione: 12/10/05, 14:55

Messaggio non luda angelo » 16/11/05, 16:29

hi,
Se permetti, ti consiglio, di mantenere il nido d'ape del catalizzatore e di fare un buco nel nido per accogliere il reattore.
L'ideale a mio modesto parere è che il reattore sia circondato da un tubo da 2 me di 2-3mm in più.
Pourqu'à?
1. Tutti semplicemente dopo numerosi esperimenti ci siamo resi conto che in città non c'è abbastanza calore perché funzioni (t <300 ° C !!!)
2. Il calore del catalizzatore riscalda il reattore e tutto andrà bene!

Attenzione al modo di fissare il rettore nel catalizzatore che non deve muoversi o produrrà un rumore terribile.

Ricordare di isolare la parte di scarico prima del reattore con lana di roccia o vetro, ad esempio. e anche la parte dell'uscita del tubo di rame pantone.

Una volta che funziona l'ideale è usare la sonda lambda chifteur per avere un reale risparmio di consumo (LC-1 su innovate vedi su ebay)
cordialmente
0 x
Avatar de l'utilisateur
NLC
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 2751
iscrizione: 10/11/05, 14:39
Località: Nantes

Messaggio non luda NLC » 16/11/05, 19:21

Sì, buona idea, proverò a scavare il favo attraverso il catalizzatore, per poi inserire il mio reattore. Mi salverà dallo scalping del catalizzatore per rivenderlo successivamente.

Tuttavia, qualcuno sa dove posso trovare tubi e tondi in acciaio inossidabile? Vivo a Nantes
Sto cercando un tubo di 21.3 x 1.6 e un giro di 16.

Ho un grossista che può vendermi vicino a casa mia, ma devo prendere 6m di tubo e 3m di giro !! : Cry: : Cry:

Domani proverò a chiamare Weber Metaux a Parigi per vedere se sono per corrispondenza.
0 x




  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Di nuovo a "iniezione di acqua nei motori: l'assemblaggio e la sperimentazione"

Chi è in linea?

Utenti che lo stanno visitando forum : Nessun utente registrato e ospite 2