I parlamentari hanno votato per vietare i sacchetti di plastica di 2010!

L'Assemblea nazionale ha votato all'unanimità, martedì 11 ottobre, un emendamento che vieta la commercializzazione di sacchetti di plastica non biodegradabili e imballaggi all'orizzonte 2010, prendendo il treno per la riduzione dell'uso di sacchi di denaro, lanciato in Francia solo un anno fa.

Con questo emendamento alla legge sull'orientamento agricolo, i deputati cercano principalmente nuove opportunità per gli agricoltori. I sacchi biodegradabili - fatti metà con amido di mais e uno con un polimero biodegradabile (plastica) - in futuro potrebbero provenire da altri materiali vegetali come patate, canapa o pomodoro.

"Questa è un'ottima notizia, soprattutto se usi materiali diversi dal mais, troppo avidi di acqua"afferma Florence Couraud, direttrice del Centro nazionale indipendente di informazione sui rifiuti, un'associazione ambientalista.

Per saperne di più

Leggi anche: Piano climatico: fondi ADEME parzialmente congelati

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *