fotovoltaico agricolo

Il fotovoltaico vince il settore agricolo

Il fotovoltaico, che consiste nella trasformazione dell'energia prodotta dal sole in elettricità, ha conosciuto un notevole sviluppo negli ultimi anni. Si è diffuso anche nel settore agricolo ed è adottato nella maggior parte delle regioni agricole del mondo. Questa fusione tra il fotovoltaico e il settore agricolo è conosciuta con diversi nomi: agrivoltaismo, agro-fotovoltaico, agrisolare o terreno agricolo fotovoltaico. In Francia sono emersi diversi progetti agrivoltaici ei risultati sono benefici sia per gli agricoltori che per i promotori. Scopri in questo articolo alcuni esempi o risultati della combinazione di fotovoltaico e settore agricolo oltre ai vantaggi dell'agrivoltaismo.

Installazione di coperture fotovoltaiche su capannoni agricoli esistenti

Gli edifici agricoli o i capannoni destinati al deposito di attrezzature agricole, alla protezione dei veicoli agricoli, alla conservazione dei raccolti o al bestiame da allevamento sono generalmente costruiti su una vasta area da circa 600 m² a 1 m². I loro i tetti sono esposti al sole le cui apparizioni scandiscono il lavoro negli ambienti agricoli.

Queste caratteristiche degli hangar o degli edifici esistenti nel settore agricolo in Francia sono ora utilizzati da produttori di energia rinnovabile, in particolare quelli specializzati nella produzione di elettricità fotovoltaica. Le ampie superfici di copertura a disposizione di questi edifici, infatti, sono state sostituite da pannelli fotovoltaici per produrre una grande quantità di energia elettrica rinnovabile.

La potenza dell'impianto dipende generalmente dalla superficie del tetto e dal numero di pannelli fotovoltaici utilizzati. Per una produzione di energia ottimale, secondo arkolia-energies.com, è sufficiente che il capannone agricolo sia ben esposto al sole e non parzialmente ombreggiato. Anche il tetto dovrebbe esserlo esposto a sud e inclinato di circa 30°. Gli esperti raccomandano soprattutto che l'hangar sia in buone condizioni e in grado di sostenere il peso dei pannelli e dei dispositivi fotovoltaici.

L'installazione di tali coperture fotovoltaiche su capannoni agricoli esistenti viene generalmente effettuata dopo la sottoscrizione dell'a locazione enfiteutica tra agricoltori e produttori di energia rinnovabile. Questi ultimi si impegnano a ristrutturare o installare i pannelli fotovoltaici sul tetto del capannone dell'agricoltore ea finanziare i lavori per lo sfruttamento dell'energia elettrica prodotta. In cambio, pagano l'affitto agli agricoltori per 20 o anche 30 anni.

capannone solare

Nuovi capannoni agricoli finanziati dal fotovoltaico

L'inserimento del fotovoltaico nel settore agricolo si riflette anche nella realizzazione di diversi capannoni agricoli interamente finanziati dai produttori di energia fotovoltaico. Questi tipi di progetti sono generalmente rivolti agli agricoltori che non hanno un edificio, ma che possiedono la loro terra.

Questo spazio su cui verrà edificato il fabbricato agricolo deve essere relativamente piatto e ben esposto al sole. I produttori di energia rinnovabile, in quanto investitori, richiedono anche ai proprietari di giustificare la necessità di un capannone agricolo per l'esecuzione delle loro attività. Come gli altri Condizioni di ammissibilità, il terreno proposto dovrà essere posizionato a meno di 300 metri da un trasformatore elettrico ea meno di 1 metri sul livello del mare.

Se queste condizioni sono soddisfatte, gli investitori accettano la richiesta degli agricoltori. Le due parti definiscono poi le specificità del progetto, in particolare il modello di capannone agricolo idoneo allo svolgimento delle attività. L'investitore è responsabile della redazione un contratto di locazione per costruire per 20 o 30 anni che prevede che l'agricoltore mantenga l'uso dell'edificio durante questo periodo. Lo specialista-investitore si occupa poi di tutte le fasi della realizzazione del capannone agricolo, ovvero:

  • studi tecnici specifici,
  • procedure amministrative,
  • la fase di costruzione dell'hangar e installazione di pannelli fotovoltaici,
  • collegamento dell'impianto fotovoltaico alla rete elettrica pubblica.

Dopo la costruzione dell'edificio, si occupa anche della manutenzione del tetto dotato di pannelli solari. Nella maggior parte dei casi, l'agricoltore può riacquistare la piena proprietà del capannone agricolo nonché del tetto fotovoltaico al termine del periodo indicato nel contratto di locazione da costruire.

Centrali fotovoltaiche a terra in campo agricolo

Le centrali fotovoltaiche un tempo erano installate solo in cave, discariche industriali o altre aree non coltivabili. Tuttavia, negli ultimi anni, con l'adozione del fotovoltaico nel settore agricolo, li troviamo accesi diversi ettari di spazio coltivato o coltivabile in Francia e nel mondo. Sono disposti in modo da non impedire l'uso di macchine agricole, attività agricole o agro-pastorali.

In genere, i pannelli fotovoltaici sono montati su telai o solidi carri armati sopra i campi, le colture agricole o il sistema di allevamento. A seconda della configurazione dell'impianto fotovoltaico, questi supporti possono essere fissi o mobili.

Nel primo caso, sono rivolte a sud per consentire ai pannelli di catturare i raggi solari. A volte sono orientati verso est o verso ovest su determinati terreni a seconda della posizione geografica di questi ultimi.

I supporti mobili sono nella maggior parte dei casi tracker con pilota automatico basato su algoritmi complessi. Ruotano i pannelli fotovoltaici durante il giorno fino a ± 90° permettendo loro di seguire il corso del sole. Questa mobilità dei pannelli ottimizza la produzione di elettricità dal 20 al 30%.

centrale fotovoltaica su terreno agricolo

Quali sono i vantaggi dell'adozione del fotovoltaico nel settore agricolo?

La combinazione di fotovoltaico e attività agricole sullo stesso appezzamento offre numerosi vantaggi agli agricoltori, agli investitori e al mondo intero.

Secondo i dati del Fraunhofer Institute for Solar Energy Systems o ISE, la potenza elettrica fornita dagli impianti fotovoltaici installati nel settore agricolo in tutto il mondo è aumentata da circa 5 megawatt nel 2012 a oltre 2,9 gigawatt nel 2022. In Francia, l'ambiente e l'energia L'Agenzia di Gestione (ADEME) prevede che il contributo dell'agrivoltaismo alla produzione di energia rinnovabile sarà di circa il 40% nel 2023. Questa significativa capacità energetica generata dal fotovoltaico agricolo consente di avere energia verde per tutti ed evitare l'esaurimento delle fonti di energia fossile.

Oltre a partecipare alla transizione energetica ed ecologica, l'agrivoltaismo consente agli agricoltori di risparmiare denaro e/o avere altre fonti di reddito. L'energia prodotta dai moduli fotovoltaici, infatti, può essere utilizzata per l'autoconsumo. Ciò comporta una riduzione delle bollette elettriche da pagare. Generano anche l'affitto di tetti di capannoni e la vendita di energia elettrica a fornitori tradizionali reddito aggiuntivo significativo in diversi anni.

Le centrali fotovoltaiche sui campi coltivati ​​proteggono i campi coltivati. La loro disposizione, che forma specie di giganteschi ombrelloni, permette di compensare i capricci del tempo o il maltempo che minacciano i raccolti. In caso di installazione su terreno riservato alle attività agro-pastorali, i pannelli fotovoltaici costituiscono rifugi per animali e anche trattenere l'umidità del suolo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *