Banco di rifugio installato a Strasburgo Rivétoile © DEFI-Écologique

Una base urbana che promuove la biodiversità: la panchina del Rifugio

Dare una nuova funzione di biodiversità a un oggetto già esistente per non richiedere nuovi bilanci o nuove esigenze è stata una delle chiavi dello sviluppo del Banco Rifugio. Se l'idea a prima vista può sembrare semplice, ci sono voluti quasi due anni e mezzo di sviluppo e prototipazione per arrivare a un dispositivo coerente a tutti i livelli: una vera sfida!

Cos'è la panchina del rifugio?

La panchina Refuge è una base urbana per il riposo breve sotto la quale sono disposti 15 rifugi pieni di materiali per attirare e quindi preservare gli insetti specificamente mirato. Progettata per posizionarsi sulle griglie intorno agli alberi, la panca Refuge può essere installata anche altrove e trova quindi posto nei parchi e sulla strada, nelle scuole e nelle imprese, nelle riserve naturali come in alberghi.

Banco di rifugio installato a Strasburgo Rivétoile © DEFI-Écologique
Banco di rifugio installato a Strasburgo Rivétoile © DEFI-Écologique

Gli obiettivi della panchina del Rifugio

Dissociare i diversi obiettivi della panchina del Rifugio sarebbe un errore rispetto a un progetto che deve essere letto nel suo insieme.

  • Fornire una risposta tecnica di qualità alla moltitudine di hotel con insetti installati che hanno un'innegabile virtù educativa, ma che non hanno veridicità tecnica né resistenza all'ambiente urbano.
  • Dare una nuova funzione di Biodiversità ha uno scopo esistente per non convocare nuovi budget o nuove esigenze,
  • Assegna una funzione aggiuntiva alla griglia ai piedi degli alberi anche se il dispositivo non è sottomesso ai piedi degli alberi,
  • Supportare il ritorno della natura in città,
  • Mettere concretamente in discussione i cittadini sul luogo della natura nella città,
  • Dare maggiore profondità al divieto di utilizzo di prodotti fitosanitari,
  • Portare la mediazione nell'ambiente nello spazio pubblico per parlare di insetti il ​​cui capitale di simpatia è ancora molto povero e questo attraverso il pannello educativo (QRcode),
  • Distribuire un sistema di ricezione entomofauna standardizzato con la possibilità, grazie al programma partecipativo collegato ad ogni panchina del Rifugio dallo stesso QRcode, affinché tutti possano inviare informazioni da osservazioni in tutta la Francia e altrove.
Leggi anche:  Download: Rapporto sui trasporti urbani: l'energia e l'organizzazione

Funziona ?

Una domanda che spesso sorge quando si tratta disviluppi che promuovono la biodiversità è "funziona"? Se la domanda può sembrare legittima a prima vista, implica anche una dicotomia di cui la Natura sa poco.
Ovviamente tutti i progetti ecologici di questo tipo richiedono monitoraggio e valutazione, ma quali mezzi colossali sarebbero necessari per valutare l'efficacia del dispositivo nel primo senso del termine (tipo di terreno, numero di dispositivi installati, durata dell'installazione, caratterizzazione habitat vicini, ecc.) e per quanto tempo dovrebbe essere condotto questo studio in relazione alle caratteristiche di ciascuna specie?
Quindi sì, le panchine seguite finora accolgono gli insetti, ma queste panchine accolgono anche gli utenti che vi riposano, gli studenti che partecipano alla loro installazione e le persone che osservano la vita che vi si insedia, la panchina del Rifugio. avere diversi livelli di lettura per "camminare" non importa cosa!
E per i puristi della dicotomia naturalistica, la risposta verrà data nel tempo con feedback, su un dispositivo entomofauna standardizzato, attraverso il programma partecipativo che accompagna ciascun dispositivo.

Business and Environment Awards (PEE) 2019
DEFI-Écologique e la sua panchina Refuge® hanno vinto il Grand Jury nella giuria di categoria “Biodiversità” del concorso 2019 Business and Environment Awards (PEE) dal Ministero della transizione ecologica e solidale e ADEME!
Premio assegnato da colleghi a una giuria composta sia dall'AFB che dall'LPO, dall'AFIE (Associazione francese di ingegneri in ecologia) o dal Ministero e ADEME per nominarne alcuni e presieduto da il vicedirettore di competenza del Museo nazionale di storia naturale.

Premi aziendali e ambientali

Entomofauna preso di mira dalla panca Refuge®

Installazione di materiali Colmar © DEFI-Écologique
Installazione di materiali Colmar © DEFI-Écologique

Gli insetti sono piccoli animali molto esigenti, per molti di loro. Esistono davvero molti insetti in ambienti molto specifici, sia su una pianta particolare che su un biotopo specifico.
È in qualche modo lo stesso con materiali diversi, che attireranno un tipo specifico di insetto.
Abbiamo quindi raccolto una massa di dati e feedback per selezionare finalmente un'intera gamma di materiali, a seconda degli insetti presenti nelle aree urbane, indipendentemente dal fatto che siano noti o che dovrebbero attirare. Diverse esperienze intermedie ci hanno già permesso di vedere da soli, e con sincero piacere non mascherato, che abbiamo ragione.

Leggi anche:  Makhonine: aerei a geometria variabile

Ma il lavoro di puntamento degli insetti presenti nelle aree urbane, non fastidioso (che non fa male) e interessato a determinati materiali non era tutto. Abbiamo anche lavorato alla forma e alle dimensioni delle aperture della facciata dopo la verniciatura per soddisfare al meglio le esigenze degli insetti bersaglio, arrivando fino a definire il colore della terra di Siena come potenzialmente interessante per alcuni insetti bersaglio e in particolare i merletti.
Non resta che rispettare le raccomandazioni di installazione tanto diverse quanto diverse (contesto geografico, orientamento, ecc.) E il sistema assume il suo pieno significato nello spazio pubblico.

Ecodesign e solidarietà

Acciaio e legno massello sono i due materiali principali della panca Refuge®. Il desiderio è quello di offrire un sistema duraturo, a prova di città, sia per la qualità d'uso che per una maggiore durata.
L'acciaio, trattato con una tecnica Powder Blast che non utilizza alcun prodotto dannoso per l'ambiente (essendo privo di acidi o metalli pesanti), garantisce la resistenza meccanica e la durata del banco Refuge®. La tecnica Powder Blast consente un uso corretto delle quantità di materiale di finitura e garantisce il recupero delle polveri per il riutilizzo.
Il legno di locusta è naturalmente di classe 4, che può essere tenuto all'aperto senza alcun trattamento. I trucioli di legno sono immagazzinati in silos e riscaldano il sito per il recupero di energia.
La scelta delle finiture gioca anche il suo ruolo nel progetto. Innanzitutto, la scelta di una vernice testurizzata consente di contrastare i problemi di scivolamento sulla superficie del terreno. Quindi, la scelta del colore deve essere misurata nel contrasto che il nero porta con la terra di Siena.

Leggi anche:  Brevetto Renault: generazione di idrogeno mediante conversione ad alta temperatura del vapore acqueo
Pannello didattico di una panchina del Rifugio a Mulhouse © DEFI-Écologique
Pannello didattico di una panchina del Rifugio a Mulhouse © DEFI-Écologique

È stata inoltre prestata attenzione all'origine dei materiali e ai principi dell'eco-design. Con un'unità di produzione di carpenteria, fabbro e catena di verniciatura, Sineu Graff, il partner industriale di DEFI-Écologique, assicura tutta la produzione in un unico sito.
I 15 materiali scelti per riempire i banchi del Rifugio sono stati selezionati in modo da lavorare con piccoli produttori, collezionisti o produttori il più vicino possibile al sito di confezionamento che altro non è che un ESAT (Stabilimento e Servizio di Assistenza del Lavori) e tutti i lavori di falegnameria su questi stessi materiali sono svolti da un Istituto per il reinserimento dei giovani abbandonati.

Descrizione completa della panchina del Rifugio in .pdf

E il resto?

DEFI-Écologique è un collettivo di imprenditori diEconomia sociale e solidale riuniti sotto forma di un ufficio di progettazione ambientale. L'ufficio progettazione è composto da “datori di lavoro-dipendenti” perché tutti soci di una Cooperativa di Attività e Lavoro (CAE). Il principio cooperativo risponde a diversi bisogni politici ed economici urgenti:

  • Trova un significato nel suo lavoro,
  • Organizza l'azienda in modo diverso,
  • Crea un nuovo modo di vivere insieme.

Pertanto ogni panca Refuge installata è una vittoria sia per il dispositivo in quanto tale, sia per la nostra capacità di investire in tutti i progetti sul campo che desideriamo concretizzare, per la nostra capacità di supportare il nostro blog Défi-Ecologique e quello di vivere con dignità nella protezione della biodiversità.

Andare oltre? Visita il forum biodiversità e giardinaggio

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *