Le piante non risolveranno l'effetto serra

Sembra che la capacità delle piante di contrastare l'effetto serra sia stata sovrastimata. Al contrario, la ricerca suggerisce che i cambiamenti nelle condizioni atmosferiche hanno un effetto più dannoso sulle piante di quanto si credesse in precedenza. La ricerca presso la McGill University mostra che l'aumento dei livelli di CO2 riduce la crescita delle alghe. Condotta dal biologo Graham Bell, la ricerca si basa sulla risposta delle alghe ad alte concentrazioni di anidride carbonica. I risultati mostrano che le alghe potrebbero non adattarsi a condizioni di alti livelli di CO2.

Secondo Bell, questa scoperta si applica ad altre specie vegetali. Ciò confuta la presunzione che le piante possano utilizzare la CO2 in eccesso dall'ambiente. È probabile che nel prossimo secolo assisteremo a cambiamenti drastici in tutte le piante (comprese le specie agricole) poiché l'uso del petrolio aumenta e genera livelli di CO2 sempre più alti.

Leggi anche:  Eco-design per la meccanica

Contatti:
- Sinead Collins, University Relations Office (URO) - McGill University - tel: +1 514
- Christine Zeindler, Responsabile comunicazione - Ufficio Relazioni con l'Università - tel: +1 514

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *