tic toc

Raccolta dati su TikTok: cosa preoccupa gli utenti

L'applicazione TikTok sta facendo molto rumore a causa del suo successo tra i giovani. Tuttavia, di recente, alcuni governi stanno iniziando a voltare le spalle al social network cinese, una delle poche piattaforme social più popolari non proveniente dagli Stati Uniti. Qual è il problema? La sicurezza dei dati personali degli abbonati.

Uso preoccupante dei dati personali

Per far funzionare l'algoritmo e offrire video in base ai gusti degli utenti, TikTok chiede di raccogliere molti dati personali: nome, indirizzo email, numero di telefono, contatti, geolocalizzazione, dati di archiviazione, ecc.

L'associazione Exodus Privacy ha riferito che TikTok richiede in media 76 autorizzazioni ai suoi abbonati. Una di queste autorizzazioni consente persino all'azienda di sapere quali chiavi vengono digitate dall'utente.

Queste cifre cominciano a suscitare diffidenza ai quattro angoli del mondo. Alcuni governi accusano persino TikTok di essere uno strumento di spionaggio cinese. L'uso di questi dati da parte di TikTok è preoccupante perché una volta concessa l'autorizzazione, non puoi davvero sapere dove stanno andando questi dati.

Come mostrato questo articolo di ExpressVPN, i dati personali sono sempre più preziosi per la rivendita illegale e le fughe di notizie stanno diventando comuni. Inoltre, sono i dati che arrivano dai social i meno costosi da rivendere, e quindi i più interessanti nel dark web: ad esempio, un TikTok ID si rivende a 25 dollari, e uno YouTube ID a 11,99 dollari.

Leggi anche:  Google SEO: diventa SEO Google Gogole? Amichevole utente dell'utente feindly?

Nel novembre 2022, TikTok ha riconosciuto che l'app è stata utilizzata per trasferire dati in Cina. E sulla stessa linea, a dicembre 2022, il quotidiano Forbes ha rivelato che alcuni dei suoi dipendenti avevano spiato i giornalisti utilizzando la geolocalizzazione. Lo ha confermato TikTok, che ha licenziato i responsabili, ma già si era creata la sfiducia.

TikTok bandito per i dipendenti del governo

L'applicazione sembra minacciata di divieto in diversi paesi. Per ora, è stato gradualmente eliminato dai telefoni di lavoro dei dipendenti governativi di tutto il mondo. Da marzo, ad esempio, il personale e i funzionari eletti del Parlamento europeo e della Commissione europea non possono più scaricare TikTok sul proprio telefono di lavoro, secondo questo articolo di Le Monde. Questo è anche il caso in Canada per i membri del governo.

Negli Stati Uniti, una legge simile è stata approvata all'inizio di gennaio per i dipendenti statali federali. Inoltre, è stato presentato un disegno di legge al Congresso degli Stati Uniti per vietare completamente la controversa app. In Francia, una commissione d'inchiesta del Senato indagherà su TikTok.

TikTok già sanzionato in Francia dalla CNIL

Come Facebook e Instagram, TikTok raccoglie molti dati per fornire agli utenti annunci mirati in base ai loro interessi. Questi dati vengono condivisi con gli inserzionisti.

Leggi anche:  Inquinamento di nuove tecnologie: IT, Internet, alta tecnologia ...

TikTok ha appena ricevuto sanzione della CNIL, per non aver rispettato la normativa relativa ai cookies sul proprio sito… ma non la sua applicazione. La società dovrà pagare una multa di 5 milioni di euro: una prima volta per il gruppo in Francia. La CNIL ha criticato l'applicazione per non aver reso sufficientemente visibile il pulsante "Rifiuta" durante la richiesta di monitoraggio della navigazione degli utenti e per non aver spiegato chiaramente a cosa fossero destinati i cookie.

Questi danni sono aggravati dall'influenza negativa che gli esperti affermano che l'app ha sui giovani. Sono incoraggiati a condividere i propri dati personali e non sono necessariamente a conoscenza dei problemi.

Recentemente, UFC-Que Choisir ha denunciato informazioni fraudolente sull'applicazione: quest'ultima ha affermato che i dati dell'abbonato non sono stati condivisi con terze parti, ma era falso. TikTok è stato quindi costretto a mostrare invece che i dati potevano essere condivisi con terze parti. È un piccolo ma significativo passo avanti nella ricerca per proteggere i dati degli utenti.

Leggi anche:  Da ZenCart a PrestaShop: econological il nuovo negozio!

Una domanda ? Mettilo sul forum internet e nuove tecnologie

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *