Gravitazione: gli universoni, energia del futuro

di Claude Poher, Editions du Rocher - ottobre 2003 - 308 pagine - ISBN: 2-268-04789-X, Brossura - Bianco e nero

Universons

L'autore dimostra che i viaggi interstellari umani sono possibili e spiega perché lo sono. Questo libro è il risultato di più di due decenni di ricerca personale e paziente raccolta di verifiche sperimentali.
La prima parte analizza le principali difficoltà da superare per permettere all'uomo di viaggiare tra le stelle. La seconda parte presenta una nuova teoria quantistica della gravitazione sviluppata dall'autore sulla base di fatti provenienti da più osservazioni. Questa nuova teoria viene confrontata con successo con diversi risultati sperimentali. È, in primo luogo, confermato dalla traiettoria di tutte le sonde interplanetarie distanti. Ma è anche corroborato dalla velocità delle stelle nelle galassie. Questa teoria rivela quindi una soluzione naturale al viaggio interstellare. La terza parte propone un nuovo mezzo di propulsione spaziale interstellare. Particolarmente eloquente è l'analisi comparativa delle caratteristiche di questo tipo di propulsione con i dati ottenuti da numerose testimonianze di avvistamenti UFO nel mondo, per più di mezzo secolo. I concetti sviluppati dall'autore, e che sono nati dalla sua ricerca ufficiale sul fenomeno UFO, sembrano portatori di una vera e propria rivoluzione scientifica, tecnica, industriale e sociale per l'umanità.

Leggi anche:  Energia da acqua? WCCO

estratti: “La teoria quantistica della gravità, spiegata nel libro, si rivela avere conseguenze potenzialmente di vasta portata per l'umanità. Questa è una caratteristica "ben nascosta", ma reale, della Natura, che viene così portata alla luce. (...) In effetti, questa previsione significa che la gravitazione, cioè la gravità, è quantificato. E, se è quantificato, è perché esiste, ovunque nell'Universo, un'energia colossale da cui sembra possibile trarre grandiose applicazioni. "" Ovunque l'accelerazione gravitazionale è molto debole, l'importanza delle fluttuazioni quantistiche associate al flusso cosmologico degli Universoni diventa preponderante. "(...)" (...) ci sono molte possibili potenziali applicazioni relative alla scoperta della quantificazione della gravità. Sarebbe ora di parlarne !!! "

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *