Motori o processi oltre l'unità, il dibattito e le idee?Uso di brevetti Tesla

Mito o realtà? La domanda rimane! Sta a te giudicare su questa parte di forum, processi come le invenzioni di Tesla, Newman, Perendev, Galey, Bearden, fusione fredda ...

Ricerca di moto perpetuo è una "fantasia" della mente umana per secoli ...
Janic
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 9319
iscrizione: 29/10/10, 13:27
Località: Borgogna
x 177

Messaggio non luda Janic » 18/06/12, 13:20

Dedeleco
Il metodo scientifico è dimostrare la realtà del nostro mondo, dalla riproducibilità, verificabile da tutti, incessantemente, come le leggi dell'elettromagnetismo scoperte da Faraday e Maxwell verificano incessantemente, ogni volta che usiamo n qualsiasi dispositivo, TV, telefono, GPS, nucleare ecc.

Di nuovo sei in confusione! È sufficiente che un'invenzione sia realizzata e testata (anche se solo una volta) per essere considerata concreta e quindi fattibile. Il fatto che non sia raggiungibile da altri, deriva dalla protezione dell'invenzione per mantenere la sua esclusività e quindi le cause legali per la copia che ne derivano.
Tesla era un inventore e non un uomo d'affari, il che significava che era stato sfruttato più volte da "gatto scottato teme l'acqua fredda".
ma un'opera di pazienza, attenta, completa, che accetta la realtà con grande cura, affinché sia ​​riproducibile, ....

Qui è dove fai ancora confusione, deve essere riproducibile da tutti CHE se l'invenzione è e rimane protetta e il suo autore vive, sfortunatamente è difficilmente possibile ora, dati i costi di deposito dei brevetti europei o globali.
... da parte di tutti, comprensibile e coerente, verificabile in ogni momento prestando attenzione con grande cura e rigore, non per mescolare tutto sbagliato, come vedo costantemente in econologia, con l'aggiunta del rifiuto di compiere gli sforzi necessari di rigore e comprensione di secoli di lavoro scientifico.

Ancora una volta un'altra confusione, la maggior parte degli inventori tentano di fallimenti successivi alla chiave, compresi quelli che citate. Tu confondi l'invenzione e lo sfruttamento industriale che è il passo finale; tra i due ci sono prototipi generalmente imperfetti e quindi "non scientifici" secondo la tua terminologia.
Apparentemente, non hai mai inventato niente!
0 x

dedeleco
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 9211
iscrizione: 16/01/10, 01:19
x 6

Messaggio non luda dedeleco » 18/06/12, 13:34

janic non ha capito nulla del metodo scientifico, rigorosamente nulla, perché un brevetto può rimanere immaginario per sempre e solo molto raramente una vera scoperta, che apre la strada a molte altre scoperte, brevetti, ecc ..., a cascata.
Esempio: la scoperta del Maser, poi del Laser, con migliaia di varianti inimmaginabili nel brevetto, ma basate sul lavoro di Einstein emissione stimolata, riflessioni di base sulla meccanica quantistica un po meno di un secolo fa!


Lo stesso, per quello della risonanza magnetica di elettroni e nuclei, che janic non sa affatto !!!
0 x
Janic
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 9319
iscrizione: 29/10/10, 13:27
Località: Borgogna
x 177

Messaggio non luda Janic » 18/06/12, 18:23

Janic non ha capito il metodo scientifico, assolutamente nulla, perché un brevetto può rimanere in eterno e l'immaginazione è raramente una vera scoperta, che apre la strada a molte altre scoperte, brevetti, ecc .. ., in cascata

e Dede non ha capito nulla della protezione di un'invenzione, quando si desidera donarlo gratuitamente all'umanità, basta rivelarlo al grande pubblico e non è più brevettabile. D'altra parte è anche vero che una scoperta porta a miglioramenti, raramente ad altri brevetti se il soggetto è ben protetto (tranne alla fine degli anni 20 quando cade nel pubblico dominio). Quindi un brevetto può rimanere inutilizzato (poiché la dimostrazione di funzionalità non è rivendicata), ma non dovrebbe essere generalizzata.
Hai già depositato un brevetto? chiedi rimondo o pascal ha pham che hanno ragione in esso.
0 x
Avatar de l'utilisateur
plasmanu
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 2410
iscrizione: 21/11/04, 06:05
Località: Il viadotto 07170 Lavilledieu
x 37

Messaggio non luda plasmanu » 19/06/12, 21:48

Tesla ha detto / scrive:
In realtà, la tensione nell'aria aumenta di circa 150 volt per metro di altitudine, ed è per questo che otteniamo una differenza di voltaggio di 20 000 anche 40 000 volt tra la base e la cima di l'antenna. L'atmosfera carica è in moto perpetuo; trasmette elettricità al conducente in modo intermittente, e non continuamente, che produce strilli in un ricevitore telefonico sensibile.

Secondo lui la frequenza naturale dell'atmosfera è 4 su 15Hz (uguale al cervello tra il riposo e il brainstorming).

Come è andato a lavorare con le alte frequenze?
La risonanza è un moltiplicatore del valore esatto?

A parità di frequenza c'è una differenza tra onda buona e onda cattiva.

Altamente il mio HAARP a casa.
Se capisco un po 'HAARP serve a moltiplicare il segnale: la grande unità.
Mi ricorda la sabbia bitumeux. Utile un barile da recuperare per intero: il trucco è trovare il deposito (profondità ... importo)

MODIFICA un pdf molto pulito:
https://www.econologie.info/share/partag ... 7b0tuF.pdf
0 x
"Non vedere il male, non sentire il male, non dire il male" 3 piccole scimmie Mizaru
moinsdewatt
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 4387
iscrizione: 28/09/09, 17:35
Località: Isére
x 442

Messaggio non luda moinsdewatt » 20/06/12, 20:47

plasmanu ha scritto:Esattamente c'è una questione da approfondire.
Che impone 220v e 50hz.
Ci sarebbe di meglio in 4-10hz


Vediamo il livello basso che prevale su questo forum.

Livello 1ear anno Deug of science.

Vai, guarda un po '. Se non trovi che ti aiuto.
0 x

moinsdewatt
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 4387
iscrizione: 28/09/09, 17:35
Località: Isére
x 442

Messaggio non luda moinsdewatt » 20/06/12, 20:48

dedeleco ha scritto:I troll hanno ucciso questo argomento con un vuoto totale di informazioni.


8) Non penso di meno.
0 x
Obamot
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 11085
iscrizione: 22/08/09, 22:38
Località: regio genevesis
x 65

Messaggio non luda Obamot » 20/06/12, 21:35

moinsdewatt ha scritto:
plasmanu ha scritto:Esattamente c'è una questione da approfondire.
Che impone 220v e 50hz.
Ci sarebbe di meglio in 4-10hz


Vediamo il livello basso che prevale su questo forum.

Livello 1ear anno Deug of science.

Vai, guarda un po '. Se non trovi che ti aiuto.

Bene, conoscendolo un po 'dalle sue parole, c'è una buona dose di apertura e due dosi di secondo grado : Mrgreen: : Cheesy: e spesso tre dosi di umorismo: ciò che manca a qualcuno (e non bersaglio a nessuno in particolare!) e sicuramente zero dose di settarismo.
Dernière édition par Obamot il 20 / 06 / 12, 21: 37, 1 modificato una volta.
0 x
Avatar de l'utilisateur
plasmanu
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 2410
iscrizione: 21/11/04, 06:05
Località: Il viadotto 07170 Lavilledieu
x 37

Messaggio non luda plasmanu » 20/06/12, 21:36

Né deug né insa (troppo lontano)
Solo analista bts.

110v 60hz è migliore?

Prima volevamo imporre il continuum.
Tesla vide HT invece di HF.

Spiega ... Io sono tutto orecchie
0 x
"Non vedere il male, non sentire il male, non dire il male" 3 piccole scimmie Mizaru
moinsdewatt
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 4387
iscrizione: 28/09/09, 17:35
Località: Isére
x 442

Messaggio non luda moinsdewatt » 21/06/12, 21:32

plasmanu ha scritto:Né deug né insa (troppo lontano)
Solo analista bts.

110v 60hz è migliore?

Prima volevamo imporre il continuum.
Tesla vide HT invece di HF.

Spiega ... Io sono tutto orecchie


La tensione alternata e quindi la corrente alternata hanno il grande vantaggio di essere "trasformati" dai trasformatori di tensione o più forti (corrente meno intensa) o più bassa (e più intensa). È solo una trasformazione del prodotto IxV che rimane costante (con perdite vicine), non ci sono miracoli.
Per farlo funzionare bene con trasformatori che non sono grandi come gli edifici hanno realizzato all'inizio dell'ingegneria elettrica che 50 Hz o 60 Hz era adatto. In cima c'erano altri svantaggi.
sotto 10 Hz un trasformatore non sarebbe molto buono.
(e DC, non può funzionare affatto).

E poi 50 Hz o 60 Hz ca è molto molto bene con i generatori elettrici di quel tempo.

Quando 110 V e 220 V ca sono solo una storia di compromessi tecnici e volontà tecnica e politica.

Ricordo che in Francia eravamo ancora in molti posti in 110 V negli anni 60.
220 V consente una potenza determinata che consente di avere 2 volte meno corrente rispetto a 110 V, che consente di utilizzare meno sezioni di rame per i cavi elettrici e le installazioni elettriche in casa. È più economico per le reti. Minor rischio di incendio avviando le luci elettriche.
Svantaggi e non meno importante, è più pericoloso in caso di elettrocuzione. Richiede grandi isolatori.
Gli Stati Uniti, che avevano un sacco di reti elettriche private e non abbastanza volontà politica (ben fatto per questi liberali), non sono mai riusciti a passare a 220 V. Peccato per loro.

'' Prima volevamo imporre il continuo. ''
Sono stati quelli che avevano iniziato a far crescere le imprese che "volevano imporre" il continuum.
È lo stesso di Facebook che ha imposto il suo social network.
(Ma non per tutti, non lo voglio).
Così gli imprenditori che avevano un'opinione diversa riuscirono a mostrare l'interesse di alternare la corrente per il trasporto su linea elettrica.
È la fine di 19ieme che viene prodotta. In 1896, la centrale elettrica di Niagara (le famose cascate) era la più potente del mondo su una griglia alternativa. 75 MW!
E questo grazie agli sviluppi nella corrente alternata di Nikola Tesla poco prima.

Detto questo, la corrente continua viene restituita per il trasporto elettrico a lunga distanza (meno perdite in linea per effetto capacitivo), a causa dei nostri giorni sappiamo come trasformare la tensione in corrente continua grazie ai componenti elettronici ad alta potenza che non esisteva all'inizio del siécle 20ieme.
Quindi c'è una linea sottomarino France England che è in corrente continua. Si chiama linee HVDC. E ci sono progetti tra la Germania settentrionale e la Norvegia sotto il Mar Baltico. E ancora in Cina e in Brasile. Ti sto parlando di progetti che ammontano a centinaia di milioni di euro.
Dernière édition par moinsdewatt il 21 / 06 / 12, 21: 42, 3 modificato una volta.
0 x
Avatar de l'utilisateur
plasmanu
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 2410
iscrizione: 21/11/04, 06:05
Località: Il viadotto 07170 Lavilledieu
x 37

Messaggio non luda plasmanu » 21/06/12, 21:39

Ok.
Quella buona buona logica economica.
Se tutti avessero 380v trifase, ci sarebbe ancora meno rame.

Da lì a dire che su 100000v non ci sarebbe affatto il rame. Come facciamo? : Mrgreen:
Spingo un po ': lo so.
0 x
"Non vedere il male, non sentire il male, non dire il male" 3 piccole scimmie Mizaru


Di nuovo a "motori o processi oltre l'unità, il dibattito e le idee? "

Chi è in linea?

Utenti che lo stanno visitando forum : Nessun utente registrato e ospite 2