©zhengzaishanchu/AdobeStock

Storia del prezzo del barile di petrolio: catalizzatori e grandi eventi

Il petrolio è una delle risorse più strategiche al mondo. Principale fonte di energia per settori di attività essenziali come i trasporti o l'industria, l'oro nero incide direttamente o indirettamente sui costi di produzione della maggior parte dei beni e servizi. Qualsiasi fluttuazione del prezzo del barile di petrolio ha quindi conseguenze significative per l'economia.

Nell'ultimo secolo la curva del prezzo del barile di petrolio ha toccato dei picchi prima di sprofondare nel baratro, per poi risalire più volte. Proviamo a vedere più chiaramente i fattori alla base di questi sconvolgimenti esplorando in particolare alcuni degli eventi più significativi della sua storia.

Fattori determinanti per il prezzo di un barile di petrolio

Per comprendere meglio il mercato petrolifero, è essenziale concentrarsi sui fattori che possono perturbare l'equilibrio tra domanda e offerta di barili.

Riunite all'interno dell'Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC) e dell'OPEC+ (che comprende anche altri paesi produttori come Russia, Messico o Kazakistan), le potenze petrolifere sono in grado di regolare l'approvvigionamento di petrolio.

Ma anche altri fattori più inaspettati possono influenzare fortemente le capacità di produzione mondiale di petrolio! Conflitti e sanzioni economiche sono infatti tra gli elementi in grado di destabilizzare i Paesi produttori di petrolio.

Non è tutto. Poiché il prezzo di un barile di petrolio è scambiato in dollari USA (USD) sui mercati mondiali, ogni variazione del biglietto verde influenza più o meno direttamente il prezzo dell'oro nero.

Infine, il prezzo del barile di petrolio è influenzato anche dalla domanda dei consumatori e dal dinamismo dell'economia mondiale. Quest'ultimo è quindi particolarmente sensibile alle condizioni economiche.

Leggi anche:  Cina: cinese eco-città

Tanti i fattori endogeni ed esogeni che hanno scosso le quotazioni dell'oro nero nell'ultimo secolo al ritmo delle crisi e delle riprese petrolifere!

Ecco alcuni degli esempi storici più significativi.

Primo shock petrolifero della storia (1973)

Negli anni '1970, i paesi industrializzati dipendevano fortemente dalle importazioni di petrolio, principalmente dal Medio Oriente.

Tra il 1970 e il 1973, i prezzi del petrolio sono aumentati del 100%, poiché i paesi produttori di petrolio hanno gradualmente preso coscienza della loro posizione di forza.

Dopo la guerra dello Yom Kippur nel 1973, i paesi del Golfo hanno ridotto la loro produzione e l'Arabia Saudita ha addirittura imposto un embargo sulle esportazioni verso gli Stati Uniti.

Il prezzo di un barile di petrolio è esploso, passando da $4 a $16 in poche settimane!

Le economie occidentali sono destabilizzate, la crescita rallenta e la disoccupazione aumenta, segnando l'inizio del primo shock petrolifero.

Secondo shock petrolifero (1979)

6 anni dopo, la storia si ripete.

La rivoluzione iraniana interrompe le esportazioni di petrolio a causa di scioperi e instabilità politica, poi arriva la guerra tra Iran e Iraq a destabilizzare definitivamente le esportazioni di petrolio dalla regione.

Questi eventi portano a un aumento significativo dei prezzi del petrolio con prezzi che salgono da $ 20 a $ 40. Carenze e difficoltà economiche si sono poi moltiplicate per i paesi importatori, colti alla sprovvista dall'impennata dei prezzi.

Leggi anche:  Il ritorno di carbone

Caduta vertiginosa del prezzo del barile di petrolio nel 1986

Dopo molti anni di prezzi elevati, il petrolio è sceso bruscamente, passando da 25 dollari al barile alla fine del 1985 a meno di 10 dollari a metà del 1986. Un'evoluzione storica del prezzo del barile di petrolio, spesso qualificata dagli economisti come un “controshock petrolifero”.

Negli anni '1980, l'OPEC ha fissato i prezzi ufficiali del petrolio con il greggio leggero saudita come punto di riferimento. I prezzi elevati e la recessione globale hanno spinto verso il basso i consumi, stimolando la ricerca di fonti energetiche alternative e una crescente ricerca di efficienza energetica.

I membri dell'OPEC hanno quindi tagliato la loro produzione di quasi la metà. Per riconquistare quote di mercato, l'Arabia Saudita sta rapidamente aumentando la sua produzione e adottando un sistema di prezzi spot.

Crisi finanziaria del 2008, terzo shock petrolifero

Causata dal crollo del mercato dei mutui statunitensi, la crisi dei mutui subprime ha portato a una recessione globale. I prezzi del petrolio sono crollati con un calo di oltre il 70% nella seconda metà del 2008.

Mentre i prezzi hanno raggiunto un picco di oltre $ 146 nel luglio 2008, sono scesi a $ 39 nel dicembre 2008 prima di salire bruscamente nei due anni successivi e raggiungere un nuovo picco intorno a $ 113 al barile.

Pandemia di coronavirus nel 2020: brusca frenata sul prezzo!

La pandemia di coronavirus nel 2020 porta a un forte calo dei prezzi del petrolio a causa dell'improvviso calo della domanda globale causato dalle misure di contenimento.

Tra conseguenze della crisi del coronavirus, la diminuzione dell'attività economica complessiva porta a una diminuzione del consumo di energia. I paesi produttori cercano quindi di ridurre la loro produzione per stabilizzare i prezzi.

Leggi anche:  Inquinamento diretto di petrolio e combustibili fossili

Il prezzo di un barile di petrolio ha perso circa il 70% tra gennaio e aprile 2020, passando da un barile a più di 60 dollari a un barile a meno di 20 dollari.

2022 Invasione russa dell'Ucraina

All'inizio di l'operazione militare russa per invadere l'Ucraina nel febbraio 2022, il prezzo del petrolio aumenta notevolmente a causa dell'interruzione della fornitura di petrolio dalla Russia.

Il petrolio passa da poco più di 88 dollari al barile all'inizio di febbraio 2022 a oltre 123 dollari al barile a giugno 2022, con un aumento di oltre il 40%.

Da quel picco, il mercato petrolifero è tornato a livelli simili a quelli visti prima dell'invasione russa dell'Ucraina. I prezzi del petrolio hanno perso quasi l'80% da questo picco e ora si aggirano intorno ai 75 dollari al barile.

Dai giorni degli shock petroliferi alla recente guerra in Ucraina, il prezzo del petrolio ha subito significativi aumenti e diminuzioni. 

Data l'importanza strategica del petrolio come fonte di energia e il suo impatto sull'economia mondiale, gli analisti amano seguire da vicino le notizie che potrebbero influenzare il prezzo del barile sui mercati mondiali.

Sia per i professionisti che per i privati, conoscere l'evoluzione storica dei prezzi del petrolio è essenziale per comprendere le tendenze attuali e cercare di prevedere le variazioni future.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *