Gli Stati Uniti si rifiutano di impegnarsi a post-Kyoto

Arrabbiati ambientalisti, gli Stati Uniti martedì 28 a Montreal hanno respinto le iniziative della comunità internazionale per dare seguito al protocollo di Kyoto sulla riduzione delle emissioni di gas a effetto serra.

Incontrandosi nella metropoli del Quebec fino al 9 dicembre come parte della Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, circa 10 delegati e membri di ONG ambientaliste discutono il seguito da dare al Protocollo di Kyoto, che scadrà nel 000 .

"Gli Stati Uniti sono contrari a tutte queste discussioni", ha dichiarato Harlan Watson, capo della delegazione americana, in una conferenza stampa, ribadendo la posizione del suo paese. Ha detto che gli americani non volevano un approccio che includesse "obiettivi" e un "programma" per ridurre le emissioni di gas serra.

Per saperne di più

Nota sull'econologia: quando sarà la "tassa di Kyoto"? Ciò penalizzerebbe l'importazione di prodotti dai paesi inquinanti "al di fuori di Kyoto" verso i paesi meno inquinanti "Kyoto" la cui competitività delle grandi aziende è necessariamente appesantita dal protocollo.

Leggi anche: Emmanuel Giboulot in tribunale: l'obbligo di inquinare i pesticidi?

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *